Vai al contenuto

Ci siamo trasferiti qui!

V8bit

Utente da: 18 Jun 2011
Non connesso Ultima attività: 23 Sep 2015 13:28
-----

Discussioni che ho iniziato

Esperienze Videoludiche

08 February 2014 - 15:06

Non ho saputo trovare termine migliore per descrivere quei videogame di cui voglio parlare in questo topic: "esperienze videoludiche". Per spiegarmi meglio faccio un esempio concreto: Journey di Thatgamecompany. Sto parlando di videogiochi che spesso non sono veri e propri "giochi", ma esperienze emozionanti, poetiche e, oserei dire, artistiche.
Questo topic avrebbe l'intenzione di condividere informazioni e opinioni su questa tipologia di esperienze. Infatti, la maggior parte sono prodotti da sviluppatori indipendenti e passano per lo più inosservati (eccetto Thatgamecompany, ovviamente) e sarebbe un peccato se rimanessero tali.
Vi cito alcuni esempi: Journey, Flower, Flow, The Path (o in generale tutti i giochi della Tale of Tales), Limbo, Dear Esther, ecc. Fra le etichette conosciute credo che si potrebbero includere titoli come Ico o Shadow of the Colossus.

Voi ne conoscete?

Quel Senso Di Nostalgia E Malinconia Per I Videogiochi "di Una Volta"...

28 July 2012 - 10:00

Spero di scrivere nella giusta sezione e che non sia già stato aperto un topic analogo, dato che non visito da tempo il forum. Nel caso, mi scuso anticipatamente.

Mi preme sapere se anche altri videogiocatori si sentano talvolta afflitti da un senso di nostalgia e/o malinconia giocando ai videogame odierni. Una sensazione tipo: "fantastico questo Galaxy 2, o questo Skyward Sword ma... manca qualcosa".
Mi spiego meglio. Non trovate che tutti quei giochi, che una volta si caratterizzavano per una certa profondità esplorativa, siano diventati progressivamente più lineari e vuoti?
Ricordo che "una volta" le cosiddette sub-quest avevano senso di essere chiamate tali. In giochi come Ocarina of Time, Majora's Mask o i "vecchi" Final Fantasy esse costituivano quasi un'avventura parallela, quasi consistente come l'avventura principale.
Ritengo si sia perso quello spirito avventuroso dove la sperimentazione era essenziale, mentre ora è tutto lineare e guidato. Cosa rimane a Skyward Sword se togliamo il meraviglioso gameplay? Sub-quest da "fattorino" in cui devo per lo più andare a recuperare un oggetto e mi viene anche detto praticamente dov'è.
Una volta si doveva scoprire cosa fare, ora ti viene detto cosa fare. Dove sta l'avventura?
Prendiamo in esame anche i nuovi Super Mario. In Super Mario World ti dicevi: "ma sì, ora che ho il mantello e, non so nemmeno perché mi è venuta l'idea di farlo, provo a volare in alto sulla schermata e per di più in direzione opposta allo scorrimento del livello" e... scoprivi un segreto, un livello nuovo o, addirittura, un mondo nuovo!
Ecco, che fine hanno fatto i segreti? In SMW i segreti superavano probabilmente l'avventura lineare! Ritengo che i segreti odierni siano ridotti all'osso e risultino completamente privi di soddisfazione.

Spero di essermi spiegato. Sono cosciente che il mercato videoludico sia completamente cambiato e accolgo con entusiasmo il progresso che sta avvenendo in questo settore, ma trovo che alcuni valori siano andati perduti e mi mancano. So benissimo che ora ci sono anche i "casual-gamers" e che loro non hanno tempo, né voglia, di cercare e sperimentare.
Voi che ne pensate?

Aliens: Infestation [Topic Ufficiale]

04 September 2011 - 11:56

Aliens: Infestation

Immagine inviata

Sviluppato da: WayForward Technologies

Pubblicato da: SEGA

Piattaforma: Nintendo DS/DSi

Genere: Azione/Sparatutto

Numero giocatori: (da definire)

Data di rilascio: Settembre 2011

Pagina Wiitalia: http://www.wiitalia....ns-infestation/

Recensione Wiitalia: coming soon

Sito Ufficiale: http://www.sega-ital...ns-infestation/

Galleria Immagini: http://www.wiitalia....on-screenshots/

Video: http://www.wiitalia....estation/video/


Fatalità, negli ultimi 2 giorni ho occupato le mie serate guardandomi Aliens (o Alien: Scontro Finale) e Alien: La Clonazione (la trama è una boiata, per me la serie termina con Aliens). Sono sempre stato un grande fan dello xenomorfo (tanto che ho il pupazzo di un chestbuster sul letto :asd:), così, m'è venuta voglia di aprire il topic su questo nuovo gioco per DS, Aliens: Infestation.
Le informazioni sul titolo sono ancora scarse, tuttavia, il trailer e le varie immagini parlano chiaro: siamo innanzi ad un action-shooter a scorrimento laterale sulla scia dei vecchi Metroid e Castlevania. Direi che le premesse sono ottime  :D !
Il gioco si ispira al secondo film della serie (nonché il mio preferito), il sopracitato Aliens. Infatti, potremo arruolare e impersonare fino a 20 marine diversi, ognuno con la sua personalità, le sue caratteristiche e un arsenale di armi finalizzato allo sterminio di orde di xenomorfi, chestbuster e facehugger.
Le premesse lasciano intendere un titolo dall'impronta tipicamente "hard-core" per coloro che rimpiangono i bei tempi andati  :smile3: !

Deadly Creatures [Topic Ufficiale]

24 June 2011 - 18:49

Deadly Creatures

Immagine inviata

Piattaforma: Wii

Genere: Action

Numero di giocatori: Giocatore singolo

Data di rilascio: 13/02/2009

Pagina Wiitalia: http://www.wiitalia....adly-creatures/

Recensione Wiitalia: http://www.wiitalia....adly-creatures/

Sito ufficiale: non disponibile

Galleria immagini: http://www.wiitalia....es-screenshots/

Video: http://www.wiitalia....reatures/video/


Non mi sorprende che questo gioco non abbia un Topic Ufficiale. Probabilmente, molti di voi nemmeno lo conoscono o non gli hanno dedicato più di uno sguardo alla copertina. E' uno di quei titoli destinati a finire nelle ceste e che non si fila nessuno, senza contare che è stato un flop commerciale. Tuttavia, giocandolo in questi giorni, mi sono reso conto che siamo di fronte ad una piccola gemma o, perlomeno, una pietra preziosa un po' grezza che merita una chance.
L'idea di per se è originalissima: impersonare 2 creature letali quali una tarantola ed uno scorpione. Infatti, i 10 capitoli che compongono la storia del gioco si alternano con l'utilizzo di una e dell'altro. Gli sviluppatori sono riusciti a creare 2 gameplay ben differenziati, con controlli altrettanto diversi.
La tarantola è debole, ma agile e con la capacità di aderire a pareti e soffitti. Può eseguire attacchi semplici ed è in grado di balzare e lanciare la tela.
Lo scorpione invece, è più lento e non gode delle capacità aderenti della sua controparte aracnide, ma è in grado di parare gli attacchi e di eseguire combo più complesse. Inoltre solo lo scorpione può scavare il terreno ed eseguire colpi di grazia (eseguiti mediante Quick-Time-Event).
Entrambe le creature sviluppano nuovi attacchi proseguendo con l'avventura e accumulando esperienza dopo ogni scontro.
L'esecuzione delle varie azioni disponibili sfruttano in modo creativo tutte le capacità dell'accoppiata Remote e Nun-chuck, e questo è da lodare. Tuttavia, il sistema presenta alcune sbavature per quanto riguarda reattività e collisioni. In ogni caso, il tutto fa il suo lavoro e i difetti non rendono mai l'esperienza frustrante.
Uno degli aspetti che stupiscono di più è la trama. A questo punto, chiunque di voi potrebbe chiedermi: "ma che trama potrebbe avere un gioco in cui impersonano una tarantola e uno scorpione?". Ebbene sì, il gioco ha una storia ben sviluppata. A dire la verità, l'intreccio non segue direttamente l'avventura delle 2 creature che, fondamentalmente, vivono la loro vita da semplici prede/predatori, ma la storia di 2 uomini alla ricerca di un tesoro sepolto ai tempi del vecchio West (secondo certi aspetti si potrebbe azzardare che il gioco abbia elementi western). Il tutto viene egregiamente narrato attraverso i dialoghi fra i 2 uomini (con un buon doppiaggio italiano), i quali stanno scavando nel territorio delle due creature.
Le musiche sono semplici componimenti da atmosfera che incorniciano perfettamente l'ambiente ostile e desolato.
La grafica, sebbene non sia eccelsa, fa il suo lavoro e rende sufficientemente realistico l'eccellente level-design. Le animazioni degli insetti sono ottime, un po' meno quelle dei rettili.

Concludendo, Deadly Creatures non è certamente un capolavoro, tuttavia, riesce a colpire con la sua originalità e un gameplay che sfrutta intelligentemente le capacità del Wii, anche se con qualche sbavatura (cosa che si può dire per pochi giochi). Se ne avete l'occasione, vi consiglio di provarlo  :smile3: .

V8bit sboccia fra i funghi del, beh, Regno dei Funghi!

18 June 2011 - 11:57

Ciao a tutti  :D !
Sono un 25enne appassionato di Nintendo. In particolare sono un fan accanito di Super Mario, tanto che la mia stanza è invasa da amenità di ogni sorta dedicate all'universo di Mario a partire da un Goomba alto 15 cm sulla mia scrivania.
E' una passione che si è sviluppata da quando ero molto piccolo. Appena ne ho avuto facoltà di farlo, giocavo a Donkey Kong sul Commodore 64. Tuttavia, non sono diventato un fidelizzato Nintendo fino all'era Game Cube. Negli anni precedenti ho avuto modo di innamorarmi dei classici Nintendo giocando (invidioso) a casa di amici. Mi sono fatto grossomodo tutte le fasi principali di un "mariofilo" stagionato. Ricordo: il mio Super Mario Bros. su una console tarocca, Dr. Mario, Super Mario Bros. 3, Super Mario World, Super Mario RPG: Legend of the Seven Stars e Super Mario 64. Poi, ovviamente, si sono aggiunti gli "altri": i vari Donkey Kong, Super Smash Bros., Pokémon Blu (giocato sul Game Boy color che mi avevano regalato), The Legend of Zelda: A Link to the Past, The Legend of Zelda: Ocarina of Time, ecc. Credo sia inutile continuare un elenco di titoli cui la maggior parte di voi avrà giocato fino alla nausea  :D . Ci siamo capiti, insomma.
Una domanda che potrebbe essere spontanea è: perché sono qui? Beh, diciamo che sono alla costante ricerca di un forum italiano dove condividere le mie passioni "nintendose". Sono già utente di un altro forum Nintendo italiano ma, nonostante ci sia molto affezionato, a volte non sono soddisfatto da discussioni ricche di OT, dovuti principalmente ad un utenza molto giovane. Diciamo che sto cercando un forum più "serio" e "maturo", idoneo ai miei canoni.
Spero d'aver trovato la comunità che fa per me. Ne ho visitate molte e, quasi tutte, mi hanno deluso.