Donkey Kong Country: Tropical Freeze: la recensione

Donkey Kong Country Tropical Freeze Wii U

La “scena platform” è cambiata tantissimo dall’uscita di Donkey Kong Country Returns. Il genere, dopo un decennio di siccità, è letteralmente esploso in una coloratissima pioggia creativa di vecchi e nuovi IP, seguiti e remake. Su Wii U in particolare, questo antico genere ha regalato ai suoi fan un pugno di titoli che, personalmente, definirei capolavori. Videogames che hanno trasceso le proprie radici platform, lanciandosi in sperimentazioni e contaminazioni che hanno prodotto risultati strabilianti e inattesi, come il fantastico Rayman Legends, il cattivissimo New Luigi U o il caro vecchio Mario 3D World.

In questo clima di innovazione e progresso, il ritorno di Retro Studios nel mondo dello scimmione in cravatta per eccellenza mi aveva entusiasmato non poco sin dal primissimo annuncio. E lo so che sembra quasi incredibile, ma questo nuovo Donkey Kong Country: Tropical Freeze è riuscito a risolvere quasi tutti quei piccoli difettucci che affliggevano Donkey Kong Country Returns.

donkey-kong-country-tropical-freeze-wii-u_001donkey-kong-country-tropical-freeze-wii-u_004

Design dei nemici? Sistemato: ora ogni singolo nemico, dagli enormi boss di fine livello alle più innocue e imbranate creaturine che abitano gli ambienti del gioco, buca lo schermo grazie non solo ad un design estetico decisamente più ispirato, ma sopratutto ad animazioni buffissime e ricche di personalità.

Scontri con i boss? Sistemate: ognuno degli scontri che vi aspettano in fondo alle sette isole che compongono il mondo di gioco è semplicemente memorabile.

Colonna sonora? Sistemata: dimenticate le musichette di accompagnamento di Returns…a ben pensarci, probabilmente non riuscite a ricordarne nemmeno una. Beh, ad ogni modo Tropical Freeze segna il ritorno del leggendario David Wise, compositore Inglese che ha dato vita a decine e decine di memorabili colonne sonore (tra cui, giust’appunto, quelle dei Donkey Kong Country per SNES). Quasi ogni livello di gioco ha un tema originale, alcuni dei quali sono fantastici remix dei brani più memorabili di DKC. Forse, questa volta, Wise ha addirittura esagerato in quanto a qualità e quantità!

Insomma, considerato che Returns mi era piaciuto davvero un sacco (ricordate la mia entusiastica recensione?) sembrerebbe che Retro abbia ancora una volta centrato il bersaglio e regalato al Wii U un nuovo capolavoro…almeno in teoria. Ad essere onesto, Donkey Kong Country: Tropical Freeze è un titolo praticamente perfetto dal punto di vista della qualità della produzione, ma che fallisce in un singolo aspetto, quello che probabilmente è il più importante per un seguito: manca di novità concrete.

donkey-kong-country-tropical-freeze-wii-u_002donkey-kong-country-tropical-freeze-wii-u_003

Questo ovviamente non significa che Tropical Freeze sia un brutto gioco o semplicemente una copia sputata di Returns, anzi. Quattro personaggi giocabili (dotati di abilità differenti, marginalmente sfruttate per aggiungere un pizzico di rigiocabilità dei livelli) e sette mondi composti da una montagna di livelli completamente nuovi garantiscono una quantità di contenuti inediti invidiabile per un platform, ma niente in questo seguito spinge l’IP oltre i limiti raggiunti dal suo predecessore. In difesa di Tropical Freeze, c’è da dire che Returns era davvero TROPPO figo, ma da Retro – e a giudicare dalle demo che ho avuto modo di provare lo scorso anno – mi aspettavo qualcosa di più di una semplice versione migliorata e in alta definizione di uno dei miei giochi preferiti per Wii.

Commenti Sottoscrivi i commenti
  1. Rispondi

    Bella recensione, complimenti mi trovi d’accordo un po’ su tutto.
    D’altronde sono mesi che lo scrivo, pur come al solito subendo attacchi: questo titolo è un “more of the same” dell’ottimo capitolo uscito su Wii, in hd e con un paio di personaggi in più, stop. Non aggiunge nulla e non stupisce più.
    Essendo comunque di ottima fattura, magari ci stava un 8 ma la differenza rispetto al 10 (se non ricordo male) di Returns ci sta tutta.
    Bene: lo terrò buono più in là, quando costerà moooolto meno.


    • Rispondi

      Condivido… NSMBwii->NSMBU, SM3Dland->SM3Dworld, DKCR->DKTF….

      Poi pero’ se si fa notare che ultimamente c’e’ una mancanza di nuove idee nei titoli AAA si e’ cattivi e troll….


    • Rispondi

      Sì, perché Nintendo fa seguiti dal 2010.

      DKC (1994) -> DKC 2 (1995) -> DKC 3 (1996) -e nel frattempo uscivano gli pseudo porting per GB, e cioè i DKCL.

      Kirby’s Dream Land (1992) -> Kirby’s Adventure (1993) -> Kirby’s Dream Land 2 (1996) -> Kirby Super Star (1996)

      Giochi AAA dei tempi (cioè tra i più venduti delle rispettive piattaforme) e con pochissimi cambiamenti da un seguito all’altro.


    • Rispondi

      Deve, hai un concetto distorto di “more of the same”.
      Un conto è produrre una serie di giochi in cui ogni titolo ha senso d’esser giocato (e magari lima i difetti del precedente), un altro è creare il clone esatto del capitolo precedente.
      Poi te a Kirby non ci hai mai giocato vero? Non sai manco come son fatti quei giochi, altrimenti non avresti sparato una boiata così colossale. Nel primo Kirby non c’era neanche dell’abilità di copia che poi divenne la sua caratteristica principale, quindi già c’è una grossa innovazione nel capitolo successivo a livello di gameplay, mentre Super Star è una raccolta di giochi con strutture differenti e quindi è decisamente diverso dagli altri.
      Però i DK country in effetti erano dei more of the same, su quelli spezzo una lancia.


    • Rispondi

      Secondo questo ragionamento, anche Tropical Freeze non dovrebbe essere una copia del precedente: c’è la telecamera dinamica! C’è Cranky! Etc.

      Ovviamente è un seguito, quindi è più o meno simile a Returns. Bene? Male? Se la formula funziona, perché cambiarla? Parliamo del seguito di un gioco uscito 3 anni fa, mica l’altro ieri. Infatti, questa critica del more-of-the-same era calzante per NSMBU, che io stesso ho considerato una mossa stupida (uscire a pochi mesi da NSMB2 era folle). Ma per Tropical Freeze? Non mi trovo molto d’accordo.

      Ma già mi immagino Wiitalia nel 1995, all’uscita di DKC2, divenuto poi uno dei giochi più amati di sempre:
      “è un clone di DKC!”
      “si sono sprecati, hanno aggiunto un personaggio e tolto un altro!”
      “i livelli sembrano uguali!”
      “Nintendo fa sempre seguiti!”
      etc.

      PS: hai ragione per Kirby. Ci mettiamo Dream Land 3? E’ del 1997, il succo del discorso non cambia.


    • Rispondi

      Un conto è dire la telecamera dinamica, un altro è dire “ora Donkey Kong ha tutta una serie di nuove abilità”.
      Per kirby mettici pure dreamland 3, ma a quel punto voglio farti notare che hai messo ben 3 kirby usciti sulla stessa console. Mi pare normale che si somiglino per certi aspetti (pochi, perfino graficamente son diversi, pur essendo sulla stessa console. DL3 aveva toni più pastellosi, poi ripresi in parte nelle schermate di selezione livello di K64). Altra cosa, erano gli anni ’90, non si poteva fare quello che si può fare oggi, per i tempi quello che era stato fatto era notevole, così come erano notevoli i DKC tra migliorie nei controlli e tutto il resto. Penso che la gente si senta un po’ tradita per le aspettative che si son create allora, immaginando quanto si sarebbero rivoluzionati i giochi nel corso degli anni. Hai presente quando negli anni ’60 si credeva che nel 2000 si sarebbero fatte le gite sulla luna? Ecco.
      Io stesso rompo sempre le scatole per Metroid. I Prime mi hanno creato delle aspettative e, dopo aver visto quanto si fosse spinta avanti la serie, giocare ad Other M è stato deludente. Questo è il problema dei videogiochi di oggi, stanno venendo distrutti dalle aspettative tradite.
      Secondo me in giochi come DK e Mario hanno fatto un errore, hanno abbandonato il platform puramente 3d visto su N64 per riprendere la meccanica a scorrimento. Il platform 3d era nuovo, ancora tutto da usare, perchè tornare a fare cose che son già state spremute per 20 anni? Non dico di abbandonarle, ma non puoi usarle come unica base d’appoggio.


    • Rispondi

      se gli sviluppatori facessero esattamente quel che pensano i giocatori:
      primo, non ci sarebbe più critica videoludica;
      secondo, le idee da attuare sarebbero migliaia (ma che dico, forse miglioni), visto che ognuno di noi la pensa in modo differente.


    • Rispondi

      Eh si, “miglioni di migliardi”.
      Guarda che basterebbe alternare le due cose, non si chiede mica la luna.
      Fare platform a scorrimento e “open world” non sono migliaia di opzioni, sono due.


    • Rispondi

      “Un conto è dire la telecamera dinamica, un altro è dire “ora Donkey Kong ha tutta una serie di nuove abilità”.”

      Infatti ero ironico. Ad essere pignoli, si può trovare novità anche in questo gioco, vista l’introduzione di due nuovi personaggi con altrettante abilità (seppur Dixie fosse già presente in due episodi della serie). Il discorso però che Nintendo fa da sempre seguiti “more of the same” non cambia…

      -

      “Per kirby mettici pure dreamland 3, ma a quel punto voglio farti notare che hai messo ben 3 kirby usciti sulla stessa console. Mi pare normale che si somiglino per certi aspetti (pochi, perfino graficamente son diversi, pur essendo sulla stessa console. DL3 aveva toni più pastellosi, poi ripresi in parte nelle schermate di selezione livello di K64).”

      Quindi dai manforte alla mia opinione, e cioò che Nintendo, queste “porcate” (come qualcuno le chiama) le fa da sempre. Addirittura TRE giochi così simili sulla stessa console! Blasfemia.

      -

      “Altra cosa, erano gli anni ’90, non si poteva fare quello che si può fare oggi, per i tempi quello che era stato fatto era notevole, così come erano notevoli i DKC tra migliorie nei controlli e tutto il resto.”

      Non dovrebbe essere il contrario?! Negli anni Novanta tirare fuori seguiti su seguiti e collection su collection (come faceva Nintendo!) era ancora peggio, considerando che si poteva ancora trovare un’idea vincente con poco; al giorno d’oggi, le idee scarseggiano e tutte le software house ripropongono non solo le stesse formule, ma anche gli stessi marchi OGNI anno. E poi si fanno le pulci a Nintendo per il secondo DKC in tre anni?

      -

      “Penso che la gente si senta un po’ tradita per le aspettative che si son create allora, immaginando quanto si sarebbero rivoluzionati i giochi nel corso degli anni. Hai presente quando negli anni ’60 si credeva che nel 2000 si sarebbero fatte le gite sulla luna? Ecco.”

      Quindi colpa di gente troppo poco lungimirante? Più che altro, non capisco come mai si chieda tutta questa innovazione da Nintendo, mentre le altre compagnie possono proporre la solita solfa e va tutto bene.

      -

      “Io stesso rompo sempre le scatole per Metroid. I Prime mi hanno creato delle aspettative e, dopo aver visto quanto si fosse spinta avanti la serie, giocare ad Other M è stato deludente. Questo è il problema dei videogiochi di oggi, stanno venendo distrutti dalle aspettative tradite.”

      Bella storiella. Pensare invece a giocare?

      -

      “Secondo me in giochi come DK e Mario hanno fatto un errore, hanno abbandonato il platform puramente 3d visto su N64 per riprendere la meccanica a scorrimento. Il platform 3d era nuovo, ancora tutto da usare, perchè tornare a fare cose che son già state spremute per 20 anni? Non dico di abbandonarle, ma non puoi usarle come unica base d’appoggio.”

      Non capisco: dopo Mario 64 non ci sono stati Sunshin ed i due Galaxy, e poi 3D World? Per Donkey Kong hai ragione, ma Returns era semplicemente un ritorno alle origini. Lo sbaglio è stato fare Tropical Freeze (cosa che ho detto fin dall’annuncio, nel mio articolo sull’E3).


    • Rispondi

      Comprensione verbale non è il tuo forte vedo. Scusa per non aver colto la tua sottile sagacia.
      Su DKCTF non sto a muover critiche perchè a vederlo sembra comunque bello, anche se io preferivo la struttura provata da Rareware su N64.
      Dopo mario64 c’è stato sunshine si, poi basta. Galaxy era già diverso (non per questo meno divertente). Io parlo di quei platform che si vedevano un sacco ai tempi di N64, con mondi da esplorare e un sacco di cose da trovare (tipo DK64 appunto).
      Altra cosa, che volevi dire con quel “pensare a giocare?”? Cosa sei, un porco che aspetta che gli buttino nella mangiatoia qualcosa e sei contento? Non importa a cosa gioco, basta giocare? Scusa se Other M non mi è piaciuto e preferisco giocare ad altro! Ma ti concedo il beneficio del dubbio, quindi facciamo finta che non mi son spiegato bene io e riprovo a dirtelo: Mi aspetto X, mi arriva Y. Y si rivela peggio di X. Y è bocciato. Se Y però si rivela diverso da X ma comunque notevole, Y è promosso. Mi può star bene che facciano un Metroid a scorrimento, mi piacciono pure quelli, ma dev’esser fatto bene. Quando presi Super Paper Mario, ad esempio, avevo in testa com’erano i primi 2 Paper e volevo qualcosa come quelli. Ho provato comunque il gioco e nonostante fosse diverso (di molto), si è rivelato bello come gli altri 2 (per me è da 9). Sticker Star invece è stata una pugnalata al cuore. Te come la vedi? Anche se un gioco è diverso da quello che ti aspetti e si rivela pure realizzato pigramente sei contento lo stesso e “oh bella storiella però pensare a giocare lolololol”? Poi non dire “ci si lamenta solo di Nintendo”. Che pure sulle altre software house c’è molto da dire (bethesda, capcom, konami, square enix per dire le prime che mi vengono in mente). A te probabilmente toccheranno solo le critiche contro Nintendo perchè ti piace difenderla, ma se ti guardi attorno non è l’unica ad esser criticata.
      Ora vai a giocare ai Kirby del Snes perchè non sai di cosa parli. Prendi, per dire, Four Sword Adventures, Wind Waker e Twilight Princess, tutti usciti su GC. Avresti il coraggio di dire che sono uguali? Quei tre kirby sono uguali quanto sono uguali quei 3 Zelda, quindi non supportano proprio per un piffero la tua “tesi”.


    • Rispondi

      “Comprensione verbale non è il tuo forte vedo. Scusa per non aver colto la tua sottile sagacia.”

      Non c’è bisogno di scusarsi, capita talvolta di non cogliere la mia sottile sagacia.

      -

      “Su DKCTF non sto a muover critiche perchè a vederlo sembra comunque bello, anche se io preferivo la struttura provata da Rareware su N64.”

      Beh, sì, per me TF non sarebbe dovuto esistere a questo punto, magari fra un paio di anni. Però la serie mi piace, e mi è sempre piaciuta. Poi ognuno ha i suoi gusti; a te piacciono in 3D, a me a scorrimento orizzontale.

      -

      “Dopo mario64 c’è stato sunshine si, poi basta. Galaxy era già diverso (non per questo meno divertente). Io parlo di quei platform che si vedevano un sacco ai tempi di N64, con mondi da esplorare e un sacco di cose da trovare (tipo DK64 appunto).”

      Capisco. Beh, peccato che non abbiano seguito quella strada, ma Galaxy e 3D World (meno il secondo) mi sembrano sullo stesso filone. In ogni caso, “it’s nice to want things”.

      -

      “Altra cosa, che volevi dire con quel “pensare a giocare?”? Cosa sei, un porco che aspetta che gli buttino nella mangiatoia qualcosa e sei contento? Non importa a cosa gioco, basta giocare? Scusa se Other M non mi è piaciuto e preferisco giocare ad altro! Ma ti concedo il beneficio del dubbio, quindi facciamo finta che non mi son spiegato bene io e riprovo a dirtelo: Mi aspetto X, mi arriva Y. Y si rivela peggio di X. Y è bocciato. Se Y però si rivela diverso da X ma comunque notevole, Y è promosso. Mi può star bene che facciano un Metroid a scorrimento, mi piacciono pure quelli, ma dev’esser fatto bene. Quando presi Super Paper Mario, ad esempio, avevo in testa com’erano i primi 2 Paper e volevo qualcosa come quelli. Ho provato comunque il gioco e nonostante fosse diverso (di molto), si è rivelato bello come gli altri 2 (per me è da 9). Sticker Star invece è stata una pugnalata al cuore. Te come la vedi? Anche se un gioco è diverso da quello che ti aspetti e si rivela pure realizzato pigramente sei contento lo stesso e “oh bella storiella però pensare a giocare lolololol”? Poi non dire “ci si lamenta solo di Nintendo”.”

      Stai facendo tutto da solo. Tu hai scritto che i giochi ti deludono perché ti crei delle aspettative. Allora io ti ho detto, invece di pensare (=crearsi aspettative), gioca e basta; così riesci a giudicare il gioco in maniera lucida e non in base a ciò che ti aspettavi. Questo seguendo il tuo ragionamento, e cioè che i giochi sono rovinati dalle aspettative dei videogiochi.

      -

      “Che pure sulle altre software house c’è molto da dire (bethesda, capcom, konami, square enix per dire le prime che mi vengono in mente). A te probabilmente toccheranno solo le critiche contro Nintendo perchè ti piace difenderla, ma se ti guardi attorno non è l’unica ad esser criticata.”

      A me non piace difendere Nintendo, semplicemente cerco di vedere le cose nell’insieme e non mi faccio trasportare dal fattore nostalgia (“Nintendo non è più quella di una volta!” che si dice dal 1992), o dal fattore nonmiricordo (si criticano i seguiti adesso quando Nintendo li ha sempre fatti, anzi, ha fatto persino di peggio). Se mi guardo intorno, vedo più critiche a Nintendo, poi oh, non avrò un campione rappresentativo di videogiocatori.

      -

      “Ora vai a giocare ai Kirby del Snes perchè non sai di cosa parli. Prendi, per dire, Four Sword Adventures, Wind Waker e Twilight Princess, tutti usciti su GC. Avresti il coraggio di dire che sono uguali? Quei tre kirby sono uguali quanto sono uguali quei 3 Zelda, quindi non supportano proprio per un piffero la tua “tesi”.”

      Io ho estremizzato la situazione. Non sono giochi fotocopia, come nemmeno TF di fatto lo è. Poi vogliamo parlare degli Zelda su GC? Uno Zelda lolloso che ai tempi non piacque a nessuno (rivalutato dopo, chissà perché…); un gioco multi che non ha filato nessuno; ed un gioco che fu ritardato tre-quattro volte solo per farlo uscire poi anche su Wii (insomme, bel trattamento della povera utenza del GC). Già, Nintendo è una **** proprio negli ultimi anni, già…


    • Rispondi

      Si, gioca e basta. Ma se qualcosa è proprio fatto male è fatto male. Fine. Te l’ho pure spiegato con un esempio semplice semplice, penso d’aver chiarito bene che cosa volessi dire.
      Va benissimo che a te piacciano quelli a scorrimento, come ho detto non sono per forza un male (anzi, quando annunciarono il primo new super mario bros ne fui entusiasta), ma se accontentassero un po’ tutti facendo ogni tanto qualcosa come quelli per N64 sarebbe meglio, anche per variare un po’.
      Il tuo tentativo di sembrare equilibrato ti fa sembrare molto di parte, sappilo.
      Non è tirando mazzate a casaccio al passato che si risulta più saggi, come hai appunto fatto con i Kirby. Va bene voler avere una visione d’insieme, ma non sperare che ti dia il diritto di dire quello che vuoi.
      Nintendo è criticata ok, ma io vedo critiche pure a tante altre case. C’è da dire una cosa, le critiche a Nintendo son più “folte” perchè di due tipi: di chi l’adora e di chi lo fa per “moda”. I primi la criticano non per fare gli acidi, ma perchè temono che stia prendendo una brutta rotta (e tra questi mi ci metto pure io, certe loro scelte sono preoccupanti). I secondi vanno ignorati. Ora, non è una cosa così negativa che ci sian tutte quelle critiche, significa che c’è molta gente che comunque ci tiene.
      Chiudo con un “che cavolo stai dicendo, cosa ti sei calato stasera??”
      Stavolta ti quoto io:
      “Io ho estremizzato la situazione. Non sono giochi fotocopia, come nemmeno TF di fatto lo è. Poi vogliamo parlare degli Zelda su GC? Uno Zelda lolloso che ai tempi non piacque a nessuno (rivalutato dopo, chissà perché…); un gioco multi che non ha filato nessuno; ed un gioco che fu ritardato tre-quattro volte solo per farlo uscire poi anche su Wii (insomme, bel trattamento della povera utenza del GC). Già, Nintendo è una **** proprio negli ultimi anni, già…”

      Uno zelda lolloso? Ai tempi non piacque a nessuno, a nessuno chi? A quelli che non capiscono una mazza? Ah certamente. Gli stessi scemi che oggi lo comprano per WiiU dicendo “ah a me è sempre piaciuto, sisi io proprio ci giocavo su gc e gli davo 10/10!”. Un gioco multi che non ha filato nessuno. Beh certo, non tutti hanno il buon gusto di giocarselo perchè magari non hanno mai giocato ad A Link to the Past (ora però prendono ALBW e si spacciano per gente che giocò addirittura a suo tempo alttp). Sul bel trattamento dell’utenza GC hai ragione, hanno pure spostato super paper mario su wii, che invece doveva uscire su GC. Thanks Iwata! Ma una domanda… che c’entra sta roba che hai scritto col fatto che sui kirby hai sparato una cavolata? Non è dimostrando qualcosa che non c’entra nulla, seppure in parte corretto, che rimedi al danno.
      Ah ultima domanda! Te non conosci i miei gusti, così come io non so i tuoi, ma te rispondi a quello che scrivo cercando di intuirli, buttando riferimenti ad altri utenti e via così. Non potresti rispondere attenendoti a quello che sai e non a quello che supponi? Cioè, tutta sta solfa che stai buttando giù su Nintendo, su com’era e com’è e bla bla, la scrivi per attirare l’attenzione di rissomarco o perchè credi che sia la mia linea di pensiero? Nel primo caso fai una cosa, scrivigli una bella letterina d’amore. Nel secondo invece potresti pure iniziare a rispondere senza vaneggiare, non sai cosa ne penso della vecchia Nintendo nei vari periodi della sua storia.


    • Rispondi

      “Si, gioca e basta. Ma se qualcosa è proprio fatto male è fatto male. Fine. Te l’ho pure spiegato con un esempio semplice semplice, penso d’aver chiarito bene che cosa volessi dire.”

      Allora non è un problema di aspettative fuori misura; è un problema di un gioco sviluppato male. Sono due cose diverse. Avresti dovuto spiegarti meglio sin da subito, perché inizialmente parlavi solo ed esclusivamente di “gioco pessimo perché sotto le personali aspettative”.

      -

      “Va benissimo che a te piacciano quelli a scorrimento, come ho detto non sono per forza un male (anzi, quando annunciarono il primo new super mario bros ne fui entusiasta), ma se accontentassero un po’ tutti facendo ogni tanto qualcosa come quelli per N64 sarebbe meglio, anche per variare un po’.”

      Certo, ed è per questo che sono stato tra i primi a criticare l’esistenza stessa di Tropical Freeze. Ma ormai c’è, non si può cancellare, e sembra di qualità.

      -

      “Il tuo tentativo di sembrare equilibrato ti fa sembrare molto di parte, sappilo.”

      Lo stesso vale per te, no?

      -

      “Non è tirando mazzate a casaccio al passato che si risulta più saggi, come hai appunto fatto con i Kirby. Va bene voler avere una visione d’insieme, ma non sperare che ti dia il diritto di dire quello che vuoi.”

      A casaccio? Io ho semplicemente portato un paragone (anzi, più di uno) dicendo che Nintendo i seguiti li fa da sempre. Kirby cambiava di più rispetto a quanto è cambiato Tropical Freeze rispetto Returns? Il discorso non cambia, perché sulla stessa console fece tre Donkey Kong Country di fila, a distanza di un anno, ed altre mille… Porcate, come le chiameresti tu (le collection di Mario, spin-off inutili e così via). Ed era la prima metà degli anni Novanta.

      -

      “Nintendo è criticata ok, ma io vedo critiche pure a tante altre case. C’è da dire una cosa, le critiche a Nintendo son più “folte” perchè di due tipi: di chi l’adora e di chi lo fa per “moda”. I primi la criticano non per fare gli acidi, ma perchè temono che stia prendendo una brutta rotta (e tra questi mi ci metto pure io, certe loro scelte sono preoccupanti). I secondi vanno ignorati. Ora, non è una cosa così negativa che ci sian tutte quelle critiche, significa che c’è molta gente che comunque ci tiene.”

      Secondo me, le critiche nascono principalmente dal fatto che Nintendo ha sempre fatto più o meno qualcosa di diverso. Il fatto che secondo molti sia destinata a fallire da almeno vent’anni la dice lunga. Poi c’è chi la critica perché ha capito che esistevano altre case e non capisce che Nintendo, in un modo o nell’altro, è da sempre chiusa e conservatrice (sotto la direzione Yamauchi lo era molto di più). Etc.

      -

      “Uno zelda lolloso? Ai tempi non piacque a nessuno, a nessuno chi? A quelli che non capiscono una mazza? Ah certamente. Gli stessi scemi che oggi lo comprano per WiiU dicendo “ah a me è sempre piaciuto, sisi io proprio ci giocavo su gc e gli davo 10/10!”.”

      Ehm, non eri in giro ai tempi dell’annuncio, vero? The Wind Waker fu un gioco che divise tutta la fanbase, per via dello stile. Ed il gioco fu molto criticato dai fan “duri e puri” di Nintendo per la sua lollosità e per via di altri elementi, come la navigazione e la presunta facilità. Insomma, le solite critiche che poi sono riapparse con Skyward Sword. The Wind Waker, piaccia o non piaccia, fu criticatissimo ai tempi; c’era persino gente che disse di voler abbandonare Nintendo per via del gioco sotto le aspettative (personali) – ricordo una lettera del genere su Game Republic. Pensa te!

      -

      “Un gioco multi che non ha filato nessuno. Beh certo, non tutti hanno il buon gusto di giocarselo perchè magari non hanno mai giocato ad A Link to the Past (ora però prendono ALBW e si spacciano per gente che giocò addirittura a suo tempo alttp).”

      Io dico solo che il gioco non piacque al pubblico e fu criticato, fine. Questo per dire che le critiche Nintendo le ha sempre ricevute per quello fatto. Giustamente o meno, dipende dalle situazioni. Poi t’immagini se Nintendo annunciasse uno Zelda dallo stile diverso (non uguale a The Wind Waker, ma della stessa alternatività) ora su Wii U? E ti immagini se Nintendo annunciasse un gioco in 2D di Zelda per Wii U da giocare principalmente in multi? Io credo che riceverebbe critiche per anni, ed anni, ed anni.

      -

      “Sul bel trattamento dell’utenza GC hai ragione, hanno pure spostato super paper mario su wii, che invece doveva uscire su GC. Thanks Iwata! Ma una domanda… che c’entra sta roba che hai scritto col fatto che sui kirby hai sparato una cavolata? Non è dimostrando qualcosa che non c’entra nulla, seppure in parte corretto, che rimedi al danno.”

      C’entra per dire che Nintendo da sempre ha politiche poco corrette nei confronti dei consumatori; che da sempre fa seguiti su seguiti (più o meno uguali), che da sempre fa spin-off e mille giochi con i personaggi più famosi, e così via. Dico, quindi, che mi fa ridere leggere che “Nintendo non è più quella di una volta” quando in realtà è come una volta.

      -

      “Ah ultima domanda! Te non conosci i miei gusti, così come io non so i tuoi, ma te rispondi a quello che scrivo cercando di intuirli, buttando riferimenti ad altri utenti e via così. Non potresti rispondere attenendoti a quello che sai e non a quello che supponi? Cioè, tutta sta solfa che stai buttando giù su Nintendo, su com’era e com’è e bla bla, la scrivi per attirare l’attenzione di rissomarco o perchè credi che sia la mia linea di pensiero? Nel primo caso fai una cosa, scrivigli una bella letterina d’amore. Nel secondo invece potresti pure iniziare a rispondere senza vaneggiare, non sai cosa ne penso della vecchia Nintendo nei vari periodi della sua storia.”

      Io avevo risposto inizialmente ad un altro utente, poi sei subentrato tu, ed ho iniziato a rispondere a te.


    • Rispondi

      “Allora non è un problema di aspettative fuori misura; è un problema di un gioco sviluppato male. Sono due cose diverse. Avresti dovuto spiegarti meglio sin da subito, perché inizialmente parlavi solo ed esclusivamente di “gioco pessimo perché sotto le personali aspettative”.”

      Infatti poi te l’ho spiegato per bene.

      -
      “Certo, ed è per questo che sono stato tra i primi a criticare l’esistenza stessa di Tropical Freeze. Ma ormai c’è, non si può cancellare, e sembra di qualità.”

      Si appunto, su questo nessuno ha detto nulla.

      -
      “Lo stesso vale per te, no?”

      Nel mio caso sei tu ad avere dei pregiudizi sulla mia posizione, che in realtà ignori totalmente altrimenti non avresti detto certe cose alle quali risponderò tra poco.

      -

      “A casaccio? Io ho semplicemente portato un paragone (anzi, più di uno) dicendo che Nintendo i seguiti li fa da sempre. Kirby cambiava di più rispetto a quanto è cambiato Tropical Freeze rispetto Returns? Il discorso non cambia, perché sulla stessa console fece tre Donkey Kong Country di fila, a distanza di un anno, ed altre mille… Porcate, come le chiameresti tu (le collection di Mario, spin-off inutili e così via). Ed era la prima metà degli anni Novanta.”

      Si, a casaccio. I Kirby li hai citati a sproposito, fine. L’altro paragone che hai fatto, e sul quale ti ho dato ragione sono i DKC. Ma le altre porcate? Scusa? Sarebbero?
      Di cosa stiamo parlando? Ho mai definito Mario All Stars una porcata? Ho mai definito la raccolta di giochi di Kirby per wii una porcata? Ho mai definito Metroid Prime Trilogy una porcata? Son tutte collection. Gli spin-off li ho mai criticati solo perchè spin-off? Tutt’altro! Senti, non mettere le parole in bocca agli altri perchè è una mossa misera. Uso lo stesso metro di giudizio, le collection di nintendo le approvo oggi come allora, sono altre le cose che non mi vanno giù.

      -

      “Secondo me, le critiche nascono principalmente dal fatto che Nintendo ha sempre fatto più o meno qualcosa di diverso. Il fatto che secondo molti sia destinata a fallire da almeno vent’anni la dice lunga. Poi c’è chi la critica perché ha capito che esistevano altre case e non capisce che Nintendo, in un modo o nell’altro, è da sempre chiusa e conservatrice (sotto la direzione Yamauchi lo era molto di più). Etc.”

      Si ma son quelle stesse persone che la voglion solo veder fallire per qualche motivo e rientrano nella seconda categoria che ti dicevo, e di quelle critiche non dovresti nemmeno curarti.

      -

      “Ehm, non eri in giro ai tempi dell’annuncio, vero? The Wind Waker fu un gioco che divise tutta la fanbase, per via dello stile. Ed il gioco fu molto criticato dai fan “duri e puri” di Nintendo per la sua lollosità e per via di altri elementi, come la navigazione e la presunta facilità. Insomma, le solite critiche che poi sono riapparse con Skyward Sword. The Wind Waker, piaccia o non piaccia, fu criticatissimo ai tempi; c’era persino gente che disse di voler abbandonare Nintendo per via del gioco sotto le aspettative (personali) – ricordo una lettera del genere su Game Republic. Pensa te!”

      Guarda che siamo quasi coetanei, non fare il vecchio, mi ricordo di lamentele dei lettori su nru. Ma appunto si tratta di gente che non ha capito nulla. Pure per metroid prime c’eran le stesse lamentele, poi la gente si è ricreduta (io comunque mi ricordo pure di quelli che come me lo hanno apprezzato, mica tutti davano contro a ww). Le aspettative personali sono comprensibili, ma come ti ho già detto, se poi il gioco è comunque bello non ha senso lamentarsi perchè non era esattamente come voluto. L’importante è che sia bello.

      -

      “Io dico solo che il gioco non piacque al pubblico e fu criticato, fine. Questo per dire che le critiche Nintendo le ha sempre ricevute per quello fatto. Giustamente o meno, dipende dalle situazioni. Poi t’immagini se Nintendo annunciasse uno Zelda dallo stile diverso (non uguale a The Wind Waker, ma della stessa alternatività) ora su Wii U? E ti immagini se Nintendo annunciasse un gioco in 2D di Zelda per Wii U da giocare principalmente in multi? Io credo che riceverebbe critiche per anni, ed anni, ed anni.”

      Avrebbero subito i miei soldi e comprerei WiiU. Lo dico da un’eternità, dovrebbero fare uno Zelda 2D TITANICO sfruttando una console moderna. Hai idea di che razza di epopea potrebbero creare? Sul GBC c’erano gli oracles, che nel loro piccolo erano enormi, pensa cosa si potrebbe fare su WiiU. Ah, FSA non era da giocare principalmente in multi eh, era giocabilissimo anche da soli (l’hai giocato? Guarda che non è come Four Sword).

      -

      “C’entra per dire che Nintendo da sempre ha politiche poco corrette nei confronti dei consumatori; che da sempre fa seguiti su seguiti (più o meno uguali), che da sempre fa spin-off e mille giochi con i personaggi più famosi, e così via. Dico, quindi, che mi fa ridere leggere che “Nintendo non è più quella di una volta” quando in realtà è come una volta.”

      Per certi aspetti è sempre uguale, ma per altri è cambiata parecchio. Non si può generalizzare, ad esempio sull’uscità del 2ds non ha senso dire “non è più come una volta”. Hanno sempre fatto queste mosse (tipo col GBmicro). Ma con certi giochi ha senso dirlo (non con i Mario, visto che quello era sempre uguale già sul Snes), ma con i paper mario sicuramente (hanno distrutto tutto quello che avevano creato negli ultimi anni sradicando proprio l’anima del gioco). Ma questo discorso è fin troppo ampio per essere affrontato qui.
      -

      “Io avevo risposto inizialmente ad un altro utente, poi sei subentrato tu, ed ho iniziato a rispondere a te”

      Si va bene, ma proprio perchè stai rispondendo a me potresti evitare quelli che preferisco vedere come riferimenti a terzi ma che purtroppo sono tue supposizioni infondate su di me.


    • Rispondi

      “Infatti poi te l’ho spiegato per bene.”

      Bene, quindi il problema è della software house che sviluppa male. In questo caso, il Team Ninja.

      -

      “Si appunto, su questo nessuno ha detto nulla.”

      Bene. Peccato che la critica più presente qui, ed anche nella recensione, è la sensazione di deja-vù, come se nessuno si fosse accorto che TF sarebbe stato un seguito di Returns.

      -

      “Nel mio caso sei tu ad avere dei pregiudizi sulla mia posizione, che in realtà ignori totalmente altrimenti non avresti detto certe cose alle quali risponderò tra poco.”

      Io non ho pregiudizi, anzi, la tua posizione è molto chiara da ciò che scrivi e dalla linea che segui. D’altronde, sei subentrato in una discussione tra altre persone.

      -

      “Si, a casaccio. I Kirby li hai citati a sproposito, fine. L’altro paragone che hai fatto, e sul quale ti ho dato ragione sono i DKC. Ma le altre porcate? Scusa? Sarebbero?”

      Per me Kirby non è un esempio a sproposito; pur con le loro differenza, trattasi sempre di platformer basati sulla stessa idea; a voler trovare le differenze, le trovi anche in questi DKC. Sempre considerando, poi, che Nintendo in quel periodo sfornò ben DIECI titoli di Kirby in appena 5 anni. Tutti gli spin-off di Kirby ora verrebbero definiti porcate, perché sfrutterebbe il brand come da sempre si critica. Non contiamo poi le collection dei Mario, e le mille riedizioni su console portatili. Tutte cose che al giorno d’oggi verrebbero definite porcate.

      -

      “Di cosa stiamo parlando? Ho mai definito Mario All Stars una porcata? Ho mai definito la raccolta di giochi di Kirby per wii una porcata? Ho mai definito Metroid Prime Trilogy una porcata? Son tutte collection. Gli spin-off li ho mai criticati solo perchè spin-off? Tutt’altro! Senti, non mettere le parole in bocca agli altri perchè è una mossa misera. Uso lo stesso metro di giudizio, le collection di nintendo le approvo oggi come allora, sono altre le cose che non mi vanno giù.”

      Tu le approvi, il pensiero generale no.

      -

      “Si ma son quelle stesse persone che la voglion solo veder fallire per qualche motivo e rientrano nella seconda categoria che ti dicevo, e di quelle critiche non dovresti nemmeno curarti.”

      E chi se ne cura? Per me, è semplicemente gente che non ama i videogiochi.

      -

      “Guarda che siamo quasi coetanei, non fare il vecchio, mi ricordo di lamentele dei lettori su nru. Ma appunto si tratta di gente che non ha capito nulla. Pure per metroid prime c’eran le stesse lamentele, poi la gente si è ricreduta (io comunque mi ricordo pure di quelli che come me lo hanno apprezzato, mica tutti davano contro a ww). Le aspettative personali sono comprensibili, ma come ti ho già detto, se poi il gioco è comunque bello non ha senso lamentarsi perchè non era esattamente come voluto. L’importante è che sia bello.”

      Però era troppo diverso. E poi quando fu annunciato The Twilight Princess… Troppo uguale ad Ocarina. Meh.

      -

      “Avrebbero subito i miei soldi e comprerei WiiU. Lo dico da un’eternità, dovrebbero fare uno Zelda 2D TITANICO sfruttando una console moderna. Hai idea di che razza di epopea potrebbero creare? Sul GBC c’erano gli oracles, che nel loro piccolo erano enormi, pensa cosa si potrebbe fare su WiiU. Ah, FSA non era da giocare principalmente in multi eh, era giocabilissimo anche da soli (l’hai giocato? Guarda che non è come Four Sword).”

      Immagina le polemiche all’annuncio di uno Zelda 2D su Wii U. Lo sai meglio di me che creerebbe polemiche a non finire.

      -

      “Per certi aspetti è sempre uguale, ma per altri è cambiata parecchio. Non si può generalizzare, ad esempio sull’uscità del 2ds non ha senso dire “non è più come una volta”. Hanno sempre fatto queste mosse (tipo col GBmicro). Ma con certi giochi ha senso dirlo (non con i Mario, visto che quello era sempre uguale già sul Snes), ma con i paper mario sicuramente (hanno distrutto tutto quello che avevano creato negli ultimi anni sradicando proprio l’anima del gioco). Ma questo discorso è fin troppo ampio per essere affrontato qui.”

      Sì ma non si devono considerare i singoli titoli come se fosse l’emblema della compagnia. Alcune serie sono state trattate bene, altre no. Donkey Kong prima di Returns non aveva un gioco decente dai tempi del N64… E dire che era un brand di punta per la compagnia.

      -

      “Si va bene, ma proprio perchè stai rispondendo a me potresti evitare quelli che preferisco vedere come riferimenti a terzi ma che purtroppo sono tue supposizioni infondate su di me.”

      Vedi male. Parlo con te ma si parla di argomenti generali.


  2. Rispondi

    Pure io lo prenderò più avanti. Per questo mese ho comprato Lego City e per ora sto benissimo con quello.


  3. Rispondi

    Pensavo che sin dal primo trailer fosse chiara la natura di SEGUITO di questo gioco. Difficile aspettarsi innovazioni da una formula così ben collaudata. Per fortuna, aggiungo io: Donkey Kong Country è tra le mie serie preferire di sempre, quindi ben che si continui ad affinare il gameplay.

    E poi per me il ritorno di David Wise è da 10 :D


  4. Rispondi

    Mi aspettavo un 8, ma già sbirciando tra le varie recensioni, già sapevo il contenuto. Oramai conosco lo stile di Gazpacho come le mie tasche ;)
    Non mi aspettavo molta innovazione: già è tanto che sono presenti i personaggi extra… Non lo comprerò perché non mi piacciono i platform dello scimmione, ma è sempre qualcosa in più…. Ora fate un gioco con quella bella biondona, lo stiamo aspettando tutti!


  5. Rispondi

    Non vedo l’ora di poterlo fare, però ho un dubbio sul voto: si è scesi di 2.5 da returns, quando invece New Super mario Bros U rispetto a NSMBWii ha avuto solo un voto in meno (non mi fossilizzo sul voto, ho letto anche la recensione, che dice tutto quello che c’è da sapere, tranne un accenno ai livelli sott’acqua, e ho anche visto che la recensione di mario Wii non l’hai scritta tu). Com’è possibile che DK, che pur non troppo innovativo, un gioco dove i nemici, i paesaggi, la storia, siano diversi e aggiunge personaggi e abilità (nuotare), abbia un voto più basso di Mario che aggiunge lo scoiattolo e la mappa unica ma che per il resto ha la stessa storia, stessi personaggi (sia giocabili che nemici che boss) e stesse ambientazioni del predecessore?


    • Rispondi

      Ti sei già risposto dicendo che la recensione di Mario Wii non è del solito recensore, quindi metodi di giudizio diverso.
      Ad esempio io nella mia (lo faccio per un’altra testata) ho dato 9 sia a Returns che a Tropical Freeze, proprio perché si replica lo stesso successo.
      L’innovazione sinceramente non capisco perché debba essere una necessità.
      Se Returns è piaciuto, consiglio vivamente questo Tropical Freeze che migliora visivamente il precedente capitolo e ripropone il gameplay impeccabile che contraddistingue la serie. In più mantiene il livello di difficoltà medio-alto che regala sempre belle soddisfazioni. Forse è leggermente più abbordabile, ma sono differenze leggere.


    • Rispondi

      Hai ragione XD, ma preferisco chiedere, non si sa mai. Comunque, no, io non cerco l’innovazione, poche come questo mi bastano (così come in Mario). Dopotutto, gli amanti dei platform come me, sanno bene che i platform cambiano raramente e dopo molti tioli (non si può fare di tutta l’erba un fascio, ma Ratchet & Clank, Sly, Crash, Spyro, DK, Mega Man se sono cambiati, sono cambiati dopo molto e a me va bene così!)


  6. Rispondi

    Io non ho mai avuto il precedente Donkey Kong per Wii: quindi per me questo sarà il mio primo Donkey Kong giocato in vita mia :)


  7. Rispondi

    “fallisce in un singolo aspetto, quello che probabilmente è il più importante per un seguito: manca di novità concrete.”….

    Ovvero la scoperta dell’acqua calda…. meno male che anche i recensori se ne accorgono, se qualcuno di noi comuni utenti lo dice, si e’ dei troll….

    Fa piacere (in realta’ no) vedere confermate le impressioni che avevo sul gioco dalla comparsa dei primi screenshot.

    Per me resta sullo scaffale…


    • Rispondi

      Immagino giocherai un sacco di giochi in questa gen XD XD


    • Rispondi

      Ma in realta’ sto giocando assai, tra SM3DW e SONIC lost world, dopo aver finito Rayman Legends, sto devolvendo gran parte del mio tempo alal causa dei platform…. (anche perche’ il 40% dei giochi su sta console son platform)

      e’ che oramai, il classico platform 2D, bello anche finche’ vuoi, mi ha abbastanza stancato…. e devo essere sincero, ho il countri return per Wii che non ho mai finito, se proprio devo scegliere, visto che sono molto simili, tentero’ di terminare quello per dedicarmi ad altro….


    • Rispondi

      Sì ma la tua polemica era sul fatto di non introdurre “novità concrete”.
      Come il 99,9% dei giochi di questa gen e di quella precedente e sicuramente di quella futura. Inoltre parliamo di un gioco che il precedente capitolo ce l’ha distante 3 anni nel tempo e su un’altra console. Senza ricordare che questo precedente capitolo è uno tra i migliori platform 2D della generazione scorsa.
      Questa cosa di criticare la scarsa innovazione lascia un po’ il tempo che trova. Il motivo è semplice: l’innovazione non è necessaria se la base è già perfetta per il genere di riferimento. Abbiamo tonnellate di esempi di titoli che si sono voluti reinventare diventando delle ciofeche incredibili.


    • Rispondi

      Occhio che tutti i titoli citati sono seguiti con poche novità!


    • Rispondi

      Rayman e Sonic sono sicuramente piu’ innovativi di questo…. non vorrai mica che mi metta a citare i livelli stealth o quelli musicali, il pad o il fatto che sonic e’ diverso dai capitoli precedenti, vero dev?


    • Rispondi

      Sonic è diverso dai capitoli precedenti, peccato che la qualità sia piuttosto bassa; guardacaso, i Sonic migliori degli ultimi anni sono quelli più classici, come Generations.

      Riguardo Rayman, beh, i livelli musicali sono una bella trovata ma quanto innovativi sono rispetto ad Origins, uscito due anni prima? Sono un’innovazione tale da giustificare un seguito in così poco tempo? ;) si ironizza, però estremizzare i discorsi non funziona né da una parte né dall’altra.


    • Rispondi

      Sonic che ti devo dire, a me mi sta divertendo molto di piu’ dei soliti mario….

      Rayman, beh, non trascuriamo il gamepad, i livelli sottacqua e tutto il resto…..

      Poi detto questo, non ho detto che il gioco e’ brutto, ho solo detto che mi dispiace che sia molto simile al precedente, e che per questo motivo lo saltero’…..

      Ripeto, va bene non estremizzare e criticare qualsiasi cosa, ma non capisco se questo sito e’ un sito indipendente o riceve le mazzette da N, perche’ non e’ possibile che non si possa discutere e anche criticare costruttivamente….


    • Rispondi

      Sì, prendiamo mazzette, solo che Nintendo è messa male ultimamente ed è riuscita a pagarci solo un 7.5 ;) al di là degli scherzi, un conto sono le critiche costruttive, un conto quelle pretestuose. DKC:TF è stato annunciato a giugno e si vedeva sin da subito che sarebbe stato un seguito e niente di più.


    • Rispondi

      infatti dev, la mia non voleva essere una critica pretestuosa…. come dici tu, appurato che purtroppo (o per fortuna) e’ solo un seguito “more of the same”, per quanto mi riguarda, non lo prendero’ adesso, magari tra un po a prezzo basso o quando, e se, andro’ in crisi d’astinenza da platform.

      Poi si vede che e’ un gran bel gioco. ;)


  8. Rispondi

    Che poi la mia frase “more of the same” così criticata è attualissima…..


  9. Rispondi

    Numeri, recensioni , non mi stancherò mai di dirlo per quanto utili, solo solo dei fari degli indirizzi…se aspettavate questo, come altri , gioco lo dovete prendre o meno perchè vi piace o meno questo stile , DK ecc ecc, invcere io vedo che ci si disperde tanto su un numero su una recensione….badate bene non sto dicendo che la recensione diventi inutile anzi anche in questa sede dico un caldo grazie per il lavoro fantastico della redazione, ma può benissimo essere che voi abbiate opinioni diverse no?Marco posso dirti una cosa? da fan Nintendo e sopratutto da amante di videogiochi di lunga data sarei cieco se non vedessi/dicessi che le innovazioni , e parlo in generale del tutto il panorama di videogiochi sono state minimali in molti casi , ma trovo che continuare a tacciare Nintendo di ripetitività non sia giusto oltre che inutile, non completamente almeno, voglio dire, se molti dei titoli terze parti poi cancellati fossero usciti per wii u allora indipendentemente dalle vendite o meno la console per molti sarebbe stato un successo, ma io mi chiedo, quanti di questi giochi siano validi e non facciano semplicemente moda?non sto dicendo a te e anzi davvero ti invito con tutta la tranquillità di sto mondo a non prendere il mio come un attacco o critica! sai a volte la questione è talmente semplice, molta, forse troppa gente prende la wii u per quello che esce sulle altre console pretendendo che esca anche per questa, ti semberà un ragionamento assurdo ma se guardi interventi e andamento vedi bene che non è una cosa tanto campata, a volte penso che la soluzione per questi sia prendersi un altra console…davvero sento da alcuni uno stupore per per i vari Mario Zelda..e mi chiedo..io prendo una console Nintendo proprio per i suoi brand storici..se uno vuole un call of duty (ho citato a caso) prenda una console che lo ha e non critichi una console che ha scelto e che non lo ha….non lo so , non sono poi tutto sto vecchio ma io se prendevo/prendo un cosa o la devo prendere valuto quello che ha quello che c’è , e non la prendo per poi criticare che non ha tutto quello che io vorrei , invere molti lo fanno…


  10. Rispondi

    5 DK Country per home console negli ultimi 10 anni, in tre generazioni differenti e leggo commenti sulle poche novità… Poi altri titoli prendono sempre 8/9 quando sono sempre identici ed escono a cadenza annuale… Questa cosa non la capirò mai :D

    Comunque io non ho giocato a quello sulla Wii che recupererò su 3DS quindi, per ora, aspetto ;)


  11. Rispondi

    Secondo me siete fin troppo critici, considerate il platform 2D come uno stile di gioco superato invece ho trovato return dedisamente interessante in particolr modo i 2D fanno capire quanto possono essere impegnativi come i tempi del return per intenderci, quando lo giocavo erano anni che non mi veniva da puzzare di sudore sotto le ascelle. Ormai sono esausto del 3D in prima persona al punto da aver puntato su Wii U e poi non penso che ci debbano essere grosse novità ormai nessun titolo lo offre, final fantasy ha sempre cercato di inserire novità e paragonando il 7 e 8 a quelli nuovi se non al terribile 13 penso che si stava meglio quando si stava peggio, più che altro è da prendere come una nuova avvenutra più che un gioco nuovo, e magari anche rivolto alle nuove generazioni anche se io sono della vecchia non avrei di certo il diritto che tutto fosse ritagliato per noi vecchioni. Penso che Donkey Kong sia la serie che più si sia proposta il meno possibile, ricordo di aver giocato 3 capitoli per SNES sviluppati dalla RARE quella che ha fatto Kameo per Xbox360 e il return qualche anno fa 2008/09 non ricordo con precisione e ora finalmente una nuova avventura.


  12. Rispondi

    Da fan del genere, sarà mio sicuramente quando avrò Wii U (che non riesco a decidermi di comprare).
    Sinceramente se la formula è la stessa di Returns con miglioramenti, ben venga. Per me, come ha detto deveroos, era palese dall’inizio che era un seguito diretto, se volevano stupirci con grandi novità ce lo avrebbero fatto capire subito. Speriamo per il futuro, per adesso va benissimo così :)


    • Rispondi

      che aspetti????? eh si semischerza! pero’ e’ una gran console, troverai sicuramente un bel po’ di giochi che ti piaceranno, sia che tu sia un Nintendoboy sia no…….. ;)


  13. Rispondi

    Purtroppo è lo stesso difetto che mi sarei aspettato guardando i filmati.
    Lo prenderò lo stesso: Returns mi piaceva un sacco.


  14. Rispondi

    Parli con me 19Andrea75?
    Comunque non ci vedo nessuna critica nelle tue parole, hai le tue opinioni.
    Ribadisco solo che le stesse critiche del redattore che qui tutti accettano, le ho fatte fin dal primo video ricevendo i soliti commenti strafottenti che ricevo da eoni.
    Tutto qua


    • Rispondi

      Non mi pare che qui le critiche del recensore le abbiano tutti accettate; anzi, vedo molti dissensi per quanto riguarda il voto, e le motivazioni del voto.


    • Rispondi

      risso sono con te…
      Qui o si dice che N non sbaglia una mossa o la critica e` “poco argomentata, non motivata…”.
      Come si prova a motivare,allargando per forza di cose l’ambito della discussione “si va fuori topic”.
      :/


    • Rispondi

      Credo che questa recensione confuti ampiamente la vostra teoria del complotto.


    • Rispondi

      Io non sono per niente d’accordo con le critiche fatte.
      Il fattore novità su una base che è perfetta è praticamente inutile. 3 anni fa, giocando al Country per Wii, ebbi la sensazione di un gioco praticamente senza difetti, se mi dicono che è persino migliorato per quale motivazione non dovrei dargli un voto uguale o superiore (che poi più di 10 non c’è). Mettere 7.5 perché il gioco non introduce novità, secondo il mio modesto parere, è davvero senza senso.
      Se dobbiamo parlare di giochi tutti uguali tra loro ce ne sarebbero tantissimi, sono tutti seguiti, con un gameplay ben saldo, un level design che non cambia o se cambia è solo un perfezionamento; ma non è un problema.


  15. Rispondi

    Sono contento che sia un titolo molto valido


  16. Rispondi

    le recensioni personali / soggettive sono inutili e non servono a un tubo….

    il gioco è da prendere, anche se è ora che fanno un metroid , basta con sto dk….


    • Rispondi

      recensioni inutili?? e allora dolphin che fai qui scusa eh???e lo dico con tutta calma…è ovvio che anche il recensore fa la rece ANCHE in base ai suoi gusti su un dato gioco/genere ma a differenza di quello che molti sembrano credere , io penso che non si fermi a quello, voglio dire , abbraccia anche quelli che sono i canoni del genere, i punti di riferimento della categoria o no? e come ho detto anche tempo fa , non siamo tutti milionari da prendere 30giochi al mese o no?se vogliamo tutti giochi da 9/10 sfido che non vanno bene le recensioni…si può dire quello che si vuole pensarla come si vuole ma ragazzi lo ri-dico a tutti, queste persone stanno lavorando eh?non sono qui a grattarsi perchè non hanno nulla da fare, la pensate a modo vostro? strasuperbene , ma dire che il lavoro di una persona qua è inutile…sarà che per me non tutto è dovuto..ma questa è una mia idea…ciao a te e tutti… e grazie per quello che fa la redazione…:)


    • Rispondi

      @19andrea75 allora tu che parli a fare scusa eh???

      scrivi boiate che non leggo , no ho mai insinuato tutta la roba che hai scritto , propio perchè ritengo che le recensioni siano fondamentali…ho affermato , se leggi bene…
      ” recensioni personali/soggettive “, significa che ritengo questo stile di fare recensioni inutile in quanto a me,personalmente, non da l idea di com è il gioco,non giudicando in maniera obiietiva e tecnica ,per quanto possibile , il gioco che mi interessa, a me non importa delle sensazioni e l emozioni che suscita al recensore , come ritengo poco obbiettivo il voto finale di conseguenza.

      Ed è cosa già espressa da molti altri utenti prima di me, non una lamentela al sito, persone ,critiche o altro,anche perchè spesso in passato mi è capitato di leggere articoli utili ed interessanti,per il resto è solo una banalissima considerazione nonchè opinione personale.


    • Rispondi

      Moderiamo i toni, grazie.


    • Rispondi

      *maniera obbiettiva, ho scritto male….


    • Rispondi

      @Dev: sono io mi sono accorto che Dolphin = Joker = Mastergame?

      Che aspettate a blastarlo?


    • Rispondi

      no no, sono solo Dolphin ,non conosco sta gente…. trollone! :D


    • Rispondi

      Mah, seriamente, tralasciando i modi un po’ rudi di Dolphin, non mi sembra che abbia detto qualcosa di così scandaloso. Anch’io ritengo le recensioni personali/soggettive inutili, perchè non fanno capire com’è il gioco in sè oggettivamente.

      E ancora più sbagliato secondo me è giudicare un titolo basandosi sui capitoli precedenti. Il fatto che questo capitolo non porti innovazioni rilevanti non deve condizionare il voto finale, perchè si deve giudicare la qualità del titolo in sè, non in relazione ai capitoli precedenti. Sarò io poi a decidere se vale la pena acquistare a 60€ un titolo senza innovazioni o se mi conviene aspettare un calo di prezzo. Il recensore deve giudicare il titolo come se fosse il primo della serie, deve giudicare la sua qualità. Se io fossi un neofita della serie, vedendo il voto di questo titolo, lo giudicherei soltanto come un gioco poco più che discreto, quando, leggendo la recensione, non pare così, visto che la qualità del titolo sembra equivalente a quello del predecessore e l’unico difetto riscontrabile è la mancanza di innovazione.
      Perciò se la qualità del titolo in questione è uguale a quella del predecessore che prese 10, allora anche questo deve essere da 10! Poco importa se non introduce novità rilevanti!!
      Il recensore deve rivolgersi a qualunque tipo di pubblico, sia al fan della serie che ha giocato tutti i capitoli precedenti, sia al neofita che vuole provare la serie per la prima volta. E l’unico modo per farlo è giudicare il titolo per quello che è, per il suo valore in sè, dando un giudizio il più possibile obiettivo e oggettivo, il che si ricollega alla critica iniziale del mio commento, in cui dicevo che fare recensioni personali/soggettive non ha alcun senso.


    • Rispondi

      straquoto frulla!

      è esattemente questo il mio pensiero , infatti il mio post parla di questo!

      non era certo una critica o lamentela verso il lavoro che viene fatto sul sito,sulle recensioni ed articoli in generale ,che trovo encomiabile…

      altrimenti caro 19andrea75, come hai ben tu ,( l unica cosa vera che hai scritto ) qua che ci stavo a fare…


    • Rispondi

      Frulla for President! ;-)


    • Rispondi

      grazie, grazie! Facciamo tutti la ola per il Presidente Frulla! :asd:


  17. Rispondi

    Che poi questa cosa che Nintendo si deve fare il mazzo e “innovare” ogni volta mi fa spisciare. Le altre competitor bivaccano proponendo la solita solfa ogni anno e nessuno dice nulla…boh…

    EDIT: Non so perché l’abbia messo in risposta a eugen1087 0_o


    • Rispondi

      il problema e’ che non lo sta facendo ORA, che ne avrebbe bisogno…. se riuscissero a tirare fuori qualcosa di veramente innovativo come fu WiiSport, allora forse riuscirebbero a salvare la console….

      Perche adoro questa console e la vorrei vedere supportata per un intero ciclo vita, non solo da N ma anche da terze parti.

      IMHO, finche’ continueranno a proporre more of the same di giochi usciti su Wii o su 3ds, il “tasso di conversione” da Wii a WiiU rimarra’ basso, come infatti e’ ora……

      N ha un bacino di utenza enorme su Wii da cui attingere per vendere la nuova console… ma se mi fai un Mario uguale a quello Wii, un DK idem, uno zelda da Gamecube e l’unica vera novita’ e’ W101 che e’ cmq un gioco difficile che non ha lasciato il segno (purtroppo aggiungo, anche per via di una demo orrenda), non e’ cosi’ facile far venire la “voglia” di upgrade….

      SPero di aver spiegato il perche’ sul punto di innovare…..


    • Rispondi

      Allora. Il bacino Wii è andato da tanto tempo, ora lo trovi su smartphone, tablet e browser game. Rimane l’osso duro che è appassionato guarda caso ai capolavori del passato.
      Poi ripeto perché a Nintendo si chiede OGNI volta di innovare mentre tutti gli altri competitor possono tranquillamente sguazzare nella ripetizione di se stessi o di altri prima di loro? Guardati l’idolatrato e già reso gioco del secolo “The Order 1886″. Fermo restando che abbiamo visto pochissimo, io ho visto Gears of War con una grafica migliorata. Donkey Kong è il concept precedente migliorato graficamente. Ma Nintendo NO, non può! Deve innovare! E poi scusa…WIIU SPORTS?????? Ma per piacere…quella robaccia che stia il più lontano possibile dalle console da gioco. Già ne paghiamo lo scotto dopo il Wii.


    • Rispondi

      opinioni….

      Guarda per esempio AC4, dopo che tutti stavamo dicendo che la serie era diventata una mera autoreferenza, bahm, battaglie navali! Hanno mantenuto la struttura di gioco che e’ stata il successo della serie ma ne hanno radicalmente cambiato l’ambientazione…..

      WiiSPorts…. puo’ essere o non essere robaccia videoludica, fatto sta che ha fatto vendere milioni di console….

      Ora possiamo fare gli idealisti, i puristi, i Nintendari HArdcore quanto vogliamo, ma esiste la realta’. E la realta’ ci ha dato storie come quella del Wii e come quella del Dreamcast…. allora se sta a cuore una cosa, macchiavellicamente, tappati il naso e spera che un altro shovelware come WiiSports arrivi prima o poi su questa console….. perche’ la situazione sta diventando sempre piu’ nera.

      E questa, e tu essendo nel campo lo dovresti sapere, e’ la realta’ dei fatti aldila’ dei nostri gusti soggettivi. Poi, se ogni opinione differente deve essere bollata come “diuretica” o altro, ne prendo atto.

      Lode a Nintendo, e a Maijakovski….


    • Rispondi

      Wii Sports?! Ma se la sua innovazione, a detta di molti, è stata l’inizio della fine!

      Alla fine, Nintendo fa seguiti su seguiti (come dal 1987) dei giochi che vendono. Se vendono, è perché qualcuno compra. E se i giochi innovativi, per così dire, non vendono, è perché qualcuno non li compra. Su Wii U abbiamo avuto due giochi di Nintendo belli e freschi come Pikmin 3 e The Wonderful 101 e nessuno se li è filati.


    • Rispondi

      vero! ma forse , io credo che ci vogliano giochi come uncharted ,the last of us, un fps nintendaro…parlo di stile eh! non di un mero copia incolla ,pikmin 3 e w101 sono belli, ma sono troppo particolari ,serve qualcosa di piu commerciale a mio avviso, poi a me la wiiu va bene cosi com è , il mio discorso è generale..


  18. Rispondi

    Devo dire che mi intriga molto specie per gli scenari e la modalità di gioco, pur non essendo un amante dei platform a scorrimento laterale. L’ultima volta che ho messo le mani sulla serie è stata con donkey kong country su gba, per cui non vedo l’ora di giocarci.


  19. Rispondi

    Battere sul tasto “more of the same”, e sulla testarda mancanza di novità ci può stare ed è giusto. Però se la stessa critica videoludica (ovviamente non parlo di questo sito) si scioglie ai piedi di un Gta V che del “more of the same” è l’apoteosi insuperata, qualcosa nel metro di giudizio e nelle aspettative direi che non quadra del tutto.

    Detto questo, per me Tropical Freeze è un ottimo gioco, che aveva un compito tutt’altro che semplice, quello di ripetersi, e a mio avviso è riuscito in pieno. E’ divertente, lungo e gradevole. Il voto di Gazpacho per me è leggermente punitivo, ma è un’opinione rispettabile.


  20. Rispondi

    Così a colpo d’occhio sembra molto bello anche graficamente parlando, ma non so se lo prenderò… Comunque finché non mi fanno super mario galaxy 3 io non sono contento :)


  21. Rispondi

    Voto giusto…purtroppo la meccanica generale è identica alla versione per la Wii, ed anche la grafica non abbaglia. Avendo giocato e terminato il gioco per Wii, forse il problema sta proprio in questo: quella versione è stata assolutamente un capolavoro!!! L’ho considerato tra i primi 3 giochi in assoluto. Questo lo prendo quando costerà 9.90…


    • Rispondi

      Mi piace questa logica del: “il seguito di uno dei più bei giochi di sempre fa schifo a prescindere e lo recupero nei cestoni” :D personalmente, se un gioco mi piace così tanto da metterlo nei miei preferiti di sempre, e se il seguito è di qualità, non ci penso due volte a comprarlo.


  22. Pingback: Donkey Kong Country: Tropical Freeze | Videogiochi e Console

  23. Rispondi

    Non mi è piaciuta come recensione, più che recensione sembra un paragone fra donkey kong country returns e donkey kong country tropical freeze, non è una valutazione del gioco in se.


  24. Rispondi

    Intanto DK floppa in Giappone…. solo 35k vendute nella settimana di lancio…. Pero’ Nintendo e’ bella, e’ sempre innovativa e quando non lo e’(come non lo sono TUTTE le altre software house) fa comunque bei giochi che la gente vuole (questo piu o meno il sunto di risposta a ogni considerazione critica che si fa)….. Che dire… Se e’ come dite voi, non capisco come mai anche in giappone la gente e’ abbastanza freddina…. Mi verrebbe da pensare, ma cosi eh, ad occhio, che qualche problema ci sia, e che magari un minimo di ragione ce l ha anche chi critica certe scelte di N….


    • Rispondi

      Semplicemente, Donkey Kong non andava lanciato in questo momento. Super Mario 3D World sta vendendo bene in Giappone; non ai livelli dei Galaxy ma meglio di Sunshine.

      In ogni caso, nessuno ha detto quello che stai affermando; nessuno ha detto che Nintendo è sempre innovativa; nessuno ha detto che quando non lo è fa bei giochi che la gente vuole. Il gioco è ben fatto e la recensione lo attesta.

      Che Nintendo abbia dei problemi, lo diciamo da quando è uscito il Wii U. Quindi questi messaggi piene di frecciatine sono piuttosto fuori luogo. A meno che tu non voglia discutere seriamente della situazione.


    • Rispondi

      Veramente dev, qui si sostiene a seconda del caso tutto e il contrario di tutto…. che N innovi, oppure quando oggettivamente non si puo’ dire allora “cosi’ fan tutte”, se si dice che “ufff ennesimo platform 2D” si risponde “eh ma quello e’ che la gente compra”, ora prendo atto almeno che la versione e’ cambiata, sono riuscito almeno a farti ammettere che forse non era il momento migliore, dopo la platform invasion del 2013….


    • Rispondi

      La versione è cambiata? Io dall’annuncio -E3 2013- dico che DKC:TF non era una gran idea; il mio articolo sull’E3 lo dimostra. Detto questo, il gioco c’è, e di qualità, ed è di un genere molto popolare, ma troppo rappresentato ora come ora sulla console.


    • Rispondi

      intanto si fa ancora il paragone con il vecchio titolo: come puoi paragonare l’utile venduto con una base installata di 12 milioni di console (quello era il numero di wii vendute all’uscita di DKCR), con l’utile venduto su una console che presenta si e no un terzo di basi installate?


  25. Rispondi

    Per quanto riguarda la recensione sono sia d’accordo che non.
    Il recensore ha punito il more of the same e anche le vendite Jappo li danno ragione.
    D’altro canto se io fossi un ragazzo alla mia prima esperienza con Dk e leggo il voto cosa faccio?
    Sapendo che l gioco e’ da 10?(io che l’ho giocato il vecchio)


  26. Rispondi

    Dico le mie opinioni:
    1)A me è piaciuto un casino DCCR(anche se non l’ho finito al 100%) e quando mi farò una WII U mi comprerò anche questo(anche se mi dispiace che non abbiano aggiunto niente di nuovo, ma aggiungere altri personaggi giocabili, la capacità di nuotare e la telecamera dinamica(e altre cosucce che non mi ricordo/non mi interessano) mi bastano e quindi sono a posto).
    2)Riguardo David Wise in un commento di Deveroos penso sia un bene che ci sia perché penso sia stato l’ultimo(o uno dei pochi) a salvarsi da Rare(e abbiamo visto tutti che fine ha fatto).
    3)Riguardo il discorso dei seguiti, un esempio è Bioshock: il primo è stato un capolavoro, il secondo così così(perché l’ha fatto un team differente), mentre il terzo è al pari del primo perché è stato fatto dal team originale e presentava gli stessi elementi del primo(storia incredibile, nemici grotteschi ma originali, i super poteri per sbarazzarsi dei nemici ecc. ecc.), oppure ci sarebbero COD – Battlefield che sono ognuno la fotocopia dell’altro ma nessuno dice niente e compra lo stesso ma questo è un’altro discorso.
    Se volete rispondetemi, ciao e a presto.


  27. Rispondi

    Vorrei fare delle domande per chi ha il gioco se permettete:
    1)Il gioco è difficile come il precedente(io personalmente considero DCCR il mio Dark Souls e se ve lo state chiedendo, si, lo so che sono due generi differenti ma non mi ricordo un gioco in cui mi sono impegnato, sudato, inveire, divertito allo stesso tempo e dopo averlo giocato io sono pronto a giocarmi Dark Souls II)?
    2)Come si fa a usare gli altri personaggi(nel senso che si controlla solo Donkey Kong e ogni tanto cambia il personaggio o lo si cambia con i barili aiutante)?
    3)Nei livelli si controlla solo Rambi o anche altri animali aiutanti?


  28. Rispondi

    Infine ringrazio i Retro per questo gioco e spero come tanti che tornino a fare un Metroid ma in parte come Other M(non fraintendetemi, io voglio solo la visuale in 3°persona, il combattimento dinamico, le fasi platform e Samus che parla almeno un pò), poi per il resto lo possono fare come piace a voi(l’atmosfera solitaria, il sistema dei potenziamenti progressivo, il design dei nemici “mostruoso”, l’esplorazione ecc. ecc.) se mi fanno un Metroid in questo modo me lo compro, sennò scaffale(mi dispiace ma io la penso così, senza offesa ai fan della saga ovviamente). Ditemi che ne pensate se volete, ciao e a presto.


  29. Rispondi

    Lo sto giocando in questi giorni: trovo che migliori Returns sotto moltissimi aspetti. La colonna sonora, pazzesca. Ovviamente il comparto grafico. La ricchezza/lunghezza/varietà dei livelli. Il dinamismo di camera e situazioni. La corposa e significativa presenza di due personaggi in più con caratteristiche di gioco non indifferenti. L’Offtv e comandi meno “rischisosi” (come lo scossone in Returns, che a volte mi fregava >_< )
    Soffre invece ovviamente di dejà vu, essendo il seguito diretto (un po' come sentii la stessa cosa con Prime 2 ad esempio); va anche detto che non è che di DK ufficiali main ne abbia avuti così tanti da sentire saturazione, anzi.
    Super promossi i Retro ancora una volta, ennesima esclusiva di qualità sublime per il Wii U, console che per me passerà alla storia come la più contraddittoria: un deserto di release, ma con Oasi di fattura sublime.


Lascia un commento

Devi effettuare l'accesso per lasciare un commento.


Potrebbe interessarti anche...