Miyamoto: “Il supporto di due GamePad è possibile, ma non nell’immediato”

Shigeru Miyamoto, in un’intervista alla testata IGN, ha discusso sulla possibilità di supportare due GamePad contemporaneamente. Si era già parlato di questa possibilità nei primi mesi dal lancio di Wii U, ma la questione è finita poi dimenticata, probabilmente complici le fiacche vendite che ha fatto registrare la console. L’eccentrico autore ha affermato che la cosa sarebbe anche fattibile, ma che al momento non rientra nelle priorità della compagnia, che ha bisogni decisamente più impellenti come il rilancio della periferica.

Da quando abbiamo iniziato a lavorare sul Wii U, penso che ci troviamo in una situazione per la quale non crediamo che sia realistico aspettarsi che le persone acquistino un secondo GamePad. Stiamo ancora cercando di convincere più persone possibile a comprare la console stessa, ed è su questo che siamo al momento concentrati. Ora come ora, forme di gameplay che sfruttino due GamePad non sono fra i nostri obiettivi nel breve periodo.

Da un punto di vista tecnico, credo che se decidessimo di percorrere questa strada, tecnicamente saremmo in grado di farlo e potremmo fornire un aggiornamento di sistema affinchè funzioni. E’ molto interessante anche dal punto di vista del gameplay perchè si aprono molte possibilità con due GamePad. Ma, nel contempo, sviluppare queste idee richiederebbe un ulteriore impiego di risorse da prelevare eventualmente dal nostro budget per lo sviluppo di giochi. Diventerebbe quindi una questione di scegliere a cosa votare le nostre risorse: creare giochi standard per un solo GamePad o giochi incentrati su due GamePad?