*/ ?> Recensione di Little Inferno (Wii U eShop) - Wii U Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Little Inferno: la recensione

Dai creatori di World of Goo e Henry Hatsworth, arriva anche su eShop Little Inferno, un particolare titolo che, siamo sicuri, farà molta difficoltà a trovare un’ampia fetta di utenza sulla console Nintendo. Questo perché Little Inferno è una bestia davvero strana, che a prima vista propone un concept misero e sulla carta poco accattivante: bruciare oggetti dentro un caminetto. Ebbene si, l’unica e semplicissima idea dietro al gioco è questa: comprare degli articoli da un catalogo, buttarli dentro un focolare, dargli fuoco e guardarli bruciare. Naturalmente questo è solo quello che può essere percepito da uno sguardo superficiale o distratto al gioco (o ‘non-gioco’, come a molti piace definirlo). In realtà c’è molto da scoprire dietro la semplice premessa, ma andiamo con ordine.
Little Inferno Wii U

Il primissimo impatto col gioco non può che lasciare spiazzati se non si è preparati: veniamo messi davanti a un camino, con una visuale fissa ci accompagnerà per (quasi) tutta la durata del gioco, e ci viene spiegata l’unica meccanica presente nel gioco. Tramite il catalogo possiamo ordinare oggetti da bruciare, pagandoli con le monete che il gioco elargisce in modo costante. Comprare articoli, aspettare che ce li consegnino, bruciarli e guadagnare più soldi per comprarne altri. Per la prima mezzora di gioco veniamo lasciati a noi stessi a digerire questa meccanica e, allo stesso tempo, facendo fatica a capire il senso del gioco. Poi, piano piano, ci accorgiamo che c’è qualcosa di più. Qualcosa di inizialmente marginale, ma che affiora gradualmente e contribuisce a dare un significato alle nostre azioni.

Insieme alle consegne, infatti, cominciano ad arrivare anche delle lettere da diversi mittenti, come la nostra vicina di casa o l’uomo delle previsioni metereologiche, che dipingono un po’ alla volta il mondo in cui il giocatore si trova, cambiandone così la sua prospettiva. Ci viene raccontato che fuori il mondo è congelato da incessanti nevicate che continuano a cadere ininterrottamente da molti anni, e che l’unica cosa saggia da fare, per molta gente, è rimanere in casa a giocare col proprio caminetto, bruciando al suo interno ogni cosa per non sentire il freddo. Comprare prodotti di qualsiasi tipo, bruciarli, comprarne altri… storia fantastica o critica del consumismo sfrenato che sembra aver colpito la nostra società? Quel che è certo è che giocando la curiosità sale, vogliamo sapere di più sul mondo e sui personaggi, e ad ogni lettera corrisponde un crescendo di interesse che culmina nello splendido e sorprendente epilogo.

Little Inferno propone anche un’altra meccanica più corposa che, insieme alla trama, costituisce il vero motore del gioco, ovvero quella delle combo. Ci viene fornita una bella lista contenente 99 combinazioni di due o tre oggetti da bruciare insieme, ciascuna contraddistinta da un nome che funziona anche come indizio. La meccanica è coinvolgente e può sfociare facilmente nell’assuefazione, mentre ci spremiamo le meningi per decifrare i nomi delle combo e capire quali oggetti interessano, sorridendo mentre li si osserva con soddisfazioni bruciarli tra le fiamme.

Il gioco non è ancora disponibile in italiano, ma gli sviluppatori ci hanno assicurato di essere al lavoro per rilasciare al più presto una traduzione: scovare tutte le combo o seguire la trama è infatti un compito arduo per i non anglofoni, sopratutto per quei nomi che fanno riferimento a modi di dire tipici della lingua inglese. Sotto questo punto di vista, Miiverse diventa uno strumento indispensabile per condividere la conoscenza e scambiarsi informazioni. Da segnalare inoltre che il gioco è interamente giocabile sul GamePad.

little-inferno-wii-u-eshop_006little-inferno-wii-u-eshop_005

È impossibile negare che il mondo di Little Inferno sia affascinante sopratutto per il modo in cui viene dipinto: graficamente il lavoro svolto è davvero eccellente. Prendiamo ad esempio gli oggetti presenti nel catalogo: oltre allo stile distorto e per certi versi sconcertante con cui sono disegnati, ognuno di essi brucia in modo diverso, provocando nel camino diversi effetti tutti da scoprire. Carte di credito che lanciano in aria banconote, mini bombe atomiche, galassie che alterano la gravità e autobus pieni di passeggeri urlanti sono solo alcuni degli esempi della varietà proposta dal titolo. Ogni oggetto è poi corredato da una descrizione utilizzata dai creatori del gioco per ironizzare sarcasticamente un po’ su tutto, compreso la situazione attuale dell’industria dei videogiochi. Da segnalare anche le ottime musiche, fatte di pochi ma azzeccati pezzi e canzoncine ipnotiche, ma anche dei buonissimi effetti sonori.

Tutto questo è Little Inferno. Il prezzo alto (15 euro) non lo rende accessibile a tutti, sopratutto se si considera che titoli simili, che volontariamente Little Inferno prende in giro, costano pochi euro o sono addirittura gratuiti. Vale dunque la pena spendere una cifra così alta per un gioco del genere? È una dura decisione che però, alla fine, potrebbe regalarvi una delle esperienze videoludiche più inconsuete e curate degli ultimi tempi.

7.5
Commenti Sottoscrivi i commenti
  1. Pingback: La colonna sonora di Little Inferno disponibile per il download gratuito - Wii U Italia

  2. Rispondi

    [...] chi se la fosse persa, qui è disponibile la nostra recensione: Recensione di Little Inferno (Wii U eShop) ipb.hoverCardRegister.initialize( 'member'); document.observe("dom:loaded", [...]


  3. Pingback: Recensione di Puddle (Wii U eShop) - Wii U Italia

  4. Rispondi

    [...] i convincenti Little Inferno, Mighty Switch Force! Hyper Drive Edition e Nano Assault Neo un altro dei titoli del servizio Wii U [...]


  5. Pingback: Human Resource Machine dal 3 dicembre su Wii U eShop - Wii U Italia

  6. Rispondi

    [...] di indie games, forse avrete già sentito parlare di Tomorrow Corporation, team dietro a Little Inferno, uno dei primi titoli a popolare l’allora neonato Wii U eShop. A tre anni di distanza dalla [...]



Potrebbe interessarti anche...