Project Zero: Maiden of Black Water – trailer di lancio

Nintendo ha rilasciato un video dedicato al survival horror per Wii U Project Zero: Maiden of Black Water, in uscita il prossimo 30 ottobre. Il quinto episodio della serie di Tecmo Koei metterà il videogiocatore nei panni di alcune persone alla ricerca di “qualcosa” in una zona montuosa nota per il gran numero di suicidi, e per l’abbondante presenza di acqua.

Il sistema di gioco prevede l’esplorazione di aree per mezzo di una torcia e battaglie con fantasmi grazie ad una macchina fotografica speciale, la cui visuale è riprodotta con il GamePad. Il gioco uscirà con una demo gratuita per Wii U eShop contenente il prologo ed i primi due capitoli.

This entry was posted in News. Bookmark the permalink.

26 Responses to Project Zero: Maiden of Black Water – trailer di lancio

  1. Seth_Gecko says:

    Mi giocherò la demo, ma non comprerò il gioco perchè non è stato tradotto!

    • Sheykan says:

      penso farò come te…ma se la demo nonostante non vi siano i sottotitoli in ita…dovesse convincermi e reputassi fattibile il gioco anche non capendo al 100% i dialoghi…potrei decide di prenderlo appena è in offerta ;)

    • Dazell says:

      a me questi discorsi fanno venire un nervoso. so che c é gente che una volta studiava solamente ìl francese e non l inglese ma qui ci sono tutti e due.
      io che voglio dei giochi usciti solamente in giappone mi devono attaccare. voi che avete la disponibilità di averli in lingue che potete comprendere li schifate.
      sheykan è ovvio che il gioco è fattibile se non comprendi al 100% i dialoghi. è anche una buona occasione per imparare meglìo l inglese.

    • Sheykan says:

      Oi Dazell…bada che a me non schifano i giochi in inglese o francese…anzi…vengo dalla generazione che faceva solo giochi in queste due lingue…ho anche fatto il priimo Myst e Riven in inglese, mi son fatto Ocarina e Majora in francese e mi son goduto sempre la storia…certo, capendo il giusto ma a volte imparavo anche. Se però questo gioco per la sua progressione e per capire qualche enigma fosse anche complicato dal punto di vista letterale mi risulterebbe più una fatica che un divertimento e come ho detto altre volte ora sono in una condizione che non posso più prende ogni gioco che mi piace ma fare delle scelte perché più di un paio o 3 all’anno non posso. Logico è che se devo sceglie fra vari giochi che mi garbano, una delle componenti che mi porta anche a sceglie uno invece di un altro è quanto sia per me facilmente fruibile o no…purtroppo.

    • Seth_Gecko says:

      A me fa venire il nervoso chi non rispetta le scelte o le esigenze degli altri, ti sembra così assurdo che uno non voglia spendere 50 e passa E per qualcosa che non si può godere appieno?
      E’ come se tu andassi al sinema e un dialogo sì e uno no te lo trovi in aramaico, ti godi il film?
      I giochi del N64 me li sono giocati in francese, ma ero fresco di scuola, quindi lo capivo meglio, una lingua straniera se non la parli poi la perdi, e ad oggi, il francese fai fatica a mantenerlo, perchè sei bombardato dall’inglese, risultato, faccio schifo in entrambe, non dico che non riuscirei a giocarlo un gioco in uno dei due idiomi, ma non so se me lo godrei, e se spendo bei soldi, voglio godermelo!

      All’epoca giocai giochi come Akumajo DraculaX in giapponese, se uno vuole la lingua non è una barriera invalicabile, ma cacchio, avesi potuto capire i dialoghi, me lo sarei gustato molto di più, quindi non venire a dire agli altri come spendere i propri soldi.

    • Dazell says:

      non sei costretto a prenderlo a prezzo pieno se manca la lingua italiana. però se lo trovi dopo un po’ di tempo a 20/30 euro e ti piace non lo prendi?

    • Seth_Gecko says:

      Quello è un altro discorso, se lo trovassi sui 20E potrei anche farci un pensiero, ovviamente dopo avermi giocato la demo.

    • Dazell says:

      Sai che ci sono dei soggetti che pensano di far dispetto alle sh non comprando giochi non tradotti in italiano? Il primo commento che hai scritto mi ha fatto pensare che eri uno di quelli e mi ha fatto sbottare

    • Seth_Gecko says:

      Non dovresti sbottare neanche fosse stato quello il caso, ogniuno con i propri soldi è libero di farci quello che vuole, a me fa più arrabbiare che in Italia lo pago coem in Francia, eppure i soldi per la traduzione li hanno risparmiati, neppure quello è giusto!

  2. gmezzan says:

    Certo che sottotitolare il traile a scopo promozionale non si era mai sentito!!!

    • Seth_Gecko says:

      No, è già successo, ed infatti mi fregarono con Final Fantasy Crystal Chronicles per Wii, gioco che comunque mi piacque molto, ma se avessi saputo che non era stato trodotto, non so se lo avrei comprato.

    • Dazell says:

      beh… secondo me è scorretto. può capitare di dare per scontato che ci siano i sottotitoli nel gioco se ci sono nel trailer.

    • FlareFaeox says:

      in questo trailer, però, è ben specificato all’inizio..

    • Dazell says:

      ho commentato prima di vedere ìl trailer. errore mio :P

    • Seth_Gecko says:

      Qui è vero, lo specificano, in FF tutti erano convinti che i sottotili ci fossero, se non ricordo male, nel trailer che mostrarono c’erano!

      E’ anche vero che se uno lo compra in un negozio lo vede se ci sono i sottotitoli, io lo comprai online dall’Inghilterra e rimasi fregato, non mi arrabbiai molto perchè il gioco comunque mi piacque e lo pagai una sciocchezza, un tempo dall’isola di Albione facevi degli affari assurdi, giochi anche appena usciti sui 10E, poi ad un certo punto, queste offerte sono sparite.

  3. deveroos says:

    Boicottare per la mancata localizzazione -> probabilità ancora più alta di una mancata localizzazione futura.

    • Seth_Gecko says:

      Se mi dai i 50E lo compro!
      Come dice giustamente Sheykan, non viviamo più nella bambagia come negli anni 80, e sapere se un gioco è stato tradotto o no è una discriminante importante quando uno deve aprire il portafoglio!

      Viceversa, se si continua a comprare anche se non sono tradotti, chi ti dice che poi non li tradurranno più, perchè tanto li compriamo lo stesso?

  4. F.B.I. says:

    Io lo prenderó e me lo giocheró con audio in giapponese e sottotitoli in inglese!
    É giá un miracolo che arrivi in Europa questo gioco, Tecmo avrebbe dovuto investire ulteriori 100/150mila $ in piú per la localizzazione in Italiano, per vendere cosa?
    3 copie in piú, secondo l’utenza di Wiitalia…
    Proprio in Italia, il paese dei Pisciataquattrari che giocano a FIFA e COD?
    Io mi reputo fortunato perché comprendo benino l’inglese, perché posso giocare a questo gioco e perché non ho problemi economici a dover scegliere trá questo o quello…

    • Seth_Gecko says:

      Ahahah, 100 mila$ per una localizazzazione, mi sa che non hai la minima idea di quanto costi tradurre un gioco ;)

      Un mio amico ha fatto qualche lavoretto in questo campo (credo che l’ultima cosa che abbia fatto fosse Day’s of tentacle, ma non ne sono sicuro al 100%), e pure io li ho aiutati una volta gratis (gratis perchè avevamo localizzato in italiano Soldier of Fortune per Giochi per il mio compiuter), fidati che si aprla di cifre moolto più basse ;)

      Comunque, il tuo discorso non è sbagliato, dal loro punto di vista fanno bene a fare così, quello che io reputo sbagliato è inveire contro chi giustamente, lo vuole nella propria lingua per goderselo appieno, s euno è fortunato che conosc ebene l’inglese (o il francese), fa bene a comprarselo.

    • F.B.I. says:

      Io non do retta a gente che scrive “COMPIUTER” e parla di traduzioni fatte a gratis, per quello c’è già GOOGLE TRASLATOR, se io ti dico che ci vogliono quelle cifre é perché lo so!

    • Seth_Gecko says:

      Se ti attacchi ad un errore di digitazione perchè ero di fretta, già si capisce quanto tu ne possa sapere!
      Io li ho aiutati gratis in quel frangente, perchè erano miei amici e eprchè GMC non ci pagò, ma se prendi quel numero c’è scritto nei ringraziamenti chi l’ha tradotto, quindi è verificabile e non sono sparate a caso come dire: “lo dico perchè lo so”.
      Dopo quell’esperienza loro saltuariamente hanno tradotto altri giochi, e per alcuni vennero assunti e pagati (erano in regola insomma), e la cifra che ebbero, non era nemmeno lontanamente paragonabile a quella, anzi, ci arrotondi lo stipendio e basta.

      Ma basta calcolare che se per tradurre un gioco in italiano ci volessero 100mila E, quando hai 4/5 lingue, che ci vuole, mezzo milione?
      E quante copie devono vendere solo per coprire i costi di localizzazzione?
      E stiamo parlado solo di sottotitoli, e se fosse doppiato?
      millemila milioni XD

    • F.B.I. says:

      Caro lucertola allora spiegami in Shenmue III perché hanno chiesto quelle cifre…

    • Seth_Gecko says:

      Innanzi tutto non è una lucertola ma un Geco Leopardino!

      Sei tu che mi devi spiegare dove hai preso la notizia, io non posso spiegarti qualcosa o anche cercare di farlo se non ho tutte le nozioni, altrimenti sarebbe inventarsi le cose.
      Così a naso potrebbe essere lo stretch goal richiesto per avere la traduzione, che non vuol dire che sia il costo per la stessa, ma semplicemente che se raccolgo TOT, allora posso permettermi di tradurlo.

  5. eugen1087 says:

    Non ci vogliono quelle cifre per i sottotitoli… bastava farlo direttamente dall’inglese all’italiano per qualche spiccio in più (si parla di poche migliaia di euro massimo)

  6. jonnydanny86 says:

    capisco che siamo nel periodo dove tanti parlano piu di una lingua, capisco che l italiano non ê una lingua diffusa come inglese o il francese, ma perche sono sempre io italiano a prenderlo in quel posto?, meno male che mi ricordo un po il francese, altrimenti non terrei neanche in considerazione questo gioco, spero che i dialoghi non siano cosi importanti per andare avanti nel gioco, gia capiro poco della trama se poi non riesco ad andare avanti perche non capisco cosa devo fare allora tanto vale che lo lascio sullo scaffale,e poi se posso capire il francese o inglese m spiegate perche hanno messo il tedesco?

  7. ViauslNobu says:

    *mangia popcorn*