Anteprima: Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Rio 2016

OvA.640x360

Mario & Sonic ormai da anni collaborano in salsa arcade in sportivi dedicati ai Giochi Olimpici. Se fino a prima dell’avvento del Wii qualcuno avesse ipotizzato di vedere i due acerrimi nemici di un tempo darsele di santa ragione sulla pista di atletica, anziché insultarsi nei forum di appassionati di tutto il mondo, probabilmente nessuno ci avrebbe creduto. Eppure, è successo, complici i problemi di Sega come hardware house, contrapposti agli enormi successi di Nintendo in quel campo nella generazione precedente. Un successo di cui lo stesso porcospino blu si è avvantaggiato, riuscendo laddove da solo aveva sempre fallito: vendere oltre 10 milioni di copie di un suo singolo gioco. Tanto infatti fu il riscontro di pubblico dei primi episodi, andati poi scemando col tempo, seguendo gli altalenanti esiti commerciali soprattutto del Wii U. Ma nonostante alcune titubanze di vendite, il connubio è continuato fino ai giorni nostri, per festeggiare le Olimpiadi di Rio di quest’anno. Il gioco, sviluppato da Sega, è già uscito per Nintendo 3DS, senza stupire in maniera particolare per la sua giocabilitàLa versione Wii U, invece, arriverà sugli scaffali verso la fine di giugno, più vicina all’inizio dell’evento sportivo vero e proprio e, stando alla nostra prova su strada, promette di staccare il fratellino più piccolo sotto molti punti di vista.

Il gioco per Wii U si presenta con un piacevole HUB centrale ispirato alla spiaggia di Rio de Janeiro: il nostro Mii potrà girare liberamente su un breve tratto di litorale, interagendo in una sorta di riproduzione in miniatura della Piazza Mii con svariati personaggi ed elementi ambientali. Inizialmente le sue possibilità sono piuttosto ridotte, ma questa progressione graduale di contenuti è una caratteristica costante del prodotto, che ci guida man mano alla scoperta di sempre nuove possibilità di gioco in una sorta di tutorial mascherato per nulla fastidioso. Non fatevi infatti trarre in inganno se inizialmente il titolo sembrerà scarno: in realtà come detto lo sblocco dei contenuti è progressivo e nasconde diverse modalità di gioco con cui cimentarsi in svariate attività sportive. La modalità Gioco Libero, ad esempio, permette di affrontare i diversi sport in maniera molto arcade, con tre livelli di difficoltà selezionabili; una volta impratichiti con le attività di base, sulla spiaggia di riferimento farà capolino la struttura dei veri e propri Giochi Olimpici, in cui potremo affrontare un livello di CPU più consono articolato in una struttura a “tornei”, dove potremo scegliere di volta in volta una tra tre attività per partecipare al torneo olimpico. Una volta iniziato questo percorso, a gironi prima e a eliminazione diretta nelle fasi conclusive, dovremo portarlo a termine (con successo o meno), prima di poter affrontare un altro sport Olimpico. In ultima analisi, sul litorale comparirà poi la possibilità di sfidarsi nella modalità Eroi, dove entreranno in campo i personaggi Sega e Nintendo per aggiungere un pizzico di pepe e fantasia ai tradizionali sport olimpici.

Nintendo-Wii-U-Nuovi-dettagli-e-molti-screenshots-per-Mario-Sonic-at-the-Rio-2016-Olympic-Games-2Nelle modalità sportive delle Olimpiadi, infatti, a gareggiare saranno i nostri Mii, personalizzati sia per quanto riguarda le nostre fattezze, che per quanto concerne l’equipaggiamento. Importante infatti sarà spendere le Monete o gli Anelli ottenibili in qualsiasi modalità di gioco per espandere il proprio vestiario. I diversi abiti o accessori disponibili, infatti, avranno influenze anche profonde nelle nostre statistiche di gioco, spingendoci a gestire, quasi in chiave RPG, il nostro equipaggiamento per affrontare le diverse attività con l’abbigliamento più consono. Calcolando come nel gioco il numero complessivo pare aggirarsi attorno agli oltre 420 vestiti, capirete anche voi il peso di questi elementi nella gestione del proprio avatar. Non solo per ottenere le medaglie d’oro, i migliori posizionamenti e la gloria della vittoria, ma anche per caricare i nostri migliori record in classifiche online condivise in tutto il mondo (con confronti anche verso i veri record sportivi del mondo reale!). Inutile dire come l’interazione con altri Mii e con il Miiverse (consultabile direttamente sulla spiaggia-HUB grazie a un enorme…megaschermo!) rendano il tutto molto più vivo e interessante. Timbri compresi!

corsa_mario_jpg_0x0_q85Nei Duelli tra Eroi, invece, potremo vestire i panni dei più famosi personaggi dei due franchise di Sega e Nintendo. Il totale dei personaggi del roster è davvero ampio, potendo sbloccare fino a 17 personaggi del Regno dei Funghi e un numero equivalente di protagonisti del mondo del porcospino blu. Per poter impersonare i diversi avatar sarà nostro compito cercare di primeggiare in diverse attività sportive, sbloccando il Campione di riferimento di ciascuno sport, così da poterlo utilizzare anche direttamente. Ciascuno di essi avrà ovviamente delle caratteristiche specifiche (di forza, velocità, resistenza…) non modificabili tramite vestizioni particolari, così da spingerci a valutare al meglio la nostra scelta, al di là di preferenze di cuore verso questo o quel personaggio. Nella modalità libera invece ci sarà invece permesso di selezionare diversi Mii o protagonisti dei due brand in maniera totalmente discrezionale per un mix spassoso e divertente. Soprattutto nelle partite in multiplayer, ovviamente (purtroppo ancora solo in locale). E’ infatti in questi frangenti che il titolo pare dare il meglio di sé: ma non fraintendete: con oltre 14 sport il gioco offre un discreto volume di intrattenimento anche per il single player, soprattutto nella modalità Olimpiadi, dove il livello di sfida è decisamente più accattivante rispetto alle ultime incarnazioni del franchise (piuttosto fiacche sotto questo punto di vista).

Un ulteriore elemento di interesse è poi dato dalla reinterpretazione fantasiosa non solo degli ambienti di gioco (molto ispirati sia in chiave realistica che in chiave immaginifica), quanto di alcune attività sportive specifiche. Il Rugby a 7 (di ritorno alle Olimpiadi dopo svariati anni), il Calcio a 5 e il Beach Volley infatti non solo presentano le versione realistiche (anche se sempre molto arcade) di sè stessi ma anche e soprattutto le proprie versioni “potenziate”: in tipica salsa “Mario sport”, infatti, potremo affrontare questi sport dandocele di santa ragione tramite lo sfruttamento dei power up sparsi qua e là per le arene…ehm, per i campi da gioco brasiliani. Se nel rugby dovremo passare attraverso degli arcobaleni per attivare una modalità di attacco in spinning capace di sbaragliare qualsiasi difesa, nella pallavolo potremo potenziare il nostro attacco in schiacciata, mentre nel calcio le gabbie attorno al campo non permetteranno mai alla sfera di uscire dal terreno di gioco. Il tutto sempre condito da Pallottoli Bill, Gusci di Tartaruga e altre pazze interazioni ambientali pronte a sopraffarci. 

Mario-Sonic-2016-Wii-U-25

Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Rio 2016 su Wii U pare promettere bene, anche grazie a una cura grafica sopra le righe per produzioni di questo tenore. Il comparto tecnico infatti sembra senza dubbio di rilievo, anche se la semplicità dell’insieme senza dubbio aiuta. Resterà da testare da un lato la fluidità del frame rate, dall’altro la possibilità di interfaccia garantita per l’occasione (memori delle difficoltà d’ingresso della precedente versione Wii U, che pretendeva l’uso del remote in maniera obbligata), senza dimenticare l’analisi della profondità di gioco vera e propria, per la quale vi rimandiamo alla nostra prossima recensione.

Commenti Sottoscrivi i commenti
  1. Rispondi

    Mmmmm…potrebbe essere interessante?


Lascia un commento

Devi effettuare l'accesso per lasciare un commento.


Potrebbe interessarti anche...