*/ ?> Recensione di Code of Princess (3DS eShop) - 3DS Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Code of Princess: la recensione

Non c’è che dire, la scelta di AgatsumaEntertainment di presentarsi su 3DS con un seguito spirituale di Guardian Heroes, uno dei titoli che ai tempi del Saturn furono vanto e delizia di ogni suo possessore, denota un certo coraggio da parte di questo semi sconosciuto team composto tra gli altri, proprio da ex Treasure autori di quel vecchio capolavoro per la console Sega.

Coraggiosi perché negli ultimi quindici anni ne sono cambiate di cose, con l’avvento delle nuove generazioni che hanno fatto scomparire generi allora in voga – tenuti a volte in vita esclusivamente dal panorama indie – e coraggiosi perché le aspettative nei confronti di un seguito richiesto dai fan a gran voce, erano molto facili da deludere. Per questi motivi i mesi precedenti all’uscita di Code of Princess hanno creato molto hype, ma allo stesso tempo c’era molto scetticismo da parte di chi perse delle ore anni fa sul titolo Treasure.

Anche chi scrive era tra quelli poco fiduciosi, ma ora che il gioco è finalmente disponibile esclusivamente in versione digitale su eShop, dopo averlo spolpato per bene non si può certo negare che i ragazzi di Agatsuma abbiano fatto centro, riuscendo soprattutto nell’impresa più difficile: rendere fresco e attuale un concept di gioco così datato senza bisogno per questo di snaturarlo.

Quindi ve lo diciamo sin da subito, Code of Princess è un must have!

Per tutti quelli che hanno amato Guardian Heroes, questo pur non essendo un sequel ufficiale è indubbiamente il regalo che stavano aspettando da anni. Ma per tutti gli altri?

Presto detto. Nonostante appartenga a un genere forse oggi non troppo popolare, Code of Princess incarna una delle esperienze ludiche di maggiore qualità disponibile per 3DS; immediato e divertente, da soli o in compagnia, un gioiello che brilla per la sua genuinità e si ritaglia un posto senza sfigurare nel parco titoli della console portatile Nintendo.

Sin dai primi momenti di gioco, appare subito evidente come gli sviluppatori abbiano lavorato nel modo più intelligente possibile in funzione al loro scopo, senza cercare di rivoluzionare, senza bisogno di comandi touch, senza introdurre meccaniche nuove, senza paura di auto citarsi. Tutt’altro, hanno proprio deciso di prendere ogni elemento che aveva reso un must il titolo d’ispirazione, elevandolo all’ennesima potenza. In fondo, pensandoci bene, non è questo che ci si aspetta da un buon sequel?

Commenti Sottoscrivi i commenti
  1. Pingback: Code of Princess presto in Europa - 3DS Italia

  2. Rispondi

    [...] titolo di Agatsuma Entertainment, già recensito qui su Wiitalia, compare tra gli ultimi giochi valutati dall’ USK, rating board tedesca, il che [...]


  3. Pingback: eShop: le novità del 28 marzo 2013 - Wii Italia

  4. Rispondi

    [...] musicale sviluppato da GameFreaks – i creatori Pokémon – scaricabile per 14.99 €. Code of Princess arriva finalmente in Europa dopo esser stato distribuito negli USA e in Giappone in [...]



Potrebbe interessarti anche...