*/ ?> Anteprima di Nintendo Pocket Football Club - 3DS Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Anteprima: Nintendo Pocket Football Club

pocket

Il recente Nintendo Direct ha visto un annuncio decisamente inaspettato: l’arrivo di Nintendo Pocket Football Club in Europa, il 17 aprile, sotto forma di gioco digitale da scaricare attraverso l’eShop del 3DS. Uscito in Giappone circa un anno e mezzo fa con il titolo di Pocket Soccer League: Calciobit, trattasi del remake dell’omonimo gioco per Game Boy Advance, rilasciato (sempre e solo in patria) nel 2006. Sviluppato da Paritybit (piccolo team che si occupa anche della serie di corse con i cavalli Derby Stallion), Nintendo Pocket Football Club è un manageriale calcistico dallo stile molto particolare. Lontano infatti dal realismo di gestionali come Football Manager di Sega, questo gioco propone un gameplay profondo ma un aspetto grafico stilizzato e, di fatto, un mondo fittizio, senza licenze ufficiali di sorta. Calcio Bit

Come ogni manageriale del genere che si rispetti, il videogiocatore veste i panni dell’allenatore di una squadra di calcio. È bene quindi specificare che non si controllano i calciatori durante le partite, se non indirettamente, attraverso le sostituzioni od il campio di tattica. Ovviamente, il gioco è molto ricco: non si deve solamente gestire la squadra mentre gioca, ma anche al di fuori del campo, durante gli allenamenti; inoltre, bisogna gestire il budget fornito e decidere un po’ tutti gli elementi che caratterizzano il proprio team, dalle magliette allo stato fisico dei giocatori.

21

L’amore degli sviluppatori per i pixel si scorge già dalla schermata principale, rappresentata nell’immagine sottostante; attraverso questo hub, si può accedere alle diverse modalità di gioco. Selezionando il campetto, si può allenare la propria squadra secondo diverse pratiche. La sede principale è invece il luogo adibito al calciomercato ed alle opzioni generali del team; nella prima sezione, si possono controllare i giocatori disponibili per un contratto ed il loro prezzo. All’inizio di ogni stagione, infatti, bisogna rinnovare l’accordo con i membri del proprio team, ed eventualmente reclutarne di nuovi. Tra le opzioni, invece, vi è ad esempio la scelta dei colori della maglia, il logo ed il nome.

img_main

Sulla mappa iniziale, la modalità di gioco principale è rappresentata da uno stadio. Come in un vero e proprio campionato, si deve far partecipare la propria squadra a diverse stagioni, partendo dalla categoria più bassa per arrivare al corrispettivo della nostrana Serie A. Come già menzionato, le partite scorrono automaticamente; il videogiocatore, nel ruolo di allenatore, può comunque intervenire in diversi modi, anche durante il gioco vero e proprio, e non solo nella selezione della formazione di campo e delle tattiche prima del fischio di inizio. Ogni partita del campionato è intervellata da alcune partite amichevoli, opzionali ma utili per far crescere le statistiche dei giocatori; per non far stancar troppo la propria squadra, si può scegliere di affrontare amichevoli di appena 45 minuti (ovviamente nella realtà la durata è decisamente inferiore, nell’arco di pochi minuti), contro quelle classiche di 90 minuti.

I giocatori sono quindi dotati di caratteristiche come resistenza, potenza del tiro, velocità e via dicendo; queste possono essere modificate utilizzando delle particolari figurine, da vincere come premi dopo le partite. Bisogna essere parsimoniosi nell’utilizzo di queste carte; vista la possibilità di combinarle per crearne di più efficaci, è importante decidere come distribuirle tra i giocatori della squadra, anche considerando i ruoli che vengono assegnati in campo.

3 6

L’ultimo luogo che si può visitare dalla schermata principale è l’hub per l’online. La versione originale è ambientata in Giappone; per questo motivo, le classifiche online sono organizzate secondo l’area cittadina e la prefettura che viene indicata nelle impostazioni di gioco (e lo stesso vale per il campionato offline). Sarà quindi interessante capire come questo aspetto verrà adattato nella versione europea; Nintendo potrebbe creare un’area continentale, oppure far scegliere il Paese di appartenenza e quindi proporre diverse versioni a seconda del territorio.

L’online si può anche sfruttare per effettuare partite con altri videogiocatori, seppur in questo caso le azioni dell’allenatore siano molto più limitate rispetto i match offline. La modalità multi-giocatore è anche locale.

Calciobit 2

Nintendo Pocket Football Club sembra un gioco molto promettente, e diverso dalla solita produzione della casa di Mario. L’uscita sull’eShop è altresì un buon segnale per l’arrivo di prodotti altrimenti difficili da commercializzare in Europa.

Commenti Sottoscrivi i commenti
  1. Pingback: Nintendo Pocket Football Club dal 17 aprile sul 3DS eShop - 3DS Italia

  2. Rispondi

    [...] durante le partite, ma si possono comunque decidere numerosi elementi, come i cambi e le strategie. Nella nostra anteprima, il gameplay è stato sviscerato per bene, quindi non [...]


  3. Pingback: Nintendo Pocket Football Club: una valanga di immagini - 3DS Italia

  4. Rispondi

    [...] Il prossimo 17 aprile, Nintendo rilascerà sull’eShop del 3DS Nintendo Pocket Football Club, un gestionale a sfondo calcistico dove si impersona un allenatore che deve portare il suo team in cima al campionato; per saperne di più, non perdere l’anteprima di Wiitalia. [...]



Potrebbe interessarti anche...