Japan N-Press: le ultime notizie dal Paese del Sol Levante!

Japan N-Press #1

Tra riviste, testate online specializzate e siti ufficiali, ogni mattina il Giappone si risveglia colmo di notizie in ambito videoludico; Japan N-Press si propone come un aggregatore di quelle informazioni rimaste orfane di un articolo apposito, perché particolarmente specifiche, o inerenti a titoli che difficilmente arriveranno in Europa. La sua cadenza dipenderà principalmente da quanto brulicante sarà il mercato videoludico giapponese; con un 3DS ormai lanciato, e le terze parti sempre più attratte da Nintendo, è possibile che questa rubrica verrà proposta di frequente.

If I Were in a Sealed Room with a Girl, I’d Probably XXXX

Dopo Senran Kagura, gioco d’azione con protagoniste delle pettorute ninja, era impensabile che qualche altre software house non facesse leva sulla morbosità verso il corpo femminile di molti videogiocatori giapponesi; ecco quindi arrivare da D3 Publisher un simulatore d’appuntamento per 3DS molto particolare, poiché composto da due fasi ben distinte tra di loro: la classica storia dove, tra dialoghi e vita scolastica, bisogna conquistare la ragazza favorita, ed il mondo dei sogni, dove si impersona una fatina all’interno di una stanza sigillata, in presenza di una delle attraenti compagne di classe. Il titolo è in effetti molto eloquente (in italiano suona come Se fossi rinchiuso in una stanza con una ragazza, io probabilmente…) ma in realtà durante la prigionia l’obiettivo è dare ordini alla ragazza in questione per cercare una via d’uscita; da piccolo essere svolazzante, il videogiocatore potrà osservare la donzella in ogni angolazione sfruttando inoltre i giroscopi. I due mondi sono ovviamente collegati in qualche modo: durante il sogno si otterranno informazioni utili per corteggiare e sedurre le cinque ragazze del cast nella vita reale del protagonista. Accedendo al sito ufficiale attraverso la console, sarà possibile visualizzare una galleria di immagini in tre dimensioni; If I Were in a Sealer Room with a Girl, I’d Probably XXXX uscirà il 25 marzo in Giappone, ma difficilmente verrà portato al di fuori dai confini nazionali.

 

Pokémon + Nobunaga’s Ambition

Vera e propria sorpresa del Jump Festa 2012, questo bizzarro cross-over per DS si sta rivelando sempre più convincente ed ambizioso (tanto per rimanere in tema);  ambientato nel Giappone feudale, Pokémon + Nobunaga’s Ambition è un gioco di ruolo strategico dove gli allenatori non saranno nient’altro che i personaggi storici del periodo Sengoku, caratterizzato dalle guerre di Oda Nobunaga volte all’unificazione del paese. Come in un titolo classico della serie, si potrà scegliere se impersonare un maschio od una femmina, ma in ogni caso il Pokémon di partenza sarà Eevee, mentre Nobunaga combatterà con Zerkrom; durante il corso della storia, si avrà modo di visitare 17 regni, con l’obiettivo di conquistarli: ognuno sarà comandato da un famoso generale, a loro volta caratterizzato da un’abilità particolare, come ad esempio poter curare tutto il team in un solo turno. Il sistema di gioco ricorda molto da vicino Final Fantasy Tactics: si potrà guidare un totale di sei unità (ovvero, sei Pokémon) su un campo di battaglia composto da una griglia ed altri elementi come pendii, fiumi e quant’altro. Pokémon + Nobunaga’s Ambition è sviluppato da Koei Tecmo e sarà distribuito da Nintendo il prossimo 17 marzo in Giappone.

 

Hatsune Miku Project Mirai and Future Stars

Poco conosciuta in Occidente, vera e propria star digitale in Giappone: Hatsune Miku nasce come voce artefatta del Vocaloid, sintetizzatore per computer sviluppato da Yamaha Corporation ma nel tempo le è stato dato sempre più spazio e dopo averla rappresentata graficamente come una slanciata ragazza dai lunghi capelli verdi è diventata un’icona della musica j-pop, con una discografia propria e milioni di visualizzazione su Youtube. Project Mirai and Future Stars non è il primo videogioco musicale che la riguarda, ma è il primo ad avere la sua versione super-deformed, chiamata affettuosamente Hachune Miku. SEGA rilascerà il titolo in questione il prossimo 8 marzo in due versioni, liscia e speciale, la quale conterrà un modellino della protagonista e sarà distribuita in ben 50.000 copie; il sistema di gioco appare molto intuitivo: sarà necessario seguire con il pennino a tempo di musica una sorta di orologio, mentre Hachune Miku si esibisce sullo schermo superiore; il titolo sfrutta anche la Realtà Aumentata, e probabilmente anche i DLC sotto forma di nuovi brani e costumi. YumeYume sarà il tema principale e può essere ascoltato qui.

 

Earthpedia

Il DS è stato il punto di riferimento per alcuni generi videoludici indirizzati ad un pubblico più vasto del solito; Brain Training ha avvicinato al mondo dei videogiochi le persone più grandi, così come English Training ha aiutato chiunque avesse bisogno di un ripasso della lingua inglese, mentre Nintendogs ha fatto impazzire i più piccoli; il 3DS, pur proponendo esperienze di gioco impossibili sul predecessore per via di limiti tecnici, come Monster Hunter o Metal Gear Solid, sta cercando inoltre di proseguire il filone dei vari software educativi e dopo Flora and Fauna 3D di Nintendo, è la volta di Earthpedia, particolare esperienza interattiva sviluppata da Gakken, compagnia specializzata nel settore dell’editoria e dei giocattoli. In uscita l’11 aprile con un pennino dedicato che contiene sulla punta una sabbia ricreata basandosi sul materiale che ricopre la Luna, in Earthpedia si impersonerà un agente segreto con il compito di indagare sulla Terra e le sue forme di vita, tra quiz, Realtà Aumentata e filmati. Cinque le categorie di conoscenza presenti nel gioco: Natura, Cultura, Scienza e Tecnologia, Spazio e Mistero. Il trailer rilasciato mostra una grande varietà di situazioni e sorprende in particolar modo l’uso della fotocamera per interagire con le creature digitali e dei giroscopi per visualizzare speciali gallerie interattive.

 

This entry was posted in Articoli and tagged . Bookmark the permalink.

14 Responses to Japan N-Press: le ultime notizie dal Paese del Sol Levante!

  1. yomidi says:

    Si poteva chiamare pure “I giochi che non arriveranno mai in Europa”,esclusione fatta per per Mario Party 9,non credo che gli altri arriveranno in Europa

    • XenoFan says:

      purtroppo hai ragione… molti, troppi giochi che valgono sono rimasti e rimarranno in giappone…

  2. pikalink97 says:

    Secondo me tra quelli che hanno fatto vedere qui da noi verrà solamente pokemon e earthpedia.

  3. MattMcClouds says:

    Nemmeno “Pokémon + Nobunaga’s Ambition” arriverà in Europa?

  4. Zorgio92 says:

    Per quanto mi riguarda potevano chiamarli “giochi per nulla interessanti”, a parte Mario Party 9…

  5. danix says:

    voglio ghost camera e mario party >.<

  6. Haseo says:

    Hatsune Miku non è poi così “poco conosciuta”, in Occidente. Secondo me Sega dovrebbe provarci, a portare fuori almeno uno dei giochi dedicati a Miku. Certo, non farà milioni di copie, anzi probabilmente non arriverebbe nemmeno al centinaio di migliaio, ma sarebbero comunque soldi facili (visto che non avrebbe quasi niente da localizzare XD) e ci acquisterebbe parecchio in immagine verso i fan nippofili.

    • deveroos says:

      Beh, ha un certo seguito in Occidente ma non è un’icona mainstream come in Giappone.

    • Haseo says:

      Quello sì, è vero. Ma dopotutto, le uniche cose di origine giapponese a essere mainstream anche qui da noi sono solo Mario, Zelda e Final Fantasy XD

    • deveroos says:

      Professor Layton, Pokémon, Resident Evil, Donkey Kong, Sonic :D

    • serpex says:

      Street Fighters, Tekken, Metal Gear, Metroid XD

    • Zorgio92 says:

      Dimenticate gli Hentai! xD

  7. Lapis says:

    Di questi giochi vorrei tanto vedere il gioco di hatsune miku **
    almeno esca in inglese..

  8. frulla95 says:

    quello di pokemon mi sembra originale, ma, anche qualora esca in europa, dubito che lo prenderei (sono fedele al classico pokemon tipo blu, smeraldo, diamante ecc.), mentre spero che arrivino mario party 9 e ghost camera…