Il lancio della Banca Pokémon è stato rinviato

Banca Pokémon

Colta di sorpresa dall’enorme traffico generato durante il lancio in Giappone, il rilascio europeo della Banca Pokémon è stato rinviato a data da destinarsi; qualcuno addirittura vocifera che tra le cause degli inconvenienti alle reti di Wii U e 3DS vi sia proprio l’uscita di questa applicazione sull’eShop giapponese (oltre ovviamente alla mole di account registrati nel periodo natalizio). Oltre alla Banca Pokémon, anche il lancio del Pokétrasferitore è stato rimandato.

Di seguito il comunicato ufficiale:

Rinviato il lancio di Pokémon Bank e Poké Transporter a causa dell’alta densità di traffico sul Nintendo Network.

Nintendo e la Pokémon Company International hanno rinviato il lancio di Pokémon Bank e Poké Transporter – due applicazioni il cui lancio su Nintendo 3DS era stato in origine programmato per il 27 Dicembre – a causa dell’alta densità di traffico sul Nintendo Network. Per questo motivo, si rende difficile per i giocatori la creazione del Nintendo Network ID e il download di contenuti sul Nintendo eShop di Wii U e Nintendo 3DS. Estremamente spiacenti per l’inconveniente, vogliamo rassicurarvi che è nostra priorità risolvere. Ci scusiamo per il ritardo e vi ringraziamo per la vostra pazienza.

Fonte: Nintendo

Commenti Sottoscrivi i commenti
  1. Rispondi

    Spero che sia di pochi giorni…non come con Flipnote Studios (a proposito, ci sono novità al riguardo?).


  2. Rispondi

    Spero che si diano una mossa e svegliata però… La PokeBanca doveva essere il modo per impedire ai Pokemon creati con i cheats di arrivare sulle nuove generazioni… Invece così non è stato. Gran parte dei Pokemon falsi è arrivata a Kalos (…anche palesemente falsi, almeno quelli dovevano bloccarli!) !


    • Rispondi

      Per esempio? Cosa è arrivato?


    • Rispondi

      Beh, almeno qualcosa l’hanno fatto, l’e-shop del Wii U funziona


    • Rispondi

      Per esempio sono arrivati rayquaza al lv1 shiny, per esempio :3 Ma ovviamente non possono bloccarli, non sarebbe giusto. Possono però, e lo hanno gia fatto, bloccare l’entrata di questi ai tornei ufficiali.


    • Rispondi

      Non capisco però come abbiano fatto… da quel che so il 3DS non dovrebbe essere stato hackerato, e tantomeno non dovrebbero girarci dispositivi di chaeting come Action Replay o simili….


    • Rispondi

      Possono eccome,L’action Replay funziona su 3DS,non funziona per i giochi del 3DS…
      comunque come ben dicevo,non ci metteranno molto ad hackerare la banca pokemon e inoltre dico che ormai la nintendo si è riempita di incompetenti che vogliono solo soldi ma non hanno abilità…una cosa come la banca pokèmon dovrebbe essere sostenuta da server propri e non da quelli già presenti,avranno fatto ciò per risparmiare ma ora sono obbligati a spendere,e questo perchè sono incompetenti,ci arrivo anche io che servono server autonomi solo per la banca,siccome ci saranno milioni di utenti ad usufruirne in tutto il mondo…ma che dico,MILIARDI.


    • Rispondi

      Scusa se mi esprimo così, ma Spike informati. Perché è a pagamento? Perché la banca è gestita da Pokemon Co. stessa, su loro server.
      Incompetenti che vogliono solo soldi? Non credo. I soldi li vogliono tutti (TUTTI), ma incompetenti non mi sembra.
      Come ho già detto, informati prima di parlare.


    • Rispondi

      Il problema non è tanto della Banca Pokémon in sé, ma del download dall’eShop, ed è per questo, tra gli altri motivi, che il network è crashato.


  3. Rispondi

    Bè hacker are pokèmon è molto semplice, basta usare il pokègen e poi un servizi online che carica dei file e, cambiando i dns sul 3ds vi manda i pokemon che create quando accedete alla gts, come se qualcuno ve li avesse scambiati (questo fino a bw2). Il discorso sta nel fatto che certi pokèmon sono “legit” ovvero vengono riconosciuti come veri dal gioco, altri no. Un pokèmon non legit, per esempio, è un pokèmon che ha mosse che non potrebbe imparare, ma il problema più grosso sta in un codice legato all’id allenatore e anche al nome dell’allenatore stesso, che è un po’ un casino alle prime armi. In ogni caso, una volta che si ha un pokèmon legit è molto facile accedere ai tornei o all’online, mentre se non lo è non si potrà portarlo, il gioco stesso lo capisce. Ora, se si blocca l’accesso alla banca ai non legit ci sta, ma comunque una miriade di pokèmon strapompati potranno passare, perché avranno, diciamo, la fedina penale pulita.
    E non pensate che ne usino pochi, perché quando ai tornei si vedono pokèmon con iv altissimi, e guarda caso shiny, a me il sospetto sale.


    • Rispondi

      Vero. Avevo incontrato un abomasnow (shiny) più rapido di ninjask. Ho poi usato distortozona (+veloce —> -veloce) invece è rimasto veloce.
      Speriamo in bene…


Lascia un commento

Devi effettuare l'accesso per lasciare un commento.


Potrebbe interessarti anche...