Resident Evil: The Mercenaries 3D

Resident Evil, Nintendo e i portatili

La saga di Resident Evil non è nuova sui lidi delle console Nintendo. E’ ormai dai tempi del GameCube che i possessori di queste console hanno potuto deliziarsi con le produzioni orrorifiche made in Capcom. L’apice di questo rapporto si è avuto proprio sull’indaco cubetto, con ben due titoli esclusivi di natura “main” (Resident Evil 0 e Resident Evil Rebirth) accompagnati poi dalla prima edizione di Resident Evil 4, vero capolavoro della generazione di allora.

Resident Evil: The MercenariesMeno interessante l’impegno della casa giapponese su Wii, dove comunque è stato possibile godere di due shooter capaci di ripercorrere l’intera saga in salsa on-rail, preceduti dalla versione definitiva del quarto titolo, che ha mostrato a tutti la perfetta sintonia (purtroppo sotto sfruttata) del Wiimote con i TPS.

Peggiore, invece, il supporto della saga sulle console portatili: se da un lato quelle dei concorrenti (PSP su tutte) non sono nemmeno state considerate, solo parzialmente meglio è andata a GameBoy e DS, capaci di ospitare un pessimo spinoff (il primo) e un datato porting del primo capitolo (il secondo). Come non accogliere quindi con felicità l’approccio di Capcom al 3DS?

Rispetto al passato, infatti, ci troviamo davanti a un investimento interessante su una console non da casa, con la proposta di non uno ma ben due titoli, entrambi degni di nota, anche se in modo diverso. Tra qualche mese potremo infatti godere dell’avventura a sfondo horror di Revelations, mentre è già disponibile nei negozi quel concentrato di azione pura che è Mercenaries 3D.

Andiamo a scoprire assieme se questo rinnovato interesse di Capcom per il mondo portatile (figlio senza dubbio dell’evoluzione tecnologica dei device, ma anche del loro aumentato successo soprattutto in terra nipponica) ha dato un frutto maturo per i possessori della console a due schermi Nintendo.

This entry was posted in Recensioni. Bookmark the permalink.

15 Responses to Resident Evil: The Mercenaries 3D

  1. bariok says:

    Reveletions!

  2. frenci says:

    speravo che l’online fosse più curato quindi scaffale, anche xchè non mi va molto di spendere 50 euro per un titolo mori e fuggi….

  3. Alessandro Costantino says:

    A mio avviso Capcom è un po’ troppo “conservativa” nell’uso del 3D, e non ne comprendo il motivo. Sia in Mercenaries che in Revelations, mettendo lo slide 3D al massimo si ottiene un risultato simile al 15/20% di Ocarina of Time 3D o Pilotwings Resort, il che rende il 3D impercettibile (almeno ai miei occhi). A questo punto preferisco impostarlo su OFF almeno ho anche l’effetto antialiasing che rende l’immagine più pulita.

    Perché Capcom limita così tanto l’effetto? Alla fine lo slider ce l’hanno messo apposta per questo: ognuno regola l’effetto secondo le sue esigenze…

    • SimPE94 says:

      Se ipotizziamo che aumentando l’effetto 3D serva più potenza di calcolo, un effetto più profondo costringerebbe a ridurre poligoni, texture eccetera.

    • Alessandro Costantino says:

      Non penso proprio. Una volta attivato l’effetto 3D l’hardware genera già 2 immagini separate, aumentare o diminuire la distanza tra le due videocamere virtuali non comporta alcuna richiesta ulteriore di potenza di calcolo.

    • SimPE94 says:

      Allora sono nabbi alla capcom. 8)

    • JohnnyS says:

      Secondo me la stereoscopia può essere un’arma a doppio taglio. Immagini di sfondo disegnate su un ‘muro’ bidimensionale darebbero comunque l’impressione di essere 3d su uno schermo non autosterescopico. Nel caso contrario, invece, percepiremmo lo sfondo come una specie di murales. Visto che in mercenaries gli elementi in lontananza vengono resi 2d, quello stesso livello di distanza rappresenta il massimo di profondità impostabile prima di percepire il trucchetto ad occhi nudi. Speriamo in Revelations non si debba incappare in tale inghippo ^_^

  4. manu87ele says:

    ottima recensione, bene evidenziati i punti di forza e bene analizzati e compresi i difetti, alcuni dovuti proprio al fatto di essere un “mercenari”. concordo che il 3d non è immersivo come per Ocarina of Time..ma non c’è male..online non ho mai avuto lag o ritardi, finora..

  5. soapcod4 says:

    Tanto online se trovi un compagno un filo sveglio non c’è bisogno di comunicare e si fan combo di oltre 150 con gran facilità (peccato che finita la missione ogni volta te lo cambiano e non ci si può aggiungere), l’effetto 3D si nota appena e quindi l’ho disattivato..

  6. Pingback: Nintendo taglia il prezzo del 3DS - 3DS Italia

  7. deveroos says:

    Nel frattempo, Capcom annuncia di aver distribuito 400.000 copie di questo gioco nel mondo. Non male!

  8. Pingback: Capcom rilascia nuove informazioni su Resident Evil Revelations - 3DS Italia

  9. Momo87s says:

    Ero molto interessato, ma onestamente pensavo e speravo che avessero curato moooolto di più il comparto online… D’altronde un titolo di questo genere si compra quasi solo per quello no?
    Ma fatemi capire, non posso nemmeno salvare gli amici per giocare sempre con loro? Della serie: si stava meglio quando si stava peggio? (vedi codici amico…)

  10. met82 says:

    ciao a tutti a me come gioco piace e ci gioco bene anche in 3d . Per il mio tempo che ho e lavorando non mi va di rifare e rompermi per passare i livelli ecc.. preferisco giochi più sbrigativi come street fighter e magari passa tempo come bubble booble . cmq nell’aria mercatino lo scambio.

  11. Pingback: eShop: le novità del 28 marzo 2013 - Wii Italia