EDGE: la recensione

Sulle console Nintendo è sbarcato un altro titolo del tris di classici sviluppati dagli olandesi Two Tribes e riproposti di recente sui due eShop. Se Toki Tori e Rush sono un’esclusiva dello store digitale di Wii U, EDGE è disponibile dal 26 dicembre anche per 3DS. Ed è proprio sulla versione per la console portatile che questa recensione si incentra.

Edge 3DS eShop

Uscito inizialmente per dispositivi mobili, EDGE può essere definito come un incrocio  tra un retro-platform ed un puzzle game. Di “retro” ha sicuramente lo stile: ovunque vi giriate, sarete circondati da decine di cubi che galleggiano nel nero del nulla. Fatta questa premessa, non dovrebbe stupirvi più di tanto sapere che il vostro compito sarà quello di guidare un cubo iridescente in intricatissimi percorsi tridimensionali. La meccanica di gioco non è particolarmente complessa, ma ciò non scalfisce la bellezza degli oltre 100 livelli giocabili. Le azioni disponibili si limitano allo spostarsi nelle quattro direzioni e all’arrampicarsi ai gradini più in alto, mentre l’obiettivo è quello di raccogliere alcuni prismi colorati nel minor tempo possibile (e cercando di evitare di cadere nel vuoto, già che ci siete). Il level design riesce tuttavia a sorprendere continuamente con trovate davvero originali: fra piattaforme in movimento, cubi respingenti, ponti pronti a crollare da un momento all’altro, caselle restringenti che permettono di scalare torri di cubi immense senza difficoltà e tanto altro ancora, le idee sono davvero moltissime. Particolarmente affascinanti alcune transizioni che vi vedranno catapultati da una parte all’altra senza che possiate controllare il vostro cubo, trascinati dalla sequenza di ingranaggi perfettamente oliati che vi vedranno persino alla guida di un improbabile robot composto, ça va sans dire, da una montagna di cubi.

edge-3ds-eshop_002Le peculiarità del 3DS vengono sfruttate in modo soddisfacente. Sullo schermo inferiore è sempre consultabile una mappa stilizzata del percorso visto dall’alto, con i vari quadrati in diverse tonalità dal bianco al grigio scuro per indicare le diverse altezze dei corrispettivi cubi. In molti casi, darci in un’occhiata non sarà solo utile per orientarsi, ma persino indispensabile per scovare alcuni prismi ben nascosti ed evitare trappole disseminate qua e là. Anche l’effetto tridimensionale è ben implementato, garantendo un senso di profondità davvero gradevole: interessante come all’aumentare dell’intensità dell’effetto di parallasse, anche l’inquadratura cambi leggermente, particolare che rende il tutto ancora più dinamico.

Ciò che però caratterizza il gioco, dandone anche il nome, è l’abilità EDGE: come dice il termine stesso, il nostro cubo ha la capacità di appendersi agli “spigoli” degli altri cubi sollevandosi da terra. Con l’avanzare dei livelli diventerà di vitale importanza riuscire a padroneggiare questa tecnica, dapprima in situazioni piuttosto elementari (per i primi livelli si troveranno anche degli aiuti sparsi nei passaggi più ostici), per arrivare infine a concatenazioni di azioni in cui sarà necessaria rapidità mentale e manuale. A tal proposito, data la difficoltà di rimanere anche per parecchio tempo avvinghiati a piattaforme che si spostano freneticamente, è fondamentale che i comandi reagiscano in maniera ottimale. Se i controlli classici col D-pad sono affidabili alla perfezione, muoversi con lo stick analogico non è altrettanto facile, soprattutto proprio nelle fasi di sospensione in cui è richiesta particolare delicatezza.

edge-3ds-eshop_005Qualunque sia l’input che deciderete di usare, sta di fatto che EDGE è un titolo piuttosto impegnativo. Parecchie volte sarete costretti a dar fondo a tutta la vostra abilità per superare ostacoli davvero complicati, complice il rapido susseguirsi delle azioni da compiere per rimanere in vita.  Svariati “riprova” dopo, vi troverete alla fine degli oltre 100 livelli in 5-6 ore, anche se per sbloccare 6 percorsi sarà necessario raccogliere tutti i prismi colorati. Se in più siete di quei giocatori che non sono contenti finchè non vedono un bel “rank S” ovunque, EDGE vi terrà per molto tempo incollati allo schermo, senza nemmeno far sentire la mancanza di una classifica online. Inoltre, una calzantissima colonna sonora techno in stile 8-bit vi terrà compagnia per tutta la durata dell’avventura con delle tracce davvero coinvolgenti e in linea con l’atmosfera retro-futuristica del titolo.

Un difetto piuttosto visibile macchia però una recensione più che positiva: il gioco è soggetto a numerosi cali di frame rate quando lo schermo è particolarmente affollato da cubi. I movimenti appaiono palesemente rallentati e, parlo per esperienza personale, una volta è capitato che il software si chiudesse dopo un momento di forte calo di frequenza (per fortuna senza danni ai dati di salvataggio). Questa è davvero l’unica pecca che si può trovare in EDGE, un titolo gradevole sia per estetica, sia per gameplay. Considerando anche il prezzo davvero vantaggioso (oserei dire, regalato), è un acquisto più che consigliato.

8.0
Commenti Sottoscrivi i commenti
  1. Rispondi

    Cel’ho su Wii U!
    Pagato 2 € ed è un capolavoro!!! Perfetto per le partite mordi e fuggi off-screen!


  2. Pingback: EDGE | Videogiochi e Console

  3. Rispondi

    preso anche io su Wii U e ripreso poi su 3DS allo stesso prezzo, li vale tutti.

    ma nn ho mai finito nè una versione nè l’ altra.

    la recensione secondo me doveva sottolineare che si utilizzano sì 4 direzioni nei comandi, ma sono soltanto le diagonali!
    ed è questo l’ ostacolo principale relatvamente alla difficoltà, più che il design dei livelli in se..

    personalmene mi trovo cmq meglio a giocare su analogico che su D-pad.


    • Rispondi

      Beh, in realtà il cubo si muove in orizzontale e verticale. Noi lo vediamo spostarsi in diagonale perchè la visuale è in assonometria.
      Sulla comodità dei comandi si entra in giudizi personali: l’essermi trovato meglio col D-Pad non vieta a nessuno di preferire l’analogico ;)


  4. Rispondi

    Giocato per Ipad.
    Lo consiglio caldamente. Gioco longevo e divertente!


    • Rispondi

      Come lo fai a comandare su Ipad??


    • Rispondi

      @Miidea:
      Nelle versioni touch i controlli avvengono trascinando il cubo con il dito, se il dito rimane sul bordo dello schermo una volta effettuato lo swipe, quello continuerà ad andare in quella direzione.
      Non è proprio degli input più comodi che abbia mai visto, ma è fattibile.

      Comunque io ci ho giocato sulla mia Ubuntu 12.04, preso da Steam, ottimo titolo ma che purtroppo non spicca nella mia vasta libreria di giochi.


  5. Pingback: Uscite eShop Wii U e 3DS dell’8 gennaio - Wii Italia

Lascia un commento

Devi effettuare l'accesso per lasciare un commento.


Potrebbe interessarti anche...