Wii U a tutto Kickstarter! – Parte 2

Dopo la prima tranche di titoli che vi avevamo proposto qualche tempo fa, ecco una nuova lista di giochi finanziati tramite Kickstarter che interesseranno l’eShop di Wii U, molti dei quali tratteremo per la prima volta in questa occasione. Il fatto di dover spezzare l’elenco in due parti è segno della grandissima mole di titoli più o meno indie che interesseranno nei prossimi tempi la home console di Nintendo e della volontà degli sviluppatori di pubblicare su questa piattaforma.

Shantae: Half-Genie Hero

Shantae

Sviluppatore: WayForward Technologies
Data di uscita: ottobre 2014 (prevista)
Pagina Kickstarter
Trailer

E si parte subito con un grande nome, ovvero WayForward. Lo sviluppatore non è nuovo alle console Nintendo, nè tantomeno lo è la saga di Shantae: la danzatrice del ventre metà genio e metà umana fa la sua prima comparsa su GameBoy Color, per tornare poi su DSiWare e facendosi anche annunciare sul 3DS. Ma sarà su Wii U, oltre che su praticamente tutte le altre piattaforme in commercio, che farà il suo debutto in alta definizione, senza però perdere i punti forti della serie: il nuovo titolo sarà sempre un platform a scorrimento laterale e Shantae avrà a disposizione sempre la sua chioma viola per sconfiggere i nemici. Il finanziamento su Kickstarter giunge già dopo un annuncio di sicura pubblicazione, ma la campagna di raccolta fondi ha permesso, tra le altre cose, di aggiungere due capitoli extra e diverse chicche come alcuni costumi ispirati ad altri titoli noti ai frequentatori dell’eShop di Wii U, come quello di Patricia Wagon di Mighty Switch Force (sempre targato WayForward) o Hyper Light Drifter. Una nuova veste per l’odalisca più amata dei videogiochi.

Candle

Candle

Sviluppatore: Teku Studios
Data di uscita: 2014
Pagina Kickstarter
Trailer

Probabilmente il gioco più suggestivo che vi presentiamo, Candle è definito dai suoi stessi creatori come una “avventura grafica dinamica”, cercando quindi di mischiare elementi platform con momenti più meditativi con puzzle da risolvere come nei migliori punta-e-clicca. Il gameplay si basa sulla luce della candela che gli strani protagonisti del gioco hanno come mano: l’espediente non è solo un mero vezzo stilistico per gli effetti di luce, ma è l’anima del gioco, in quanto l’obiettivo è cercare di sfruttare il lumicino senza che esso venga spento da acqua, nemici o qualsiasi ostacolo che ci si parerà di fronte. La narrazione che farà da sfondo affronterà dei temi adulti ma con i toni della favola, trattando in particolare i temi dell’innocenza e dell’ingenuità. La vera chicca del gioco è però lo stile grafico: ogni immagine e animazione è completamente realizzata a mano con acquarelli e inchiostro. Atmosfera incantata assicurata.

Paradise Lost: First Contact

Paradise Lost

Sviluppatore: Asthree Works
Data di uscita: TBD
Pagina Kickstarter
Trailer

Non fatevi fuorviare dal nome, Milton non c’entra nulla: in questo gioco “vestirete i panni” di una pianta. Detto così non sembra molto eccitante, ma la storia cambia se vi dico che siete una pianta aliena caduta dallo spazio e rinchiusa in uno strano laboratorio da ancor più strani scienziati. Scappare non sarà una passeggiata, considerando la massiccia presenza delle forze di sicurezza armate fino ai denti, ma sfruttando le varie mutazioni, che saranno acquisite man mano nel proseguo della storia, sarà possibile scoprire i segreti dei vostri carcerieri umani. Lo stile grafico 8-bit in 2D si combina ad una meccanica di gioco che mischia platform, action e anche fasi stealth. Benchè lo stretch goal per l’uscita su Wii U al day one non sia stato raggiunto, ciò non toglie che prima o poi anche questo titolo entrerà a far parte della crescente libreria digitale a nostra disposizione. Il pollice verde è facoltativo.

Knite & The Ghost Lights

Knite and the Ghost Lights

Sviluppatore: Mobot Studios
Data di uscita: TBD
Pagina Kickstarter
Trailer

In quanto ad originalità questo titolo si aggiudica di sicuro una menzione d’onore. Ogni elemento presente all’interno del gioco è rigorosamente fatto a mano, dai personaggi ai fondali, passando per ogni più piccolo articolo d’arredo. Il tutto viene fotografato e trasformato in formato digitale per dar vita ad un piccolo mondo artigianale dalle ambientazioni tetre. L’aria che si respira è un po’ quella che si può trovare in buona parte dei film di Tim Burton, solo che qui si tratta di un videoogioco e, in quanto tale, ha bisogno anche di un gameplay. Il genere a cui Knite può essere assimilato è quello delle avventure a scorrimento laterale, con momenti platform e d’esplorazione per risolvere enigmi ambientali. Dovremo guidare il folletto Knite per tutta Mistland incontrando per strada streghe, spaventapasseri e persino una vecchia quercia. Stilisticamente innovativo.

C-Wars

C Wars

Sviluppatore: Onipunks
Data di uscita: TBD
Pagina Kickstarter
Trailer

Nel vasto catalogo di titoli digitali che si sta sempre più delineando, anche il genere roguelike è rappresentato con C-Wars. Si tratta quindi di un gioco con combattimenti a turni, ma che non per questo rinuncia ad un ritmo veloce e frenetico; un gioco strategico, ma con una forte componente action. Insomma, non c’è da aspettarsi una partita estenuante à la Dungeon & Dragons, anche per quanto riguarda l’ambientazione. Le vicende ruotano attorno ad un numero ristretto di superstiti che devono vedersela con un’invasione zombie, lasciando però una certa libertà nella scelta di come affrontare i nemici. Il giocatore potrà scegliere se allearsi con una squadra speciale dotata di un armamentario devastante (con il rischio di sacrificare vite innocenti), sconfiggere un temibile gruppo di mafiosi per impossessarsi delle loro conoscenze, oppure decidere di affrontare da soli i non-morti. Finali multipli in un’avventura 8-bit dal sapore fantascientifico.

Monochroma

Monochroma

Sviluppatore: Nowhere Studios
Data di uscita: 2014
Pagina Kickstarter
Trailer

In una notte di pioggia due fratelli si ritrovano a dover scoprire quale oscuro segreto si celi dentro alle mura di una cupa fabbrica di robot. Non si tratta tuttavia di un gioco in cui la faranno da padrone armi laser o combattimenti al limite del surreale, ma bensì un platform dallo stile grafico ricercato. Come si può intuire dal nome, bianco e nero sono (quasi) gli unici colori di questo mondo industrializzato in cui la tecnologia non ha solo portato con sé delle famigliole felici. Benché non vi siano cutscene cinematografiche o voci narranti, Moncohroma riesce a sviluppare una trama profonda che si basa sullo spirito di fratellanza. Il protagonista più grande deve infatti trovare una via non solo per sè, ma anche per il fratellino: la meccanica di gioco s’incentra sulla risoluzione di enigmi ambientali per proseguire nel cammino nonostante i movimenti limitati dovuti al dover portare in spalla un bambino. Un titolo per smuovere testa e cuore.

ReVeN

ReVeN

Sviluppatore: Varia Games
Data di uscita: 2015
Pagina Kickstarter
Trailer

Ritorniamo ad un’ambientazione futuristico/post-apocalittica, elemento comune a parecchi titoli creati sia da sviluppatori indipendenti che da software house più blasonate. I classici a cui ReVeN si rifà sono evidenti già ad una prima occhiata: character design e livelli in 2D rimandano ai grandi capostipiti del genere, come Metroid e Mega Man. Agli elementi adventure/action si affiancano componenti tipiche degli RPG, come la personalizzazione degli status del proprio personaggio attraverso un sistema di assegnazione punti a diverse abilità (armi, scudo, sensori e mobilità), oppure la ricerca e la fusione di minerali per creare accessori utili per affrontare le temibili creature del sottosuolo. Perché nei meandri della terra si nasconde qualcosa di mostruoso.

Another Castle

Another Castle

Sviluppatore: Uncade
Data di uscita: 2014
Pagina Kickstarter
Trailer

Thank you Mario! But our princess is in another castle!” è forse una delle frasi più celebri (ed odiose) del mondo dei videogiochi, ed è proprio su questa citazione che Another Castle basa il suo ironico concept. Andy, il ragazzino protagonista del gioco, è alla ricerca di svariati oggetti molto particolari (una spada infuocata, un cappello da mago…), oltre che la sua ragazza, ma alla fine di ogni mondo finisce sempre che quello che sta cercando è proprio in un altro castello!  Dopo varie sezioni platform, lo sventurato potrà utilizzare l’oggetto agognato solamente nelle partite successive. A livello di gameplay, il gioco è strutturato con mappe dei mondi e livelli generati casualmente, gadget improbabili e persino incantesimi da lanciare contro i fantasiosi nemici. Ma tutta la fatica che avete fatto sarà inutile, perchè tanto ciò che state disperatamente tentando di trovare sarà sempre in un altro castello.

Dex

Dex

Sviluppatore: Dreadlocks
Data di uscita: TBD
Pagina Kickstarter
Trailer

Si torna a contenuti più maturi con Dex, ovvero un RPG dalle atmosfere cyberpunk in cui la protagonista si ritrova in un mondo futuristico in cui i progressi tecnologici hanno permesso di trasferire le proprie menti in un mondo virtuale parallelo. Per superare i vari ostacoli e sconfiggere i nemici si potrà decidere se agire nella realtà fisica o sfruttare il proprio avatar, sempre però stando attento agli ICE (Intrusion Countermeasure Electronics). Inoltre, attraverso una personalizzazione delle abilità e dell’inventario, si potrà decidere se adottare un approccio più diretto e devoto alle armi da fuoco, oppure utilizzare le proprie doti di hacker per evitare il più possibile potenziali duelli pericolosi. Un gioco per chi ama l’azione e la fantascienza.

Two Brothers

Two Brothers

Sviluppatore: Ackk Studios
Data di uscita: 2014
Pagina Kickstarter
Trailer

Sembra arrivare direttamente dagli schermi del vostro vecchio Game Boy riposto accuratamente nel cassetto, e invece si tratta di un titolo nuovo di zecca che omaggia la console Nintendo con una grafica monocromatica ad 8-bit. Vi troverete in un’avventura Zelda-style a percorrere pericolosissimi dungeon in cui il GAME OVER è sempre dietro l’angolo. Peccato (o per fortuna) che, invece di ricominciare dall’ultimo checkpoint, verrete catapultati in una sorta di aldilà in cui ritroverete tutti i personaggi passati a miglior vita nel gioco. Ed è proprio in quest’altro mondo che spesso dovrete trovare la chiave per proseguire nella storia (anche mettendosi volontariamente KO) e scoprire la bellezza e i misteri dei colori che esistono solo nei campi elisi. Quando una visione celeste diventa ossessione.