Speciale Hyrule Historia – Seconda parte

[Attenzione: nel seguente articolo sono contenuti spoiler riguardanti tutti i capitoli della saga di Zelda. Se ne consiglia la lettura solo a chi abbia finito la maggior parte dei capitoli principali della saga e ne voglia approfondire trama, ambientazioni e collegamenti. Buona lettura!]

Hyrule Historia - Seconda Parte
Bentornati, cari lettori di Wiitalia, all’interno dei meandri del continuum tempo-spazio di Legend of Zelda. Se ben ricordate, ci eravamo lasciati in un punto un po’ particolare: con un colpo degno di Robert Zemeckis, la timeline principale si era divisa in tre nuove linee: ognuna, plausibile o meno, derivante da un possibile scenario di Ocarina of Time. Se siete pronti a riprendere il viaggio, allacciate bene le cinture della deLorean e non distogliete lo sguardo dal finestrino, perché in questa seconda e ultima parte osserveremo gli avvenimenti e la collocazione dei rimanenti capitoli della saga.

Timeline 1 -  Il declino di Hyrule e l’ultimo Eroe

- Era della Luce e delle Tenebre

Dopo che la morte dell’Eroe del Tempo, la trasformazione del Sacred Realm nel Dark World e l’ascesa al potere di Ganon, un grave pericolo cala su Hyrule e la sua popolazione: il sovrano del regno, con le spalle al muro, non ha altra scelta che intraprendere una guerra insieme ai 7 Saggi, ai quali viene dato il delicatissimo compito di porre fine al dominio di terrore di Ganon, sigillandolo nella dimensione parallela di oscurità da lui creata.

Comincia così la cosidetta Sealing War, una durissima guerra nella quale molte persone, compresa grande parte dei sette saggi, perdono la vita contro le forze nemiche. Nonostante ciò, allo stremo delle forze, i saggi rimasti ancora in vita riescono a fermare l’invasione delle forze maligne e chiudere l’ingresso del Dark World.

Questa storia fa da sfondo alle vicende di A Link to the Past, e viene raccontata al giocatore nell’introduzione (tagliatissima nelle versioni Europea e Statunitense) del capitolo 16bit della serie. A partire dalle macchinazioni del malvagio Aghanim, intento a rimuovere il sigillo che confina Ganon e a risvegliarlo, il gioco ci porta nel Dark World vero e proprio, con lo scopo di salvare sette Vergini, discendenti dei saggi e capaci di porre di nuovo fine alla minaccia del perfido demone.

Successivamente alla ritrovata pace e all’estinzione del Dark World, la serie si prende una vacanza dal classico scenario di Hyrule e ci presenta le terre di Labrynna e Holodrum, scenario dei due fantastici titoli “gemelli” per Gameboy Color: Oracle of Ages e Oracle of Seasons. Usciti in contemporanea sul tramontare del glorioso portatile a colori, raccontano due storie parallele nelle quali il nostro eroe in tunica verde deve sconfiggere rispettivamente i demoni Veran e Onox, avvalendosi di due reliquie che permettono di manipolare lo scorrere di tempo e stagioni.

Anche se sembra che i due giochi vogliano prendere le distanze da quanto raccontato fin’ora nella gigantesca timeline della serie, la doppia natura interattiva del titolo nasconde in realtà qualcosa di più: completando entrambe le avventure e “Link-ando” (perdonate il gioco di parole) insieme le due cartucce è possibile sbloccare un’avventura aggiuntiva in cui si scopre che le vicende dei titoli non sono in realtà che il preambolo ad un’ennesima macchinazione per resuscitare ancora una volta Ganon.

I viaggi di Link al di fuori di Hyrule non finiscono qui però, perché il capitolo successivo nella linea temporale è proprio l’ottimo Link’s Awakening, uscito non molto tempo fa anche su 3DS. Questo episodio, riallacciandosi direttamente al precedente, racconta del naufragio di Link sull’isola di Koholint, durante il ritorno da un viaggio di allenamento, senza però trattare argomenti canonici della serie ma semplicemente fornendo un’eccezionale avventura a se stante.

- L’era del Declino

Dopo una lunghissima era di pace e prosperità, durante la quale la Triforza è usata dalla monarchia che governa Hyrule per far prosperare il regno, Ganon viene risvegliato dai suoi seguaci (in modo non meglio specificato) e si impossessa di nuovo della Triforza del Potere.

La principessa Zelda, preoccupata per le sorti del regno, spezza la triforza della Saggezza, precedentemente in suo possesso, in 8 frammenti e li sparge per Hyrule. Tutto ciò non passa inosservato a Ganon il quale, irritato dal gesto della bionda donzella, la rapisce. E’ a questo punto che un ragazzo chiamato Link, avvertito del pericolo che incombe da Impa, la fedele servitrice della principessa, viene incaricato di ricostruire la Triforza della Saggezza e salvare la principessa.

Questa è la trama che ha segnato, ormai più di 25 anni fa, l’inizio di questa lunga saga.

Al primissimo episodio per NES fu affiancato, circa un anno dopo, un seguito diretto ma contraddistinto da un gamepaly completamente diverso: The Adventures of Link vede il protagonista alla ricerca dell’ultimo pezzo della triforza, quello del Coraggio, e la principessa vittima di un sortilegio che la fa giacere addormentata nel castello. Frattanto i seguaci di Ganon si organizzano per resuscitare, ancora una volta, il loro sovrano…

E con questo la prima timeline, relativa al fallimento dell’Eroe del Tempo, si conclude.

Timeline 2 – Il Mondo Oscuro e i discendenti dell’Eroe

- L’esecuzione del Principe dei Ladri ed Era delle Tenebre

Zelda Twilight PrincessMajora’s Mask continua quasi direttamente dall’epilogo di Ocarina of Time, proponendo un’avventura tanto affascinante quanto collaterale. Contemporaneamente, però, avvenimenti molto importanti stanno avendo luogo ad Hyrule.

Il sovrano del regno, messo a conoscenza da Zelda dei veri piani del capo dei Gerudo, ne ordina la cattura ed esecuzione in cima alla torre di Arbiter’s Grounds per mano dei sette saggi. Ma come al solito, le cose non vanno come previsto.

La triforza del Potere, ancora in possesso di Ganondorf, gli permette di ribellarsi e uccidere uno dei saggi, mentre gli altri, presi dal panico, non hanno altra scelta che sigillare il nemico all’interno dello Specchio delle Tenebre.

Malgrado la prigionia, inizierà subito a tessere un nuovo piano di vendetta. Zant, il principale antagonista dell’eroe nel titolo che ha segnato la transizione verso i motion control, è infatti solamente un burattino nelle mani di Ganondorf. Questi sfrutta l’odio atavico del villain mascherato per il popolo dei Twili e lo manipola concedendogli parte del potere del pezzo della Triforza da lui posseduto.

Dopo le numerosi vicissitudini che punteggiano la sceneggiatura del lunghissimo Twilight Princess, il conflitto termina con l’ennesima sconfitta di Ganondorf. Una sconfitta che, purtroppo per i protagonisti della serie, sappiamo non potrà essere definitiva.

Poco importa che il popolo dei Twili, così come tante altre razze presentate nel corso della storia della saga di Zelda, non trovino una vera collocazione nella sua ricca ambientazione. Dal 2006, infatti, le porte per il Twilight Realm non sono mai state “riaperte al pubblico”.

- Era delle Tenebre

Ma lasciamoci Midna alle spalle, e continuiamo a parlare della storia di Hyrule, che continua, in questa bizzarra timeline, con l’eccellente titolo multiplayer per GC Four Swords Adventure.

La tranquillità del regno è infatti turbata dall’improvvisa apparizione di Dark Link, un clone di ombra dell’eroe in tunica verde. Nel tentativo di contrastarlo, l’incauto eroe dalle orecchie a punta estrae la Four Sword dal suo santuario, liberando così Vaati, che comincia immediatamente a seminare caos e distruzione a destra e a manca.

Ovviamente questa sequela di disastri altro non è che il risultato delle azioni di Ganon, questa volta alleato con il letale Pikori in tunica viola. Link si vede costretto ad affrontare la reincarnazione del Re dei Ladri, rinata dopo centinaia di anni dopo la morte del precedente, sempre a causa dell’infausta condanna di Demise nei confronti della stirpe di Hylia. Nonostante il popolo dei Gerudo si fosse di nuovo riappacificato col regno di Hyrule, la rinascita del sovrano getta ancora una volta un’ombra nefasta sul mondo.

Un altro punto interessantissimo della trama di Four Swords Adventure è la storia del tridente brandito da Ganon in questo ed altri episodi, di cui avremo modo di apprendere il ricco background. E’ anche grazie a questo genere di dettagli che il mondo di The Legend of Zelda è così apprezzato dai giocatori di tutto il mondo.

Con la sconfitta di Ganon per mano dell’accoppiata vincente di Link e Four Sword, una nuova era di pace si apre per i nostri eroi, che porta con se la conclusione della seconda delle tre timeline della serie.

Timeline 3 – L’eroe del Vento e il Nuovo Mondo

- Era senza Eroi

Zelda Wind WakerL’altra faccia della vittoria dell’Eroe del Tempo in Ocarina of Time, ovvero la sconfitta di Ganon nel futuro, ha portato alla liberazione di Hyrule da un regno di terrore durato sette anni. Non è purtroppo facile, come in altri casi, capire come proseguono da questo punto le cronache di Hyrule, dato che tra il suddetto titolo e il successivo in linea temporale, ovvero il coloratissimo Wind Waker, c’è un gap storico piuttosto ampio ed oscuro.

Ancora una volta, aiutandoci con le poche indicazioni ricavate in gran parte dal titolo principale per GameCube, proviamo a fare chiarezza: in modo non meglio specificato, Ganondorf viene liberato dal luogo in cui era stato sigillato. Questa volta nessun discendente dell’Eroe del Tempo sorge in aiuto del regno di Hyrule: Link, dopotutto, è sparito dalla linea temporale una volta rimandato indietro nel tempo da Zelda. In questa situazione estrema, l’unica soluzione possibile per bloccare un’altra volta Ganondorf si rivela essere qualla di sigillare Hyrule stessa, con il malvagio Gerudo al suo interno.

Le divinità comandano quindi ad alcuni prescelti di rifugiarsi sulle sommità delle montagne più alte mentre, mandando su Hyrule delle potentissime piogge, gli oceani ingrossano la loro massa e poco a poco il regno viene sommerso. Il mondo viene ridotto ad una distesa di acqua, costellata moltissime isole, unica superficie abitabile per gli uomini.

Così il concetto di terraferma sparisce per sempre.

- Il grande Mare, il viaggio e la Rinascita di Hyrule

E indovinate un po’ chi sono gli unici a poter cambiare le cose? Avete indovinato: si tratta dei discendenti dell’Eroe del Tempo e della principessa Zelda, che solcheranno i mari nel tentativo di sconfiggere definitivamente Ganondorf, ritornato dalle profondità dell’oceano.

Completata quest’avventura, i due decidono di intraprendere un viaggio alla ricerca della terraferma.

Le avventure di Phantom Hourglass, piuttosto irrilevante ai fini della timeline, pongono fine alla lunga ricerca: i protagonisti finalmente scoprono un nuovo continente, su cui, con il passare degli anni, viene ricostruito il regno di Hyrule. Nei secoli successivi avremo modo di esplorarlo a bordo del treno di Spirit Tracks, nei panni di un nuovo Link.

Questo ramo della timeline è quindi caratterizzato da uno scenario che segna un po’ un nuovo inizio per la serie. L’unica domanda è se sarà effettivamente sfruttato da altri titoli per portare la serie in nuove direzioni (magari con elementi ancor più steampunk) oppure no.

Conclusioni e note dell’autore

Link/Stalfos Twilight PrincessScrivere questo lungo pezzo, studiando attentamente la timeline e raccogliendo le informazioni disponibili in giro per la rete al fine di presentarvi tutti i fatti nel modo più chiaro possibile, è stato come aprire finalmente gli occhi su qualcosa che fino a poco tempo fa era semplicemente un insieme di tanti piccoli elementi a cui non avevo mai dato troppa importanza.

Scoprire, immagazzinando via via nuove informazioni, tutti i vari collegamenti tra quelli che sembravano solo episodi a se stanti, e confermare la validità di assurdi rumor che per anni si sono inseguiti sul www (come il pazzesco e paranoico complotto di Link in veste Stalfos in Twilight Princess) mi ha permesso di dare peso a cose che prima avevo semplicemente accettato senza farmi troppe domande.

E’ nata così in me la voglia di giocare di nuovo tutti i capitoli della serie, forte di questa nuova conoscenza, in modo da cogliere sempre più particolari e collocarli in un contesto più forte,  prestando attenzione alla trama e soffermandomi su ogni dialogo, piuttosto che lasciarmi trasportare dall’ottimo gameplay e dagli enigmi che più e più volte nel passato hanno stimolato il mio ingegno.

A questo punto, e sono sicuro che anche voi ci avete pensato, è interessante immaginare in che modo i prossimi titoli si incastreranno nella linea temporale (secondo indiscrezioni, ben due nuovi episodi della serie sono in lavorazione in questo preciso momento), che cosa ci racconteranno e su quali vicende faranno chiarezza.

Analizzando quanto rivelato da Nintendo, sembra che la timeline si concentri molto sul compito di fare semplicemente da “collante” fra i vari capitoli, e le ere elencate nell’Hyrule Historia che non sono già state trattate da uno dei giochi sembrano poco adatte ad “ospitare” un capitolo classico della serie.

Eppure, chi lo sa, magari in futuro vedremo uno spinoff strategico ambientato, ad esempio, durante la Sealing War anche se, personalmente, penso sia più probabile che il prossimo capitolo ufficiale riprenda uno dei tre rami generati da Ocarina of Time.

Non ci resta che aspettare un nuovo annuncio ufficiale di Nintendo e, nell’attesa, come dei bravi studenti, ripassare la lezione di storia.

Hyrule Historia – Prima parte