Nintendo Post E3 Tour 2011: i giochi per Wii

Pochi giorni fa presso lo Spazio Edra di Milano si è tenuto l’ormai tradizionale appuntamento con il Nintendo Post E3 Tour, un’occasione per mostrare con tranquillità alla stampa europea le ultime novità presenti all’affollatissimo show floor dell’E3.

Wii Post E3 2011

Iniziamo subito col dire che uno dei grandi protagonisti della fiera losangelina del mese scorso, vale a dire Wii U, è purtroppo l’illustre assente della tappa italiana del Post E3 Tour. I primi giudizi sulla nuova home console di Nintendo e sul suo innovativo controller sono dunque rinviati al futuro, ma la redazione di Wiitalia ha comunque avuto la possibilità di provare con mano alcuni dei titoli più attesi in arrivo nel corso dei prossimi mesi su Wii, DS e 3DS.

Questo articolo riguarda esclusivamente le demo per Wii e vuole offrire una brevissima panoramica su tutti i giochi testati durante l’evento. Per alcuni di essi verranno pubblicati nei prossimi giorni degli approfondimenti più ricchi e dettagliati, mentre per leggere il resoconto completo dell’hands-on sulle demo per Nintendo DS e 3DS basta cliccare il seguente link.

La demo di The Legend of Zelda: Skyward Sword conferma le ottime impressioni sulla giocabilità avute lo scorso anno, dato che non presenta alcuna novità per quanto riguarda il sistema di controllo. Il Telecomando Wii Plus consente di gestire i movimenti della spada, il nunchuk regola lo scudo, il pulsante A attiva le azioni contestuali e permette di correre più velocemente, mentre il tasto B è relegato all’uso degli oggetti. Premendo + e – si aprono invece i menù da cui è possibile consultare la mappa e selezionare le varie pozioni.
Abbiamo potuto affrontare un livello dove si utilizza il solo Wiimote per controllare il volo di un uccello (il nuovo “mezzo di trasporto” di Link), una boss battle divisa in due fasi contro il temibile Lord Ghirahim e un dungeon ricolmo di ragni, pipistrelli e Moblin in cui adoperare la fionda, l’arco, le bombe e l’inedito insetto. Graficamente il gioco ha fatto passi in avanti nel corso degli ultimi dodici mesi: le aree sono ora ricche di dettagli e i colori volutamente slavati ricordano più che mai un dipinto acquerellato, mentre continuano ad apparire poveri di poligoni i modelli dei nemici.

the-legend-of-zelda-skyward-sword-wii_023the-legend-of-zelda-skyward-sword-wii_027

Xenoblade Chronicles è l’unico titolo presente all’evento in cui è consigliato adottare il Classic Controller, dato che i combattimenti action in tempo reale richiedono un massiccio uso dello stick analogico, della croce direzionale e dei pulsanti, grazie ai quali è possibile agganciare un bersaglio, selezionare gli attacchi (sferrati automaticamente se ci si trova a poca distanza da un nemico), effettuare tecniche speciali (mosse potenti, combinate o di supporto) e cambiare la visuale. Il giocatore ha il comando del solo personaggio principale, mentre gli altri sono controllati dalla CPU.
La versione da noi testata è completamente localizzata in italiano e si apre con una sequenza introduttiva che racconta le origini del mondo, che da mare sconfinato diventa un continente a causa dello scontro mortale tra due enormi divinità. Molti secoli dopo questi fatti, ci troviamo catapultati nel bel mezzo di una battaglia tra un gruppo di Homs (di cui fanno parte i tre membri che compongono il party iniziale) e Mechan tecnologicamente all’avanguardia. Ottimi il character design e le animazioni facciali dei vari personaggi, mentre le texture risultano un po’ scialbe.

xenoblade-wii_078xenoblade-wii_086

Rhythm Heaven come suggerisce il titolo è un rhythm game in cui bisogna premere i tasti A e B del controller a tempo di musica per compiere una serie di azioni decisamente stravaganti, come infilzare del cibo con una forchetta, respingere una pallina a bordo di un aeroplano o affettare dei mostri nei panni di un samurai. Da questi semplici esempi si può intuire il tono volutamente sopra le righe del gioco, che può essere definito come una sorta di WarioWare in chiave musicale dove riflessi, tempismo e concentrazione sono essenziali per la vittoria.
E’ infatti fondamentale non perdere mai il ritmo, dato che l’assenza di qualsivoglia indicatore a schermo non consente distrazioni; l’unico modo per non anticipare o ritardare la pressione dei due pulsanti è tenere costantemente il tempo del brano. Le tracce presenti nella demo provengono direttamente dall’edizione giapponese e sono accattivanti e martellanti come non mai, mentre l’impianto visivo mantiene inalterato il solito design minimalista ma brillante già apprezzato nelle altre uscite della saga sulle console portatili di Nintendo.

rhythm-heaven-wii_004rhythm-heaven-wii_003

Lo scopo di Mystery Case Files: The Malgrave Incident è ispezionare con estrema cura delle schermate fisse (un po’ spoglie a dire il vero) per localizzare una serie di oggetti presenti in una lista. Gli artefatti così recuperati permettono di accumulare indizi utili per la risoluzione dei misteri che circondano l’Isola Malgrave, in un titolo a metà strada tra il puzzle e l’avventura punta e clicca. Gli investigatori in erba devono servirsi del puntatore del Wiimote per analizzare i vari elementi dello scenario e identificare quelli richiesti per il completamento del quadro.
Il giocatore principale può modificare la visuale e zoomare sulle aree in secondo piano, mentre altri tre amici possono aiutarlo segnalando con il telecomando oggetti sospetti. Quando si pensa di aver scovato un artefatto basta selezionarlo per conoscere l’esito della ricerca: in caso di risposta corretta quest’ultimo scompare dalla lista, se invece si commette un errore si perde del tempo prezioso. Talvolta gli elementi da scovare non sono indicati chiaramente ma attraverso doppi sensi e giochi di parole, mentre una speciale lente d’ingrandimento fornisce un valido aiuto in caso di difficoltà.

mystery-case-files-the-malgrave-incident-wii_012mystery-case-files-the-malgrave-incident-wii_002

Kirby Wii abbandona lo stile “taglia e cuci” di La Stoffa dell’Eroe per proporre un comparto grafico molto familiare a chi in passato ha avuto occasione di visitare Dream Land in altri episodi della saga. Tra i due titoli resta invece identico l’orientamento al multiplayer, che questa volta apre le porte ad un massimo di quattro giocatori in contemporanea. Kirby Wii è un platform a scorrimento (in cui le varie mosse si effettuano impugnando il Wiimote in stile pad del NES) che prende spunto da New Super Mario Bros. Wii e da l’Emissario del Subspazio di Super Smash Bros. Brawl.
Il player principale è sempre Kirby mentre gli altri tre giocatori possono unirsi in qualsiasi istante alla partita dopo aver selezionato un personaggio tra King Dedede, Meta Knight e Waddle Dee. Le vite sono condivise ed è necessario cooperare per superare tutti gli ostacoli e raggiungere l’uscita del livello. Ci sono power-up da recuperare, quadri bonus, attacchi in coppia e ogni personaggio possiede abilità uniche da sfruttare a dovere (ad esempio Kirby è in grado come suo solito di assorbire temporaneamente i poteri dei nemici).

kirby-wii-wii-1_010kirby-wii-wii-1_007

Fortune Street è una versione in salsa Dragon Quest e Regno dei Funghi del celebre gioco da tavolo del Monopoli. Impugnando il controller in orizzontale, dopo aver lanciato un dado si muove il proprio personaggio lungo un tabellone virtuale ricolmo di caselle dagli effetti più disparati e ad ogni turno è possibile intraprendere svariate azioni in base al percorso selezionato, come comprare nuovi negozi, pagare i debiti, scambiare proprietà, acquistare azioni degli shop posseduti da altri giocatori (fino a quattro, umani o gestiti in automatico dalla CPU) e via andando.
L’impostazione grafica praticamente identica a quella di Mario Party non deve però trarre in inganno, dato che Fortune Street ha ritmi decisamente più lenti e regole che vanno assimilate un poco alla volta. Come detto si tratta di un titolo interamente basato sulla compravendita e su altre attività di questo tipo, in cui i minigiochi (comunque presenti di tanto in tanto per movimentare la partita) rivestono un ruolo marginale a differenza di ciò che avviene nella serie targata Hudson. Anche i tabelloni appaiono leggermente più sobri e con meno imprevisti rispetto al passato.

fortune-street-wii_002fortune-street-wii_011

This entry was posted in Hands-on and tagged . Bookmark the permalink.

9 Responses to Nintendo Post E3 Tour 2011: i giochi per Wii

  1. wiiniano says:

    Direi che xenoblade è stato forse sopravvalutato per alcuni punti di vista ma quello che importa è il gameplay a conti fatti. Zelda vedo che è miglorato ulteriormente quindi ottima notizia. Kirby Wii vuole forse contrastare New Super Mario Bros? Vedo che ultimamente Nintendo punta molto sul multiplayer e questo non è male… Gli altre tre non mi sento di giudicarli…

    • Nev3r says:

      piu’ che sopravvalutato, c’e’ da dire che qualche slavatura nelle texture bisogna aspettarsela con un mondo cosi’ vasto come quello creato da monolith soft, considerando anche l’hardware di Wii mi sembra quasi impossibile che siano riusciti a fare tanto. non vedo l’ora di provarlo.

      riguardo ai nemici di skyward sword poveri di poligoni non sono d’accordo, e’ stato appurato piu’ volte con un confronto diretto tra twilight princess e skyward sword e la differenza nel dettaglio dei nemici e’ abissale, solo che sono dettagli che si possono scorgere solo da uno screenshot e non dal live gaming. oh beh XD

    • Haseo says:

      Le texture di Xenoblade sono un po’ slavate perché purtroppo il Wii ha pochissima memoria dedicata alle texture (meno di 3 MB), quindi che siano riusciti a realizzare un mondo di gioco così vasto e dettagliato su questa console è veramente un miracolo. Già solo questo dimostra tutta la maestria dei Monolith nello svolgere il loro lavoro di sviluppatori.

    • wiiniano says:

      Concordo pienamente.

  2. MattDSi says:

    Le altre date e luoghi,quali saranno?

  3. Gio says:

    Sarebbe più corretto dire che l’emissario del sub-spazio di brawl riprende pesantemente lo stile classico dei giochi di kirby, è quasi uguale (chi ha giocato ai vecchi episodi del pallone rosa deve essersene reso conto), e che kirby wii continua con lo stile classico della serie.

  4. rissomarco says:

    Beh, per me Zelda e Xenoblade sono acquisti obbligati

  5. Obscuria says:

    Per me Zelda non è un granchè…

  6. rezeldadavide says:

    obscuria invece zelda e bellissimo e migliorato tantissimo