*/ ?> Recensione di Liberation Maiden (3DS eShop) - 3DS Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Liberation Maiden: la recensione

Liberation Maiden, con la sua classe prorompente, si impone immediatamente come una delle più elaborate ed altisonanti produzioni disponibili sull’eShop. Il segreto di tale cura, però è presto svelato: si tratta di uno dei quattro giochi che compongono la collection “pacchettizzata” Guild01, rilasciata qualche mese fa in Giappone da Level-5.
Questa raccolta si compone di veri e propri titoli d’autore, sviluppati da alcune delle figure più importanti della scena nipponica, che in occasione dell’inaspettato e mai troppo sperato lancio Europeo sono stati separati (a dire il vero uno è andato perduto, il simpatico Rental Bukiya de Omasse) e riprezzati a soli 7.99 Euro, e verranno rilasciati a cadenza mensile a partire da oggi.

Liberation Maiden 3DS eShop

Concepito dalla mente dell’eclettico ex-becchino Suda51 (No More Heroes, Killer7), Liberation Maiden conta nel suo team di sviluppo anche altre figure davvero talentuose, come i membri dello studio d’animazione Bones (Fullmetal Alchemist, Soul Eater), Akira Yamaoka ed altri artisti e musicisti che già l’utenza Nintendo ha avuto modo di apprezzare con il secondo capitolo della serie No More Heroes.

L’esuberante trama del titolo, che sarebbe perfetta per una lunga serie animata, ci vede vestire i panni della giovane e affascinante Shoko Ozora, che a seguito dell’assassione del padre, si ritrova a smettere i panni di studenessa e a vestire niente meno che quelli di Presidente del Giappone. Oltre ad avere la stoffa per governare il paese, la protagonista se la cava niente male anche come pilota di mech, e per vendicare il compianto genitore e  liberare l’amato arcipelago, decide di salire a bordo del suo fidato robottone, il Liberator Kamui, per respingere una volta per tutte l’oppressione di un misterioso esercito nemico.

Il gioco è uno shooter 3D davvero particolare, che in parte ricorda il fantastico Zone of the Enders. Il compito del giocatore consiste nel volare liberamente attraverso i cinque livelli di gioco, strutturati in stile “sandbox” risolvendo missioni principali e secondarie, e purificando letteralmente le bellissime ambientazioni dai nemici, restituendo la vita a città distrutte e montagne inghiottite dalla neve.
L’ottima direzione artistica vi farà chiudere un occhio su alcuni piccoli problemi del motore grafico, e sul design davvero poco ispirato – ma terribilmente funzionale ai fini del gameplay – dei nemici, che per lo più sono giganteschi robottoni a forma di “chiodo” che penetrano a fondo nel terreno giapponese, assorbendone le energie e rendendolo grigio e morto.

liberation-maiden-3ds-eshop_002liberation-maiden-3ds-eshop_001

I controlli del titolo sono semplici ma eccellenti, e una volta passato il primo livello introduttivo, Liberation Maiden introduce una gran varietà di missioni e obiettivi diversi. Sezioni stealth, inseguimenti, e gli immancabili scontri con i boss si succedono ad una velocità spaventosa. E’ comprensibile che il ritmo sia così veloce, ma è inevitabile immaginare quanto il lavoro di Suda51 e compagni avrebbe giovato di un più ampio respiro. Il gioco propone una mole di contenuti ragguardevole per un titolo eShop, ma accenna ad un level design che avrebbe fatto faville se non fosse stato compresso in una scatola di sardine. Ma quando la trama sembra decollare davvero…i titoli di coda cominciano a scorrere.

I fan del genere shooter sanno già che generalmente questi giochi non sono particolarmente lunghi, e difatti per portare a termine Liberation Maiden occorre non più di un’oretta, in perfetto stile Ikaruga, per capirci. La presenza di modalità alternative e tre livelli di difficoltà, nonchè un buon numero di “achievement” che sbloccano nuovi filmati, concept art e numerosi file di testo per approfondire di più i segreti della trama, garantiscono un’esperienza davvero completa per il prezzo proposto.

liberation-maiden-3ds-eshop_004liberation-maiden-3ds-eshop_006

Eppure resta un pò di amaro in bocca. Vorrei davvero vedere Shoko in un titolo tutto suo, magari il seguito che il finale a tradimento sembra suggerire. Il gameplay, l’ambientazione e la storia appena accennati ma originalissimi mi hanno affascinato come solo gli anime migliori sanno fare, e questo, badate bene, non è un difetto, ma anzi un segnale che Liberation Maiden malgrado la fretta tocca tutti i tasti giusti.

7.5
Commenti Sottoscrivi i commenti
  1. Pingback: Hana Samurai: Art of the Sword : la recensione - 3DS eShop Italia

  2. Rispondi

    [...] a pezzi di Guild 01 di Level5, tra cui Liberation Maiden di Suda 51 di cui abbiamo già pubblicato la recensione, The Denpa Men dei creatori di Pokemon anche lui già analizzato dal nostro sito e il seguito di [...]


  3. Pingback: Aero Porter arriverà a fine mese sull’eShop del 3DS - 3DS Italia

  4. Rispondi

    [...] Liberation Maiden, un nuovo gioco appartenente alla raccolta Guild 01 arriverà sullo store digitale del Nintendo [...]


  5. Pingback: Crimson Shroud di Level-5 e Yasumi Matsuno sull’eShop dal prossimo 13 dicembre - 3DS Italia

  6. Rispondi

    [...] da confermare (si parla di 7,99 euro). Sulla piattaforma digitale del 3DS sono tuttora disponibili Liberation Maiden di Goichi Suda ed Aero Porter di Yoot Saito. ipb.hoverCardRegister.initialize( 'member'); [...]


  7. Pingback: Recensione di Crimson Shroud (3DS eShop) - 3DS Italia

  8. Rispondi

    [...] TweetCrimson Shroud mi ha ricordato dei bei tempi in cui gli RPG erano fatti di scelte, di design azzardati. Mi ha ricordato di epoche in cui Chrono Trigger e Final Fantasy condividevano gli scaffali con le bizzarie di SaGa Frontier. In questa triste era moderna in cui i giochi di ruolo sono divenuti timido prodotto di nicchia, è bello imbattersi in Crimson Shroud e vedere come un titolo possa scrollarsi di dosso tutti gli stereotipi del genere presentando contenuti rischiosi ed originali. Crimson Shroud è il nuovo lavoro di Yasumi Matsuno, papà di titoli quali Final Fantasy Tactics, Vagrant Story, Tactics Ogre e Mad World. Teoricamente, la recensione potrebbe finire qui, con un tassativo 10, un conclamante “must buy”. Ma vale la pena approfondire, scavare un pò di più in quel che questo gioco offre, non solo come RPG estremamente particolare, ma anche come parte della collection Guild-01, di cui fan parte anche il simpatico Aeroporter e Liberation Maiden. [...]


  9. Pingback: eShop: le novità del 29 Novembre 2012 - Wii Italia

  10. Rispondi

    [...] Dopo Liberation Maiden, arriva il secondo gioco della raccolta Guild 01: Aero Porter, che porta la firma di Yoot Saito, già creatore di titoli cult come Odama e Seaman. Super Pokemon Rumble va ad aggiungersi ai titoli retail disponibili anche in versione scaricabile. L’aggiornamento si chiude con DotMen, un piccolo gioco per DSiWare. [...]


  11. Pingback: Level-5: il quarto gioco di Guild 01 arriverà in Occidente? - 3DS Italia

  12. Rispondi

    [...] del 3DS. Tra i più meritevoli, Crimson Shroud, di Yasumi Matsuno (dietro a Final Fantasy Tactics), Liberation Maiden di Goichi Suda (creatore di No More Heroes) ed Attack of Friday Monsters: A Tokyo [...]



Potrebbe interessarti anche...