Iwata: “Stiamo pensando ad una nuova struttura di business”

Dopo le recenti previsioni negative di fine anno, Iwata risponde alla testata Bloomberg riguardo alle strategie che Nintendo pensa di attuare per risalire la china. Il presidente della compagnia giapponese non nasconde il fatto che alcuni cambiamenti debbano essere fatti, e anche rapidamente, volgendo in particolare lo sguardo al crescente mercato degli smart devices, considerati da un po’ di tempo a questa parte come uno delle principali cause della contrazione del settore videoludico.

Satoru Iwata

Ecco le parole di Iwata al riguardo.

Stiamo pensando ad una nuova struttura di business. Considerata l’espansione degli smart devices, è naturale che anche noi stiamo pensando a come questi possano essere utilizzati per far crescere il settore videoludico. Tuttavia, la questione non si riduce a riuscire a far muovere Mario su uno smartphone.

Non possiamo far andare avanti un’azienda senza riuscire a vincere. Dobbiamo adottare un approccio critico e mettere in discussione se possiamo ancora semplicemente creare delle console da gioco, offrirle come abbiamo sempre fatto per 20000 o 30000 yen, e vendere software per qualche migliaio di yen ciascuno.