Hands-on: Nintendo Post E3 Tour 2010: il 3DS e le sue demo

Kid Icarus: Uprising

Davide: questa demo consiste in un collage di alcune scene realizzate con il motore di gioco, lo stesso filmato già visto sul palco dell’E3. L’ex Project Sora mette in mostra un ottimo uso del 3D, con Pit che si fa strada schivando con precisione una marea di raggi laser che sembrano quanto mai reali, anche se si avverte un leggero senso di confusione.

Alcuni modelli poligonali sembrano addirittura presi in prestito direttamente da Super Smash Bros. Brawl per Wii.

Mario Kart

Davide: in Mario Kart si assiste come spettatori ad un giro di pista in un circuito ambientato su Wuhu Island, l’isola che fa da sfondo a Wii Sports Resort. I protagonisti a bordo dei rispettivi kart (che presentano qualche spigolo di troppo) sono Mario e Luigi.

Per quanto riguarda l’effetto 3D, ho trovato decisamente piacevoli la caduta di alcune foglie che sembrano venire incontro al giocatore e la macchia di inchiostro lasciata dal Calamako (già usata in Mario Kart Wii), che si appiccica allo schermo sporcandolo tutto. Ho provato invece un attimo di spaesamento durante i salti dei kart (non si sono viste moto o altri mezzi).

Nintendogs + Cats

Davide: in questa demo di Nintendogs + Cats si è potuto scegliere solamente fra tre diverse razze di cani, quindi non abbiamo ammirato la new entry rappresentata dai felini. Il modo in cui si interagisce con i cuccioli è rimasto quello già adottato in Nintendogs per DS.

Non è stato possibile sperimentare il nuovo sistema di riconoscimento del padrone basato sulla fotocamera interna, mentre tra i benefici del 3D ho particolarmente apprezzato il senso di profondità della stanza che si avverte lanciando una pallina (presenti anche frisbee e boomerang) e quando il cane appoggia le zampe anteriori sullo schermo o lo lecca con la lingua.

PilotWings Resort

Davide: quella di PilotWings Resort è stata sicuramente la demo più interattiva per quanto riguarda il 3DS. Nel primo minigioco si controlla un idrovolante con lo Slide Pad per guidarlo attraverso dei cerchi sospesi nel cielo mentre nel secondo bisogna spingere un simil-Mii (che si preparino ad invadere anche il 3DS?) munito di jetpack contro dei palloni per farli scoppiare.

L’ambientazione è l’isola Wuhu (pare proprio che Nintendo abbia preso a cuore questa località) e la demo è servita più che altro a mettere in mostra l’estrema precisione dello stick analogico.

Hollywood 61

Davide: questo titolo Ubisoft è stato una delle tre demo giocabili, insieme a Nintendogs + Cats e PilotWings Resort. Ha offerto una resa grafica inferiore rispetto agli altri giochi ed anche l’effetto 3D mi è sembrato meno marcato.

Hollywood 61 si presenta come un titolo investigativo dove dobbiamo risolvere una serie di omicidi e nella pratica abbiamo un’alternanza di scene narrative e di enigmi in stile Professor Layton. Un puzzle richiede di spostare degli specchi con lo stilo mentre un altro di regolare l’inquadratura con lo Slide Pad per leggere un messaggio nascosto tra le pieghe di un sipario.

Resident Evil: Revelations

Davide: tutti quelli che dubitavano della veridicità del trailer diffuso da Capcom possono dormire sonni tranquilli. La grafica (in-game, come chiaramente specificato) vista nel video è proprio come appare sullo schermo del 3DS, con in aggiunta un effetto 3D che nobilita il tutto.

Tramite lo Slide Pad si gestisce l’inquadratura ed in più è possibile zoomare a piacere una determinata area. L’atmosfera è molto coinvolgente, peccato solo per l’eccessiva brevità della dimostrazione, che si chiude con delle storie tese tra Jill Valentine, Chris Redfield ed un misterioso terzo individuo.

Hideo Kojima’s Metal Gear Solid Snake Eater 3D “The Naked Sample”

Davide: senza dubbio la demo 3DS (solo video purtroppo) più spettacolare di tutte. Non ci sono parole per descrivere quello che succede sullo schermo superiore. La visuale è in prima persona, Snake striscia per terra nell’erba alta, i vari fili ci passano accanto, all’improvviso un serpente ci punta, lo sentiamo muoversi verso di noi. Poi incontriamo un coccodrillo, più vivo che mai, e dopo pochi passi Snake schiva delle frecce e un tronco che rotola davanti ai nostri occhi increduli.

Non è possibile che abbiamo tra le mani una console portatile e invece, difficile crederlo, è proprio così. Ma il meglio deve ancora arrivare: la telecamera si sposta in terza persona e lo spettacolo va avanti in crescendo. Sfuggiamo a degli insetti, ci imbattiamo in degli strani uccelli, evitiamo per un soffio una sentinella alla disperata ricerca di un pacchetto di sigarette e concludiamo in bellezza con uno scontro con The Boss.

Le sequenze in terza persona sembrano l’inizio di un gioco vero e proprio (sono addirittura presenti l’indicatore della salute e la barra della stamina) mentre i filmati cinematografici sono roba da far diventare verde d’invidia la home console di casa Nintendo (e non solo…). Mai vista una cosa così su una portatile.