Interviste eShop: Dolores Entertainment

73d8d6bb-e3a2-4d8f-b4f9-acc736d22984

[Wiitalia] Dolores Entertainment, prima di tutto graziep er aver accettato l’intervista con Wiitalia.it. E’ un piacere per noi parlare con una parte attiva del panorama dello sviluppo, soprattutto considerando come l’apertura degli ultimi anni delle console verso la scena Indie abbia accorciato la distanza tra noi (consumatori appassionati) e voi (sviluppatori, altrettanto appassionati), in molti modi. In ogni caso, prima di entrare nel dettaglio, volete presentare il vostro gruppo e il vostro prodotto?

[Dolores Entertainment] “bit Dungeon+ è il nostro prodotto per Nintendo Wii U eShop e combina il loot randomico di Diablo con il combattimento action di Zelda. L’obiettivo è esplorare dungeon casuali aprendosi la strada tramite azioni hack&slash per arrivare al boss. La difficoltà si innalza man mano che si diventa sempre più forti. I punti chiave sono:

  • Generazione procedurale su larga scala dei dungeon, diversi ogni volta che si gioca
  • Oggetti generati randomicamente
  • Co-op a 2 giocatori in locale

[W]Quando avete cominciato a lavorare sul gioco? La decisione di portarlo o svilupparlo per eShop è stata presa dall’inizio o in corso d’opera?

[D]Abbiamo iniziato lo sviluppo del gioco a inizio 2015, ma lo sviluppo è stato rimandato per ragioni pesonali. Nonostante ora il gioco sia in sviluppo anche per altre console (ad esempio il 3DS, ma…E’ UN SEGRETO!), all’inizio lo avevamo pianificato solo per Wii U, perchè è una console che apprezziamo davvero molto.

[W]COme è stato il vostro primo incontro con Nintendo in merito al vostro gioco? Avete avuto vita facile nel proporlo e nel farlo approvare?

[D]Questo è il nostro secondo gioco per Nintendo, il che ha reso tutto molto più semplice. Non abbiamo avuto assolutamente nessun problema con loro e anzi, quando abbiamo iniziato la fase di test ci è stato offerto supporto in maniera rapida per poter rilasciare il gioco il prima possibile.

[W] Quale è la tua sensazione generale su Nintendo e il loro rapporto con la scena Indie, sulla base della tua esperienza personale? Il viaggio attraverso le loro procedure è stato positivo quindi?

[D]la sensazione è ottima. Il nostro gruppo ha sei anni e abbiamo iniziato nel settore mobile. Quando abbiamo deciso di passare su console con Ice Cream Surfer per Nintendo, ci siamo trovati molto bene con Nintendo. Tanto che ora abbiamo deciso di restare su console.

[W]Qual è l’aspetto più positivo di Nintnedo in termini di apertura verso gli sviluppatori indipendenti? Qualche aspetto tecnico (come l’apertura a Unity, HTML5 o altri asset) o “politico” (apertura decisionale verso gli sviluppatori ecc..)?

[D] Tutti questi aspetti sono importanti strategicamente nel settore. Più facilitazioni sono concesse agli sviluppatori, più gli sviluppatori potranno portare titoli di qualità.

[W] Qual è stata la tua esperienza in termini di ricezione su eShop sia in termini di critica che di mercato? C’è sempre la convinzione che su console Nintendo possano vendere solo i loro giochi. Succede anche per gli indie?

 

[D] L’esperienza è stata molto positiva. Differentemente dal settore mobile, è possibile pianificare un gioco “vero”, chiuso, senza free2play/ads ecc.. Lo sviluppatore può concentrasi solo sull’essenza del gioco e spesso la community Nintendo ringrazia per questo sforzo applicato. E credo che Miiverse sia davvero un’idea geniale da parte di Nintendo.

[W]Nintendo ha supportato in maniera attiva la promozione del tuo gioco? Anche solo con una gestione della front page dell’eShop se non con vere e proprie iniziative? I recenti Humble Bundle e l’iniziativa Nindies@home hanno fornito grande visibilità ad alcune produzioni.

[D]SI, Nintendo si sta davvero curando delle produzioni indie. Se lavori con loro, non vuoi più farne a meno.

[W]Cosa pensi dell’amiibo di Shovel Knight? Da un punto di vista di “PR” è stato un annuncio epocale. Siete interessati a qualcosa di simile?

[D]Senza dubbio, ma Shovel Knight è un po’ un caso particolare. Senza dubbio se capiterà l’occasione ci proveremo.

[W]Immagino che la dimensione del vostro team di sviluppo sia diversa da quella degli sviluppatori “AAA”. Qual è secondo te la differenza principale in termini di lavoro tra voi e le compagnie di blockbuster?

[D]Tutti i componenti di Dolores Entertainment vengono da grandi compagnie e sono finiti ad essere indipendenti, esasttamente per un motivo: la libertà creativa e la possibilità di mettere il cuore nelle nostre produzioni. Quando percepisci i videogiochi più come un business che come uno stile di vita, ecco che nascono progetti come Resident Evil 6…

[W]Siete al lavoro su un nuovo progetto per il nostro pubblico?

[D] Il nostro nuovo progetto sarà “A Hole new World, con Mad Gear. Potete trovare più informazioni a questo link: https://www.kickstarter.com/projects/971128630/a-hole-new-world?lang=es

[W]Siete interessati all’annuncio della nuova console “NX”? Potrà essere un nuovo porto per i vostri titoli?

[D]Ogni volta che Nintendo lancia una console, è un grande evento. Nintendo cerca non la potenza, ma l’innovazione, per cui siamo davvero curiosi di capire cosa presenteranno questa volta e di metterci presto le nostre mani sopra.

[W]Un messaggio in particolare per i nostir fan?

[D]Speriamo vi piaccia il nostro titolo e terremo in considerazione le vostre opinioni per migliorare, crescere e creare titoli sempre migliori per voi.

Commenti Sottoscrivi i commenti
  1. Rispondi

    Sempre interessanti i punti di vista “da dentro” ;)


Lascia un commento

Devi effettuare l'accesso per lasciare un commento.


Potrebbe interessarti anche...