Nintendo 64 e Super Mario 64 compiono 20 anni!

Original-Nintendo-64

Il 23 giugno di 20 anni fa il Nintendo 64 faceva capolino nei negozi giapponesi, insieme ad uno dei videogiochi che più ha ridefinito l’industria: Super Mario 64. La console fu rilasciata in Nord America il 29 settembre 1996, mentre l’Europa dovette aspettare il primo marzo 1997 – in tutti i territori, Super Mario 64 fu il gioco di lancio (e che gioco di lancio!). Nonostante abbia perso la competizione nei numeri con la PlayStation (32 milioni di unità piazzate contro gli oltre 100 milioni della console di Sony), il Nintendo 64 è ricordato con nostalgia dagli appassionati, anche grazie ad una line-up di giochi veramente indimenticabile. Oltre al già citato platform 3D di Mario, un altro gioco per la console divenne una pietra miliare dell’intrattenimento: The Legend of Zelda: Ocarina of Time. Il Nintendo 64 ha poi visto la nascita di alcune serie tra le più amate ancora oggi, come Super Smash Bros.Animal CrossingMario Party e Paper Mario; non sono mancate le produzioni di stampo occidentale, come GoldenEye, Star WarsPerfect Dark Turok, ed anche i giochi di nicchia diventati nel tempo cult, come Sin and PunishmentJet Force Gemini Ogre Battle 64.

m_g00meksb

Molte le innovazioni che la console portò con sé, nonostante la scellerata strategia di utilizzare le cartucce quando l’industria era ormai migrata verso i CD: la vibrazione nel controller, ormai una norma per ogni console casalinga che si rispetti; la spinta verso il multi-giocatore fino a 4 persone (le console precedenti e coeve, infatti, avevano solamente due entrate per i controller e per giocare in 4 si dovevano comprare periferiche aggiuntive); lo stick analogico, necessario per sfruttare i movimenti negli ambienti 3D.

Nintendo cessò la produzione del Nintendo 64 intorno al 2003. Nonostante ciò, la sua eredità perdura nel mondo dei videogiochi – basti pensare che il remake di Super Mario 64 per DS vendette oltre 10 milioni di copie, cioè più dell’originale, e che Ocarina of Time ha aperto la strada verso i mondi tridimensionali da esplorare in libertà. 

Auguri!