Gunman Clive

L’eShop si arricchisce di un’altra piccola perla che omaggia (talvolta in maniera spudorata) i grandi platform ed action a scorrimento orizzontale che un tempo rappresentavano i generi più popolari in assoluto tra i videogiocatori. Gunman Clive è nato dalla fantasia di Bertil Hörberg, sviluppatore svedese di titoli indipendenti per cellulari e browser, ed è approdato sul servizio di distribuzione digitale del 3DS giovedì 20 dicembre, in tempo per le festività natalizie. Prima di addentrarsi nei dettagli del gioco in questione, è bene chiarire una cosa: Gunman Clive è il titolo che offre il miglior rapporto qualità / prezzo sull’eShop, considerando che per appena 1,99 euro, si scarica un’avventura divertente, discretamente longeva ed appagante.

La trama-pretesto porta subito il videogiocatore al centro dell’azione, impersonando Gunman Clive, cowboy incaricato di dare la caccia ai banditi che hanno rapito la figlia del sindaco Johnson. Il sistema di gioco è quanto di più classico possa esserci, ma non per questo noioso o ridondante: tutt’altro! La varietà di situazioni è notevole ed il design dei livelli è ben studiato; il personaggio è in grado di saltare, di accovacciarsi e di sparare, utilizzando di base una pistola, ma sfruttando i potenziamenti ottenibili dai nemici una volta sconfitti.

Le citazioni dell’era 8-16bit si sprecano: da Mega Man (la più evidente) a Donkey Kong Country (lo stage nella miniera con i carrelli), passando per Castlevania (lo stesso creatore ha ammesso di aver addirittura preso qualche elemento dal non proprio esaltante Castlevania Adventure per Game Boy) e Contra; è divertente, infatti, scoprire come e dove l’ispirazione è stata utilizzata per adattarla e personalizzarla nel gioco stesso.

Indubbiamente, uno degli elementi più caratteristici di Gunman Clive è lo stile grafico, che ricorda la tecnica utilizzata in Hotel Dusk: Room 215 per DS e, per gli amanti della musica anni Ottanta, nel video Take on Me degli A-Ha (anche loro scandinavi… Sarà una coincidenza?); insieme alla quasi totale assenza di una palette di colori (predominanti sono l’ocra ed il marrone), personaggi ed elementi di sfondo sono stati resi come fossero bozze preparatorie, garantendo quindi un sicuro impatto visivo. Tutto ciò è aiutato da un utilizzo del 3D decisamente godibile e naturale (disattivandolo, infatti, perde molto appeal).

Nei 16 livelli di gioco (brevi ma molto intensi, specialmente verso la fine) si attraversanno le tipiche ambientazioni che una persona si aspetterebbe di vedere in un qualsiasi film Western: saloon, villaggi desolati, canyon, miniere e persino treni merci in corsa. Ogni 4 stage, vi è un boss da fronteggiare; per averla vinta, sarà necessario capire la strategia di ognuno di essi per prevenire, e cerca di evitare, gli attacchi. Nonostante il chiaro rimando ai platform vecchia scuola, Gunman Clive non risulta frustrante come Mutant Mudds, anche grazie alla possibilità di scegliere fra tre difficoltà differenti (facile, normale e difficile).

Persino la colonna sonora, composta da una manciata di brani, risulta ben fatta e perfettamente in linea con lo stile a tratti malinconico della produzione. In generale, quindi, Gunman Clive risulta essere un ottimo acquisto; qualche sbavatura (ad esempio, lo scarsissimo utilizzo del touch screen o qualche imprecisione nei controlli) non mina la qualità di un gioco evidentemente sviluppato con grande amore per il media video-ludico, e per le esperienze che molti di noi hanno vissuto da giovincelli tra baffuti idraulici e scimmioni iracondi.

This entry was posted in Recensioni. Bookmark the permalink.

12 Responses to Gunman Clive

  1. galaxy999 says:

    gia giocato su iphone non male

    • Daniele Magro says:

      Preso per ipad quando era gratis, ma io lo ho trovato di una piattezza e noiosità disarmante. Più che ricordami titoli del passato è riuscito ha farmeli rimpiangere.

  2. xAndreax says:

    Non mi attira ma ad amante degli platform non lo prendo….

  3. OskaRios says:

    Comprato è stupendo lo consiglio fortemente visto anche il prezzo, lo avevo anche nel mio android ma usare i tasti fisici migliora di molto l’esperienza.

  4. Dreamquest says:

    L’ho provato su iPad quando era gratis ma sinceramente non mi é piaciuto, level design monotono e poco ispirato.

  5. Mr.Toad says:

    E a dire che nonostante sapessi di non farmi grandi illusioni, poiché si tratti di un giochino in DD per shop, tramite lo stile grafico (che è l’unica cosa che mi è piaciuta del gioco, insieme a due tracce audio) riuscivo a riporre grandi aspettative al titolo. Vabbè che è un giochino per lo shop, ma mi aspettavo fosse poco più lungo, che ci fossero dei punteggi da totalizzare che mi spronassero a giocare e rigiocare i livelli per potermi battere i miei punteggi personali, poco più d’azione e invece niente, una noia mortale…..inutile, una porcheria.

    Una curiosità, quanto costa su iPad? Voglio giusto sapere, perchè gia 2 euro sono troppi per una porcheria di questo genere.
    Un altra cosa che mi è piaciuta, sono i Boss…ma complessivamente non sfugge alla mia ira. Risparmiate questi 2 euro.

    Contando che io non sono ricco, per me, questi 2 euro equivalgono a ORO!!!! 2 …..se ora avrei risparmiato quei 2 euro, sommandoli mi sarei potuto comprare Nano Assault per Wii U e ancora mi mangio le mani della cavolata che ho commesso.

  6. Pingback: Lo sviluppatore di Gunman Clive è al lavoro su un gioco per l’eShop ispirato a The Legend of Zelda - 3DS Italia

  7. Pingback: 3DS e Natale 2013: i consigli per gli acquisti di Wiitalia | Videogiochi e Console

  8. Pingback: L’eShop che verrà: Gunman Clive 2 per 3DS - 3DS Italia

  9. Pingback: L’eShop che verrà: Gunman Clive 2 per 3DS | Videogiochi e Console

  10. Pingback: Recensione di Gunman Clive HD Collection (Wii U eShop) - Wii U Italia

  11. Pingback: Interviste eShop: Bertil di Gunman Clive - Wii Italia