Nintendo Switch: la dock-station aumenterà le prestazioni?

Laura Dale continua a fornire succose anticipazioni sul prossimo prodotto Nintendo.

nintendo-switch-dock-photo_1920

Laura Dale, dal sito letsplayvideogame.com, che fino a oggi si è dimostrata assai affidabile per quanto concerne le anticipazioni su Nintendo Switch, tanto da esser stata boicottata dagli eventi ufficiali della casa di Kyoto, torna a parlare della console ibrida in arrivo a marzo. E le sue anticipazioni confermano proprio tale natura del prodotto.

Stando all’ultimo report, infatti, parrebbe proprio che, una volta posizionata all’interno della dock station, la console possa funzionare al pieno delle sue potenzialità di calcolo. Tramite la porta USB-C infatti, sembra che verrà attivato un ventilatore aggiuntivo che contribuirà a raffreddare la console aiutandola a sostenere performance di clock speed maggiori, per consentire (ad esempio) un output a schermo a risoluzione migliorata (presumibilmente 1080p, considerando come lo schermo portatile sia già a 720p). Un’altra interessante curiosità è quella secondo la quale la console Switch potrebbe essere utilizzata su diverse dock station, senza essere legata a un accessorio particolare o specifico. Questo potrebbe tradursi ad esempio nella possibilità di vendita/acquisto di più dock station da parte dello stesso utente, per averne una collegata a ciascun monitor in casa (o nella casa di villeggiatura).

10 Commenti

    • è un insieme di fattori di cui la ventola fa parte, in realtà, che farebbe aumentare il clock (anche di svariate volte, se il chip lo supportasse):
      La ventola indubbiamente abbassa la temperatura, anche di qualche decina di gradi se l’intero apparato di ventilazione è ben studiato, ma a questo devi aggiungere che la frequenza del processore di una console fissa è limitata principalmente dalla resistenza alla temperatura del chip (quindi in genere fino a che il processore non supera i 90° puoi spingere), mentre su una portatile ci sono due variabili che lo limitano fortemente molto più in basso, ovvero la vicinanza alle mani del giocatore (non puoi tenere in mano un pezzo di plastica scaldato a 90°!) e l’autonomia (che cala drammaticamente all’aumentare del clock).
      Già togliendo questi due limiti a parità di hardware ottieni prestazioni decisamente migliori, se poi aggiungi un sistema di raffreddamento ben progettato puoi salire ulteriormente.
      Non è affatto impensabile che le prestazioni possano raddoppiare semplicemente collegando la console alla dock, in realtà.

  1. No: la ventola serve solo a raffreddare l’HW che è TUTTO nella console, ma che in modalità DOCK può lavorare a una velocità di clock che è SUA, ma che in modalità portatile farebbe fatica a reggere (per dissipazione calore e draining della batteria).
    Sostanzialmente: non è la DOCK che potenzia, ma la modalità portatile che “depotenzia” per far durare di più la batteria e generare meno calore.

  2. Io resto della mia, bella l’idea, ma hanno cannato l’hardware, ma aspettiamo a vedere una vera presentazione prima di dare giudizzi.

    Sul fatto che nella dock liberi tutta la sua potenza (XD) mi pare normale, pure i laptop hanno opzioni del genere, ma io avrei preferito una vga esterna nella dock, e AMD aveva pure questa tecnologia già pronta…

    • Tralasciando i discorsi linguistici che non mi pare il caso di affrontare qui, anche nVidia ha soluzioni che permettono l’uso di GPU esterne. Il problema è che se hai due hardware diversi a livello console è quasi come lavorare su due console diverse, ergo l’intera impalcatura costruita per creare una console ibrida cade ancora prima di cominciare.
      E questo non sono io a dirlo, che non sono nessuno, ma è Bethesda, che ha dichiarato di voler supportare una console Nintendo per la prima volta dai tempi del NES perché offre la stessa esperienza come home console e come portatile, cosa che ovviamente non potrebbe fare se l’hardware fosse diverso.
      Senza contare ovviamente che è stato fatto su chip x86, ovviamente, non è detto che fare la stessa cosa su ARM sia scontato.

    • Non ho capito la cosa dei “discorsi linguistici”…

      Il mio discorso non era, chip portatile nvidia e scheda fissa AMD, ma fare tutto con AMD dato che ha tecnologie per entrambe le cose, APU o ARM (dato che ha i brevtti per farlo) nel tablet e GPU nella dock.
      Ovvio che se hanno scelta tegra nella parte fissa avrebbero dovuto usare una gpu verde, ma quello è un altro discorso.

  3. Scontatissima la questione ventola, molto interessante invece il fatto che la console non sia legata ad una dock specifica e viceversa.
    Non solo significa che si può collegare la stessa console a più televisori, ma anche lo stesso televisore a più console, per esempio se vado a casa di un amico e voglio mostrargli un gioco con il mio salvataggio.
    Anzi, volendo si potrebbe anche condividere una console, se non si è giocatori incalliti…

  4. Era un po scontata la questione che in modalità Home funzioni in full power…..
    Ma secondo me più avanti ci sarà un hardware aggiuntivo da collegare alla Dock come da brevetto visto in rete per restare al passo coi tempi….
    Intanto nessuno parla del sistema operativo 🙁 non fatemi aspettare fino al 13 Gennaio……Emily batti un colpo ah ah ah