Tutto quello che c’è da sapere su The Legend of Zelda: Breath of the Wild dall’E3 2016

JYFhVBY

Finalmente Nintendo ha svelato il nuovo capitolo di The Legend of Zelda – la presentazione avvenuta durante l’E3 2016, per mezzo di un trailer prima e di lunghe sessioni giocate da Treehouse dopo, ha mostrato un gioco un po’ diverso dai canoni della serie, con un vasto mondo esplorabile e numerose attività da svolgere, oltre che le classiche pietre miliari come i dungeon e i combattimenti in tempo reale. Di seguito, è possibile vedere il live-streaming di Breath of the Wild:

L’utente di NeoGAF MiamiWesker ha riassunto le cose importanti da sapere riguardanti mondo di gioco, gameplay e novità sparse. Dalla possibilità di raccogliere materiali per trasformarli in oggetti alla completa libertà di esplorazione passando per gli equipaggiamenti visibili, l’interazione con lo scenario e la compatibilità con gli amiibo: ecco tutte le cose da sapere su The Legend of Zelda: Breath of the Wild direttamente dall’E3 2016.

 

Mondo di gioco

• L’ambientazione è un open world: si può andare dove si vuole sin dall’inizio. Alcune aree saranno inaccessibili previo l’utilizzo di un oggetto speciale.

Link può saltare, scalare qualsiasi parete, nuotare, correre… E tutto è regolato da un indicatore di stamina, che si esaurisce eseguendo queste azioni e poi si ricarica camminando.

Effetti meteorologici dinamici, che si possono utilizzare a proprio piacimento anche nei combattimenti. Per esempio, se c’è vento si può appiccare un incendio più velocemente, che si spegnerà con la pioggia. Se c’è un temporale, gli oggetti metallici possono essere colpiti da un fulmine.

La temperatura gioca un ruolo – Link non può visitare un’area troppo fredda o troppo calda, a meno di non subire dei danni. Per questo motivo, per visitare alcune zone sarà necessario un abbigliamento adeguato, oppure costruire una torcia se fa troppo freddo. Si potrà anche cucinare o creare oggetti che aumentano la resistenza.

Ci sono un centinaio di templi sparsi per il mondo, ognuno dei quali con enigmi da risolvere o battaglie. Una volta completato, si sbloccherà un tesoro oppure una nuova abilità. Non sono i dungeon tipici della serie (che sono presenti) ma una sorta di attività secondaria che il giocatore può scegliere di intraprendere.

• I nemici si possono raggruppare in campi base – alcuni di questi avranno dei tesori nascosti.

Il giocatore può segnalare sulla mappa luoghi interessanti o nemici piuttosto ostici da sconfiggere per tornarci più avanti nel gioco.

• La demo dell’E3 è ambientata su un altopiano che rappresenta circa il 2% della mappa di gioco; gli sviluppatori hanno detto che il mondo sarà circa 12 volte quello di Twilight Princess e comparabile a quello di Xenoblade Chronicles X; pur senza mech, sarà possibile viaggiare da un punto all’altro della mappa completando i templi che quindi fungeranno da punti di trasporto. Questa è l’area vista nel live streaming:

1

…mentre questa dovrebbe essere la mappa del mondo completa (si può notare l’area mostrata al centro):

2

Ci saranno villaggi e personaggi non giocabili nella mappa – ma sono stati rimossi dalla demo dell’E3 per lasciare la sorpresa sulla trama ai giocatori, e per concentrarsi sul sistema di gioco.

 

Azioni sulla mappa

Tutto, sulla mappa, è governato dalla fisica. E tutto è interattivo. C’è un grosso masso sul ciglio di una collina? Si può farlo rotolare giù e schiacciare i nemici che si trovano sotto. C’è un burrone che blocca la strada? Si possono tagliare degli alberi per creare un ponte ed attraversarlo.

• Il fuoco sarà un elemento importante. Si può utilizzare per riscaldarsi quando è freddo, per fronteggiare i nemici, per liberare un’area di gioco dall’erba o dagli alberi, per cucinare.

Si può ottenere una sorta di deltaplano rudimentale per viaggiare con velocità. Questo reagirà alle correnti ed al calore (per esempio, se c’è aria calda si sposta verso l’alto).

modal_ss_08

Un altro oggetto importante è il magnete che permette di manipolare le cose metalliche nel mondo di gioco; questo potere è una lacrima di Sheikah, affidato a Link al suo risveglio nella tavoletta che porta sempre con sé. Per esempio, per aprire un forziere di ferro, o per localizzare tesori in fondo ad un lago. Si possono sollevare piattaforme di metallo per lanciarle contro i nemici.

Lo “stasis” è un oggetto che permette di fermare qualsiasi cosa nel tempo. Può servire per bloccare gli ingranaggi di qualche piattaforma, od un ponte particolarmente instabile. Lo “stasis” è anche utile in battaglia perché colpendo un oggetto fermato nel tempo permette di dargli un’energia da farlo esplodere quando l’effetto svanisce e danneggiare i nemici nella direzione verso la quale è stato colpito.

Ci sono due tipi di bomba. Una è sferica, e può rotolare, mentre l’altra è cubica, e può essere posizionata con precisione in un punto. Vengono detonate a distanza, ma hanno comunque un timer.

C’è anche un oggetto che permette di trasformare l’acqua in ghiaccio, potere che deriva anch’esso dalla tavoletta di Sheikah - anche questo è utile per risolvere enigmi o raggiungere aree altrimenti inaccessibili.

Combattimenti

I comandi e le azioni in battaglia sono simili a The Wind Waker The Twilight Princess. Ci sono nuove opzioni: schivando un attacco al momento giusto è possibile effettuare un contro-attacco con tempo rallentato ed inanellare una serie di combo devastanti.

Le armi hanno durata limitata ma saranno molto più abbondanti rispetto i capitoli precedenti. Quasi tutto può essere utilizzato come arma: anche quelle dei nemici, ed anche parti dei nemici, con un braccio. Ci sono diverse classi di arma, come la lancia che è veloce o l’ascia che è lenta ma potente.

• Combattendo uno scheletro, si può staccargli la testa con un colpo ed a quel punto il corpo del nemico si metterà alla sua ricerca – potrà addirittura riattaccarsi la testa di un altro scheletro. Staccandogli un braccio si può usare questo arto come spada.

Lo scudo si ruba dai nemici dopo averli sconfitti o mentre dormono, di notte. Oltre che per le difesa, lo scudo si può usare come tavola per scendere una collina.

modal_ss_02

I nemici possono essere analizzati per rivelare la loro energia. La demo presentava nemici piuttosto facili, come i goblin e gli scheletri, ma anche alcuni avversari che Link non avrebbe potuto battere.

Tra gli avversari più ostici, ci sono i guardiani, quei ragni metallici visti anche nel trailer dell’annuncio due anni fa. Sembra siano dormienti, e si risvegliano quando Link passa vicino. Il laser che utilizzano prende ben 8 cuori dalla vita di Link.

L’intelligenza artificiale dei nemici è stata affinata – appena avvistano Link compare un punto esclamativo su di loro, come avviene in Metal Gear Solid. Reagiscono ai rumori ed inseguono Link su lunghe distanze.

Con l’arco è possibile saltare ed effettuare un attacco in slow motion con Link sospeso in aria, il che permette di prendere la mira con precisione (ad esempio, i guardiani, se colpiti nell’occhio, ricevono più danni).

• Le frecce si possono ottenere raccogliendo quelle usate dai nemici.

• I nemici rossi e blu sono tornati, come nel primo The Legend of Zelda; quelli blu sono più difficili da sconfiggere.

• Sono tornati i combattimenti a cavallo. A differenza dei precedenti giochi, però, i cavalli saranno in libertà e dovranno essere domati prima di essere utilizzati.

 

Raccolta dei materiali

Tonnellate di oggetti e materiali sparsi per il mondo. Ad esempio, il cibo, come mele, carne, funghi, pesci; questi possono essere utilizzati per curarsi perché non si troveranno i cuori come nei precedenti episodi.

I cibi cotti hanno un potere curativo maggiore, specialmente la carne. Ci sono anche diverse modalità per cuocere gli alimenti: allo spiedo, ma anche in una pentola.

Nella pentola è possibile mischiare gli ingredienti, quindi ad esempio aggiungere erbe e bacche alla carne. Le diverse ricette permettono di ottenere cibi con diverse caratteristiche, come maggiore velocità per un certo periodo di tempo od una stamina più lunga.

modal_ss_03

Altri oggetti da raccogliere sono i minerali, utilizzati per creare oggetti da combattimento; questa abilità non è stata mostrata nella demo di gioco. Come per i cuori, le rupie non appaiono nel mondo di gioco – l’unico modo per ottenrle sarà vendere i materiali.

• Si può anche cacciare, per esempio gli insetti, ma anche cinghiali o cervi. Gli animali e le cose da trovare cambiano a seconda del tempo e del momento della giornata.

 

Altro

Il gioco è compatibile con il Pro Controller, ed avrà anche l’Off-TV Play, cioè la possibilità di giocare sul GamePad.

 All’E3, il GamePad mostrava i comandi. Nintendo, infatti, sta ancora lavorando sulle funzionalità del controller del Wii U per quanto riguarda lo schermo tattile – probabilmente, vi appariranno i menu di gioco con la mappa. I controlli sono tradizionali e non sfruttano i sensori di movimento come Skyward Sword.

L’amiibo di Link Lupo insieme a Midna è compatibile con il gioco. Permette di far apparire un lupo nel gioco che diventa un compagno di avventura: attacca i nemici, caccia, e così via. Rimane nel gioco finché non muore.

modal_ss_11

• I templi sparsi per la mappa hanno diversi enigmi, alcuni dei quali molto complessi. Ad esempio, farsi largo tra ingranaggi da fermare al momento giusto, o spostare massi da una stanza all’altra. Ci sono diversi modi per risolvere gli enigmi, a seconda degli oggetti ottenuti.

C’è completa libertà di seguire o meno la trama. Infatti, è possibile raggiungere la fine del gioco senza nemmeno seguire le vicende, o capire perché Link si è svegliato o qual è il suo ruolo nel mondo di gioco. Ovviamente il giocatore è guidato in alcune occasioni per raggiungere determinati punti della trama, ma sta a lui decidere se seguirli oppure no.

• L’introduzione dura circa cinque minuti, e dopo di questa il giocatore è libero di esplorare il mondo. Aonuma ha stimato che ci vorranno circa venti minuti per arrivare al primo tempio e circa un’ora al primo dungeon, viaggiando lungo la mappa.

Aonuma ed il team di sviluppo si sono ispirati al primo, indimenticabile, The Legend of Zelda per creare il mondo e l’esperienza di gioco. Questa volta, il team ha voluto lasciare libertà al giocatore e quindi non ci saranno ora di tutorial o troppe indicazioni su cosa fare e come fare.