*/ ?> Anteprima di Donkey Kong Country Returns - Wii Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Anteprima: Donkey Kong Country Returns

Quando ad una conferenza come l’E3 il pubblico riconosce il prossimo annuncio semplicemente ascoltando un jingle riprodotto a schermo nero è una vittoria, soprattutto se si parla di un annuncio che i giocatori di vecchia data bramavano da anni. Torna ad opera dei Retro Studios una delle icone che hanno fatto la storia di Nintendo insieme a Super Mario: Donkey Kong.

A questo punto è impossibile non notare come a Kyoto abbiano ben pensato di sfruttare questo team per rimpiazzare in grande stile Rare, emigrata in casa Microsoft con risultati non del tutto soddisfacenti. I paralleli fra i lavori dei due team iniziano a farsi consistenti.
Dopo l’esperienza in prima persona (la serie di Metroid Prime per i Retro, Goldeneye per i Rare) adesso il confronto si fa aspro: al coraggioso gruppo di Texani tocca affrontare i Rare proprio dove hanno espresso uno dei loro picchi creativi assoluti, ovvero sul terreno di Donkey Kong Country.

Donkey Kong Country Returns, questo il titolo dal retrogusto nostalgico del lavoro Retro, è un ritorno ai Donkey Kong in Silicon Graphics che tutti abbiamo imparato ad amare su SNES, e sembra esserci tutto (o almeno quasi tutto) quello che serve per assicurarne il successo.

Siamo davanti ad un platform bidimensionale con nemici da abbattere a suon di capriole (o se preferite “all’italiana”, saltandogli in testa come Mario insegna) in livelli irti di ostacoli o baratri da evitare, il tutto raccogliendo le immancabili banane e lettere per aumentare le vite a nostra disposizione.

Il trailer della conferenza mostra in modo inequivocabile anche altri paletti della serie, come i barili-cannoni che sparano il nostro scimmione da una parte all’altra del livello, le liane e le sezioni a bordo di mezzi fuori controllo come i carrelli da miniera.

Si intuisce sin da ora che Returns sarà un platform con una grande varietà di situazioni e che mantiene lo stesso spirito dei suoi predecessori. Da qui la speranza che a questo concept di gioco solido Retro Studios sia in grado di aggiungere un superbo level design, nuove meccaniche e nuove caratteristiche così da continuare l’evoluzione del genere, per non limitarsi ad una mera riproposizione del brand.

Sembra puntare in questa direzione la presenza di nuovi collectibles, banane dorate che probabilmente però sostituiranno semplicemente i buoni vecchi Token. Salta all’occhio l’assenza degli animali amici visti negli altri episodi della serie come Rambi il rinoceronte, Expresso lo struzzo o Enguarde il pesce spada, forse a causa del divorzio con Rare. La mancanza di questi personaggi potrebbe cambiare di molto i connotati al titolo rispetto al passato, come anche l’assenza di Dixie, che con la sua chioma elicottero regalava notevole varietà al gameplay. Non serve allarmarsi però, poichè questo potrebbe essere un semplice segnale di un cambio di rotta di Retro per distanzarsi dal lavoro svolto dai colleghi inglesi.

donkey-kong-country-returns-wii_064

Quanto alle modalità di gioco, è confermato che potremo controllare DK in singolo, e farci aiutare dal cugino Diddy Kong in multiplayer, questa volta in maniera del tutto indipendente e non “a turni” come accadeva in passato.
All’alba del 2010, l’unica speranza in merito alla modalità multiplayer è che sia affrontabile anche online, una mancanza questa che ha afflito invece l’ultima incarnazione di Mario in salsa platform 2d su Wii.

Per ora non possiamo che ammirare la spregiudicatezza di un team come i Retro Studios che davvero non sembra temere nulla. Su GameCube hanno avuto il coraggio di portare una serie storica come quella di Metroid dal 2d al 3d, reinventandola in chiave first person adventure, con un lavoro di ottima qualità che è culminato con il terzo episodio della serie Prime, il Corruption, da molti definito il loro capolavoro.

Con Donkey Kong invece abbandonano la via del 3d intrapresa da Rare su Nintendo 64 riportando lo scimmione dalle dimaniche 3d a quelle 2d, sfidando il passato a viso aperto.

Il motore grafico è tridimensionale, e pare già da ora di ottima fattura con tocchi di classe come nemici giganti (preludio alle leggendarie boss battle che contraddistinguono i capitoli passati della serie?) che ci attaccano dal fondale o backdrop infuocati dal rosso acceso del tramonto che lasciano in primo piano solo le sagome monocromatiche del livello e dei personaggi, contraddistinti però da dettagli colorati: il rosso cravattino di DK ed il cappello di Diddy. Il risultato finale è talmente bello da non far rimpiangere assolutamente l’era della Silicon Graphics.

donkey-kong-country-returns-wii_055donkey-kong-country-returns-wii_069

La tridimensionalità viene anche asservita al gameplay: in alcuni livelli i cannoni sparano i personaggi sul fondale per esplorare nuove aree oppure per distruggere ostacoli. Possiamo solo pregustare in che modo questa feature renderà ancora piu ardua la ricerca dei segreti sparsi per i livelli.
L’unico vero dubbio riguarda per il momento i modelli dei nemici, che peccano per ora più che altro sotto il punto di vista del design (dove sono i buoni vecchi Kremling?).

Non ci resta che attendere l’uscita di Donkey Kong Country Returns con l’acquolina in bocca, sperando che Retro riesca ad eguagliare se non superare i fasti di Rare anche per quanto riguarda la colonna sonora, imponente nei passati episodi della serie.

Commenti Sottoscrivi i commenti
  1. Pingback: Tweets that mention Anteprima di Donkey Kong Country Returns - Wii Italia -- Topsy.com

  2. Rispondi

    [...] This post was mentioned on Twitter by Wiitalia, Fede Arcu. Fede Arcu said: This is gonna rock! RT @wiitalia: Anteprima di Donkey Kong Country Returns ( http://tinyurl.com/36mu788 ) [...]


  3. Pingback: Donkey Kong Country Returns è da oggi disponibile nei negozi - Wii Italia

  4. Rispondi

    [...] attesa della nostra recensione vi lasciamo alla nostra anteprima scritta subito dopo la presentazione del gioco all’E3 di Los [...]



Potrebbe interessarti anche...