*/ ?> Recensione di Puddle (Wii U eShop) - Wii U Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Puddle: la recensione

A quasi un anno di distanza dal debutto su PlayStation Network e Xbox Live Arcade, Puddle sbarca sull’eShop di Wii U pubblicato in prima persona dagli sviluppatori di Neko Entertainment, studio francese particolarmente attivo sulle console Nintendo. Iniziamo subito col precisare che il titolo è sostanzialmente identico a quanto già apprezzato sulle piattaforme digitali sopraccitate e di conseguenza è rivolto a un pubblico che non ha mai avuto occasione di confrontarsi con questo ostico puzzle game su altri lidi.

Il nostro compito è far scorrere una certa quantità di liquido (in inglese puddle significa pozza, pozzanghera) lungo un percorso a ostacoli e raggiungere la fine del livello. Non si ha però il controllo diretto del fluido, l’unico modo per gestirne il movimento è interagire con l’ambiente circostante inclinando a piacere pavimenti, pareti, nastri trasportatori, carrucole e piattaforme. Sulla semplicità disarmante dei comandi, di fatto limitati a “inclina a destra o sinistra”, è stato costruito un mondo di gioco profondo in cui ogni liquido è dotato di proprietà uniche governate dalle leggi della fisica. Bisogna considerare la forza di gravità, il peso e la densità della sostanza, il grado di scivolosità della superficie e più di una volta vi ritroverete a maledire Newton e la sua discendenza.

Abbiamo della nitroglicerina che esplode dopo urti troppo violenti, un fertilizzante in grado di far crescere le piante, metallo fuso che va costantemente scaldato per impedirne la solidificazione, normale acqua che evapora a contatto con fonti di calore; i fluidi che siamo chiamati a maneggiare sono molto diversi tra loro e queste differenze influenzano in modo deciso l’approccio ai vari stage. Il giocatore è chiamato a rivedere continuamente la propria strategia, adattandola alle caratteristiche della pozza e dell’area circostante. Caffè, inchiostro, acido corrosivo, sciroppo, non si fa tempo a prendere una certa confidenza con un elemento che subito si viene catapultati in uno scenario con problematiche completamente nuove.

Le numerose insidie disseminate lungo i percorsi, come raggi laser, campi elettrici e interruttori da attivare, possono distruggere in un solo colpo tutta la nostra scorta di liquidi e in linea generale l’abilità nell’inclinare le superfici passa in secondo piano rispetto a doti quali la concentrazione, la pazienza e la perseveranza. Occorre memorizzare ogni centimetro dei tracciati, mai troppo lunghi, e procedere a tentativi sperimentando diverse soluzioni. Se amate perfezionarvi ripetendo più e più volte gli stessi livelli e la meccanica del trial & error vi è congeniale, Puddle è senza dubbio un gioco adatto a voi.

Come avrete intuito le ambientazioni passano da una fonderia a un giardino, da un tavolo da disegno a un reattore nucleare, senza farsi mancare luoghi meno convenzionali tipo uno shuttle spaziale o l’apparato digerente umano. Per diversificare ulteriormente il tutto, a volte capita di operare sotto particolari condizioni, ad esempio con i comandi invertiti o in assenza di gravità, oppure si accantonano un istante le pozze per prendere possesso di un’astronave o di un camion dei pompieri. Non ci si annoia mai insomma, i compiti sono sempre freschi e stimolanti pur condividendo il medesimo concetto di base.

puddle-wii-u-eshop_003

Per completare un quadro basta raggiungere l’uscita con una quantità minima di fluido ma per ambire a punteggi elevati è indispensabile preservare quanto più materiale possibile. In base al liquido portato in salvo e al tempo impiegato si possono ottenere tre medaglie. Puntare all’oro in ogni livello è un’impresa titanica che richiede ore e ore di applicazione metodica, dato che gli stage sono ben 48 e la loro difficoltà è sapientemente bilanciata. I primi scorrono via in relativa tranquillità, presto le cose iniziano a farsi serie e verso la fine la durezza della sfida è ai limiti della legalità.

In presenza di un quadro apparentemente impossibile basta usare la funzione Piagnucola per saltare al successivo. Sono concessi fino a quattro salti e completando un livello precedentemente accantonato si ottiene un’ulteriore opportunità di piagnucolare. Raggiungendo degli obiettivi speciali si accumulano punti utili per sbloccare uno stage extra dal sapore retrò, non particolarmente riuscito a dire il vero, mentre le classifiche online servono da ulteriore stimolo a limare i propri tempi un paio di decimi alla volta.

Il level design è sopraffino anche se minimalista, con pochi elementi sullo schermo capaci di dare vita a intricati percorsi sempre diversi tra loro. In linea con questo principio lo stile grafico è volutamente “povero”, persino troppo, con dei fondali slavati a fare da contorno all’azione in primo piano che si svolge in scenari dipinti di nero visti in controluce, dove solo le pozze e gli ostacoli brillano di colore. Le musiche di accompagnamento non sono mai invasive o particolarmente martellanti.

puddle-wii-u-eshop_007puddle-wii-u-eshop_002

Rispetto alle altre versioni per home console è assente la modalità Laboratorio, una sorta di editor, mentre sono stati implementati i comandi tramite sensori di movimento già introdotti su PlayStation Vita. Basta inclinare il GamePad a destra o sinistra per ottenere il medesimo effetto sulle pareti ma per una maggiore precisione vi suggeriamo di disattivare questa opzione e passare ai controlli via ZR/ZL o grazie allo stick analogico sinistro. E’ inoltre possibile giocare utilizzando il solo schermo del pad in caso il televisore fosse già occupato da altri.

Dopo i convincenti Little Inferno, Mighty Switch Force! Hyper Drive Edition e Nano Assault Neo un altro dei titoli del servizio Wii U eShop viene promosso a pieni voti, senza dimenticare che con i suoi 9,99 euro richiesti (7,99 se avete approfittato della promozione di lancio) è il meno caro del lotto attualmente disponibile per il download. Nonostante un comparto tecnico ridotto all’osso, se vi piacciono i puzzle game basati sulla fisica e se non vi spaventano le sfide ostiche Puddle vi terrà incollati al GamePad per giorni alla caccia di un record o di una medaglia d’oro. Se invece siete alla ricerca di un gioco non troppo impegnativo per passare qualche ora di relax con la nuova console, consigliamo vivamente di rivolgere altrove la vostra attenzione.

7.0

Potrebbe interessarti anche...