Monolith Soft.: “Vorremmo diventare i Bethesda giapponesi”

Che i creatori di Xenoblade Chronicles stiano lavorando ad un progetto per Wii U non è certo un mistero; ad ora, però, Nintendo è stata piuttosto restìa nel rilasciare informazioni a riguardo, preferendo aspettare momenti più opportuni (forse il prossimo E3?). Nel frattempo, i lavori sembrano procedere spediti negli studi di Monolith Soft., che di recente si è espansa, assumendo programmatori ed aprendo un nuovo ufficio, mentre il team dedicato alle console portatili ha terminato Project X Zone per conto di Namco Bandai.

Una serie di interviste interne alla compagnia (qui disponibili in lingua giapponese) ha misurato l’entusiasmo degli sviluppatori nel cimentarsi nel loro primo e vero proprio progetto per console ad alta definizione. Monolith Soft. ha pensato a lungo quando e come compiere il salto nella nuova generazione, aspettando di trovare il team perfetto; Nintendo è stata ovviamente complice di ciò, finanziando il tutto e garantendo il supporto tipico dell’azienda madre. In particolare, Michihiko Inaba ha dichiarato:

Mi piacerebbe sviluppare un gioco in alta definizione che sbalordisca i videogiocatori. Voglio mostrare che i giapponesi sono ancora in grado di tenere testa agli occidentali per quanto riguarda l’aspetto tecnico. Il nostro obiettivo è di diventare qualcosa cosa gli sviluppatori di Fallout, i Bethesda Softworks.

Il produttore esecutivo Hirohide Sugiura aggiunge:

Credo che l’industria giapponese attuale abbia perso il suo tocco magico, e per questo mi piacerebbe fare qualcosa per cambiare questa situazione.

In attesa di ulteriori informazioni, rimane certa una cosa: i videogiocatori sono impazienti di scoprire cosa ha in serbo Monolith Soft., sperando in un capolavoro perlomeno alla pari di Xenoblade Chronicles.

Fonte: Siliconera