Iwata: abbiamo titoli “nuovi di zecca” non ancora annunciati per Wii U

L’E3 ha visto l’annuncio di numerosi titoli più o meno attesi dai videogiocatori di tutto il mondo. Molte le novità che hanno entusiasmato gli spettatori del Nintendo Direct, mentre alcuni si sono lamentati della mancanza di giochi che lasciassero a bocca aperta. Satoru Iwata, nell’intervista annuale con gli shareholders, lascia però ben sperare chi è rimasto deluso, assicurando che nei promessi mesi verrano annunciati e rilasciati anche titoli non presenti all’evento americano. Ecco la risposta che ha fornito il presidente di Nintendo al riguardo:

All’inizio dell’E3 di quest’anno, abbiamo annunciato la nostra lineup di software per Wii U fino al 2014 principalmente attraverso il Nintendo Direct, piuttosto che con una presentazione di larga scala come abbiamo fatto negli anni corsi. Tuttavia, non abbiamo annunciato tutti i giochi che verranno rilasciati in questo periodo. La maggior parte di coloro che sono interessati all’E3 è una cerchia di fan dei videogiochi desiderosi di informazioni riguardanti i cosidetti giochi tradizionali, e noi abbiamo diffuso molte informazioni per queste persone. Quindi, abbiamo innanzitutto cercato di informare i consumatori della lineup per risollevare chi avesse pensato che avrebbe dovuto aspettare a comprare Wii U finchè non fossero stati rilasciati più giochi o chi dubitasse che la lineup dei software non si sarebbe arricchita veramente. D’altro canto, quando si parla di giochi nuovi di zecca, dobbiamo annunciarli non troppo precedentemente alla loro data d’uscita per avere un impatto forte sul mercato e minimizzare le possibilità che altri pubblichino prodotti simili o concorrenti. Stiamo lavorando a nuovi tipi di gioco, ma vorremmo annunciarli maggiormente in prossimità della loro uscita per questo motivo.

Vorremmo che più persone possibili si avvicinassero, provassero e si divertissero con i nostri giochi. E’ importante che le persone che inizialmente non erano interessate ai videogame si ritrovassero ad apprezzare Wii U ogni giorno nel loro soggiorno. Dobbiamo soddisfare anche i videogiocatori più avidi. Prendiamo per esempio il Wii: quando Wii Sports si è diffuso in tutto il mondo ad una velocità sensazionale, qualcuno pensava che tutto quello che Wii potesse fare fosse permettere di giocare muovendo il Wii Remote. Con Wii U, perciò, abbiamo programmato di soddisfare dapprima i videogiocatori già esistenti, per poi offrire più tardi delle sorprese. Ma, come avete già fatto osservare, sta diventando sempre più difficile per i consumatori essere impressionati solo dai miglioramenti nella grafica, quindi ci piacerebbe cercare altri modi per sorprendere.