*/ ?> Recensione di AiRace Xeno (3DS eShop) - 3DS Italia
Ci siamo trasferiti qui!

AiRace Xeno: la recensione

AiRace Xeno è un gioco particolare, che può mettere in difficoltà giocatori e, ovviamente, recensori. Schietto ai limiti della pochezza, sincero nei suoi limiti, curato senza eccessi, presenta una giocabilità univoca e monocorde che risulta efficace nel generare dipendenza.

TB_3DSDS_AiRaceXeno_W

Il titolo si propone come un gioco di corse futuristico, dove l’utente è chiamato  a gareggiare pilotando navicelle volanti lungo percorsi dagli scenari tecnologici e organici dai toni piuttosto alieni. L’avversario da fronteggiare però è soltanto uno: il tempo. Oltre ovviamente agli ostacoli ambientali.

Sfruttando una discreta grafica e un buon effetto 3D, senza dimenticare una fluidità quasi sempre all’altezza del delicato compito insito nel genere, il gioco catapulta il fruitore all’interno di un ambiente tanto adrenalinico da risultare inizialmente spiazzante. L’obiettivo primario sarà quello di completare i giri di gara, su nove percorsi differenti, al comando di specifici velivoli, cercando di impiegarci il minor tempo possibile. Per farlo, occorrerà allenare i riflessi, padroneggiare i comandi, studiare le migliori traiettorie e soprattutto evitari pilastri, barriere a muraglie sparse sulla nostra strada.

Il primo impatto è allo stesso tempo destabilizzante e deludente: il sistema di controllo lascia perplessi, le difficoltà di volo sembrano più legate a mancanze degli schemi di stabilità della navicella che a un effettivo senso di velocità, mentre la mancanza di avversari lascia più un senso di scoramento che altro. Poi, man mano che si prende confidenza con la logica di gioco, tutto inizia ad assumere valenza e significato.

3 4

Il sistema che mixa tasti, leve e touch screen finisce presto per essere abbandonato, a favore di uno schema più tradizionale dove analogico e dorsali la fanno da padrone. Con la levetta infatti si potrà spostare la navicella nello spazio, approfittando della sua corsa per una discreta padronanza dei movimenti graduali, mentre coi tasti R e L andremo a gestire le rotazioni del velivolo sul proprio asse, esercizio fondamentale in numerosi passaggi delle piste. Nelle prime fasi capiterà di dover fronteggiare un senso di fastidioso disorientamento, ma smanettando nelle opzioni si potrà rifinire anche la possibilità di gestione invertita o meno dell’asse verticale e, dopo qualche prov, il titolo inizierà a dare le prime soddisfazioni.

Superata la ritrosia iniziale, il gioco riserva però ancora alcuni momenti di imbarazzo, legati alla spezzettata fluidità delle collisioni, cha faranno zoppicare la navicella in casi di urti tangenziali non fatali, e a un senso di velocità che tarda ad arrivare. Prendendo coraggio e iniziando a sfruttare il turbo però, tutto cambia. Il senso di velocità aumenta, le collisioni in qualche modo diventano meno fastidiose a livello di percezione, la struttura prevalentemente tubolare dei tracciati assume un significato più congruo, così come la presenza dei vari bivi e, soprattutto, il giocatore viene trascinato dentro il concetto di velocità che, alla fine, è il cardine del gioco.

Tutta la struttura del titolo infatti si basa sul concetto di sfida contro il tempo. Il numero risicato delle piste, l’assenza di avversari sui circuiti, e la struttura scarna del contesto vengono in qualche modo mitigate, se non proprio giustificate, da questo nucleo centrale. I diversi gradi di premiazione offerti a seconda dei tempi di completamento dai dai temi fatti registrare sono fondamentali per sbloccare le piste successive; il discreto numero di “achievements” elencati nell’apposita sezione e legati per lo più a obiettivi intrinsecamente connessi alla rapidità mostrata in pista; le diverse traiettorie date dai bivi presenti in pista e, infine, le classifiche online che registrano i temi migliori di percorrenza sono tutti elementi che rimpolpano uno schema di gioco piatto ma schietto. Corri più veloce che puoi, evita gli ostacoli, sopravvivi e taglia il traguardo nel minor temo possibile.

2 1

AiRace Xeno è un prodotto altalenante, che a tratti sembra poter fare dei suoi difetti elementi di forza, senza però riuscire a nascondere del tutto queste mancanze. Una struttura di gioco accattivante ma pur sempre stringata si accompagna a una curva di apprendimento bizzarra, che potrebbe rivelarsi una barriera non facilmente superabile da parte di molti, pur sapendo ricompensare chi si dimostra sufficientemente motivato da insistere. Velocità e adrenalina la fanno da padrone, a patto di sapersi lasciare andare con facilità a un prodotto di puro gameplay.

6.5

Potrebbe interessarti anche...