*/ ?> Anteprima di Bravely Second End Layer - Wii Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Anteprima: Bravely Second End Layer

Bravely-Second-End-Layer-demo

Bravely Default fu rilasciato in esclusiva per Nintendo 3DS pochi anni fa, come seguito spirituale di Four Warriors of Light per DS. Con uno stile grafico sublime, quasi pittorico nella sua contrapposizione tra modelli in cell shading e fondali 2D con molti livelli di parallasse, prendeva la tradizione dei classici Final Fantasy e la trasportava su un nuovo gradino di fruizione, con un ottimo effetto 3D, un accompagnamento musicale di qualità e dinamiche di gioco peculiari, che davano poi il nome al prodotto stesso. Grazie alla sua grazia, nonostante alcuni problemi nella seconda parte di narrazione (complice un backtracking spinto, evidentemente utilizzato per il riutilizzo degli asset di sviluppo), il gioco ha saputo conquistare sia Wiitalia che il mercato, arrivando a vendere oltre un milione di copie nel mondo. E’ quindi con grande gioia che accogliamo l’arrivo del suo seguito ufficiale, che abbiamo avuto modo di provare in anteprima, condividendo con voi le nostre impressioni in attesa della recensione, giusto in occasione del rilascio della demo gratuita di oggi pomeriggio, che vi invitiamo a non farvi sfuggire per niente al mondo.

Partendo con l’avventura ci si rende subito conto di come il titolo sia un seguito diretto dell’ottimo episodio precedente, con tanto di rapido recap delle principali vicende già vissute, molto utile per rientrare nell’universo narrativo di riferimento. Da lì, prende poi inizio un filone del tutto nuovo per quanto concerne la storia che, rispetto agli inizi del precedente gioco, dobbiamo dire risulta maggiormente capace di catapultarci davvero all’interno dell’epopea. Complice la superata necessità di introdurci i presupposti del contesto (essendo un seguito, appunto),personaggi e primi spunti narrativi sembrano più convincenti rispetto agli albori, con il trio iniziale di eroi pronti a stupire con notevoli colpi di scena sin da subito.

il gioco inoltre parte con un ritmo più convincente anche grazie a dinamiche di gioco già rodate che in un certo qual modo aumentano il senso di familiarità del tutto. Le dinamiche di esplorazione e lotta infatti sono del tutto mutuate dal primo capitolo: vagare liberamente per la mappa dell’overworld comporterà incontri casuali la cua frequenza potrà essere gestita dal giocatore, dimezzandola o raddoppiandola o annullandola del tutto; una volta entrati in combattimento, poi, la classica alternanza a turni verrà farcita dalle dinamiche strategiche di Brave (concatenazione di turni di attacco diversi) o Default (mantenimento dello stato di difesa per accumulare turni di offesa), senza dimenticare la possibilità di fermare il tempo coi punti accumulti dallo stato di “Sleep” della console 3DS.

Con questo non si vuol dire che non ci siano elementi di novità: registriamo nuove location splendidamente illustrate, con effetti di parallasse notevoli che rendono il 3D stereoscopico tra i più apprezzabili a livello puramente estetico, accanto a scenari già conosciuti; ma anche nuove classi di combattimento (sempre sbloccabili tramite gli asterischi in possesso dei “boss” di fine livello) o nuove possibilità di “abilità” di battaglia, come quelle del Mago (tra i primi a disposizione), che potrà selezionare la tipologia di magia con cui attaccare i nemici ma anche la modalità di danno da infliggere, se mirata su un unico nemico piuttosto che su una pluralità di avversari.

Bravely-Second-1

Elementi di qualità mutuati dal passato sia in termini visivi che strutturali;  situazioni e personaggi interessanti sin dalle prime battute; il tutto condito da piccoli elementi di novità ambientale e di interazione ludica: questo è Bravely Second End Layer e, onestamente, non vediamo l’ora di poter completare la nostra esperienza con quella che potrebbe rivelarsi l’ennesima piccola perla made in Square-Enix.


Potrebbe interessarti anche...