Square Enix riconferma l’arrivo di Dragon Quest X su NX

section04_01

L’ultimo numero della rivista giapponese di videogiochi Famitsu contiene un’intervista a Yosuke Saito e Chikara Saito, rispettivamente produttore e direttore di Dragon Quest X. Pur allontanandosi dalla natura offline della serie, essendo un vero e proprio MMORPG, questo episodio è in tutto e per tutto un Dragon Quest – talvolta molto più del precedente capitolo principale, uscito su DS nel 2010 in Europa, ed improntato sul multi-giocatore online e locale. Dragon Quest X è uscito originariamente su Wii nel 2012, ed un anno e mezzo dopo anche su Wii U; ad ora, in Giappone, sono anche disponibili una versione per PC, una per dispositivi Android e persino una per 3DS, che funziona in streaming, e che ha riscosso un certo successo di vendite.

Nell’intervista, i due dipendenti di Square Enix riconfermano che la compagnia è al lavoro su una versione per NX del gioco, già annunciata un po’ a sorpresa lo scorso anno durante la conferenza che rivelò anche Dragon Quest XI (anch’esso confermato per NX). Insieme alla versione per PS4, secondo il produttore Dragon Quest X per NX sarà il “climax” del gioco – molto probabilmente uscirà insieme all’ultima espansione (ad ora, sono state rilasciate già due espansioni di buon successo).

Fonte: Famitsu via Dualshockers

This entry was posted in News. Bookmark the permalink.

9 Responses to Square Enix riconferma l’arrivo di Dragon Quest X su NX

  1. Nonno Umby says:

    Il fatto che esca anche su PS4 e che sia il “climax” mi fa sperare che arrivi finalmente anche da noi. Sarebbe un buon titolo di lancio.

  2. Laura. says:

    Meglio tardi che mai.
    Spero non esagerino con il canone, vorrei provarlo, anche se dubito che potrò giocarlo a lungo.

    • deveroos says:

      Secondo me se dovesse uscire in Occidente sarebbe free-to-play.

    • Laura. says:

      Non sarebbe una cattiva idea ma non c’è la vedo Square-Enix a fare una cosa del genere.
      Spero di sbagliarmi.

    • deveroos says:

      I MMORPG con abbonamento stanno scomparendo in Occidente, e Square Enix ha già FFXIV per questo. DQ non è un brand così noto da noi per sostenere questo modello di business. Alla fine, il free-to-play potrebbe beneficiare anche in Giappone quando il gioco è ormai alla fine del suo ciclo vitale.

  3. SilverM says:

    Dragon Quest da noi vende molto poco. Un MMO venderebbe ancora meno. Ma perché da noi non lo portano offline? Non credo gli sia tanto difficile aggiustare un po’ la difficoltà per renderlo adatto al single player (come se poi DQ fosse facile XD) e inventarsi 2-3 personaggi per il party (o al massimo farci creare tutto il team come nel IX).

    • deveroos says:

      Un gioco costruito per essere giocato online non può essere convertito così facilmente come gioco offline. Dovrebbero praticamente creare un nuovo gioco, e Square Enix è ora impegnata con Dragon Quest XI.

    • SilverM says:

      Beh, ovviamente. Però come struttura base non è così diverso da un normale Dragon Quest. Rispetto a quasi tutti gli altri MMO, questo sarebbe quello più facile da “convertire”. Ma so che non accadrà mai.

  4. Melancholy Player says:

    Spero significhi una localizzazione per noi…è che però arrivi pure dqxi!