The Legend of Zelda: Skyward Sword: la recensione

Il battesimo del volo

Ogni annuncio relativo al brand The Legend of Zelda è un evento estremamente atteso dallo zoccolo duro dei possessori di una console targata Nintendo e quando Shigeru Miyamoto mostrò l’ormai celebre artwork raffigurante Link e una misteriosa presenza femminile somigliante alla Spada Suprema nel corso del roundtable a porte chiuse dell’E3 2009 immediatamente si scatenò sul web la consueta euforia tra gli appassionati, accompagnata da teorie e supposizioni. Come da tradizione per il colosso di Kyoto, parecchio restio a far trapelare dettagli riguardanti i suoi franchise principali, da allora passarono ben 12 mesi e una manciata di giorni prima che Skyward Sword fosse ufficialmente presentato in apertura della conferenza Nintendo all’E3 2010.

Link - Skyward Sword ArtworkArriviamo così a novembre 2011, l’anno in cui cade il venticinquesimo anniversario della serie, armati di un Telecomando Wii Plus (o di un classico Wiimote con l’accessorio Wii MotionPlus) e pronti per gettarci a capofitto nell’ultima fatica di Eiji Aonuma e dello Zelda Team. L’introduzione mette subito in chiaro ciò che ci aspetta, ovvero un’epica battaglia contro le forze del male, uno stile grafico di assoluta classe e delle musiche stupende. Il gioco vero e proprio, come avviene in molti altri capitoli della saga, si apre con Link che viene bruscamente svegliato da un sonno profondo: è arrivata una lettera da parte di Zelda ed è tempo di vivere una nuova, straordinaria avventura.

I due giovani abitano a Oltrenuvola, un tranquillo arcipelago fluttuante composto da numerose isole sospese nel cielo in cui regnano la pace e l’armonia. Link è un allievo della scuola d’armi e deve affrontare il battesimo del volo, una competizione nella quale si cavalcano dei nobili uccelli guardiani, i Solcanubi. Queste creature alate rappresentano l’unico modo per spostarsi da un isolotto all’altro entro i confini di Oltrenuvola e concettualmente prendono il posto dei vari mezzi di trasporto più o meno convenzionali visti in passato, come canguri o barche. Link è legato all’unico esemplare di Solcanubi appartenente alla famiglia dei carmini, una rarissima specie creduta estinta, e con il passare del tempo viene naturale affezionarsi al fido compagno alato, anche se la scelta di non dare un nome all’animale impedisce di raggiungere quel grado di affinità toccato con la cavalla Epona, uno dei personaggi più amati dai fan.

Al termine della gara, introdotta da dei brevi ma completi tutorial sull’uso della spada e sul volo (aspetti che analizzeremo in seguito), riceve il Manto Magico dalle mani della dolcissima Zelda, figlia del direttore della scuola d’armi e amica d’infanzia di Link. Mentre quest’ultimo è presentato in maniera classica, un ragazzo apparentemente normale chiamato dal destino a intraprendere un viaggio per la salvezza del mondo, Zelda abbandona i tradizionali panni della Principessa del Regno di Hyrule per calarsi nella parte della comune cittadina, una giovane solare e piena di vita. Nel corso dell’intero Skyward Sword vengono messi in mostra risvolti inediti nel rapporto Link-Zelda e specialmente nelle prime battute sembra esserci del tenero tra i due. Proprio sul più bello però la situazione precipita nel senso letterale del termine, dato che la ragazza viene risucchiata da un violento tornado e cade al di sotto delle nuvole, un territorio sconosciuto agli umani circondato da sinistre leggende.

Link incontra quindi Faih, uno spirito femminile creato dalla Dea protettrice di Oltrenuvola per assistere il prescelto nella sua missione, cioè discendere sulla Terra per impedire il risveglio di un antico avversario che minaccia di riportare il caos in tutto il mondo. Faih dimora nella Spada della Dea e va a ricoprire lo stesso identico ruolo di figure come Tatl e Midna: la nuova guida dell’eroe fornisce indicazioni sul prossimo obiettivo, un riassunto degli ultimi avvenimenti, informazioni sui nemici (tenendo traccia del nostro comportamento durante gli scontri precedenti) e suggerimenti vari, oltre a irritare con alcuni interventi superflui e ripetitivi (chi mal digerisce i continui “Hey! Listen!” di Navi si prepari a una pioggia di “le batterie del Telecomando Wii sono quasi scariche”). Caratterialmente Faih appare molto distaccata, non comprende i sentimenti umani, si rivolge a Link dandogli del lei, esegue alla lettera gli ordini della Dea, analizza ogni situazione attraverso l’uso di percentuali e rimane impassibile per quasi l’intera durata del gioco.

Dopo aver recuperato l’immancabile tunica verde, unico indumento disponibile in Skyward Sword, e uno scudo (che subisce danni in battaglia), il giovane può finalmente lasciare Oltrenuvola per recarsi sulla Terra attraverso uno squarcio nelle nubi con il compito di salvare l’amica e compiere la volontà della Dea. L’apertura nelle nuvole è segnalata da un raggio luminoso visibile da grande distanza, così come i successivi punti d’interesse, compresi quelli impostabili a piacere tramite il posizionamento di alcuni indicatori chiamati Fari Celesti. E’ sulla Terra che si comincia a respirare la tipica atmosfera zeldiana: luoghi da visitare, mostri da abbattere, ostacoli da superare, personaggi da aiutare, il tutto per raggiungere un Santuario al termine del quale si aprono nuove e inaspettate vie.

Come accaduto molte altre volte la prima ambientazione è quella boschiva, in cui i neofiti possono prendere confidenza con i classici meccanismi di Zelda, sempre perfettamente bilanciati. All’inizio l’esplorazione è abbastanza guidata, non ci sono missioni secondarie a distogliere l’attenzione dall’obiettivo principale, i combattimenti sono poco impegnativi e l’equipaggiamento limitato, ma è inutile precisare che ben presto Link guadagna abilità in grado di fargli raggiungere zone precedentemente inaccessibili e affrontare sfide assai più complesse.

the-legend-of-zelda-skyward-sword-wii_260the-legend-of-zelda-skyward-sword-wii_257

Anche i dungeon mantengono la solita impostazione: ci sono avversari da sconfiggere, trappole da evitare, una mappa da recuperare (niente bussola però), una serie di porte chiuse a chiave da sbloccare, puzzle da risolvere e un boss finale da annientare. All’interno di ogni livello è nascosto un nuovo oggetto che va ad aggiungersi all’inventario, fondamentale per completare l’area in questione. A differenza dei suoi predecessori in cui la maggior parte degli enigmi erano incentrati esclusivamente sull’ultimo artefatto recuperato, in Skyward Sword nessuno strumento viene messo in pensione e tutti, Fionda esclusa, sono indispensabili perfino nelle fasi più avanzate.

Gli stessi rompicapo hanno subito un rinnovamento generale, con l’introduzione di puzzle basati sullo scatto (ora Link può correre più velocemente del normale, dosando la stamina), sulla precisione della spada e su oggetti inediti come la Giara Magica (da non confondere con quella presente in The Minish Cap) o poco sfruttati in passato come la Frusta (introdotta nel 2009 da Spirit Tracks). Naturalmente abbondano blocchi da spostare, grate da aprire, interruttori da colpire e leve da azionare, ma l’assenza di un qualsivoglia enigma legato all’accensione o allo spegnimento di una torcia, uno dei marchi di fabbrica della serie, la dice lunga sulla volontà dello Zelda Team di rinnovare un po’ il canovaccio dei dungeon, pur mantenendone invariate le fondamenta che hanno fatto la fortuna della saga e più in generale posto le basi degli adventure game moderni.

Commenti Sottoscrivi i commenti
  1. Rispondi

    come mai niente 10?


  2. Rispondi

    Ottima Recensione Mr.D!


  3. Rispondi

    Certo che dare 10 a dokey kong e 9.5 a questo zelda mi sembra un po’ un eresia ma forse sono io di parte. Comunque a parte questo, una grandissima recensione, davvero convincente. Complimenti! Forse un po’ meno spoiler sulla storia non avrebbero guastato.


    • Rispondi

      Concordo in pieno, non mi è ancora andato giù quel 10 a DK, sarà che non mi è mai stato un granché simpatico xD
      Comunque nemmeno io critico la recensione, solo un parere personale sui voti


    • Rispondi

      Elinvention

      3.30 pm

      mi aggrego.


    • Rispondi

      donkey si e nettamente migliorato, ed è un’altro genere di gioco.
      questo zelda invece non’è meglio dei precedenti… quanto bello possa essere..


  4. Rispondi

    Capisco che le recensioni dei giochi si debbano attenere più ai tecnicismi,che alle emozioni, però un pò di enfasi in più questo titolo se la meritava… o almeno lo stesso trattamento che è stato riservato a xenoblade!!!


  5. Rispondi

    deveroos

    3.52 pm

    Ottima recensione!

    Comunque cercate di non accapigliarvi per il voto: 9.5 è praticamente la perfezione. E cercare anche di non confrontare recensori differenti e generi differenti: Donkey Kong Country è un platform, Xenoblade Chronicles un gioco di ruolo, ognuno nel loro genere è un capolavoro così come lo è Zelda. Magari quello 0.5 in più si accumulerà nel tempo, con i ricordi, completandolo di nuovo, etc.


    • Rispondi

      ricordo che proprio su questo sito è comparso un articolo per i 40/40 ricevuti dal gioco su Famitsu.
      Per certi aspetti concordo con la recensione ma mancava come ho già scritto di un pò di “cuore” in più.
      Il 10 ero doveroso vista la rarità con cui viene concesso.


    • Rispondi

      deveroos

      4.08 pm

      Questo sta nella discrezione del recensore.


  6. Rispondi

    Un gioco capovaloro per me rispetto ai soliti giochi di WII


  7. Rispondi

    Per me è da 10…DK non l’ho giocato…ma sei come difetto qui si parla dei soli dialoghi…DK mi pare sia in 2D…non si muove in 3D…dunque c’è meno complessità da elaborare e si può curare meglio i dettagli…tenendo conto di questo…SS 9.5 e DK 9…se però DK, come giusto che possa essere, prende 10…SS è pure da 10. Poi son solo discorsi senza senso star a discute su mezzo voto :) . E’ un bel gioco, vale la pena di comprarlo, è da consigliare, grafica ben fatta, longevità altissima se si considera tutto (versione Eroe+sub-quest), suono ottimo, controlli molto ma molto buoni, storia eccezionale.


    • Rispondi

      Che poi mezzo voto dipende anche da genere, recensore, approfondimento del gioco da parte del recensore, quindi è inutile fare i pignoli :-)


    • Rispondi

      rissomarco

      4.45 pm

      Scusa Sheikan, dai un 10 a un gioco, così sulla fiducia perchè si chiama Zelda, senza neanche provarlo?


    • Rispondi

      Mi sono espresso male….volevo solo dire che mezzo voto conta poco…poteva anche esser dato 10 a questo e DK, 9.5 a questo e 9 a DK…non cambia nulla, se il gioco è bello è bello…piccole imperfezioni non fanno si che non sia un capolavoro :) . Cmq, è DK che non ho giocato…SS ce l’ho e ci giocherò pure stasera :) .


  8. Rispondi

    rissomarco

    4.32 pm

    Buona recensione, e francamente non vedo perchè stupirsi del 9.5 a meno che non si difenda Nintendo a oltranza, effettivamente però Xenoblade dovrebbe stare sotto il 9 però.
    La recensione ha evidenziato una mancanza ormai ridicola: il parlato! Sti versetti ormai sono ridicoli.
    Però stranamente non ha portato alla luce un altro aspetto negativo: la telecamera, dannatamente inadeguata ai giochi moderni. Il non poterla direzionare a piacimento (vedi stick destro) è frustrante.
    Aggiungo ancora una facilità generale aumentata anche dalla presenza di sgabelli per ricaricare i cuori…..
    Il recensore scrive poi che il riconoscimento dei movimenti è perfetto: io ho notato a volte dei fuori sincrono col mio wiimote (cosa letta anche altrove) e spesso ho fatto fuori più di un cinghialotto agitando a casaccio.
    A livello personale ritengo poi che il cattivo di turno non regge il confronto con Ganondorf, ma neanche lontanamente: sembra una Drag Queen truccata male.
    Lo stile grafico va poi a gusti: io preferisco immensamente di più quello tenebroso e simil realistico di Twilight Princess, anche se è vero che il Wii è spremuto come un limone.
    Trama e musica invece eccezionali: 10 pieno!
    Concludendo: sono a una ventina di ore di gioco e ritengo SS un must-have per i Zeldiano, un gran capitolo iniziale della saga….non il migliore, con difetti permanenti della saga, con un bisogno in futuro di una ventata di freschezza e novità. Per ora io sono su un 9.


  9. Rispondi

    deveroos

    4.53 pm

    In ogni caso, mi pare chiaro che il 9.5 è stato dato in relazione alla serie: Ocarina e Link rimangono insuperabili, secondo il recensore, ergo Skyward non può ottenere il massimo. Questa è la mia interpretazione.


    • Rispondi

      Anch’io penso che sia così. Anche se non l’ho provato, praticamente tutti dicono che sia un capolavoro, quindi magari un 10 se lo poteva meritare, assieme ai Galaxy. Non sono d’accordo invece sul 10 di DK, che potrebbe essere un 9.5 (insieme a NSMBW), e sul 10 di Xenoblade, che, anche se non l’ho provato, non credo e mi sembra di aver capito che non è ai livelli di SS e dei Galaxy.


  10. Rispondi

    Ottima recensione,il 9.5 mi pare più che giusto.
    Confrontare Xenoblade con Skyword Sword mi pare sbagliato,visto che son scritte da persone diverse


  11. Rispondi

    Dopo aver perso 140 ore su Xenoblade, questo si finisce quest’estate…per ora passo, ho solo recuperato quella specie di gatto dal tetto e ho salvato. Arrivederci ad Agosto.


  12. Rispondi

    adesso gli metto un bell´uno (nota di Lebowsy :lol: )


  13. Rispondi

    Iniziato da 2 ore….bellissimo… e sto ancora ad una fase di tutorial. Comandi perfetti, cutscene bellissime….trama al momento da scoprire. Acquisto obbligato


  14. Rispondi

    Ma le wii points card tema Zelda…qualcuno le ha trovate??? Io so stato ai gigli di Firenze sabato…e ne MW,FNAC e GS ce le avevano :( ! Ma quando escono in italia? O meglio…dove si troveranno??


  15. Rispondi

    Allora, per rispondere un po’ a tutti:

    - credo che nessuno possa mettere in dubbio l’assoluta qualità del titolo, cosa ribadita più volte nella recensione. Quel “uno dei migliori giochi dell’anno” è da intendersi a livello globale, prendendo in esame tutte le uscite del 2011 per qualsiasi piattaforma;

    - non bisogna limitarsi a guardare il voto e basta, ci sono altri 20.000 caratteri da leggere che cercano (spero riuscendoci :) ) di far capire più cose possibili su Skyward Sword;

    - precisato quanto sopra, il voto fa parte della recensione e proprio per questo va riconosciuta la sua importanza, ci mancherebbe altro. Nello specifico si tratta “solo” di un 9.5 invece di un 10 come molti si aspettavano/avrebbero voluto perché Skyward Sword, per sua sfortuna, deve confrontarsi con un nome di un certo peso, The Legend of Zelda. Se il metro di paragone sono dei titoli perfetti sotto qualsiasi punto di vista come Ocarina of Time e A Link to the Past, 9.5 vuol dire che Skyward Sword è, per un’incollatura, inferiore a questi due mostri sacri. Ma lo ripeto ancora, rimane comunque uno dei migliori esponenti della serie. E stiamo parlando di Zelda, scusate se è poco :) ;

    - a conti fatti, cosa impedisce a SS di raggiungere l’eccellenza assoluta?

    Il numero dei dungeon (che come detto sono parecchio ispirati, un deciso passo avanti rispetto a Twilight Princess), che se la giocano alla pari a livello di qualità con quelli dei sopracitati OOT e ALTTP. Però in SS sono solo 7, un po’ pochini rispetto ai 13 di OOT o ai 12 di ALTTP.
    L’esplorazione del cielo nella recensione l’ho paragonata alla navigazione in The Wind Waker, entrambe ottime fasi ma limitate se paragonate a un giretto in un Hyrule Field qualsiasi. Intendo dire che la mappa di Oltrenuvola non è vastissima, se avete un 3DS scaricatevi dalla Virtual Console Link’s Awakening DX (ma fatelo davvero, merita di brutto) per vedere un esempio di mappa veramente immensa e ricolma di tonnellate di ambienti visitabili.
    Graficamente se ci si mette a spaccare il capello di cose che non vanno se ne trovano senza problemi, sono stati geniali quelli dello Zelda Team a mascherare il tutto con delle ambientazioni pazzesche e uno stile superlativo.
    Faih a volte è un po’ una palla, quando si dilunga nella descrizione delle cose (ad esempio quando analizza l’equipaggiamento di Link). Poi se ci fate caso ha due animazioni messe in croce, al termine dei Santuari o quando insegna nuove melodie ripete sempre le stesse identiche azioni.
    Le prove nell’Oltremondo sono sì decisamente migliori della raccolta delle Lacrime di Luce in TP o della fuga dagli Spettri in Phantom Hourglass, però continuano a non fare impazzire. Per dire, potevano tranquillamente sostituirle con 3 livelli in più o qualche altra quest obbligatoria.

    Insomma, si tratta di sottigliezze eh, ci si passa tranquillamente sopra. Stiamo pur sempre discutendo di uno 0.5 mancante :) (poi mi manda letteralmente in bestia quando durante uno scontro con più nemici per sbaglio si passa sopra a un meteriale tipo il teschio o il corno, con il combattimento che viene stoppato, compare la descrizione dell’oggetto e si apre automaticamente l’inventario. E capita anche se sei al ventiseiesimo teschio raccolto, non lo sopporto :D ).

    - anche l’assenza dei dialoghi contribuisce in negativo a non far eccellere SS su tutta la linea. Ma visto che è un argomento complesso e molto delicato, lo approfondirò più tardi in un nuovo commento che ora sono di fretta;

    - per i miei standard solo Super Mario Galaxy 1 & 2 si meritano un 10 pieno (tra i giochi Wii), sono uno che li dà col contagocce :) Donkey Kong Country Returns, Xenoblade Chronicles, Super Smash Bros. Brawl, Metroid Prime 3: Corruption e lo stesso Twilight Princess (solo per citare alcuni dei migliori titoli Nintendo) li vedo mezzo gradino sotto. Vale sempre il solito discorso “generi differenti, recensori diversi, ecc.”;

    - Ghiraim spacca proprio perché sembra una drag queen vestita male! :D Se avessero tirato fuori un altro cattivo tutto muscoli, armatura e nasone sarebbe stato una brutta copia di Ganondorf, invece ‘sto tizio mezzo pazzo che pesa 40 kg con la calzamaglia bagnata ha un suo perché :D

    Per ora è tutto, dopo nel caso rispondo ad altro.


  16. Rispondi

    io invece sono dell’idea che non sia sbagliato il 9,5 a Zelda, ma sia sbagliato il 10 a Xenoblade (invece per DK sono parzialmente d’accordo per il 10)…certo poi 0,5 di voto sono veramente sottigliezze, magari fra un anno riconosceremo che SS è meglio di Xeno (o viceversa) e il voto potrà un pò cambiare.
    Cmq i dungeon in OoT se non mi ricordo male sono 9 non 13…;) senza contare che in SS ci sono “solo” 7 dungeon, ma il mondo di gioco è molto più ricco di cose che le vecchie Hyrule; per il cielo poco sfruttato invece sono d’accordissimo con tutti voi, uno o due bei dungeon nel cielo in più ci sarebbero stati, senza contare delle isole più simili alla vecchia Isola Taura di WW


    • Rispondi

      Zorgio sui 13 di OOT ero andato a memoria, ora ho controllato e il conto esatto è di 12, con lo Spirit Temple che va affrontato due volte, sia da bambino che da adulto (per questo me ne ricordavo uno in più).

      Invece in ALTTP sono effettivamente 13 e non 12 :D


    • Rispondi

      12…?
      scusa ma io conto come dungeon ufficiali:
      - albero Deku
      - caverna Dodondo
      - jabu jabu
      - tempio della foresta
      - Death Mountain
      - il bastardo (Water Temple xD)
      - Colosso del deserto
      - Cimitero
      - Castello di Ganon
      Quindi sono 9, i mini dungeon come il pozzo e la caverna di ghiaccio non gli conto, altrimenti dovrei contare anche il INIZO SPOLIER – base dei Pirati – FINE SPOILER di SS ecc ecc

      Quindi imho i dungeon ufficiali (con mappa, bussola, boss ecc) sono 7 in SS, e 9 in OoT ;)


    • Rispondi

      Beh, dai, come divisione ci sta. Se ti appelli all’ufficialità della bussola non posso replicare :D
      Direi che i tre “infiltrati” tipo il campo delle Gerudo sono comunque dei livelli a tutti gli effetti, seppur in formato ridotto. Sezioni come le Miniere di Ranel in SS le vedo più assimilabili a zone come Lost Woods e simili.
      Stiamo discutendo di sottigliezze però :D


    • Rispondi

      Io voglio esser più pignolo…se conti 12 a OOT…che non ha pre-dungeon…per SS dovresti contare doppio a ogni dungeon….perché la novità migliore su SS per me è questa…esiste un primo dungeon esterno e uno interno…e a quanto ho fatto finora (sono arrivato ora nel deserto) son più complicati i dungeon esterni di quelli interni. Se dunque sono 7…vanno contati 14, qundi più di OOT. Secondo questa logica dovrebbe avere 9.5 OOT e 10 SS. Se invece non si considera il mero numero dei dungeon, ma alla qualità d’insieme…è logico dare 10 a entrambi i giochi. Se mi facessero uno Zelda con 50 dungeon non vorrebbe dire nulla se poi fanno schifo :) . Voglio solo dire che spiegare il mezzo voto inserendo questo aspetto è ridicolo :) . Ok per gli altri aspetti, li comprendo, questo no :) .


    • Rispondi

      tra l’altro la mia adorata bussola me l’hanno tolta ;( cmq Dick torna nel forum ci manchiiiiiiiiiii! xD


    • Rispondi

      Vabbè Sheykan, ma che conteggi fai? :D I dungeon sono i livelli classici, con le porte da aprire, le chiavi, l’oggetto da recuperare, il boss, la struttura a più piani, la divisione in stanze, il Portacuore finale, ecc.

      Quelli che tu chiami pre-dungeon sono appunto zone (anch’esse con enigmi da risolvere, combattimenti e grate da sbloccare) antecedenti al livello, una sorta di introduzione. Ma esistono da sempre in Zelda eh, ci sono in OOT e lo stesso Twilight Princess ne è pieno. Pensa solo a tutti gli sbattimenti che devi fare per accedere alla Caverna Dodongo, tra ottenere il permesso dalla guardia, scalare il vulcano, far saltare l’accesso, aiutare i Goron, ecc.


    • Rispondi

      Si Davide…anche OOT aveva dei pre-dungeon…ma questi mi sembrano più curati finora…più corposi…ma cmq non era questo che dicevo…io facevo il conto dei dungeon, ma per me OOT ha solo 9 Dungeon, non si pole considerare anche la grotta di ghiaccio o la prigione Gerudo…solo questo intendevo :) . Era per dire che conta la qualità dei dungeon. MM per esempio ne aveva “solo” 4 ma mi è piaciuto quanto OOT…anzi, per le trasformazioni è stato lo Zelda più sorprendente dal punto di vista creativo…niente Zelda e niente Triforza…eppure un grande Zelda con una bella storia. Molte critiche mosse contro SS le posso anche comprendere…non quella dei “pochi” Dungeon.


  17. Rispondi

    rissomarco

    6.57 pm

    E se contiamo che in Link’s Awekening ce ne sono 8……
    Comunque Davide non hai mai fatto accenno alla telecamera.
    Per il resto sono d’accordo con le tue “critiche”: anche se io rimango con uno 0,5 in meno.


    • Rispondi

      Beh, in questa tipologia di giochi su Wii la telecamera è così da 5 anni ormai, proprio per il motivo che hai elencato prima.
      Anzi ti dirò, secondo me in Skyward Sword basta prendere la mano con il riposizionamento immediato alle spalle di Link via tasto Z e non si hanno particolari problemi in questo senso.


    • Rispondi

      rissomarco

      8.51 pm

      Si ma è un continuo premere Z per centrare la telecamera, non dirmi che è comodo….sai quante volte sono morto perchè caduto in un burrone che non si vedeva?


  18. Rispondi

    recensione bellissima complimenti e secondo me anche gioco bellissimo anche se ancora nn l’ho provato (regalo di natale =) ) . Io ho giocato solo a TP e mi è piaciuto tantissimo e sicuramente anche SS mi appassionera =D e per il fatto del 10 potro dirlo solo dopo averlo provato XD


  19. Rispondi

    il cattivone, dai filmati che ho visto, più che una drag queen sembra Tonio Cartonio con un taglio di capelli da Emo… comunque bella recensione Dick! Pare proprio un bel gioco!


  20. Rispondi

    mi sapete dire se sarà possibile usare il wiimote con la sinistra? tempo fa era uscita una indiscrezione secondo la quale si sarebbe potuta impostare questa opzione per mancini, ma credo non fosse vera.
    magari però potrebbe funzionare come red steel 2, che ho giocato tranquillamente con la sinistra senza alcun problema.
    comunque lo prenderò di certo, io ho giocato solo TP ed era stupendo…questo sembra anche meglio


    • Rispondi

      L’opzione per mancini non c’è, ma io con il wiimote tenuto con la mano sinistra gioco abbastanza bene ;)


    • Rispondi

      No, quella notizia era già stata smentita un po’ di tempo fa. E se giochi con il Wiimote nella sinistra potresti non trovarti molto bene, Link impugna la spada solo con la destra e i movimenti sarebbero sballati. Poi magari non avrai problemi come frenkoso :)


  21. Rispondi

    Troppi troppi spoiler
    Prima finisco il gioco, poi leggo le recensioni

    Rivoglio la Wii!!!


  22. Rispondi

    Inoltre (non voglio spoilerare) il cattivo in SS è veramente un signor cattivo, (sulle quali ho le mie teorie, che enuncerò quando un pò più persone avranno finito il gioco); questo non cambia il fatto che Ghirahim sia veramente brutto, 10000 volte meglio Zant!


  23. Rispondi

    Nightmare

    11.09 am

    io l’avrei comprato anche se gli avessero dato 3 di voto. E poi, per quanto mi riguarda, il gioco è un capolavoro assoluto, e l’ho capito guardando solamente i primi filmati di link e zelda. Magici, teneri e pieni d’amore e amicizia. E tutte queste emozioni senza una super grafica ma “solo” con tanto stile. Grande mamma N.


  24. Rispondi

    io ce l’ho ma per impegni non l’ho ancora iniziato…non vedo l’ora però!!!


  25. Rispondi

    Scandaloso con la S maiuscola!!!! 9.5 e non 10???


  26. Rispondi

    Non mi esibirò in confronti.
    Nella serie di Zelda sussiste questa Idiosincrasia in cui pur avendo lo stesso titolo, possedendo sostanzialmente gli stessi protagonisti e spesso svolgendosi nello stesso mondo di gioco, ogni singolo titolo risulta talmente diverso e unico nel leitmotiv da rendere difficoltoso un paragone, poichè si va a toccare con facilità il gusto personale dell’utente.
    Così risultano logici e condivisibili i miei pareri a sfavore di Twilight Princess e analogalmente sono sensate le critiche a Wind Waker da parte di Nano.
    Quando ciò accade è un’ottima cosa: vuol dire che dal punto di vista tecnico il titolo risulta ottimo e che l’unica cosa che pende a favore o meno del titolo sono diverse sensibilità personali.
    Non a tutti piace allo stesso modo l’Impressionismo e il Surrealismo, eppure credo che tutti saremo daccordo nel definire Manet e Magritte grandi artisti!
    Spesso nascono vere lotte intestine: come nel mio caso, in cui ritengo Ocarina of Time e A Link To The Past meraviglie di level design che mi lasciano senza fiato, ma Majora’s Mask e Link’s Awakening dotati di un’atmosfera avvolgente che tocca direttamente i miei nervi come fossero corde di uno strumento.
    E quale dovrei scegliere?!

    Ma la verà domanda è: perchè dovrei scegliere?!
    Ogni capitolo della saga può essere giocato a se stante, persino i (pochi) strettamente legati (TLoZ – TLoZ II ; OoT – MM ; WW- PH). Capisco che sia intrinseco nel sistema conoscitivo stesso costruire confronti e paragoni, ma innanzitutto credo sia importante godersi a pieno questi titoli, abbastanza rari, che ci consentono di renderci orgogliosi di questa nostra passione e poterla accostare senza timore a forme d’arte recenti più consolidate nell’opinione comune.

    Risulta già difficile paragonare un capitolo di Zelda con un altro della saga, figuriamoci accostare questo Zelda a titoli di generi così diversi come Xenoblade o Donkey Kong Country Returns!
    Dunque, mi pare evidente che la polemica per il voto 9.5 vs 10 sia decisamente sterile e quasi puerile (oltre che fuori tema) il girotondo di voti nei confronti dei titoli sviluppati da Monolith e da Retro Studios.


    • Rispondi

      Sì, ma non ci hai detto se Skyward Sword ti sta piacendo o no (o meglio, quanto ti sta piacendo) :D


    • Rispondi

      Dick,se torni nel forum ti prometto che sarà una persona diversa e non ti trascurerò più.


    • Rispondi

      Vergil lo sappiamo che sei una persona diversa! Non mi pare una gran promessa! :D


  27. Rispondi

    Concordo con Wally: anche a mio parere ogni capitolo di zelda dovrebbe essere valutato come gioco a se stante, e non paragonato ai precedenti, per poterne apprezzare le particolarità e, di conseguenza, gli oggettivi aspetti positivi.
    Ovviamente la componente personale è molto forte, e risulta spesso difficile non ricadere nel confronto (ma dopotutto qui sta l’abilità del recensore, ossia quella di attenersi ai caratteri prettamente oggettivi del gioco che sta valutando).

    Detto questo, per ora il gioco mi piace molto. Finalmente si è deciso di inserire elementi nuovi allo stile di gioco che lo rendessero più originale ma che al tempo stesso non stravolgessero troppo la sua componente “classica”.
    Uno di questi elementi in effetti sono proprio quelli che voi chiamate i pre-dungeon, ossia le zone raggiungibili da skyloft del mondo terreno. Mi hanno dato l’impressione di veri e propri dungeon dentro ai dungeon, una cosa che, seppur simile, non c’era nei vecchi capitoli di zelda, dove link per raggiungere i vari Temples si limitava a cercare informazioni interagendo con i personaggi circostanti.
    Inoltre tutto è reso più “dinamico” dall’aggiunta della stamina, dalla perfetta calibrazione del wiimotion plus (che rende divertente anche lo scontro con il più infimo dei chu-chu XD) , e finalmente OGNI oggetto preso in un dungeon non è fine a se stesso (come nel tristissimo Twilight Princess), ma è utilizzabile più volte per risolvere svariati enigmi.
    Se devo trovare una nota negativa, la ghigliottina cade sulla testa dei traduttori italiani. La traduzione nella lingua nostrana è VERAMENTE PESSIMA, snatura completamente i dialoghi tra i vari personaggi che, nella versione inglese, risultano più caratterizzati. Perciò un consiglio…giocateci in inglese!


  28. Rispondi

    Elinvention

    3.26 pm

    Secondo me avrebbero potuto benissimo arrotondare per eccesso. Non capisco proprio perché il nostro Skyward debba trovarsi quel mezzo gradino sotto i Galaxy.Per me il gioco è perfetto sotto ogni suo aspetto. Tutto è stato calibrato saggiamente per una console come Wii, meglio non potevano fare.
    A parte questa mia considerazione concordo pienamente sul fatto che ogni Zelda vada giudicato a sé stante. Ocarina of Time aveva più dungeon? E chi se ne frega è la qualità che conta non il numero (non che i dungeon di ocarina non siano di qualità!). Inoltre (e secondo me avrebbe preso 10 solo per questo) il sistema di controllo è MAGNIFICO. A momenti sembra di giocare a Wii Sport!


  29. Rispondi

    mmmmmmmmmmmmmm ma perchè game spot(sito assolutamente neutrale) lo sbologna con 7,5??


    • Rispondi

      deveroos

      11.43 pm

      Neutrale? ah ah.


    • Rispondi

      L’ho letta. Il recensore perde credibilità in automatico per tre sviste importanti, per una delle quali sono stati anche costretti ad una correzione come indicato in fondo alla recensione.
      Meglio la vostra :-)

      A proposito…
      Non ti sfugge niente Dickhead, ecco perché sei un buon recensore… =)

      I giudizi li rimando quando sarò un po’ più a freddo, poiché alla fine quello che PERSONALMENTE trovo determinante in questa serie è se avrò o meno la voglia di ricominciare il titolo una volta finito (che fa la differenza tra qualità alta e qualità eccelsa).
      Inoltre, Miyamoto & Co. hanno deciso di far uscire il titolo proprio nel periodo dell’anno in cui ho una mole lavorativa imponente: capisco la necessità di sfruttare il Black Friday, ma questo si traduce per me in sole diciotto ore di gioco svolte… mooooolto frustrante!
      Infine sul forum la discussione è degenerata presto ed ero rimasto molto deluso di leggere certi post in un topic dedicato a Zelda: quindi non mi sentivo ispirato a commentare le prime impressioni.

      Ma qui è la tua recensione da valutare e la trovo sufficientemente obiettiva e discretamente entusiasta: una giusta miscela in cui, leggendo, si vede che a tratti ti sei trattenuto dal non sprizzare euforia ad ogni spazio digitato e analizzando contemporaneamente, con lucidità, praticamente tutti gli aspetti del gioco senza essere abbagliato dall’essere appassionato della serie, ma accennando anche ad un paio di critiche.
      Sono quindi in linea con ciò che hai scritto, col tuo voto e sul fatto che siamo di fronte ad uno dei migliori titoli di quest’anno (ma io sono abbastanza convinto che sia anche uno dei migliori di questa generazione di console casalinghe).
      L’unico problema è che hai citato un notevole numero di elementi che anticipano location e quest, di cui avrei parlato con un po’ più di fumosità: un paio di sorprese, anche se piccole, mi sono state rovinate leggendo la recensione (specie parlando dei dungeon, potevi essere meno specifico poiché molti nomi lasciano immaginare già di cosa possa trattarsi ed è un peccato).


  30. Rispondi

    Sottolineo solo alcuni punti che mi preme commentare personalmente (scusate il doppio commento, ma ci ho meditato in un secondo momento):

    - non MI pesa per niente l’assenza del doppiaggio e continuo ad adorare l’interpretazione che posso dare ad ogni singolo personaggio, dal cattivo di turno all’ultimo dei passanti; tuttavia capisco molto bene che la cosa possa non piacere a tutti e risultare un po’ indigesta ai giorni d’oggi;

    - adoro Faith, è un cyborg ante litteram, si esprime freddamente ed è come se fosse stata programmata per rispettare un ruolino di marcia, non si esibisce in commenti superflui, chiede scusa se disturba ed è insistente (mentre Navi era proprio petulante), quando ha da suggerire qualcosa di non fondamentale si limita ad un cicalino che scompare dopo una manciata di secondi; è vero che non mi son ancora scaricate le batterie, nel cui caso tutti voi avete scritto commenti nei quali eravate esasperati da Faith… vi ringrazio per l’informazione, controllerò con attenzione il livello di batterie! =)

    - trovo geniale il sistema di aiuti organizzato in questa maniera, ossia tramite Faith: io la ignoro soventemente, cosa che rende la sfida più interessante, ma se sei un neofita e hai bisogno di aiuto puoi chiamarla e farti dare suggerimenti e analizzare la tua attrezzatura o le creature che incontri; mi sembra un buon sistema che potrebbe consentire in futuro un piccola impennata nella difficoltà;

    - per fortuna i movimenti non sono realmente 1:1!!! Mi sono accorto più volte che terrei la spada come fosse un sacco della spesa! Link deve mantenere un minimo di eleganza mentre combatte e sono molto contento di come risponde Link ai miei movimenti sgraziati da zappattore, trasformandoli in un colpo con la direzione da me scelta, ma disegnando un arco corretto! Non mi è mai capitato di avere particolari problemi di mal interpretazione dei movimenti o con la telecamera, che da sola è in grado di gestire praticamente tutte le situazioni;

    - non mi importa di quanti dungeon vi siano, Majora’s Mask ne aveva quattro e rimane comunque uno dei capitoli che trovo più ispirati, azzeccati e belli da giocare! Faccio notare che sostanzialmente c’erano già in Majora’s Mask i “pre-dungeon” : pensate a tutte le vicissitudini passate prima di entrare nel Woodfall Temple (tra streghe scimmie e un palazzo Deku ipersorvegliato il primo) o nel Great Bay Temple (tra castori, prove musicali e un covo di pirati da esplorare). Forse l’unica differenza è che in Skyward Sword sono un pochino più estese, ma da quanto leggo manco più di tanto!

    - ottima davvero la rappresentazione di tutti i personaggi, principali e non: sono un piacere per gli occhi e rimangono impressi nella mente con facilità e altrettando facilmente ci si affeziona.

    Un mio giudizio?!

    Dopo un inizio un po’ lento, ma avvolgente come una coperta, che ti consente di entrare nelle tranquille dinamiche di Oltrenuvola, giocavo gioioso e ridente nel bosco, menando fendenti a destra e a manca solo per il gusto di farlo…
    Ad un certo punto vedo un ceppo: mi avvicino, guardingo (conoscendo Zelda, sotto potrebbe esserci un nemico), e mi si attiva invece l’opzione: “sedersi”!
    Schiaccio il tastone e mi siedo: la telecamera si sposta rapida inquadrando dietro le spalle di link in modo da mostrare il panorama che link stava osservando.
    Ed ecco che all’improvviso, scorgo il grande albero (fino a poco prima ero sotto al suo grande tronco!) che appare come dipinto, con uno stile che ricorda un po’ i macchiaioli e gli impressionisti (http://www.librincontro.altervista.org/progetti/monet_bosco.jpg).
    Gli occhi mi si aprono e rimango incantato!
    E dunque non c’è Faith, non c’è il problema doppiaggio, non c’è la grafica scarna, non c’è 9.5… dungeon, storia… NIENTE!

    Ci sono solo io che sorrido e i cuori che stanno ricaricandosi non sono quelli di Link… ma i miei cuori…

    Incantevole… la magia è riuscita di nuovo anche in questo capitolo…


    • Rispondi

      Bravo Wally l’enfasi che richiedevo nella recensione l’ho trovata in queste tue frasi.
      Ho riscoperto la bellezza di perdersi e girovagare nel mondo creato da Nintendo.


  31. Rispondi

    Comunque, precisazione generale non rivolta a nessuno nello specifico, se un gioco fa parte di una serie va inevitabilmente valutato tenendo conto di quanto visto nei precedenti capitoli, il discorso “va valutato a parte” lascia un po’ il tempo che trova.

    Perché se Sparatutto Militare IX, titolo bellissimissimo, è fondamentalmente uguale a Sparatutto Militare VIII, bellissimissimo pure questo, a sua volta identico a Sparatutto Militare VII, beh forse non è così bellissimo.
    Oppure se Gioco di Ruolo 3, con trama stupenda, personaggi fantastici e sistema di combattimento perfetto, lo finisci in 5 ore mentre gli altri episodi ti duravano 50 ore a testa, c’è qualcosa che non va.
    Perché se te ne esci fuori con I predatori dell’arca perduta, Il tempio maledetto e L’ultima crociata e poi ti ripresenti con Il regno del teschio di cristallo è normale che vieni sbeffeggiato.

    In generale eh, extra Zelda o Skyward Sword.


  32. Rispondi

    Condivido il tuo ragionamento Davide.
    La magia di Nintendo è proprio quella di essere riuscita in 25 anni a non trascinare nel ridicolo le saghe storiche, innovandole senza mai snaturarle.
    Speriamo che si continui su questa direzione per molti anni ancora


  33. Rispondi

    Solo io ho trovato pessima la gestione della visuale/telecamera? Non mi è mai capitato con i vecchi zelda, qui mi trovo in continuazione a dover fermarmi e centrare la visuale.

    Per il resto mi trovo più in linea con la recensione di GameSpot, dove inizia a sentire la puzza di naftalina in una modalità di gioco che non si è rinnovata quasi per niente da OoT (diciamolo, già con TP la puzza di “facciamo un OoT con grafica nuova” era già molto forte).

    Insomma, spero di ricredermi col procedere del gioco, ma non mi era mai capitato di avere un così brutto impatto nel giocare ad uno Zelda. Anche perchè se poi mi metto a psicanalizzare TP mi rendo conto che a rendere nuovo il gioco non era il gioco di per se, quanto i “nuovi” comandi della Wii.


    • Rispondi

      deveroos

      6.58 pm

      Ma mi chiedo io, è un problema del gioco in sé, o del videogiocatore che cambia i propri gusti nel tempo? Alla fine della fiera, il genere è quello, di innovazioni comunque ce ne sono, ma strutturalmente rimane uno Zelda. Come dovrebbe cambiare? Probabilmente molti di coloro che amarano Ocarina of Time nel 1998 ora amano Call of Duty e Gears of War, ed è quindi colpa di Nintendo se Zelda rimane Zelda?


    • Rispondi

      Scusa, ma sto discorso mi sembra una mera scusante da fanboy, è mai possibile che se nintendo sforna un titolo dei suoi brand famosi la discussione media debba vertere sul “perchè non gli avete dato 10?”.
      Francamente è in questo genere di recensioni che trovo una mancanza di oggettività. (basta pensare il 9.5 di SSBB che è sicuramente un ottimo gioco, ma ha anche un pessimo online).

      Di recente mi sono rigiocato di recente A Link to the Past per DS, e a rotazione mi sono buttato su Ocarina of Time su Wii, e devo dire che sono giochi che rimangono godibilissimi anche a distanza di anni, quando ho provato a rimettere mano su Twilight Princess ho dovuto abbandonare dopo poco per la noia, quindi faccio fatica a credere che nel giro di un paio di settimane mi siano cambiati i gusti.

      Inizialmente questo SS mi ha lasciato molto freddo. Un pò per la giocabilità modificata più per giustificare l’utilizzo del motion plus che non per vere esigenze di gioco (non mi era mai capitato di avere difficoltà nel fare le capriole), un pò per la storia che parte molto lentamente e puzza di riciclo. E’ da Wind Waker che non seguo la storia di uno zelda con un minimo di curiosità, non provo il senso di mistero che pervadeva le altre serie.

      La sensazione che ho avuto in certi punti è che abbiano voluto unire le modalità di movimento dei vari Assassin’s Creed (o i Prince of Persia) per rendere più “attuale” il gioco.

      Ripeto, magari cambio idea avanzando nel gioco, ma credo sia altrettanto oggettivo che la telecamera non risponda perfettamente come nei precedenti titoli. Spero solo che l’unico elemento di novità non sia legato all’uso della spada.


    • Rispondi

      Non riesco a comprendere dove stia la difficoltà nel cambiare la telecamera in movimento o nell’effettuare le capriole: francamente credo che questi problemi siano soggettivi.
      Per il resto le tue affermazioni sono più che giuste: il tentativo di imitare lo stile di OoT in tutti gli zelda dopo di esso si sente molto (lo stesso Twilight Princess era un gioco ideantico ad Ocarina ma con la storia di A Link to The Past), anche se devo obiettare, a mio avviso, che nessun capitolo di Zelda ha mai “brillato” per originalità di trama.


    • Rispondi

      Problemi con le capriole? A me pare che sia lo stesso sistema di sempre (C-stick giù e A). Non capisco questa critica.

      Comunque è vero che in SS il gioco parte decisamente blando (Pur’io mi sono annoiato nelle prime due ore di gioco, in realtà) però d’altro canto WW è stato quello più intricato e con più colpi di scena (Spoiler: L’Hyrule land sprofondata nell’oceano che riprende colore mi fece accapponare la pelle) e TP è quello più cinematico e coinvolgente quindi mi sa che ti sei perso le ‘meglio trame’ della serie..

      N.B. ‘La sensazione che ho avuto in certi punti è che abbiano voluto unire le modalità di movimento dei vari Assassin’s Creed (o i Prince of Persia) per rendere più “attuale” il gioco.’ è sul podio tra le cose più insensate che abbia letto in questo forum ;)


    • Rispondi

      @Pede/Sinpetri:
      Il discorso sulla capriola era solo per evidenziare il fatto che la giocabilità dei precedenti capitoli era sempre stata eccellente, in questo caso diventa più macchinosa in certi punti (anche GameSpot evidenzia questo punto, cosa mai successa per un Zelda).
      Sono convinto che col proseguimento del gioco sarò in grado di padroneggiare meglio le varie combinazioni, ma ripeto, reputo la giocabilità di questo capitolo a tratti macchinosa.

      @Pede: Sono daccordo sulla questione dell’originalità, ma i precedenti capitoli riuscivano ad essere più evocavi. Nel 90% delle fasi di gioco di TP non potevi fare a meno di pensare a OoT (infatti TP era “OoT col wiimote”), è in questo senso che parlo di mancaza di originalità. Anche le tappe obbligate “boomerang-bomba-arco” non contribuiscono a rendere il gioco meno prevedibile.

      @Sinpetri:
      Effettivamente degli ultimi capitoli l’universo di WW è l’unico che abbia dato una ventata (gioco di parole non voluto) di aria nuova negli Zelda. Aveva sicuramente diverse carenze (imho poche sidequest e la navigazione a tratti noiosa), ma aveva una trama che almeno si differenziava dal solito canovaccio aggiungendo diversi misteri.

      Il discorso Assassin’s Creed era per dire che, secondo me, la grande N abbia scopiazzato quà e là per differenziarsi dai vecchi capitoli, ma senza avere un ispirazione vera e propria. In pratica ritengo si sia adagiata sui generi di action game che tirano adesso per ritoccare l’esperienza di gioco.


    • Rispondi

      Mah, la componente action è strettamente limitata alla corsa ed allo scalare muri più alti che in precedenza. Una minima ventata d’aria fresca che giova notevolmente all’esperienza di gioco ma che non può essere additata come copia da altri giochi. Alla fine i muri si scalavano anche prima (Solo più bassi) e sulle edere ci si arrampicava comunque (Con movimenti più lenti e senza ‘balzo’): in SS mi sembra si sia compiuto solo il naturale passo in avanti per questi due aspetti.


    • Rispondi

      Comunque è vero: Il gioco richiede un pò di pratica in più rispetto al passato specialmente per padroneggiare il wiimote come spada, cosa che richiede un minimo di padronanza,


  34. Rispondi

    Non sono un Fanboy, ma da quando gioco a Zelda ho lasciato perdere tutto il resto.
    La PS3 sta ferma e si prende la polvere.
    Perche’ mi piace?
    Sicuramente NON PER LA STORIA.
    E’ sempre la solita storia da 25 anni. Zelda viene rapita o scompare per qualche motivo e Link che e’ il prescelto deve salvare il mondo. E vissero tutti felici e contenti.
    Quello che amo di questo gioco e’ la giocabilita’, gli enigmi, i Boss di fine livello che non sono impossibili, le mappe e le invenzioni….. e vi pare poco?
    Prendete un qualsiasi gioco con supergrafica HD, bello, bello, bello ma dopo un paio di ore anche 2 palle!!!
    P.S. per tutti gli amanti del genere consiglio 3D DOT HEROES per PS3.


  35. Rispondi

    si meritava 10, anche perché con tutti i cretini che votano 0.5 a caso è finito sotto a xenoblade e a mario kart… si meritava 10!!!!:(


  36. Rispondi

    Ho avuto finalmente modo di provare questo Skyward Sword dopo che la mia donzella l’ha tenuto sotto sequestro fino al giorno di Natale. Il 26 sera ero da solo al buio davanti al televisore mentre i colori vivaci e vividi di Oltrenuvola mi passavano davanti agli occhi sul mio televisore.
    Subito non mi ha colpito molto, putroppo i miei occhi dopo anni, ancora non riescono a riprendersi dallo shock di meraviglia per quella gemma artistica e tecnologica di Wind Waker.
    Allora mi addentro nel mondo, salvo il fatidico pseudo-gatto, parlotto un po’ in giro, e finalmente arriva il momento di menare la spada.
    D’improvviso Skyward Sword si trasforma: quello che fino ad un attimo prima mi era parso un buon Zelda, diventa il gioco più entusiasmante a cui io abbia mai giocato dal punto di vista di interazione.
    Il concetto è semplice, nulla di rivoluzionario sicuramente, ma diavolo quanto funziona bene!
    Così ora se Wind Waker rimane per me il miglior gioco graficamente parlando di sempre (ebbene si, sarò uno dei pochi), Skyward si attesta come la miglior esperienza interattiva disponibile sul mercato attualmente.
    Non ho potuto ancora giocarlo approfonditamente, ma c’è un punto nel gioco in cui dovrete fare un gesto per ottenere una determinata cosa.
    E’ stata l’esperienza più realistica e coinvolgente che mi sia mai capitata di avere in 10 anni di onorotato videogiocare!
    Io concordo in pieno con il 9.5 comunque :D


  37. Rispondi

    10 pieno a skyward sword e 10 anke a ocarina of time 3d.


  38. Rispondi

    Concordo con @Wally su tutto: mi sono incantato quando, (spoiler) nella foresta allagata (fine spoiler), stavo su una ninfea gigante davanti al grande albero, e ho notato che dietro si notavano il Vulcano di Oldin e il Deserto di Ranel. A quel punto mi sono incantato e sono restato a fissare quella scena per moltissimo tempo: ormai quelle terre significavano molto per me ^_^


  39. Rispondi

    secondo me è 11/10 è un gioco troppo bello!!!!!!!!!!!


Lascia un commento

Devi effettuare l'accesso per lasciare un commento.


Potrebbe interessarti anche...

Recensioni dei lettori Wii

Tutte le recensioni dei lettori