Nuovo spot dal Giappone per The Legend of Zelda: Breath of Wild

Anche in Giappone Nintendo ha messo in moto la macchina pubblicitaria per l’arrivo di The Legend of Zelda: Breath of Wild, comprensibilmente mostrato insieme a Switch (entrambi usciranno il 3 marzo, insieme alla versione per Wii U del gioco). Il seguente spot mostra anche alcune scene inedite di Link e Zelda:

Posted in News, Video | 2 Comments

Nintendo Switch – anteprima e analisi dell’hardware

20170206_152529

Grazie a Nintendo Italia, abbiamo avuto modo di provare con mano la nuova console della casa di Kyoto, in arrivo il prossimo 3 marzo. Meno di un mese ci separa ormai dall’uscita ufficiale e tanta era la curiosità di provare direttamente questa nuova nata della grande N, soprattutto per testare la sua particolare struttura e le sue svariate interfacce. Eccoci così pronti a soddisfare molti, se non tutti, i vostri dubbi in merito all’affidabilità, all’ergonomia, alla resa grafica e a tanti altri aspetti elettrizzanti riguardanti l’hardware di Nintendo Switch.

La console: Nintendo Switch appare come un notevole lavoro di industrial design; è leggera e compatta in modalità portatile, spessa come una confezione di DVD e larga più o meno come un GamePad del Wii U. Colori e materiali trasmettono un’ottima sensazione di modernità, pulizia e “valore”, allontanandosi dal look più giocattoloso delle classiche produzioni Nintendo. Chiaramente non tascabile, per peso e dimensioni il prodotto risulta però in grado di soddisfare le esigenze di un portatile moderno, assimilabile a un tablet di media misura per cui facilmente trasportabile anche outdoor. Lo schermo (touch, ma non è stato possibile testare le sue funzionalità tattili, purtroppo) è di ottime dimensioni, i contorni neri attorno ad esso non recano fastidio una volta acceso ed è capace di restituire un’ottima qualità dell’immagine sia per risoluzione, che per luminosità (anche in condizione ambientali ben illuminate) e angolo di visione. Contrariamente a quanto ci aspettavamo, lo schermo funziona bene anche in modalità “table top”, appoggiato su un tavolo come schermo condiviso per il multiplayer locale, anche se il “piedino” d’appoggio è forse l’elemento meno “rassicurante” del lotto, apparendo non così solido per un uso prolungato, come invece gli altri elementi strutturali. La dock station è, svuotata, meno convincente dal punto di vista estetico, ma allo stesso tempo poco invasiva: le dimensioni risultano più compatte di quelle di un Wii, con una profondità simile ma una altezza/larghezza più contenute. Riempita con la console, il tutto acquista maggior valenza anche a livello di design, con il piccolo LED di conferma di accensione a far capolino, una maggior finitezza del tutto e uno sguardo d’insieme capace di restituire un senso di completezza e adeguatezza tale da far ben figurare l’hardware anche posizionato al centro del salotto.

20170206_151936I controlli: difficile non partire dagli impressionanti Joy-Con; le nuove principali periferiche di Nintendo Switch infatti sono davvero incredibili. Ottima fattura materiale, se impugnati separatamente con tanto di laccetto risultano semplicemente ergonomici e comodi a tal punto da essere un perfetto guanto delle nostre mani. Senza il componente aggiuntivo restano forse un po’ troppo spigolosi e piccoli, ma se “completati” la sensazione è davvero notevole, sia in impugnatura orizzontale che verticale. Ci immaginiamo che l’utilizzo alla “NES” sarà piuttosto limitato, per cui la relativa scomodità (data dalle dimensioni e dal posizionamento ristretto di analogico e tasti) non grava particolarmente sul giudizio, mentre le altre modalità di interfaccia risultano sempre comode e confortevoli. Che siano i due Joy-Con separati alla “Wiimote+Nunchak”, piuttosto che il controller puramente “portatile”, l’esperienza di gioco è confortante. Forse meno convincente il settaggio Joy-Con con grip, dove la relativa ristrettezza dell’accrocchio fa pesare parzialmente il posizionamento dell’analogico destro un po’ troppo in basso e la sottigliezza dei due dorsali principali L e R. Per sessioni classiche, consigliamo di prendere in esame la valutazione del Classic Pro, davvero un controller semplice ma notevole: molto comodo, senza sorprese, salvo l’inclusione di giroscopi, lettore NFC e HD Rumble.

HD Rumble: questa particolare funzione dei Joy-Con merita un piccolo approfondimento a parte. Sì, perchè il feeling trasmesso è semplicemente impressionante. Sfruttato ad hoc soprattutto da 1 2 Switch (e l’inghippo sarà vederlo sfruttato a fondo anche da altre produzioni più classiche, perché sarebbe davvero uno spreco non dedicare risorse a quella che ci auguriamo possa diventare uno standard per i controller da oggi in avanti), lascia a bocca aperta. La sensazione tattile trasmessa dalle varie attività-demo mostrate dalla collezione di minigiochi targata Nintendo è sbalorditiva, tanto da spingere a guardarsi i palmi, spinti dall’illusione di avere davvero in mano una scatola di legno piena di biglie, piuttosto che…le mammelle di una mucca da mungere. La serie di mini-motori attivati indipendentemente l’uno dall’altro con intensità variabili riesce infatti a ingannare la mente trasmettendo una sensazione di posizione, forma e addirittura peso. Pur meno “evidente” all’occhio rispetto alla rivoluzione del sensore di movimento del Wiimote, ci sentiamo di attribuire all’HD Rumble una valenza potenziale paragonabile, seppur attenuata dal dubbio che possa effettivamente “trascinare” con sé la passione degli sviluppatori da qui in avanti.

20170206_153645Le prestazioni: non disponiamo di strumentazione tecnica all’avanguardia, capace di testare la resa computazionale di Nintendo Switch da un semplice evento stampa, ma certamente possiamo affermare come la console disponga di un buon potenziale, probabilmente ancora non espresso nella sua interezza dai titoli visionati. Mario Kart 8 Deluxe propone chiari miglioramenti visivi, dalla risoluzione al dettaglio delle texture ambientali, al mantenimento di un frame rate fluido anche in sessioni multigiocatore: difficile ottenere tali upgrade da una console propriamente in pari con Wii U, pertanto è quantomeno logico ricavare l’impressione che Switch sia un passo avanti rispetto al precedessore, in modalità “docked”. Più difficile per ora affermare con certezza l’entità di questo distacco, ovviamente, anche se Splatoon 2 mostra evidenti migliorie in termini di texture e illuminazione rispetto al primo episodio. Sarà un “Wii 2″, con un salto generazionale contenuto come fu nel passaggio da GameCube? Oppure qualcosa di più? La mancanza (per ora) di un titolo graficamente “pompato” in esclusiva per la console non aiuta a distinguere pienamente le sue reali capacità e, probabilmente, dovremo attendere l’arrivo di Xenoblade 2 per avere una prova sul campo di maggior impatto. Senza dubbio l’architettura moderna e la compatibilità con numerosi motori grafici “middleware” come Unity e Unreal Engine 4 fa ben sperare rispetto a una maggiore apertura verso ambienti di programmazione esterni alla casa di Kyoto, ma non ci resta che aspettare per vedere quali concreti risultati tutto ciò sarà in grado di portare. Come “handheld” invece, la console è semplicemente sbalorditiva. Rincuorati dalla sua effettiva “portabilità”, accentuata da una batteria in linea con quella del 3DS, da una comodità d’utilizzo notevole, da dimensioni non tascabili ma comunque trasportabili e da uno schermo più che apprezzabile, l’effetto “visivo” di Zelda Breath of the Wild giocato “on the go” lascia a bocca aperta. Semplicemente.

L’affidabilità: l’elemento forse più curioso, prima della prova su strada effettuata, era la reale capacità di questo sistema “modulare” di funzionare al meglio proprio nelle sue diverse varianti e configurazioni, garantendo affidabilità, stabilità strutturale e semplicità d’utilizzo. Ebbene, questo aspetto è quello che più di ogni altro ci ha convinto. La robustezza dei materiali utilizzati per i diversi “collegamenti” (tra i Joy-Con e il tablet, tra i Joy-Con e i laccetti di supporto, tra le console e la dock e così via) è perfetta. Non credo esista un diverso aggettivo da utilizzare per descrivere la sensazione di “finitezza” e di soddisfazione derivante dal semplicissimo processo di inseriemento/estrazione o di “collegamento” tra i vari elementi. L’anima in metallo dei binari di scorrimento, uniti a piccole leve di sicurezza automatiche (o manuali, nel caso dei laccetti dei Joy-Con), garantiscono una solidità strutturale invidiabile, unità a una leggerezza quasi misteriosa. Prendere in mano i Joy-Con, rendersi conto della tecnologia contenuta al loro interno, dell’affidabilità strutturale degli stessi in relazione agli altri elementi della console e confrontarli alla loro ergonomia e alla loro ridotta dimensione lascia senza parole. Così come l’immediata e naturale sensazione derivante dal rapidissimo passaggio dalla modalità dock a quella portatile, semplicemente sbalorditiva (il passaggio inverso richiede sui 3 secondi circa per far riconoscere alla schermo TV l’attivazione del segnale HDMI della station).

nintendo-switch-hands-on-13

Non sta a noi spingervi all’acquisto o meno, né valutare se il costo richiesto oggi da Nintendo per l’acquisto della console sia consono al vostro giudizio e alle vostre tasche, però una cosa è certa: a livello di design industriale, di finitezza dei materiali, di robustezza strutturale, di qualità dei materiali utilizzati, di funzionalità d’uso, Nintendo Switch è un hardware di primissimo livello, con un concept reso funzionale dall’approfondito studio fatto per far quadrare tanti diversi elementi tra loro, con estrema naturalezza. Provare Nintendo Switch è davvero qualcosa di nuovo, fresco ma rassicurante e, onestamente, dopo ieri non vediamo l’ora che arrivi sugli scaffali dei negozi.

Posted in Hands-on | 71 Comments

Yooka-Laylee passa da Wii U a Switch (e nuovo video di gameplay)

Playtonic Games ha confermato che la versione per Wii U di Yooka-Laylee è stata cancellata per motivi tecnici non meglio specificato. Al contempo, ha annunciato che il gioco uscirà invece su Switch, la nuova console di Nintendo disponibile a partire dal 3 marzo; se la versione per le altre piattaforme è prevista per l’11 aprile, quella per Switch non ha ancora una data d’uscita.

Ispirato ai platform 3D in voga negli anni Novanta, Yooka-Laylee è considerato il seguito spirituale di Banjo-Kazooie, la serie di Rare nata su Nintendo 64; i fondatori di Playtonic, infatti, vengono dallo studio inglese e quindi hanno già una certa esperienza con il genere e la meccanica della coppia di protagonisti.

Nel frattempo, gli sviluppatori hanno rilasciato attraverso IGN un video di tredici minuti nel mondo Capital Cashino.

Posted in News | 18 Comments

Nintendo Switch: un nuovo video mostra i giochi e le funzionalità

Nintendo ha rilasciato un nuovo video che mostra le potenzialità di Switch, la sua console ibrida in uscita il prossimo 3 marzo. Al centro della pubblicità, la possibilità di portare la console anche fuori di casa, per giocare ad esperienze in multi-giocatore, come 1 2 SwitchSplatoon ARMS, oppure per avventure in singolo, come The Legend of Zelda: Breath of the Wild.

Posted in News, Video | 17 Comments

Yo-kai Watch 2: disponibile in Italia dal 7 aprile

Yokai Watch 2

Nintendo ha confermato che il secondo episodio di Yo-kai Watch uscirà in Europa (e, quindi, in Italia) il prossimo 7 aprile. Il gioco, che sarà disponibile in due versioni, Spiritossi Polpanime (Bony SpiritsFleshy Souls in inglese), è disponibile in Nord America dallo scorso 30 settembre, ed in Giappone addirittura dall’estate del 2014.

Oltre a nuovi personaggi ed aree da esplorare nei dintorni di Valdoro, Yo-kai Watch 2 permetterà di viaggiare nel tempo e scoprire gli Yo-kai del passato; inoltre, è presente una nuova modalità multi-giocatore fino a 4 persone nella quale gli Yo-kai devono fronteggiare enormi demoni con uno stile di combattimento action, à la Monster Hunter. Questa modalità è poi diventata un gioco a parte, uscito in Giappone come Yo-kai Watch Busters.

La serie di Level-5 è diventata in pochi anni un fenomeno di massa in Giappone, e ha ottenuto anche un buon successo in Europe, dove il primo episodio ha raggiunto le 700.000 copie vendute, e sta superando la performance dello stesso gioco in patria.

C3i0-BBWcAAnLe9

Di seguito, il comunicato di Nintendo:

Scopri le origini del primo Yo-kai Watch e viaggia nel tempo per stringere amicizia con nuovi Yo-kai in tante nuove avventure

2 febbraio 2017 – Nathan e i suoi fedeli compagni, Jibanyan e Whisper, ritornano con  YO-KAI WATCH® 2: Spiritossi e YO-KAI WATCH® 2: Polpanime, in lancio il 7 aprile in Europa, per le console della famiglia Nintendo 3DS. I giocatori europei sono in fervida attesa di questo attesissimo sequel: infatti, il primo capitolo del gioco YO-KAI WATCH®, sviluppato da LEVEL-5 Inc. e grande successo in Europa, dove ha venduto più rapidamente che in Giappone catturando l’immaginazione dei bambini di tutto il mondo.

Preparati a viaggiare nel tempo e a esplorare ambienti incredibilmente dettagliati, incontra e fai amicizia con un gruppo di Yo-kai curiosi e spesso dispettosi e scopri le origini del primo Yo-Kai Watch di tutti i tempi. E, per la prima volta, i giocatori potranno far combattere online i propri Yo-kai preferiti in diverse modalità.

Una sera, mentre Nathan è profondamente addormentato, due sinistri Yo-kai si affacciano alla sua stanza da letto, eliminano i suoi ricordi e sottraggono il suo Yo-kai Watch. Il giorno successivo egli si imbatte nella misteriosa Bottega della Memoria dove ritrova il suo Yo-kai Watch e, dopo poco, i due divertenti Yo-kai, Jibanyan e Whisper, che i fan riconosceranno dalla serie animata televisiva. I giocatori potranno giocare nei panni di Nathan o in quelli di Katie, iniziando un viaggio nel tempo mentre cercano di svelare le ragioni che si celano dietro gli ultimi misteri e disordini nella loro città.

Ogni Yo-kai possiede una personalità distinta, ma a tutti piace creare guai, facendo del loro meglio per celarsi allo sguardo degli uomini. Con un po’ di complicità e il cibo giusto, i giocatori potranno fare amicizia con i dispettosi Yo-kai, sia quelli già noti che i nuovi, mentre prendono parte a un’avventura epica.

Nel corso dei loro viaggi, i giocatori incontreranno uno Yo-kai di nome Hovernyan, che mostrerà loro come viaggiare nel tempo. I giocatori potranno visitare Valdoro come era 60 anni prima, spostarsi tra luoghi diversi, e passare dal passato al presente in un istante, mentre si apprestano a scoprire i misteri che si nascondono dietro gli Yo-kai Spettrali. Mentre i giocatori viaggiano nel tempo per svelare misteri, potranno competere in 80 missioni secondarie emozionanti che includono aiutare i residenti del luogo con i loro problemi quotidiani. Aiutando i cittadini, i giocatori potranno scoprire nuovi Yo-kai e ricevere ricompense utili che li aiuteranno nel corso delle loro avventure.

Per la prima volta, i giocatori potranno scambiare online le loro Medaglie Yo-kai e creare un team dei loro Yo-kai preferiti per sfidare amici lontani in modalità multiplayer. I giocatori guadagneranno Punti Battaglia sia in caso di vittoria che di sconfitta e potranno usarli per acquistare oggetti dal Negozio PB ufficiale  che li aiuterà a potenziarsi e a liberare gli Yo-kai imprigionati. Questo sistema di battaglia unico incoraggia un’esperienza multiplayer amichevole ed equa per giocatori di tutte le età e abilità.

Ogni versione di YO-KAI WATCH® 2 include cinque Yo-kai esclusivi che potranno essere scambiati localmente e online e se un giocatore si unisce all’esercito degli Spiritossi o a quello dei Polpanime, dipenderà dalla versione di YO-KAI WATCH® 2 scelta. I giocatori potranno partecipare alla rivalità tra Spiritossi e Polpanime giocando online, vincendo battaglie e guadagnando punti per aiutare il team prescelto a uscire vittorioso nelle battaglie settimanali tra Polpanime e Spiritossi. La prima edizione** di  YO-KAI WATCH® 2 include una medaglia che sbloccherà una Mossa Energimax unica per Jibanyan, con una mossa diversa per ognuna delle versioni del gioco.

Il mondo di Yo-kai continua a crescere con l’arrivo in Europa di nuovi videogiochi, giocattoli e serie TV.

Unisciti a Nathan e Katie insieme a Yo-kai familiari e nuovi e dipana misteri con il lancio europeo di YO-KAI WATCH® 2: Spiritossi e YO-KAI WATCH® 2: Polpanime, in arrivo il 7 aprile per le console della famiglia Nintendo 3DS.

Fonte: Nintendo via Gematsu

Posted in News | 3 Comments

Fire Emblem Heroes è disponibile su Google Play e App Store

FE Heroes

Il nuovo episodio della serie di Fire Emblem è ora disponibile su Google Play e App Store, e quindi su dispositivi smart: cellulari e tablet. Annunciato qualche settimana fa insieme a Fire Emblem Echoes: Shadows of Valentia per 3DS, in uscita a maggio, e Fire Emblem Warriors per Switch e New 3DS, previsto per l’autunno, Fire Emblem Heroes è un gioco di ruolo strategico dove bisogna formare un esercito con gli eroi più celebri della serie, e lanciarsi nelle battaglie di una guerra tra due regni.

Il gioco è gratuito e prevede micro-transazioni per ottenere potenziamenti e personaggi. Di seguito, il video di apertura del gioco:

Il comunicato di Nintendo:

Evoca eroi leggendari dal passato e dal presente di Fire Emblem in questo originale GDR strategico free-to-start basato sull’epica serie Nintendo

2 febbraio 2017 – Da oggi è disponibile una nuova avventura Nintendo per i tuoi dispositivi smart: in Fire Emblem Heroes, un originale GDR strategico in cui due regni sono in guerra fra di loro, dovrai vestire i panni di un evocatore e formare un esercito scegliendo fra gli eroi di tutti i titoli della serie di Fire Emblem.

Dovrai affrontare battaglie tattiche ottimizzate per i dispositivi portatili e potrai fare affidamento su eroi leggendari e nuovi guerrieri. Alcuni personaggi conosciuti saranno al tuo fianco come alleati, mentre altri diventeranno generali nemici e non avranno remore ad attaccarti.

Cimentati in un maestoso GDR strategico su mappe in formato tascabile, adattate appositamente alle dimensioni dei dispositivi smart per un’esperienza di gioco avvincente anche durante le sessioni più brevi. Comandare il tuo esercito è un gioco da ragazzi grazie ai comandi intuitivi, tra cui la possibilità di lanciare un attacco semplicemente trascinando uno dei tuoi alleati verso un nemico. Se riuscirai a sconfiggere tutti i nemici presenti in una determinata mappa, la vittoria sarà tua!

Oltre alla modalità Storia, potrai scegliere di rafforzare il tuo esercito, affrontare altri giocatori e altro ancora. Inoltre, avrai la possibilità di prolungare la tua esperienza di gioco grazie agli aggiornamenti gratuiti e regolari, con personaggi e contenuti nuovi di zecca!

Per ulteriori informazioni, dai un’occhiata al sito web di Fire Emblem Heroes. Fire Emblem Heroes è disponibile per il download gratuito con la possibilità di effettuare acquisti supplementari in-app.

Posted in News | 7 Comments

Nintendo Switch è sulla copertina del nuovo numero di EDGE

EDGE cover

EDGE è una delle poche riviste cartacee di videogiochi sopravvissute all’avvento di Internet. Nato nel lontano 1993 in Regno Unito, ha potuto contare su numerosi spin-off e versioni territoriali (in Italia uscì dal 2004 al 2009), e su svariati contenuti esclusivi.

Nell’ultimo numero, la copertina è completamente dedicata a Switch, console ibrida di Nintendo in uscita il prossimo 3 marzo. Gli articoli all’interno parlano della line-up ad ora mostrata, e delle caratteristiche della console; i redattori non risparmiano le critiche, come ad esempio gli accessori troppo costosi e l’online a pagamento.

Posted in News | 18 Comments

Poochy and Yoshi’s Woolly World

Banner-PoochyYoshiWoollyWorld

Lo scarso successo del Wii U ha limitato notevolmente il potenziale di vendita di molti suoi giochi; per esempio, New Super Mario Bros. è passato dalle oltre 30 milioni di copie su Wii a poco più di 5 milioni su Wii U. Cercando di mitigare questo disastro commerciale, Nintendo ha pensato bene di sfruttare l’enorme base installata del 3DS per riproporre alcune esperienze di gioco in versione portatile; dopo Hyrule Warriors Super Mario Maker, ed in attesa di Fire Emblem Warriors, è ora la volta di Yoshi’s Woolly World, in uscita il 3 febbraio in Italia.

La scelta di portare un platform su 3DS non è azzardata: la console ha già molti esponenti del genere (tutte le mascotte di Nintendo sono presenti con almeno un titolo), ed il genere si presta bene a partite mordi-e-fuggi; inoltre, Yoshi è di casa su 3DS, essendo già protagonista del discreto Yoshi’s New Island, entrato nella linea Nintendo Selects oltre un anno fa. Per questo motivo, Nintendo è riuscita nell’operazione di porting da Wii U, a differenza, per esempio, dello spin-off action di The Legend of Zelda, meno votato a schermi piccoli e controlli limitati.

3 4

Poochy and Yoshi’s Woolly World contiene tutti i livelli presenti nella versione per Wii U; dal punto di vista dei contenuti, quindi, non manca nulla. Essendo, ovviamente, il 3DS una console dalle prestazioni inferiori, l’unico aspetto che risente del porting è la grafica, ora meno curata e realistica; mancano, infatti, la sofficità della lana che compone il mondo di gioco e la ricchezza dei fondali, i quali donavano alle ambientazioni una sensazione decisamente unica. In ogni caso, l’aspetto visivo è rimasto molto gradevole, grazie ad uno uso strategico del 2D e dei colori; anche il 3D auto-stereoscopico compie il suo dovere, donando profondità ad alcune componenti dei livelli. La versione per New 3DS gira a 60fps, e rimane molto fluida anche con il 3D attivato; prove sulle versioni classiche del 3DS mostrano un framerate più basso, ma comunque stabile.

Yoshi

Gli oltre 50 livelli sono rimasti invariati nei contenuti rispetto l’originale. Poochy and Yoshi’s Woolly World è un platform classico incentrato sulla scoperta di segreti e sulla raccolta di bonus, più che sulla difficoltà dovuta ai nemici da fronteggiare, o all’asprezza del percorso. I livelli sono costruiti in maniera intelligente, poiché piacevoli da esplorare, e non troppo dispersivi. Come nei giochi della serie Yoshi’s Island, il protagonista può lanciare oggetti (in questo caso, gomitoli di lana) per avanzare lungo i livelli, sconfiggere gli avversari e compiere qualsiasi altra azione. La vita di Yoshi non è più rappresentata dal neonato di turno ma da una serie di cuoricini che diminuiscono ogni qualvolta si viene feriti da un nemico. Il gioco è stato comunque adattato per essere giocato su 3DS: i livelli ora sono connessi linearmente, ed è addirittura possibilmente puntare il mirino per lanciare i gomitoli usando i sensori.

La curva di difficoltà di Poochy and Yoshi’s Woolly World è decisamente poco ripida; il gioco è pensato per essere fruito anche da un pubblico di giovanissimi, e non si incontrano vere e proprie difficoltà se non nell’ultimo mondo. Il che non è necessariamente un male: il gioco è rilassante e pone l’accento sulla raccolta di monete, fiori e gomitoli, nascosti spesso nei punti più impensabili. Anche con un’attenta esplorazione è probabile che qualcosa possa sfuggire, obbligando a ripercorrere il livello una seconda o terza volta. In questo senso, è d’aiuto la modalità relax, attivabile in qualsiasi momento ed espansa rispetto la versione per Wii U. Se prima, infatti, a Yoshi spuntavano un paio di alette, ora, in aggiunta, è possibile chiamare in soccorso i cuccioli di Poochy, che si fionderanno contro i nemici o sveleranno aree o nuvole segrete nei livelli.

2 1

Ovviamente, l’introduzione di Poochy porta con sé anche nuovi livelli dove il simpatico cagnolino corre al traguardo automaticamente, come in un vero e proprio runner; al giocatore il compito di farlo saltare per evitare gli ostacoli, raccogliere quante più perline possibili e i cuccioli sparsi qua e là. I livelli di Poochy non sono molti (appena sei quelli sbloccabili direttamente nel gioco) e sono un po’ troppo corti – decisamente non un contenuto che fa la differenza. Lo stesso vale per la possibilità di decorare il proprio Yoshi di lana con un editor vero e proprio, che permette di disegnare il tessuto e scegliere ogni sua parte del corpo da personalizzare; e per la compatibilità con tutti gli amiibo usciti dopo la versione per Wii U, anch’essi volti a cambiare l’aspetto del protagonista; e, infine, per la trentina di brevi video in stop-motion che seguono le vicende di Yoshi e Poochy.

Il porting su 3DS di Yoshi’s Woolly World è decisamente riuscito. Non fornisce sufficienti motivi per acquistarlo se già si possiede la versione originale, perché i contenuti aggiuntivi non sono particolarmente sostanziosi – a meno che non si voglia giocarlo fuori (l’originale è già portatile, in casa, sul GamePad del Wii U). Per tutti gli altri, il gioco è molto consigliato, specialmente se si amano i platform o si cerca un regalo per il fratello o sorella minore o la prole.

Posted in Recensioni | 3 Comments

Animal Crossing per smartphone uscirà dopo marzo

img-details5-bottom

Dopo Super Mario Run, disponibile da dicembre e a breve su dispositivi Android, e Fire Emblem Heroes, in uscita in questi giorni, Nintendo è al lavoro su un terzo gioco per smartphone e tablet, nel franchise di Animal Crossing (Pokémon, infatti, è stato sviluppato da Niantic). Nonostante la compagnia avesse annunciato l’uscita di questo episodio portatile entro i primi tre mesi dell’anno in corso, durante l’incontro con gli investitori che si è tenuto poche ore fa ha annunciato che sarà disponibile dopo marzo, e che verrà rivelato tra non molto. Probabilmente, Nintendo vuole concentrarsi sul lancio Fire Emblem Heroes, e puntare su Animal Crossing nel periodo estivo.

Animal Crossing è diventato in breve tempo uno dei franchise di punta di Nintendo, e non è quindi sorprendente che Nintendo lo abbia scelto per la sua prima ondata di titoli per smartphone. Animal Crossing: New Leaf per 3DS ha raggiunto il traguardo di 10 milioni e 470.000 unità vendute nel mondo, una cifre paragonabile all’episodio per DS, che è poco sopra gli 11 milioni. Per fare un paragone, i giochi della serie principale di Pokémon vanno dai 14 ai 16 milioni di copie, mentre The Legend of Zelda dai 4 agli 8 milioni.

Fonte: Nintendo via Takashi Mochizuki

Posted in News | Comments Off

Has Been Heroes: in arrivo il 28 marzo

unspecified-1-1484286940476_1280w

Has Been Heroes è il nuovo titolo sviluppato da Frozenbyte e uscirà su Nintendo Switch il prossimo 28 ottobre. Come si evince dalla descrizione sul sito di Nintendo, questo rogue-like fatto di azione e strategia sfrutterà anche la nuova tecnologia aptica HD Rumble che promette di trasmettere grandi sensazioni tattili durante le fasi di gioco.

Posted in News | 1 Comment

Nuovo spot per Mario Kart 8 Deluxe su Switch

maxresdefault

Mario Kart 8 Deluxe uscirà in esclusiva per Nintendo Switch il 28 aprile, con nuovi contenuti inediti e tutti i DLC della versione Wii U. Diverse le nuove opportunità offerte dalla versione per il nuovo hardware, ovviamente legate anche alle caratteristiche della console stessa. Con un frizzante nuovo spot, Nintendo prova ad illustrarle, ingolosendoci! In attesa della versione italiana, eccovi quella tedesca.

Posted in News | 11 Comments

Tantalus si sta occupando di varie conversioni per Switch

rime

Dopo Sonic Mania, arriva la conferma che anche Rime in versione Switch verrà sviluppato dai Tantalus, ormai famosi per le ottime conversioni su hardware Nintendo. Direttamente o tramite la loro controllata Straight Right, il pedigree ad oggi per quanto concerne operazioni similari è piuttosto confortante:

  • Mass Effect 3 (Wii U)
  • Deus Ex Human Revolution (Wii U)
  • The Legend of Zelda: Twilight Princess (Wii U)
  • Rime (Switch)
  • Sonic Mania (Switch)

In una intervista a IGN, gli sviluppatori dicono che il loro obiettivo sarà quello di far uscire il gioco in contemporanea con le altre versioni, senza dimenticare la volontà di valutare anche una versione fisica del gioco per il retail.

Posted in News | 1 Comment

Switch: ecco come sarà l’interno delle confezioni dei giochi

In alcuni negozi giapponesi è già possibile vedere i primi scaffali riempirsi di giochi per Switch – o perlomeno di confezioni vuote atte a rappresentare il prodotto finale e a pubblicizzare l’imminente arrivo della console. L’utente di Twitter Gaijinhunter ha fotografato le confezioni, all’esterno ed all’interno, di alcuni dei titoli di lancio per Switch nel Paese del Sol Levante, le quali ricordano molto quelle per PSP, anch’esse decorate con immagini dentro, e delle stesse dimensioni:

The Legend of Zelda: Breath of the Wild

1-11

1 2 Switch

22-1

Super Bomberman R

33-1

Dragon Quest Heroes I-II

4-14

Disgaea 5 Complete

5-15

I am Setsuna

6-16

Posted in News | 17 Comments

Mario Sport Superstars: trailer e immagini

ctrp_aun_wwlogo01_02_c_ad-0_LR

Il 10 marzo preparatevi a scendere in campo con Mario Sport Superstars per la famiglia Nintendo 3DS e 2DS: ben cinque attività sportive tra cui scegliere, diverse modalità single e multiplayer anche online e compatibilità con la nuova inedita raccolta di 90 card amiibo in uscita contemporanea al gioco: non ci sono scuse per gli amanti dei giochi sportivi! Ecco per voi una scarrellata di nuove immagini e un trailer inedito, incentrato sul baseball.

3DS_MarioSportsSuperstars_S_FOOTBALL_3_SetFormation_ITA_LR 3DS_MarioSportsSuperstars_S_Amiibo_RoadToSuperstar_4_CardPlacement_ITA_LR 3DS_MarioSportsSuperstars_S_Amiibo_RoadtoSuperstar_7_Gameplay3_ITA_LR 3DS_MarioSportsSuperstars_S_Amiibo_RoadToSuperstarComplete_NowSuperstars_ITA_LR 3DS_MarioSportsSuperstars_S_FOOTBALL_1_GeneralPlay_ITA_LR 3DS_MarioSportsSuperstars_S_TENNIS_3_GeneralPlay_ITA_LR

 

Posted in News | Comments Off

Fire Emblem Heroes: quali sono gli eroi favoriti?

proxy

Fire Emblem Heroes arriverà su dispositivi Android fra pochi giorni e Nintendo ci aggiorna sui risultati attuali del sondaggio tramite il quale gli appassionati potranno votare i loro eroi preferiti per farli partecipare al gioco in questione. Come potete vedere sotto, le preferenze si orientano verso Lyn (dell’episodio The Blazing Blade) per quanto riguarda i personaggi femminili e Ike (nella versione Path of Radiance) per quanto concerne quelli maschili.

Ricordiamo che le votazioni sono ancora aperte, a questo indirizzo: non perdete l’occasione per indirizzare i risultati verso i vostri eroi preferiti!

C3DvTpNWIAA-6WO C3DvT6zXUAIKz2N

 

Posted in News | 5 Comments