Bravely Default: la recensione

Bravely Default

Bravely Default è un videogioco.

E questo, se permettete, già lo eleva al di sopra del livello attuale di quel disastro che è diventato Final Fantasy.

Bravely DefaultIl paragone tra le due IP di Square-Enix è praticamente d’obbligo, in quanto Bravely Default è in tutto e per tutto un capitolo della serie dei Chocobo, malgrado gli sforzi titanici della software house giapponese nel distinguerli e separarli. Rosa delle classi disponibili, nomi delle magie, evocazioni, caratterizzazione dei personaggi, cristalli, sistema di combattimento… Ogni aspetto di questa “nuova serie” sembra un rifacimento in salsa moderna dei gloriosi vecchi capitoli di Final Fantasy, la cui filosofia ludica ed estetica si estinse tristemente con il nono episodio. Curiosamente, Bravely Default è il seguito (non) ufficiale di Final Fantasy Gaiden (arrivato oltreoceano come Final Fantasy: The 4 Heroes of Light), e proprio Final Fantasy IX, durante la sua gestazione, era conosciuto anch’esso con il sottotitolo “Gaiden”.

Digressioni nostalgiche a parte, Bravely Default mi ha sorpreso molto, e non solo perché Square-Enix è riuscita finalmente a tirare fuori dal cappello un Final Fantasy nettamente sopra la sufficienza. Sotto le mentite spoglie di RPG dalla struttura ludico-narrativa antiquata, infatti, questo titolo nasconde una sofisticata modernità e addirittura delle caratteristiche decisamente innovative per il genere.

In parte, ciò è dovuto all’incredibile lavoro di rifinitura di cui questa versione del gioco è stata protagonista: quella che arriva sui nostri scaffali, infatti, è la versione 2.0 di Bravely Default (sottotitolata For the Sequel in terra natia) e presenta un gran numero di contenuti e feature non presenti nell’originale, tra cui figurano una moltitudine di opzioni che modificano notevolmente l’interfaccia utente, utili a snellire e velocizzare la progressione del gioco. E’ possibile, ad esempio, cambiare o eliminare del tutto la frequenza degli incontri casuali, alzare o abbassare il livello di difficoltà a piacimento, rendere gli scontri casuali rapidissimi e, più avanti nella storia, teletrasportarsi instantaneamente verso qualunque location già visitata. Insomma, Square-Enix ha svolto un ottimo lavoro di svecchiamento del gameplay di Final Fantasy mantenendone inalterato il cuore.

bravely-default-flying-fairy-3ds_021bravely-default-flying-fairy-3ds_025

Bravely Default mette il giocatore nei panni di un gruppo di quattro avventurieri in viaggio per impedire (o favorire?) la distruzione del mondo di Luxendarc. La storia ricalca molto da vicino quelle dei vecchi RPG per NES e SNES, almeno all’inizio. Il compito dei protagonisti è infatti quello di risvegliare i soliti quattro cristalli elementali per evitare che il mondo appassisca. Fin qui nulla di nuovo, ma per fortuna il cast di protagonisti (Ringabel su tutti) ed avversari si rivela immediatamente accattivante – in parte grazie ad un ottimo lavoro di localizzazione con tanto di dialoghi completamente doppiati in inglese. Bravely Default prende in prestito un sistema di “party chat” che sembra uscito dalla serie Tales of di Namco Bandai: una gran quantità di conversazioni opzionali che mettono in risalto le motivazioni dei protagonisti e rendono realistiche le relazioni tra i quattro eroi e tra gli eroi ed lo stesso mondo di gioco.

E se la trama prenderà, a partire dalla seconda metà, svolte inaspettate, sin da subito sarà l’ambientazione a catturare completamente l’attenzione del giocatore. Ogni location di gioco risulta memorabile, grazie non solo ad uno stile grafico che fonde elementi tridimensionali ad altri disegnati a mano semplicemente da lasciare a bocca aperta, ma proprio alla caratterizzazione dei luoghi e al modo in cui i personaggi, dialogando, rivelano dettagli sul funzionamento socio-politico dell’esotico mondo di gioco. Preparatevi dunque ad attraversare villaggi sperduti nel deserto la cui sopravvivenza è determinata dal funzionamento di un complesso sistema di mulini ad energia eolica, ospedali potenziati da complessi cavi che trasportano energia magica bianca, gigantesche navi-città arenate nel mezzo dell’oceano e tanto altro ancora.

Commenti Sottoscrivi i commenti
  1. Rispondi

    lo sbilanciamento delle classi è sempre stato presente in final fantasy (ninja e time mage su tutti), non vedo certe motivo di farne una critica.

    Per il resto, dal poco che ho visto giocando oggi, concordo in pieno: sin dalle prime fasi gli scenari son dipinti in tutto il loro splendore. La colonna sonora poi non ha bisogno di essere commentata..


  2. Rispondi

    Dici che mi farà dimenticare le “brutture” che Square-Enix ha sfornato negli ultimi anni su home console? allora spero che funzioni anche per le prossime uscite perché sembra proprio che non si voglia fermare.

    Comunque… oggi ho ricevuto la mia bella (enorme) Limited Edition, peccato che dovrò aspettare un bel po prima di poter cominciare questa avventura :(


  3. Rispondi

    Andrebbe detto che il merito qui è tutto dei ragazzacci di Silicon Studio, visto che sono loro gli sviluppatori dietro questo giocone. Ma è di sicuro ammirevole, da parte di Square-Enix, aver dato loro la possibilità di fare qualcosa di davvero buono XD

    Io ci sto giocando già da ieri, è davvero bellissimo *^*


  4. Rispondi

    Domani vado a prenderlo, spero di trovarlo dal Mediaworld


  5. Rispondi

    Bello, credo che lo prenderò insieme a Fire Emblem, cosi non faccio torto a nessuno xD


  6. Rispondi

    Oggi vado dal Gamestop, ovvero l’anticristo, premesso che lo avevo precedentemente prenotato per aver l’artbook, mi dice enfaticamente il commesso:” li abbiam finiti sono ad esaurimento scorte” alchè lo esorto a chiamare altri gamestop, ovvero l’anticristo, per farmene pervenire uno! Niente da fare, la mia ira funesta non riesce a placarsi con l’aggravio del fatto che lo impacchettato a dovere e ora Bravely e sotto l’albero, non posso ( voglio) ancora fruirlo, come si dice, oltre la beffa, il danno! Dannato Gamestop! Dannato il giorno in cui mi è saltata l’idea in testa di preordinare dall’anticristo!


  7. Rispondi

    Un titolo da acquistare sicuramente, ma nella demo le ambientazioni mi sono sembrate sfocate e con colori cupi, e i modelli tridimensionali dei personaggi non mi sono particolarmente piaciuti. Insomma, graficamente mi ha fatto storcere il naso.


  8. Rispondi

    Presa la collector. La confezione è come la Buccaneer di AC4 O_O


  9. Rispondi

    presso oggi al Gamestop prenotato e pagato un mese fa un gioco bellisimo ho lasciato sospeso devil sumonners y etrian odissey 4 per giocare a questo masterpiece
    ho visto che al inizio ti danno delle cose extra secondo come hai giocato la demo quindi adesso sotto con la demo


  10. Rispondi

    Vorrei porgere una domandina al recensore. La longevità come si attesta??


  11. Pingback: Bravely Default | Videogiochi e Console

  12. Rispondi

    Copio-incollo quello che dissi nella recensione di Zelda: “il prossimo che dice ancora “il 3ds non ha giochi” gli spacco le ossa”


    • Rispondi

      Ogni tuo commento è un flame o un incitamento alla console war, senza mai aggiungere nulla di interessante alla discussione. Finiscila per favore, sei alquanto fastidioso da leggere.


    • Rispondi

      JonSnow, penso che a queste cose ci dovrebbe pensare il redattore… Tu sei soltanto un utente che commenta e legge notizie basta! Non devi criticare i commenti degli altri, pensa al tuo e il redattore decide cosa dire…


    • Rispondi

      Grazie Jimmyfriz, aspettavo con ansia un dodicenne che mi dicesse cosa fare. Meno male che sei arrivato tu ;-)


  13. Rispondi

    Ho lasciato la demo al sapere che i bonus non sono cosi buoni come pensavo


  14. Rispondi

    Bene, questo è un altro dei giochi da aggiungere alla mia lista dei desideri. Scusa Gaz, ma potresti rispondere a delle domande riguardo alcuni punti del gioco che mi incuriosiscono per favore?
    1)Per caso alcuni personaggi si innamorano?(Tiz con Agnes, Ringabel con Edea o invece c’è uno “scambio di coppie”:Tiz con Edea, Ringabel con Agnes) oppure ognuno va per la sua strada finita l’avventura? Per favore rispondimi evitando però gli spoiler, grazie.
    2)Si possono evocare mostri come nei Final Fantasy oppure è una funzione legata allo streetPass?
    3)Scusa la domanda stupida, ho letto che i nemici sono tutti umani, ma nella demo io ho trovato mostri(pantera, serpenti del deserto ecc.) e nei video ne ho visti altri. Puoi spiegarmi meglio questa cosa? Grazie.
    4)Per caso ci sono sezioni in cui si vedono gli artwork a “tutto schermo” o “a piccolo schermo” degli eroi? Perché tu hai nominato il sistema “party chat”dei Tales of(il nome originale è skit per la cronaca) è mi è venuto questo dubbio.
    Per favore rispondi a queste domande, grazie.


    • Rispondi

      1) I personaggi sviluppano relazioni e in acluni casi sentimenti tra loro.
      2) Una delle classi e’ l’evocatore, e puo’ evocare mostri in perfetto stile FF.
      3) Mi riferivo ai nemici legati alla trama. Negli incontri casuali si combatte contro mostriciattoli.
      4) Nella schermata dello stato e nel diario di D puoi trovare artwork, ma nei Party Chat vengono utilizzati modelli 3d.


  15. Rispondi

    Ciao Gaz! Complimenti per le tue ottime recensioni, che leggo sempre ma non commento quasi mai perché sono troppo pigro per fare l’accesso XD
    Comunque, questo gioco sarà presto mio, l’avrei preso subito se la Limited non avesse avuto un prezzo così spropositato, aspetterò di finire Xillia per godermi questo capolavoro. Parlando della colonna sonora, che tu hai giustamente lodato, sappi che nei Linked Horizon (gruppo, capitanato da Revo, che ci ha lavorato) c’era anche Marty Friedman, ex-Megadeth e chitarrista geniale, se non lo conoscete consiglio a tutti di cercarvi qualcosa.


  16. Pingback: Prime immagini ed informazioni per Bravely Second - 3DS Italia

  17. Rispondi

    Scusa, ma nn ho capito bene quali sono i difetti di Bravely secondo te, non mi pare di averne visti nella recensione… Il motivo di un voto così “basso” rispetto a ZeldaALBW per esempio lo potresti descrivere più dettagliatamente?


  18. Pingback: Il modello paymium e le micro-transazioni: tempi bui per i videogiocatori - Wii Italia

  19. Rispondi

    Leggo solo ora la recensione e vorrei puntualizzare una cosa, il fatto che il cast sia accattivante molto probabilmente è merito di Naotaka Hayashi, scrittore di Steins;Gate.


  20. Pingback: Bravely Second avrà una grafica migliore del primo capitolo - 3DS Italia

  21. Pingback: Notiziario dal Giappone: settimana del 19/12/2014 - 3DS Italia

  22. Pingback: Bravely Default è il secondo gioco più venduto di febbraio in Nord America - 3DS Italia

  23. Pingback: Square Enix registra il marchio “Final Fantasy Explorers” in Europa - 3DS Italia

  24. Pingback: Bravely Default diventa freemium in Giappone - 3DS Italia

  25. Pingback: Anteprima di Bravely Second End Layer - Wii Italia

Lascia un commento

Devi effettuare l'accesso per lasciare un commento.


Potrebbe interessarti anche...