*/ ?> Recensione di Bravely Second: End Layer (3DS) - Wii Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Bravely Second: End Layer: la recensione

bravelysecondedea

Bravely Second: End Layer non ha bisogno di grandi presentazioni né di pompose introduzioni: è semplicemente il seguito diretto di uno dei migliori progetti giapponesi degli ultimi anni, e non soltanto su Nintendo 3DS. Un titolo, il primo, che ha saputo segnare una direzione importante per il revival delle produzioni orientali anche in ottica commerciale sull’Occidente, convincendo, per loro stessa ammissione, persino Square Enix in merito alla strategia da intraprendere per riconquistare il cuore del mercato. Niente più interpretazioni pretestuose dei gusti occidentali, esperimenti bizzarri e poco attinenti a radici e capacità intrinseche, ma ringiovanimento (di look o di dinamiche) di elementi cardine della tradizione giapponese per appassionare vecchi e nuovi fan, anche occidentali, a veri e propri prodotti “tipici”. Accogliamo quindi con grande trepidazione il secondo capitolo di questa saga che, dalle ceneri di Four Warriros of Light per Nintendo DS, riprende la tradizione dei più classici Final Fantasy, trasportandoli nella contemporaneità del portatile a doppio schermo e 3d stereoscopico made in Kyoto.

1406893339-1Le vicende ripartono poco tempo dopo la conclusione del primo capitolo, con l’equilibrio del mondo ripristinato dalla Papessa Agnès e dai suoi prodi aiutanti, nonostante gli inganni perpetrati attraverso i mondi. Purtroppo, la partenza di Ringabel e l’improvviso coma di Tiz hanno, nel corso del tempo, riaperto le porte ai conflitti ancora una volta orchestrati (questa volta in maniera esplicita e priva di sotterfugi) da Airy che, accompagnata da altri loschi e potentissimi figuri, riesce a rapire la guardiana dei cristalli, sbaragliando con facilità impressionante i pochi, e apparentemente deboli e inermi, soldati a protezione dei Cristalli. Senza entrare troppo nel dettaglio per non rovinare importanti momenti di sorpresa narrativa, l’incipit del seguito qui preso in esame è senza dubbio dotato di una marcia in più rispetto agli esordi del primo capitolo e, senza perdersi in preamboli troppo fumosi, ci getta al centro dell’azione sin da subito. Il senso di “appartenenza” al mondo di Luxendarc aiuta senza dubbio, ma va riconosciuto agli sviluppatori il coraggio di parlare direttamente a chi avesse già preso in mano il primo capitolo, con una introduzione concisa ma efficace degli avvenimenti antecedenti che non ruba troppo spazio alle nuove gesta da mettere in atto con il prodotto inedito. Un prodotto che, per altro, non solo di ritmo si fa forte, ma anche di una narrazione maggiormente intrigante sin dalle prime battute, che saprà incollarvi senza patemi al (doppio) schermo del Nintendo 3DS.

Bravely-SEcond-17Un altro aspetto convincente è senza dubbio poi il comparto grafico. Come il predecessore, Bravely Second sfrutta sapientemente l’alternanza tra modelli poligonali per i personaggi e sfondi disegnati per molti fondali. Una scelta tecnica di direzione stilistica non nuova, soprattutto dopo il primo capitolo di questa saga che, proprio sul portatile a due schermi di Nintendo ha in qualche modo solleticato la fantasia derivativa di alcuni epigoni, ma gestita con maestria. Innanzi tutto, per la qualità puramente artistica del comparto visivo, sublime in ogni frangente, dai personaggi ai fondali passando per menù ed elementi secondari altrettanto curati; in secondo luogo, la palette di colori così tenue, dalle tinte pastello, capace di mettere in scena con egual sapienza sia scenari bucolici che situazioni tetre e ispirate. In ultima analisi, la gestione di angolazione e prospettiva. Ebbene sì, nonostante la struttura prevalentemente 2D e sostanzialmente statica, è proprio in questi due elementi che la produzione Square Enix si distanzia da imitatori e concorrenti. Da un lato, l’utilizzo di diversi strati di parallasse donano profondità e vita ai fondali; dall’altro i movimenti di zoom-in e zoom-out offerti automaticamente dal gioco nelle città lasciano senza fiato grazie alla capacità di mostrare subitaneamente gli splendidi scenari del mondo raccontato.

Commenti Sottoscrivi i commenti
  1. Pingback: Uscite eShop Wii U e 3DS del 25 febbraio - Wii Italia

  2. Rispondi

    [...] Bravely Second: End Layer (Nintendo/Square Enix, 44,49€, scontato a 40,49€ fino al 10 marzo per chi ha scaricato la demo gratuita) – Il seguito di uno degli RPG più amati degli ultimi anni arriva finalmente su 3DS con personaggi vecchi e nuovi, classi nuove di zecca (tra cui gattomante e pasticcere), una trama in pieno stile Square Enix e le meccaniche di gioco che tanto hanno fatto appassionare in Bravely Default. E per sapere tutto tutto di questo nuovo episodio, non perdetevi la nostra recensione. [...]


  3. Pingback: Dragon Quest VII per 3DS: nuovo video dal Nintendo Direct - Wii Italia

  4. Rispondi

    [...] del 2016 gli appassionati di giochi di ruolo potranno gustarsi ottimi giochi come Bravely Second (uscito qualche giorno fa), Yo-kai Watch (in arrivo il 29 aprile) e Fire Emblem Fates (20 maggio), verso la fine anno [...]



Potrebbe interessarti anche...