Il creatore di Professor Layton e Yo-kai Watch sarà il prossimo presidente di Nintendo?

Dopo la prematura scomparsa del compiato Satoru Iwata, morto lo scorso luglio a causa di un tumore, si sono susseguite numerose voci di corridoio sulla figura che avrebbe guidato Nintendo nel futuro prossimo; per un breve periodo, la palla era passata a Shigeru Miyamoto e Genyo Takeda, ora diventati consulenti speciali in aree specifiche, e cioè la creatività e la tecnologia. Qualche giorno fa, la nomina di Tatsumi Kimishima a capo della compagnia, della quale ne fa parte dai primi anni Duemila, quando prese le redini della The Pokémon Company, ed in seguito di Nintendo of America.

L’età di Kimishima (ha 65 anni) e la sua carriera (nasce come manager di una banca) fanno pensare ai più che il suo ruolo sarà solamente temporaneo – necessario per gestire Nintendo nell’imminente stagione natalizia, dove si concentrano le vendite annuali. Pare infatti che la compagnia non sia riuscita a trovare qualcuno di più adatto per ricoprire il ruolo, e che Iwata avesse intenzione di pescare qualcuno proveniente dall’esterno, ma con un passato simile al suo.

akihiro-hino-level-5

Eurogamer, citando comunque fonti non verificate, afferma che tra i candidati che Iwata aveva in mente c’era Akihiro Hino, l’attuale presidente di Level-5 (e suo fondatore), la software house celebre per serie come Professor Layton Inazuma Eleven, e giochi come Ni no Kuni Rogue Galaxy. Proprio come Iwata, infatti, Hino nacque professionalmente come programmatore di videogiochi, nella defunta software house Riverhillsoft, dove contribuì allo sviluppo di Overblood per PS1, uno dei primi survival horror con ambientazioni tridimensionali.

Nel 1998, Hino fondò Level-5, con l’intento di creare nuove IP per il mercato delle console casalinghe. Nei primi anni di attività, la software house collaborò con Sony per lo sviluppo di due giochi di ruolo, Dark Cloud e Dark Chronicle, che già misero in luce la capacità di Hino di mescolare diversi elementi di gameplay e dar vita ad atmosfere fantasy e molto particolari. In seguito, Square Enix affidò proprio a Level-5 il compito di sviluppare Dragon Quest VIII Dragon Quest IX, tra gli episodi di maggior successo della serie.

Dal 2007, Level-5 ha iniziato la pubblicazione indipendente partendo subito con un enorme successo: Professor Layton, il quale vendette un milione di copie in Giappone e quasi 5 milioni nel mondo. Da lì, la compagnia fu sempre più vicina a Nintendo, che iniziò a pubblicare i suoi giochi in Occidente: oltre alle avventure dell’archeologo inglese, anche il gioco di ruolo calcistico Inazuma ElevenFantasy Life e di recente Little Battlers eXperience. Attualmente, Level-5 sta curando Yo-kai Watch, progetto multi-mediale diventato un fenomeno sociale in Giappone, con giochi per 3DS stra-venduti (il secondo episodio ha venduto più di Pokémon X / Y), un anime seguitissimo ed i personaggi ormai presenti in ogni angolo del Paese (anche questo gioco uscirà in Europa grazie a Nintendo).

La peculiarità di Hino è che, oltre ad essere un abile uomo d’affari, è dietro alla creazione di ogni gioco di Level-5; è lui ad aver scritto la storia degli episodi di Professor Layton, ed è lui ad aver avuto l’intuizione di creare progetti multi-mediali con anime, fumetti e giochi per le altre serie. Ovviamente, la notizia è da prendere con le pinze, ma è noto agli insider che Iwata avrebbe voluto un presidente giovane ed ambivalente, che sapesse dove mettere le mani in un codice di programmazione ed al contempo quali fossero i gusti dei videogiocatori per far crescere la compagnia e continuare a sviluppare prodotti di qualità.

Fonte: Eurogamer