Disney cancella Disney Infinity ed esce dallo sviluppo di videogiochi

Infinity

Attraverso una dichiarazione rilasciata a GamesBeat, preceduta da un’indiscrezione di un giornalista del Wall Street Journal, Disney ha annunciato che fermerà la produzione di Disney Infinity, la sua linea di giocattoli interattivi compatibile con una serie di videogiochi per console, PC e dispositivi portatili. Gli ultimi prodotti che usciranno saranno quelli dedicati ad Alice Attraverso lo Specchio (24 maggio) e Alla Ricerca di Dory (14 giugno); non vedranno invece la luce il Playset dedicato Peter Pan, e quello di Star Wars: Rogue One, previsto per fine anno.

Disney conferma anche l’uscita dallo sviluppo interno di videogiochi: d’ora in poi utilizzerà il modello delle licenze, cioè “presterà” i propri franchise ad altre compagnie in cambio di una percentuale sui ricavi generati e di altri benefici economici – come nel caso di Star Wars: Battlefront, sviluppato da Electronic Arts, o di Disney Magical World, sviluppato da Bandai Namco. Disney Interactive Studios era già poco attiva da anni, a causa del crollo delle vendite dei videogiochi tie-in, cioè i videogiochi legati ad un film in uscita o ad un marchio già esistente in altri settori dell’intrattenimento. Disney Infinity rappresentava l’opportunità per sfruttare i popolari personaggi della compagnia in un settore ai tempi in crescita, quello dei giocattoli interattivi. I risultati deludenti delle ultime due uscite, però, hanno evidentemente costretto Disney a rivedere la propria strategia.

Insieme a questa notizia, è stato anche confermato che lo studio di sviluppo del gioco, Avalanche Software, sarà chiuso, con conseguente licenziamento o riallocazione dei suoi circa 300 dipendenti.

Fonte: VentureBeat