Nintendo Direct to Heaven

Improvvisi, inaspettati (anche se dovuti), imponderabili… i Nintendo Direct stanno diventando la via verso il paradiso di ogni Nintendaro. Il 23 gennaio 2013 sarà una data a cui guardare per ricordarsi la forza comunicativa di Nintendo, tramite questo nuovo strumento di comunicazione sapientemente costruito nei mesi passati.

Wii U Nintendo Direct

Se in precedenza abbiamo visto eventi pre-registrati interessanti e curiosi, senza dubbio più gradevoli di noiosi comunicati stampa piatti in nero su bianco, ma privi di grandissimi contenuti, alternati ad altri Direct eclatanti (come non ricordare l’annuncio di New Super Mario Bros 2 per 3DS, o l’inedito Pokemon X/Y, passando per la rivelazione del nuovo modello di portatile XL) questa volta Nintendo si è superata.

Se finora i botti più grandi sono stati riservati al portatile a due schermi, vale anche la pena ricordare come proprio prima del lancio del Wii U ad esso venne dedicato un Direct che, per contenuti e sostanza, fu forse meglio dell’E3: la rivelazione di Monster Hunter Tri Ultimate e Bayonetta 2 come esclusive, assieme agli annunci di alcuni multipiattaforma interessanti come Warriors Orochi, Ken’s rage e soprattutto Call Of Duty: Black Ops 2 riportò un po’ di serenità tra gli appassionati dopo una conferenza parca di novità di rilievo.

Ma anche rispetto a quella volta, pochi giorni fa abbiamo assistito a un evento di tenore superiore. I contenuti li sapete ormai tutti, ma ripercorriamoli velocemente.

Dal punto di vista dei servizi dedicati alla console, siamo venuti a conoscenza di un ormai prossimo aggiornamento del Miiverse che porterà alcune migliorie (tra le quali la possibilità di creare Community da parte degli utenti) e soprattutto l’accessibilità tramite smartphone (in attesa di poterci entrare anche dal 3DS, speriamo); a breve inoltre (uno in primavera e uno in estate) verranno rilasciati anche un paio di aggiornamenti di sistema che mirano a migliorare l’esperienza di fruizione del sistema operativo, velocizzandone i tempi di caricamento delle varie applicazioni; come non citare poi la Virtual Console, in arrivo anche su Wii U, lanciata con il programma 30 giorni a 30 cents che permette di acquistare alcuni vecchi capolavori dell’era NES a pochi centesimi per i primi giorni di commercializzazione (Balloon fight è già disponibile sull’eshop), in attesa di poter avere il  pieno servizio con tanto di integrazione al Miiverse e all’Off-tv per giocare direttamente sul GamePad.

Ancor più succosi sono poi stati i contenuti ludici veri e propri, per fortuna. Dapprima Iwata passa in rapida rassegna quanto già conosciuto, ricordando gli imminenti rilasci di LEGO City Undercover, Monster Hunter Tri Ultimate (entrambi distribuiti da Nintendo), Game & Wario, Wii Fit U (con la sua Community) e, ovviamente, Pikmin 3 (con tanto di modalità foto dal punto di vista dei piccoli esserini, integrata al Miiverse). Una lineup più che discreta che da marzo dovrebbe accompagnarci fino a giugno.

pikmin-3-wii-u_016pikmin-3-wii-u_021

Si passa poi a mostrare, con grande enfasi, la collaborazione con Platinum Games: un nuovo meraviglioso trailer di Wonderful 101 (in arrivo nel Q2) e un teaser di Bayonetta 2 (per il quale ancora non esistono date certe) stuzzicano non poco i palati dei videogiocatori, successivamente solleticati dai primi nuovi titoli introdotti. Non veri e propri annunci, quanto pre-annunci e conferme: al prossimo E3 nessun cuore nintendaro potrà restare indifferente visto che verrà mostrato per la prima volta Super Smash Bros sia per la home console che per 3DS, affiancato dagli annunci dei prossimi capitoli per Wii U di Mario Kart e Mario 3D (erede di Galaxy e 3D Land), presenti alla fiera addirittura in forma giocabile!

Fino a qui, piacevoli anticipazioni o conferme, ma nessuna reale concreta novità in arrivo. La delusione inizia a serpeggiare, i 30 minuti annunciati come durata del video volgono al termine, ma Iwata cambia registro: parliamo ora di nuovi giochi in sviluppo per lo più inaspettati. Si comincia con Wii U Party previsto per questa estate, un titolo casual ma che mostra piacevoli e originali usi del GamePad e che con l’episodio per Wii seppe rinfrescare un po’ le dinamiche forse stantie di Mario Party; subito dopo ecco arrivare Yoshi’s Land (da molti vociferato come quasi pronto, tanto da essere stato spostato dallo scorso E3 solo all’ultimo momento), un capitolo platform a scorrimento laterale dedicato al dinosauro amico di Mario, dal forte richiamo stilistico a Kirby Epic Yarn (o a Yoshi’s Story, se proprio vogliamo essere pignoli) supervisionato niente meno che da Tezuka.

yoshi-wii-u-wii-u_001yoshi-wii-u-wii-u_003

Successivamente ecco la rivelazione forse più particolare e imprevedibile: Atlus in collaborazione con Intelligent System è al lavoro su un crossover tra le serie Shin Megami Tensei e Fire Emblem! Pazzesco, anche se purtroppo per ora senza una data ufficiale…ma non è finita qui! A schermo compare addirittura Aonuma, pronto a illustrarci la volontà di cambiare alcune dinamiche storiche della serie Zelda per il prossimo episodio per home console, il quale richiederà però parecchio tempo per essere completato. Nel frattempo, il team è pronto a intrattenerci con una delle operazioni (commerciali) più richieste dai fan della casa di Kyoto: questo autunno potremo godere infatti del remake HD di Wind Waker, rivisto e corretto per l’occasione!

the-legend-of-zelda-the-wind-waker-wii-u_003the-legend-of-zelda-the-wind-waker-wii-u_002

Difficile rimanere indifferenti davanti a tanti titoli interni in procinto di essere immessi sul mercato o di venir svelati al grande pubblico. Ma incredibilmente, Iwata non è ancora soddisfatto. Vuol chiudere in bellezza e ci mostra un magnifico ed impressionante trailer del nuovo progetto Monolith Software, denominato Project X, dalle chiare tinte “Xeno-like”: grandi spazi abitati da immensi mostri liberamente esplorabili tramite Mech e un battle system tanto familiare quanto accattivante ci promettono ore e ore (e ore) di avventura e godimento.