Il futuro di Mii e Miiverse su Nintendo Switch

Al momento i riflettori sono comprensibilmente puntati su Nintendo Switch e ogni nuova informazione a riguardo, anche se minima, viene accolta dai videogiocatori come acqua nel deserto. Qualche giorno fa, vi avevamo proposto alcune immagini dell’interfaccia del menu della console e sono saltate subito all’occhio alcuni elementi. Non si può infatti non notare la presenza di alcune icone di vari personaggi Nintendo e la mancanza del simbolo del Miiverse.

Miiverse

Riguardo alla prima, si era già ipotizzata la possibilità di personalizzare la propria immagine profilo (complice anche una foto pubblicata da Nicalis, poi prontamente cancellata); mentre riguardo alla seconda, già dalla presentazione della scorsa settimana sembrava evidente come Nintendo volesse puntare sulla diffusione di immagini (e in futuro, anche video) su canali più tradizionali. Ebbene, grazie ad un’intervista della testata Kotaku, il destino di Miiverse e dei Mii, rappresentanti di un’era che volge ormai al termine, appare ora più chiaro.

Mentre Miiverse continuerà ad essere supportato su Wii U e 3DS, la nostra strategia con Nintendo Switch prevede un utilizzo maggiore di altre piattaforme diffuse su larga scala. Ad esempio, le immagini di gioco possono essere condivise su famosi social network, e funzioni social come la chat vocale sono possibili attraverso una app dedicata per smartphone.

Esiste un Centro di creazione Mii su Nintendo Switch, ma il software è ora situato nelle Impostazioni di sistema, e non più nel menu HOME come applicazione a sé stante. Puoi creare un Mii anche dalla schermata del proprio Profilo e il procedimento sarà simile a quanto visto in precedenza.

I Mii possono essere utilizzati per rappresentare un utente, ma non è obbligatorio. I giocatori hanno anche l’opzione di scegliere l’immagine profilo all’interno di una rosa selezionata di personaggi Nintendo. Gli sviluppatori sono ancora liberi di utilizzare i Mii, qualora lo volessero.

Puoi inviare/ricevere i Mii tramite condivisione wireless locale tra console Switch, o utilizzare un amiibo per trasferirli da Wii U o 3DS.

Le caratteristiche dei Mii rimangono simili alle vecchie versioni, ma sono state aggiunte alcune opzioni. Ci sono nuovi tratti del viso e colori di capelli e pelle, mentre sono stati rimossi alcuni attrbuti: nome del creatore, preferiti, compleanno e “pubblico”.