Recensione di Xenoblade Chronicles

Due divinità, Mechanis e Bionis, si scontrano da tempo immemore finchè l'energia vitale dei due colossi si esaurisce e rimane solo un involucro vuoto a rappresentare quello scontro che diede origine al mondo come Homs, Mechan, Haentia, Nopon e altre razze lo conoscono. In realtà i corpi dei due colossi non sono vuoti ma hanno dato origine alla vita e ora le razze del mondo di Xenoblade Chronicles vivono sui corpi dei due giganti. La battaglia tra le due divinità, però, è tutt'altro che finita, infatti, i due principali popoli che vivono sui corpi delle due divinità continuano a darsi battaglia con poca tregua: Homs e Mechan. Da qui parte la storia che vivremo per un numero di ore spropositato, che ci stupirà con colpi di scena degni del miglior film oscar che conosciamo, che ci appassionerà grazie agli intrighi e alle relazioni fra i vari popoli di Bionis, che rimarrà per sempre dentro di noi come una delle esperienze videoludiche migliori che abbiamo mai vissuto. Andiamo ad analizzare i punti forti di questo titolo: Come detto poco fa la longevità è a dir poco stellare, minimo 60-70 ore se si vuole arrivare ai titoli di coda senza nemmeno fermarsi per una pausa caffè ;) e almeno il doppio per cercare di portare a termine il titolo completando le 500 subquest su cui può contare. Parlando invece del sonoro non ho paura di dire che il gioco può competere con titoli Nintendo come Mario Galaxy, Zelda TP e chi lo sa...anche qualche gloria del passato!La prima volta che accenderete la console e arriverete al menù iniziale sarà difficile premere il tasto per iniziare a giocare: il main theme è forse la miglior musica che questa gen abbia conosciuto su wii. (Parlo solo di wii perchè non possedendo ps3 e xbox360 non posso parlare dei loro giochi, ma sarei pronto a scommettere che difficilmente un altro titolo ha un main theme così magico) Non crediate, però, che solo il main theme sia degno di ascolto, perchè tutta la colonna sonora di questo titolo è semplicemente magica. Non ho altre parole per descriverla. Consiglio di giocare il titolo con un classic controller pro per poter godere di un' ottima gestione della telecamera e un approccio più comodo al gameplay del titolo che può contare su un battle sistem veramente solido, caratterizzato da un attacco automatico in prossimità dei nemici, senza dover premere nessun altro tasto e numerose tecniche che potremo attivare durante lo scontro aumentando il danno in base a dove ci sposteremo intorno al nemico. Eh già! Perchè Xenoblade non è un jrpg a turni ma noi avremo sempre il pieno controllo del nostro personaggio spostandolo dove vogliamo e facendogli usare la tecnica più opportuna al momento giusto. Durante lo scontro potremo usare solo 3 personaggi del party e i due, oltre a quello che comanderemo noi, saranno controllati dalla cpu, infatti, non potremo decidere noi quale tecniche far usare ai nostri compagni ma tutto è affidato all'intelligenza della cpu che non è di cattiva fattura. L'unico difetto di questo gioco è la grafica che si affida ad animazioni, textures ed effetti di luce decisamente old gen. A salvare il comparto grafico vi sono, però, ambientazioni mastodontiche senza pari. Ci si perde nello scrutare l'orizzonte e quasi tutto ciò che vediamo può essere raggiunto fisicamente, non fa solo da elemento di contorno! Inutile poi parlare dell'originalità delle aree che ci rimarranno impresse per sempre e non sanno di già visto come avviene in molti giochi, tipo classiche ambientazioni vulcano/isola/neve ecc; Xenoblade va oltre qualsiasi cosa già vista e, lì dove vi è la neve, per esempio, crea un paesaggio totalmente rivoluzionario ed originale che durante il ciclo giorno/notte si evolve e cambia radicalmente. Oltre ad approfondire il legame tra i personaggi principali, alcuni carismatici, altri meno, con l'andare avanti della storia si evolveranno anche i legami tra le persone che ci affideranno le subquest e questo spesso dipenderà dalle nostre scelte. Un gioco che da l'impressione di essere vivo insomma! Spendendo qualche parola in più sulla storia posso solo dire che il gioco è un crescendo inarrestabile. Se la storia vi prende già all'inizio dopo poche ore, dopo, aspettatevi di tutto perchè creerà sempre più dipendenza! Verso la fine non vorrete nemmeno finirlo perchè vi avrà accompagnato per talmente tante ore che ormai vi siete affezionati a questo gioco e non vorrete che finisca. Eppure un fattore vi spronerà a finire questo titolo: sapere come finisce la storia più epica degli ultimi anni! Semplicemente il miglior gioco a cui abbia mai giocato.10