Nintendo sul blocco regionale delle sue console

Nel corso dell’ultima conferenza dei vertici di Nintendo per presentare i risultati finanziari dell’anno fiscale 2014, Satoru Iwata ha risposto ad alcune domande dei presenti riguardanti le strategie future della compagnia; nonostante il botta e risposta sia per ora disponibile solamente in giapponese al seguente indirizzo, l’utente di NeoGAF Cheesemeister ha già tradotto alcune parti salienti. In particolare, è stato chiesto se Nintendo ha ancora intenzione di rimuovere il blocco regionale delle sue console (in inglese region locking), cioè l’impossibilità per un possessore di 3DS e / o Wii U europeo di utilizzare versioni giapponesi o nordamericane dei giochi (e viceversa). L’ipotesi era ventilata qualche mese fa in un’occasione simile, e quindi Iwata ha aggiornato i presenti con la posizione attuale della compagnia sul tema. Ecco la sua risposta:

Rimuovere il blocco regionale dalle attuali console presenta diversi problemi, perciò non lo consideriamo molto realistico. Nonostante ciò, riguardo NX (la nuova console che verrà presentata nel 2016, ndr), considerato il responso dei consumatori e le proposte dal mercato, e seppur questo aspetto non sia ancora stato finalizzato, stiamo attualmente cercando di capire quali problemi porterebbe l’eliminazione del blocco. Capisco il vostro desiderio, e per questo motivo, fossi in voi, sarei ottimista sul futuro.

Pare, insomma, che Iwata sia fiducioso sull’eliminazione del blocco regionale per le future console, ma non su quelle già uscite sul mercato. Nonostante l’arretratezza della compagnia in alcune questioni, non si può dire che non ascolti i consumatori di tanto in tanto.