*/ ?> Disney Infinity 3.0 – Speciale “Insieme contro l’Impero!” - Wii Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Disney Infinity 3.0 – Speciale “Insieme contro l’Impero!”

Rise5

Se c’è una cosa che funziona nel progetto Disney Infinity è senza dubbio il rilascio costante di nuovi contenuti generalmente di grande attrattiva: come lo scorso anno fummo parecchio soddisfatti di poter impersonare i Guardiani della Galassia in piena febbre da cinema, quest’anno fremiamo di impazienza all’idea di poter mettere le mani su Kylo Ren e gli altri protagonisti delle avventure del Risveglio della Forza. Nell’attesa, però, Disney e Lucas non ci lasciano a bocca asciutta ma, a poche settimane dall’uscita dello starter pack con il playset del Crepuscolo della Repubblica, ecco arrivare sugli scaffali anche l’avventura ispirata alla trilogia classica, denominata “Insieme contro l’Impero!”

La struttura di gioco resta sostanzialmente invariata rispetto al playset precedente, incluso nello starter pack, con un action adventure in terza persona chiaramente indirizzato anche a fasce di età piuttosto basse, arricchito da un buon sistema di combattimento e da fasi di volo “alla Star Fox” di qualità più che sufficiente, il tutto ambientato nell’universo finzionale di Star Wars. La differenza primaria la fanno ovviamente le ambientazioni, le vicende e i nuovi protagonisti. Di base, il playset in questione è un grosso omaggio alla trilogia cinematografica originale, senza dubbio ad oggi la più apprezzata, capace di ripercorrere a grandi linee l’arco narrativo che porta Luke Skywalker dal periferico pianeta Tatooine fin nel cuore della ribellione contro l’impero, passando dalla distruzione della Morte Nera e dall’uccisione di Obi Wan per arrivare agli scontri decisivi contro Darth Vader e le sue truppe su Endor.

Rise3Dal punto di vista qualitativo, possiamo confermare ulteriormente come, rispetto ai passati episodi, la cura riposta in molti aspetti della produzione sia migliorata. Grazie all’affiancamento di alcuni talentuosi team di sviluppo, sui quali spiccano senza dubbio Ninja Theory e Sumo Digital, Avalanche ha avuto modo di dedicarsi con maggior attenzione alla creazione dei livelli di gioco, lasciando le specifiche del sistema di combattimento e del sistema di guida ai gruppi più specializzati. I diversi mondi che andremo ad attraversare sapranno non solo ricreare le ambientazioni del film, ma proporre diversi elementi interattivi di buon valore, sia in termini esplorativi che di platforming. Nel seguire le diverse missioni, obbligatorie o secondarie, che i numerosi NPC ci proporranno, avremo modo di rivivere determinati momenti storici della saga, scoprire nuovi piacevoli angoli alieni e vivere avventure capaci di strappare più di un sorriso, garantendo anche una discreta soddisfazione ludica.

Rise4Il livello di difficoltà è sempre piuttosto contenuto, essendo il prodotto chiaramente indirizzato quantomeno anche, se non primariamente, a utenti relativamente giovani (o addirittura piccoli), sia in termini di abilità e precisione esplorativa, che nelle fasi più concitate e movimentate. Il sistema di combattimento quindi, più che spingere l’utente a migliorare le tecniche di lotta con nemici davvero ostici, lascia libertà di approccio al giocatore; se è ancora possibile passare gli ostacoli tramite una pressione concitata ma quasi casuale dei bottoni di attacco, è altrettanto vero che il giocatore più esperto potrà comunque trarre piacere dagli scontri cercando di inanellare combo più lunghe e complicate sviscerando le caratteristiche di ciascun personaggio. Una nota positiva, infatti, deriva dalla maggior differenziazione posta in essere dalle statuette vendute con il playset: se Anakin e Ashoka erano in fin dei conti piuttosto simili, Luke e Leila hanno approcci diversi tra di loro: l’uno più portato allo scontro corpo a corpo tramite spada laser, l’altra più indicata per attacchi dalla media distanza tramite la sua pistola. Se aggiungiamo al mix anche la lenta ma letale forza di attacco e spostamento di Chewbecca (venduto separatamente), vediamo come l’avventura possa presentare una discreta varietà.

Anche le fasi di volo presentano un  tono globale equiparabile a quanto descritto per l’esplorazione e i combattimenti: di sicuro appeal per gli amanti della trilogia, rimettono in scena alcuni tra i combattimenti più famosi ed apprezzati della storia del cinema, con un taglio narrativo in linea con il resto della produzione e un approccio ludico buono, seppur alleggerito per andare incontro alle esigenze di un target di età contenuto. Il frame rate a 30fps non aiuta il senso di velocità generale di queste fasi, ma il tutto scorre comunque via fluido e senza troppi intoppi. In particolare, l’alternanza tra fasi on-rail con micro-missioni e i momenti di combattimento aereo a volo libero riesce a creare un buon ritmo di gioco, allontanando il senso di ripetitività, comunque escluso anche dalle ottime ambientazioni e dagli ispirati scenari che vedono lo svolgersi di queste parentesi del titolo.Rise2Il playset “Uniti contro l’Impero” conferma i progressi nella struttura e nella qualità di gioco espressi anche dallo starter pack di Disney Infinity 3.0, aggiungendo però una narrazione più convincente (dove anche le forzature rispetto al plot cinematografico sono ben accette, soprattutto perchè consentono di interpretare svariati personaggi del mondo di Star Wars senza troppi vincoli o patemi, eliminando uno dei difetti maggiori che affliggevano i precedenti episodi del franchise) e una maggior differenziazione ludica dei protagonisti venduti in forma di giocattolo con l’avventura stessa. Un ottimo modo per ripassare la storia, aspettando il nuovo episodio di Star Wars. Divertendosi.

 


Potrebbe interessarti anche...