Speciale Hyrule Historia – Prima parte

[Attenzione: nel seguente articolo sono contenuti spoiler riguardanti tutti i capitoli della saga di Zelda. Se ne consiglia la lettura solo a chi abbia finito la maggior parte dei capitoli principali della saga e ne voglia approfondire trama, ambientazioni e collegamenti. Buona lettura!]

Hyrule Historia - prima parteLa timeline di The Legend of Zelda è sempre stata oggetto di animate discussioni tra i fan più sfegatati della serie: proponendo le più assurde teorie e collegamenti basati su particolari più o meno impercettibili, questi si sono divertiti per anni a cercare un filo logico che mettesse in un ordine cronologico plausibile ogni titolo della saga fantasy.

Mentre la maggior parte dei videogiocatori viaggiava per Hyrule senza farsi troppi problemi di questo genere, su forum ed altri spazi di discussione venivano infatti prodotte teorie su teorie da parte di chi invece non riusciva a darsi per vinto sull’argomento, alle prese con una difficoltà non indifferente nell’incastrare particolari che proprio non sembravano voler andare daccordo.

Tutto questo fino a quando Nintendo ha deciso di rilasciare (in Giappone, almeno per il momento) un corposo volume dal titolo piuttosto esplicativo: Hyrule Hystoria.

Immagine creata da Zac Gorman - magicalgametime.com

Il prezioso libro in questione, uscito per celebrare il 25° anniversario di questa importante saga, racconta infatti tutte le vicende accadute nelle terre di Hyrule e dintorni, ordinando gli avvenimenti a cui abbiamo preso parte fino ad adesso in una precisa sequenza temporale che lascia ben poco spazio a teorie alternative (eccezion fatta per alcuni spin off tra cui è difficile ignorare i “capolavori” made in Philips).

C’è da dire che le prime informazioni trapelate, malgrado la natura ufficiale, hanno un po’ lesinato in quanto a dettagli, limitandosi a esporre semplicemente uno schema della successione dei giochi.

Per fortuna nei giorni a seguire sono iniziati gli immancabili lavori di traduzione da parte di alcuni volontari sul web, che stanno via via portando alla luce sempre più dettagli, fornendo un quadro delle vicende più nitido.

Cerchiamo adesso di raccontarvi quanto abbiamo appreso fino ad ora, partendo, come di consueto, dall’inizio.

La leggenda degli Dei e l’Eroe del Tempo

- Era della Creazione del Mondo

Ci sono molti avvenimenti che gettano le fondamenta di tutta la mitologia di Hyrule e vengono spesso trattati all’interno dei vari capitoli della serie di The Legend of Zelda. Uno di questi, certamente il più importante, è la creazione del mondo.

Questo perché, non solo ci fornisce un inizio da cui partire, ma perché introduce l’importantissimo elemento, ormai simbolo della serie, che sta alla base di ogni storia e di ogni conflitto accaduto in Hyrule. Stiamo parlando della Triforza, il sacro triangolo dorato che ha il potere di far divenire realtà i desideri di chi se ne impossessa. Composto a sua volta da tre triangoli più piccoli, questo simbolo (che in matematica sarebbe un approssimazione del frattale chiamato Triangolo di Sierpinski) rappresenta l’unione delle virtù delle tre divinità creatrici del mondo, Din, Naryu e Farore: ovvero potere, conoscenza e coraggio.

Proprio a causa di questa triplice natura, solo chi possiede tutte e tre le virtù può entrare in possesso della reliquia, mentre chi presenta uno forte sbilanciamento in uno di questi tre attributi ne causa la rottura, ottentendo solo il pezzo col potere a lui affine: per ottenere il vero potere è quindi necessario rimettere insieme anche gli altri due pezzi.

- Era della dea Hylia ed Era del Cielo

Un potere così immenso non può che far gola alle ambizioni di ogni essere malvagio, intenzionato ad impossessarsene per rendere realtà i suoi sogni peccaminosi. E’ per questo che le tre dee hanno lasciato il compito di salvaguardare la Triforza alla dea Hylia, rimasta quindi sulla terra in veste di guardiana.

Per proteggere la Triforza, Hylia si vede costretta ad affrontare una durissima guerra contro il malvagio demone Demise ed il suo esercito infernale, allontanando gli umani dal globo terrestre per proteggerli dal sanguinoso conflitto e dando così il via alle vicende narrate nell’ultima fatica Nintendo.

Senza dilungarci troppo nei dettagli della trama, sappiamo che la sconfitta di Demise porta su Link e la principessa Zelda una maledizione, che condannerà loro e le successive generazioni a combattere per l’eternità contro l’incarnazione del suo odio.

Da qui in avanti, una serie di eroi discendenti da questo “primo” Link, ognuno appartenente ad una specifica era, saranno costretti a portare sulle spalle questo pesantissimo fardello.

Nonostante ciò, al termine di Skyward Sword sappiamo che la Triforza è stata di nuovo riportata al sicuro sulla terra grazie ai suoi due novelli protettori. Anche la Master Sword, arma benedetta dal potere di Hylia che fa la sua comparsa in più e più titoli, viene riposta all’interno del Tempio nella Foresta.

Sotto le nuvole, la terra che da qui in avanti sarà conosciuta come Hyrule, in onore della dea Hylia, comincia lentamente a ripopolarsi.

- Era del Caos ed Era della Prosperità

Vi abbiamo appena detto che la Triforza è stata recuperate ed è in mani sicure. Beh, scherzavamo.
La storia, infatti, sembra ripetersi con costanza, ed il triangolo dorato diviene ancora e ancora oggetto dell’ambizione di persone non degne del suo potere.

Per porre fine a tutti i conflitti, il saggio della luce Rauru edifica il Tempio del Tempo attorno alla Master Sword, proprio dove giaceva il Sealed Temple. In questo modo crea un’unica entrata per il Sacred Realm, ovvero la dimensione parallela che contiene la Triforza.

Il Tempio del Tempo viene poi sigillato da tre pietre sacre.

La soluzione sembra essere efficace, dal momento che questo pone fine a tutti i conflitti e apre le porte alla cosiddetta Era della Prosperità, che vede la nascita della dinastia reale di Hyrule. Questa nobile stirpe, formata dai discendenti della dea Hylia, costruisce un imponente castello al centro del paese, che oltre a fungere come semplice dimora si erge a difesa del Tempio del Tempo.

Facciamo un rapido riepilogo: un castello che ha al suo interno un tempio, sigillato da tre pietre e contenente un grande potere insieme ad una spada capace di sconfiggere il male…tutto questo vi suona familiare?

- Era della Forza

A onor del vero, nella linea temporale ci sarebbero altri due titoli a cui dare la precedenza, ovvero Minish Cap e Four Swords. Questi due capitoli introducono dei nuovi elementi che però danno quasi la sensazione di essere scollegati dal filone principale della trama, dal momento che compaiono solo in tre giochi.

Abbiamo quindi deciso di saltare a piè pari le avventure dei Picori, ma vale la pena di spendere qualche parola sullo stregone Vaati, antagonista principale di questa “mini saga”, e della Four Sword, una spada capace di moltiplicare per quattro il suo possessore custodita nelle lande di Hyrule, che il protagonista utilizzerà per sigillare il suo nemico una volta per tutte.

O forse no? Non dimenticatevi di Vaati, avremo modo di incontrarlo nuovamente, molto più avanti.

Torniamo ora a concentrarci sul punto cardine dell’intera linea temporale. Capirete ben presto, leggendo le prossime righe, perchè ci riferiamo a Ocarina of Time come “punto cardine”.

- Era dell’Eroe del Tempo

Uno dei meriti innegabili di questa prima avventura di Link nella terza dimensione è quello di aver introdotto nella sua forma più definita il nemico per eccellenza degli eroi di verde vestiti, ovvero Ganondorf, anche conosciuto come “re dei ladri”.

Nato unicamente come incarnazione dell’odio di Demise verso il genere umano, è l’unico uomo della tribù del deserto Gerudo, il che gli garantisce il ruolo di leader – nonchè beato tra le donne – secondo le tradizioni delle sue terre.

Dopo la fine del sanguinoso conflitto noto come Guerra di Unificazione di Hyrule e grazie alle trattative di pace con i leader di tutte le razze, il re dei ladri entra in contatto col Re di Hyrule. Sfruttando questo stratagemma, Ganondorf riesce ad entrare nel Sacred Realm e mettere le mani sul tesoro più segreto del regno, la Triforza.

Però, come avevamo anticipato, il forte sbilanciamento del potere rispetto alle altre due virtù, fa si che solo un pezzo della reliquia resti nelle sue mani.

Questo non cambia però il fatto che ormai il Sacred Realm sia condannato al decadimento: la mistica dimensione, chiamata anche la Terra d’Oro, viene inevitabilmente corrotta dall’animo ignobile di chi ne è entrato in contatto, trasformandosi così nel Dark World, una bieca e decadente copia di Hyrule che simboleggia il desiderio di dominio del sovrano dei Gerudo.

Questo evento fa si che emerga l’Eroe del Tempo, diretto discendente del Link di Skyward Sword e protagonista di questa storia, capace di viaggiare tra un presente ancora felice e futuro di tenebre, e destinato ad affrontare il suo malvagio antagonista dalla chioma rossa.

A questo punto occorre fermarsi un secondo a riflettere: sappiamo che la storia si stà dipanando su due tempi diversi: nel primo l’Eroe del Tempo è ancora un bambino e può fermare Ganondorf semplicemente impedendogli di entrare in possesso del triangolo dorato. Nell’altro, è un adolescente che non ha altra scelta che sconfiggere Ganondorf, ormai asceso al potere, per liberare il mondo dalla sua malvagia presenza.

Il successo dell’eroe porta quindi al proseguimento della storia su due linee diverse. La prima, più facile da seguire, è quella che continua direttamente dal finale di OoT: dopo il confronto finale e la sconfitta di Ganondorf, che ormai ha abbandonato ogni briciolo di umanità e si è trasformato nel demone dalle sembianze “cinghialesche” conosciuto come Ganon, Link viene rimandato nel passato e riesce a prevenire la salita al potere del Gerudo. La seconda, invece, prosegue direttamente dalla liberazione del mondo e dal ritorno nel passato di Link.

C’è però una terza diramazione. Secondo le fonti ufficiali della Nintendo, infatti, dobbiamo considerare anche l’eventuale sconfitta dell’Eroe del Tempo, come una sorta di “bad ending”: come si evolverebbe la storia del mondo se Link fallisse nel suo intento di fermare Ganon durante lo scontro finale?

E’ con questo interrogativo che vi lasciamo, col fiato sospeso, in attesa della seconda parte dove andremo ad analizzare le diverse linee temporali della saga.

Hyrule Historia – Seconda parte