*/ ?> Recensione di Shin Megami Tensei: Devil Survivor (DS) - Nintendo DS Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Shin Megami Tensei: Devil Survivor: la recensione

Da un paio di generazioni a questa parte Atlus è considerata dalla stragrande maggioranza degli amanti del settore la migliore software house giapponese in ambito jrpg.
Nonostante il mass market non abbia mai coronato le fatiche di questa software house (probabilmente per via del budget relativamente limitato che Atlus investe nei suoi prodotti), è bene sapere che i suoi titoli, fra cui l’intera serie Shin Megami Tensei, ma anche Persona e Devil Summoner (per citarne alcuni), sono da considerarsi se non capisaldi del genere veri e propri capolavori o pietre miliari.

A rendere unici questi jrpg sono senza ombra di dubbio una moltitudine di caratteristiche ormai inconfondibili per tutti i fan: il solido gameplay che li contraddistingue, le tinte dark con cui si sviluppa il plot narrativo, le ambientazioni davvero originali, lo stile inconfondibile del design di personaggi e bestiario e l’intensità delle storie narrate, in grado di esprimere epicità ma anche un lato umano fra tutta una moltitudine di creature ed eventi sovrannaturali difficilmente rintracciabili in qualsiasi altro competitor.

E’ un vero peccato che ad oggi le console casalinghe di questa generazione siano ancora orfane di un qualsivoglia prodotto della casa del Jack Frost, ma sul lato portatile, quasi a continuare il lavoro svolto su PS2, Atlus non ha certo lesinato nell’impegno e nella voglia di sperimentare, sfornando sia per PSP che per Nintendo DS una grandissima mole di giochi, tutti degni di considerazione. Non ultimo, uscito quasi un anno fa sul suolo Americano e ancora non previsto per l’Europa, è Devil Survivor.

Perdere l’innocenza

Era un giorno tranquillo, un giorno apatico. Un caldo e soleggiato giorno come tanti che scivolano via quando i nostri pensieri sono concentrati su qualcosa che la nostra vita reputa più importante: forse il lavoro, forse la scuola, forse il pensiero su dove portare la nostra ragazza nel fine settimana.
Un giorno facile da dimenticare. Un giorno però, altrettanto facile da ricordare se all’improvviso veniamo definitivamente privati della serenità, e non possiamo far altro che rifugiarci nei ricordi di momenti tranquilli come questi per assaporare nuovamente quel senso di pace che ci circondava.
Siamo in una moderna Tokyo contemporanea, dei giorni nostri, siamo in uno di questi momenti. Senza preavviso la Japanese Ground Self-Defence Forces (l’esercito giapponese) circonda la città, sottoponendola ad un’impenetrabile quarantena, affinchè nessuno vi possa più entrare, ma soprattutto niente e nessuno ne possa più uscire.
Ufficialmente, una perdita di gas ha contagiato i cittadini con qualche strana malattia, ed il governo della terra del sol levante è intenzionato a dispiegare ogni mezzo a sua disposizione affinché che la pandemia non si diffonda anche all’esterno della città. La realtà dei fatti però è ben altra: un’invasione di demoni, nel cuore della civilizzata capitale Nipponica, sta mettendo a repentaglio non solo il destino del Giappone, ma del mondo intero.

Devil Survivor per Nintendo DS

Il protagonista, un comune ragazzo delle scuole superiori, di soli 17 anni, è intrappolato all’interno della città insieme ai due amici Atsuro Kihara e Yuzu Tanikawa.
I tre entrano in possesso di particolari device portatili chiamati COMP, dalla forma identica a quella di un Nintendo DS, ed attraverso questi sono in grado di stabilire contatti con entità sovrannaturali, come demoni, vampiri, angeli, creature mitologiche o persino Dei. Grazie ai COMP inoltre, i tre acquisiscono una seconda, funesta, abilità, che permette loro di sapere quanti giorni di vita separano un individuo dalla sua morte.
In breve si rendono conto che nessuno, in città, ha un timer che supera più di sette giorni.

Diventa quindi palese come una catastrofe stia per abbattersi su una Tokyo già allo stremo delle forze, calata in un’atmosfera pre-apocalittica, uccidendo tutti gli abitanti che ancora non sono morti di stenti, o peggio, periti sotto gli attacchi dei demoni. E’ necessario fuggire dalla città prima dello scadere dei sette giorni, cercando di superare il blocco imposto dalle forze armate.
A complicare ulteriormente la vita a questo drappello di improbabili guerrieri, inoltre, interviene il countdown della loro morte: sempre e costantemente vicino allo zero. In sostanza, Hero, Atsuro, e Yuzu non solo sono costretti a cercare una via di fuga da Tokyo, ma anche a cambiare il loro destino, fronteggiando situazioni sempre più estreme, per evitare di morire ancor prima che si verifichi l’imminente apocalisse.

shin-megami-tensei-devil-survivor-1-ds_004Nonostante la disperazione, però, sembra che qualcuno di estremamente potente sia intenzionato ad aiutarli. Ogni mattina, all’alba, una “eminenza grigia” recapita in un’email sui loro COMP, uno stralcio di uno pseudogiornale riguardante le più efferate catastrofi che si abbatteranno su Tokyo durante quella stessa giornata.
I nostri eroi sono quindi chiamati a dover fare delle scelte importanti.
E’ vero che grazie alle informazioni contenute in queste misteriose email il trio ha ciò che serve per cercare di stare il più possibile lontano dalle zone in cui il report annuncia le disgrazie, ma è altrettanto vero che, accantonando l’egoismo e facendo appello a tutto il loro coraggio, possono cercare di interferire con il destino per salvare quante più vite possibili.
Quello che i tre ragazzi devono fare è semplice: sopravvivere. Sopravvivere a qualsiasi costo, anche se questo vuol dire appellarsi alle più oscure e malvagie forze che governano il mondo, se necessario. Anche se questo vuol dire evocare demoni, coloro che sono la causa dell’isolamento a cui è stata sottoposta Tokyo.

Commenti Sottoscrivi i commenti
  1. Pingback: Wiikend #11 - Wii Italia

  2. Rispondi

    [...] all’E3 e due recensioni, più precisamente quella di Mega Man 10 per WiiWare e quella di Shin Megami Tensei: Devil Survivor per DS (qui le immagini e qui un [...]


  3. Pingback: Tweets that mention Recensione di Shin Megami Tensei: Devil Survivor - Nintendo Ds Italia -- Topsy.com


Potrebbe interessarti anche...