Amiibo ed il futuro: carte da gioco e Virtual Console da sbloccare

Oltre ai rosei dati di vendite, durante l’incontro con gli investitori, Satoru Iwata ha delineato la strategia per il futuro riguardo gli amiibo, i giocattoli interattivi che permettono di sbloccare contenuti in molti giochi per Wii U e 3DS, oltre a crescere in esperienza all’interno di Super Smash Bros.

amiibo

Quattro sono i punti che il presidente di Nintendo ha toccato. Prima di tutto, ha confermato che verranno rilasciate delle “carte da gioco amiibo”, cioè con tanto di chip NFC che permetterà di immagazzinare informazione e di interagire con i giochi proprio come le statuine classiche. La compagnia di Kyoto non è nuova a questo genere di prodotto, anzi: nacque proprio come azienda di carte da gioco. Nel corso degli anni, ha cercato più volte di sfruttare questa esperienza nel mondo dei videogiochi, ad esempio con il lettore di carte per GBA, e con le carte della Realtà Aumentata di Kid Icarus: Uprising.

Un’altra novità riguarda invece l’interazione tra gli amiibo e la Virtual Console. Nintendo sta lavorando ad una app per Wii U che permetterà di giocare ad alcuni scenari di celebri giochi per NES e SNES una volta appoggiato l’amiibo sul GamePad. Non si potrà giocare il titolo per intero, ma una sua parte. Non è comunque escluso che il gioco poi possa essere sbloccato definitivamente.

Riguardo il 3DS, invece, Nintendo ha confermato l’intenzione di creare ancora più contenuti per gli amiibo. In estate, verrà rilasciato il lettore NFC per 3DS e 3DS XL.

Fonte: Nintendo