Recensione di Resident Evil Revelations

Oooooh, ecco qua un altro giocone! Resident Evil è una delle mie saghe preferite, ho cominciato ad apprezzarlo giocando al quarto, che mi è piaciuto parecchio. E questo gioco al primo impatto sembra un clone spudorato del quarto, ma giocando si notano le importantissime novità, ma andiamo con ordine. In questo capitolo inizieremo il gioco utilizzando la nostra fidatissima Jill Valentine, già protagonista del primo, del terzo e con un ruolo non irrilevante nel quinto, e dovremo esplorare la nave alla ricerca del nostro compagno Chris, scomparso mentre si trovava in missione. L'ultimo segnale GPS è stato inviato da questa nave, e sta a noi riportarlo indietro. Naturalmente non sarà un lavoro facile, visto che la nave è piena zeppa di orrori di ogni sorta, da cadaveri mutanti a gigantesche larve. La trama è avvincente, ricca di colpi di scena che qui non dico (ovviamente) per non rovinarvi la sorpresa. E la trama non è l'unico punto di forza del gioco. I controlli sono comodi, ma ci vuole un po' per metabolizzarli al meglio,vediamoli nei dettagli: Con Pad Analogico si muove il nostro alter-ego, e la velocità di marcia non è affatto lenta, inoltre a differenza dei vecchi capitoli il tasto della corsa è stato rimosso, quindi l'andatura della marcia dipenderà dall'inclinazione del Pad. Con il Tasto R si entra in modalità Mira, e con Y si spara con l'arma selezionata. La gestione della mira è gestita dal Pad Analogico, quindi il movimento mentre si mira è impossibile, a meno che non si prema il Tasto L, così da entrare in modalità Strafe, permettendoci il movimento anche mentre si fa fuoco. Al Tasto A è delegato l'uso delle erbe medicinali, mentre con Y fuori dalla modalità mira si interagisce con l'ambiente e si raccolgono oggetti. X è invece utilizzato per utilizzare le armi secondarie, quali granate, coltelli... Esistono più settaggi, che non ho provato, e anche la possibilità di utilizzare il Pad Scorrevole Pro. Tecnicamente il gioco è eccezionale: la grafica è di altissimo livello, con personaggi e nemici di incredibile qualità e ambienti ben caratterizzati e leggibili. Al sonoro va una menzione d'onore: le musiche rendono l'atmosfera più lugubre e cupa di quel che sarebbe senza, e gli effetti sonori sono strepitosi e spesso vi salveranno la vita, ad esempio il sentire i passi del nemico vi aiuterà ad accorgervi prima della sua presenza. Consiglio l'uso delle cuffie. Anche dal punto di vista dei contenuti il gioco è superlativo: oltre l'ottima modalità Campagna, che vi terra impegnati per una decina di ore in modalità media, c'è anche una modalità definita Raid, disponibile dal completamento del terzo capitolo, che ci vedrà calati in livelli presi dalla trama, ma con molti più nemici, alcuni di essi potenziati, e con la possibilità di sbloccare armi e modifiche sempre più potenti. C'è anche la possibilità di giocare con un amico in modalità Wireless o Online, con giocatori da tutto il mondo. Spesso mi sono capitati errori di connessione, ma non so se è per colpa della mia linea o del gioco stesso. Se si aggiungono pure delli Obiettivi da completare nelle due modalità per sbloccare nuovi personaggi e armi, il gioco impegnerà per mesi.

 

Consiglio questo gioco a tutti, specialmente agli appassionati della saga e anche a coloro che si erano allontanati dalla serie per via della sua svolta action.

9.5