*/ ?> Recensione di Super Toy Cars (Wii U eShop) - Wii U Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Super Toy Cars: la recensione

Super Toy CarsSuper Toy Cars non è un titolo moderno, non dialoga il linguaggio di oggi sotto nessun punto di vista e non cerca di attrarre secondo crismi tipici del 2014. Non ha modalità online (anche se lo sviluppatore sta lavorando per integrare leaderboard tramite un aggiornamento), non è un racing simulativo, non è basato su licenze famose e non propone una grafica foto-realistica. Per non parlare della fisica di guida e delle collisioni…eppure, sotto questo manto di apparente inadeguatezza, si nasconde un gioco capace di strappare più di un sorriso. Un sorriso non di scherno, bensí di divertimento. E scusate se è poco.

Fulcro del prodotto è il richiamo a titoli del passato, di era Saturn o Playstation, dove le protagoniste dei giochi di corse non erano le ultime vetture Lamborghini o Toyota, ma le famosissime MicroMachine. Anche in questo caso, infatti, i veicoli a nostra disposizione saranno macchinine giocattolo. Una scelta di non poco conto, visto che andrà a influenzare tutti i vari aspetti della produzione, dalla cosmesi all’ambientazione, passando per le inquadrature e senza dimenticare lo stile di guida.

4 3

I piccoli bolidi, vari per forme e prestazioni, si muovono su percorsi costruiti nella cameretta del bambino che immaginiamo essere lo sviluppatore del titolo, tra lattine, palle da tennis, astucci e robot giocattolo. Le derapate niente hanno a che vedere con la fluida armonia di quelle di Mario Kart (e per chi proprio in queste settimane si sta cimentando con l’ottavo capitolo, ci vorrà un po’ di pratica per trovarsi a suo agio con queste dinamiche più spigolose); i power-up risultano anche loro influenzati da questa ambientazione, con la palla 8 del biliardo a fare da padrone.

Tra le varie componenti del gioco, accompagnato da una splendida colonna sonora, quella che più di ogni altra risente dell’impostazione arcade vecchio stampo di ispirazione estetica giocattolosa, è senza dubbio quella legata alla fisica dei veicoli in fase di guida. Tanto per capirci, appare perfino azzardato parlare di questo aspetto con termini quali fisica o controllo. Ebbene si, dobbiamo constatare senza peli sulla lingua come questo aspetto sia impostato quasi per trasmettere un senso di comprensione sfalsato da parte del guidatore. Spesso sarà davvero difficile impostare una data traiettoria e azzeccare una derapata tra le pareti di queste bizzarre piste. Un difetto, a volte frustrante e a volte avvilente, finchè non ci si scrollano di dosso i moderni pre-concetti di guida videoludica, non si fa un passo indietro (nel tempo?) e non ci si rende conto che quelle vetture sono…giocattoli.

2 1

Abbandonando schemi interpretativi non solo simulativi, ma anche semi realistici, il gioco assume una nuova dimensione, assolutamente più coerente e divertente. La mossa più importante, intrinsecamente legata alla sua natura vecchio stampo, è quella di cambiare la telecamera. Inizialmente impostata alle spalle delle vetture, può in realtà essere posizionata là, al suo giusto posto: sopra la pista, a volo d’uccello. Fatto questo, vi scoprirete improvvisamente in grado di sbizzarrirvi in traiettorie mozzafiato e in derapate d’altri tempi, con buona pace dei puristi della guida virtuale simulativa. E il divertimento spensierato è assicurato.

Questo non toglie ovviamente a Super Toy Car i suoi difetti. Niente vi spinge infatti a provare questa telecamera, così come il tutorial, anziché insistere sulla natura arcade della fisica di gioco, perde troppo tempo a spiegare semplicemente le azioni assegnate ai vari tasti. Allo stesso modo, resta da segnalare un frame rate non costante che, in un racing, per quanto arcade, tende a infastidire. Ancor più grave, poi, lo scarso utilizzo del GamePad, soprattutto per il mancato supporto all’Off TV, semplicemente perfetto per un gioco così mordi e fuggi. L’editor dei livelli e il multiplayer arricchiscono l’esperienza di gioco, ma la mancanza del second screen (che spinge ad un classico split screen sulla tv) e dell’online taglia un po’ le gambe al tutto, vista l’impossibilità di condividere i livelli con altri giocatori.

La perfezione non è di Super Toy Car, ma non lasciatevi nemmeno sviare dalle pessime prime impressioni suscitate dal gioco. Lasciandosi andare alla spensierata frenesia di gioco di quando si era bambini, il titolo è in grado di divertire.

6.0

Potrebbe interessarti anche...