Siesta Fiesta: la recensione

Logo

Controllando i dati del Diario del 3DS, ho notato di aver trascorso oltre 12 ore giocando a Siesta Fiesta, il puzzle-game di Mojo Bones uscito sull’eShop lo scorso 24 luglio. Non male per un gioco da 4,99 €, potrei dire… In realtà, è difficile capire se questo tempo sia stato goduto con soddisfazione, oppure sia passato tra frustrazioni ed arrabbiature. Da questo dubbio, viene anche la difficoltà nello scrivere una recensione, la quale dovrebbe essere il più oggettiva possibile. Ricordando però il tempo trascorso a suo tempo con Tetris, Bust-a-move e Bejeweled… Non mi è nuovo questo miscuglio di sensazioni, figlio di un genere che tira fuori il meglio ed il peggio di un videogiocatore.

Siesta Fiesta è un puzzle-game sullo stile di Arkanoid: con il d-pad o la croce direzionale si ha il comando di una piattaforma, da muovere orizzontalmente (verso destra o verso sinistra), cercando di far rimbalzare una pallina, la quale colpisce gli elementi presenti sullo schermo; tra questi, vi sono ovviamente oggetti che aumentano il punteggio, quelli che lo diminuiscono, e quelli inutili che fanno perdere il controllo della pallina, come ad esempio cannoni che la sparano un po’ ovunque. Le meccaniche di gioco si imparano molto velocemente, perché ormai familiari; la maggior parte dei livelli scorre automaticamente da sinistra verso destra, sviluppandosi come in un platform; alcuni invece sono schermate fisse da completare in un certo intervallo di tempo, oppure contenenti boss da sconfiggere, sempre seguendo le stesse meccaniche di gioco.

4 3

Il tutto è presentato con una visuale molto colorata ed attenta ai dettagli: la piattaforma è un letto, la pallina un povero malcapitato che dorme, mentre l’ambientazione è ispirata al Messico ed alle sue tradizioni, seppur con uno stile del tutto cartoonesco. Il 2D non è affatto male, specialmente nelle animazioni, ed è ricco di carattere e personaggi divertenti. Insieme alla musica (la colonna sonora ricorda un po’ quella di LocoRoco, con i coretti in sottofondo, ed un po’ quella di Crash Bandicoot in quanto a sonorità), si crea un’atmosfera decisamente simpatica, che rende Siesta Fiesta un puzzle-game con una sua personalità. Inoltre, la varietà di situazioni è ampia: si passa dal deserto alle onde marine, da scenari notturni illuminati da neon, a fabbriche di ogni tipo… E così, anche la costruzione dei livelli è realizzata con attenzione e cura; difficilmente due stage vi sembreranno anche solo simili.

Nonostante sia piacevole giocare un puzzle-game accattivante senza dover ricorrere alle noiosissime micro-transazioni, popolarissime nei giochi free-to-play per social network e cellulari (ad esempio per acquistare le vite), non è tutto rose e fiori: Siesta Fiesta è un gioco spesso frustrante, perché la fisica della pallina talvolta segue regole tutte sue ed è praticamente impossibile, in alcune sezioni, raggiungere un punteggio persino mediocre. Ad esempio, quando la pallina finisce fuori dallo schermo, sembra che il suo tragitto si velocizzi, sfasando quindi le operazioni di recupero; inoltre, non è ben chiaro come funzioni il sistema delle collisioni sulla piattaforma, tant’è che può sembrare persino casuale.

1 2

Bisogna ammettere, però, che se si riescono a padroneggiare le leggi del gameplay, Siesta Fiesta diventa un gioco veramente appassionante e ricco di sfide; con oltre 50 livelli, infatti, ci vogliono un bel po’ di ore per terminare il percorso principale, mentre se si vuole raggiungere il punteggio massimo (ogni livello ha un set di medaglie da raggiungere)… Beh, auguri!

In sostanza, Siesta Fiesta è consigliato agli amanti dei puzzle-game di un tempo, che mettono alla prova pazienza, riflessi e bravura nel capire le regole del gioco; anche chi ama le sfide, di qualunque tipo esso siano, potrebbero trovare notevole svago dal gioco di Mojo Bones. Per tutti gli altri… Magari aspettate uno sconto, oppure una demo; il prezzo di Siesta Fiesta è giustificato dai contenuti, ma la sua difficoltà e le sue sbavature potrebbero non essere gradite.

7.0
Commenti Sottoscrivi i commenti
  1. Pingback: Siesta Fiesta | Videogiochi e Console

Lascia un commento

Devi effettuare l'accesso per lasciare un commento.


Potrebbe interessarti anche...