*/ ?> Recensione di Excitebike: World Challenge (WiiWare) - Wii Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Excitebike: World Challenge: la recensione

Operazione “Nostalgia”

Dopo l’esperienza accumulata da Monster Games sullo storico franchise con i due precedenti titoli della serie Excite, i vertici Nintendo hanno finalmente commissionato loro quello che i fan chiedevano da lungo tempo. Un remake vero e proprio del gioco che nel lontano 1985 aveva spopolato su NES, creando proseliti nell’immediato e nostalgici negli anni a seguire.

Il titolo si presenta infatti come un aggiornamento del primo Excitebike, conservandone immediatezza, divertimento e difficoltà in parti eque. Solamente il comparto tecnico e i comandi sono stati ammodernati, senza snaturare l’impostazione originale.

excitebike-world-challenge_005

Come da tradizione, il gioco è imperniato sulla conquista del miglior tempo lungo percorsi organizzati in coppe, di crescente difficoltà e lunghezza. L’inquadratura è di lato, come nel 1985, con l’unica possibilità di variare un po’ l’angolo fino a renderla quasi di tre quarti. Come una volta, la pista ha solo quattro corsie e ogni salto, ogni atterraggio, qualsiasi elemento lungo il tracciato è messo lì per essere impiegato nel migliore dei modi, pena la perdita di prezioso tempo, quindi determinante per la conquista del tempo migliore in gara. Dai due precedenti episodi per Wii, sono stati mutuati pure quegli interruttori che sparsi lungo il tracciato, possono far comparire nuove colline, salti e rampe, decisivi per migliorare la nostra prestazione. Ogni gara conta di due tornate e la sensazione di muoversi lungo un circuito si perde completamente, vista l’impostazione “bidimensionale” resa dalla visuale laterale. Ma questo è piuttosto un pregio stilistico, che i nostalgici apprezzeranno.

Ad ogni gara guadagneremo un punteggio, espresso con le immancabili lettere da F fino ad A, con l’aggiunta della S concessa solo ai centauri più capaci.

Controlli

All’inizio il gioco presenta due tipi di controlli. Innanzitutto il Wiimote, sufficiente da solo, deve essere tenuto orizzontalmente, in stile Nes per intenderci. Il tasto 2 serve per accelerare, il tasto 1 per azionare il turbo (da usare come al solito con molta cura), D-pad su e giù per cambiare corsia. A questo punto i programmatori ci hanno offerto la possibilità di scegliere fra due alternative per controllare l’inclinazione in aria della moto e l’impennata: il D-pad destra/sinistra, oppure i sensori di movimento del controller. Ovviamente quest’ultima soluzione si è rivelata più immediata e immersiva, ma probabilmente è una questione di gusti e esercizio. Non esiste nessun comando freno, il tasto + mette la gara in pausa, ed infine A cambia la visuale ruotando fra poche alternative preimpostate. Riguardo quest’ultimo aspetto, l’inquadratura di base proposta dai programmatori ci è sembrata quella, non a caso, più funzionale.

excitebike-world-challenge_011

La disposizione dei tasti acceleratore e turbo si è presto rivelata poco ergonomica, infatti nelle gare più impegnative si avverte un crescente indolenzimento alla mano destra, specialmente al pollice. Ma tuttavia la loro inversione sarebbe risultata probabilmente meno convincente, in quanto cozzerebbe con il movimento del Wiimote necessario per attivare le impennate, fondamentali per effettuare i salti migliori, per sovrastare gli avversari o per scavalcare gli ostacoli fissi. Invece, l’impostazione completamente digitale, senza nessun controllo motorio, garantisce un minore affaticamento alle falangi. Ma qui stiamo disquisendo del pad Nintendo, che ha nei suoi piccolissimi tasti circolari e nella minuta croce direzionale il suo difetto principale.

Come al solito, ottenere i tempi migliori e quindi il successo è tutta una questione di saper dosare diligentemente il turbo, effettuare i salti con la dovuta spinta, atterrare con la giusta inclinazione rispetto al terreno, evitare ostacoli e soverchiare gli avversari. Quindi un insieme di meccaniche di gioco piacevoli e stimolanti, che ben si sposano con l’immediatezza e la freschezza che ogni titolo WiiWare dovrebbe avere.

Elementi tecnici

Il gioco si lascia scorrere facilmente e felicemente attraverso le gare via via più impegnative, senza però impensierire troppo l’utente con un po’ d’esperienza alle spalle. Solamente la Coppa Platino necessiterà di essere conquistata con maggiore dedizione e costanza. Da segnalare positivamente che all’inizio della gara e durante la stessa, verrà sempre segnalato il tempo che dovremo battere per conquistare il famigerato voto S, essenziale per completare il gioco a pieni meriti. I nostri progressi saranno ricompensati con l’accesso alle coppe superiori oppure disponendo di nuove colorazioni e decorazioni per le nostre moto. Alcune di queste dovranno invece essere obbligatoriamente conquistate ottenendo dei risultati nel gioco online, sia contro amici che non.

excitebike-world-challenge_006

Purtroppo il titolo Monster Games manca di qualsivoglia modalità multigiocatore locale e questa volta è un difetto più grave del solito. L’impossibilità di vedere le facce dei nostri avversari, le loro espressioni, i commenti o le imprescindibili imprecazioni, che da soli costituiscono metà del divertimento, pesa come non mai nell’obbligato multiplayer online. Trovare giocatori tuttavia non è molto difficile, c’è sempre qualcuno disponibile in rete, ma si prova poco piacere in questa asettica modalità, aggravata dalla cronica mancanza di qualsivoglia interazione con gli altri giocatori da tutto il mondo, sia amici che semplici sconosciuti. Ma questa, di nuovo, è una critica rivolta a Nintendo piuttosto che a Monster Games.

Conclusioni

Excitebike: World Challenge è un titolo adatto a tutti, ma che solo i più tenaci porteranno a termine al 100%. L’impianto tecnico risulta semplice, ma piacevole e adeguatissimo a questa operazione nostalgica. La giocabilità può essere soggettivamente compromessa dai controlli un po’ caustici, ma senza intaccare l’immediatezza del gioco e la sua capacità di infondere immensa soddisfazione quando si azzeccano le manovre giuste e la pista fila liscia sotto la nostra moto.

7.0
Commenti Sottoscrivi i commenti
  1. Pingback: Wiikend #1 - Wii Italia

  2. Rispondi

    [...] il gioco. Wiitalia, infine, vi propone le recensioni di Super Monkey Ball: Step & Roll e di Excitebike: World Challenge per [...]



Potrebbe interessarti anche...