*/ ?> Hands-on: Academy of Champions - Wii Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Hands-on: Academy of Champions

Tutti da bambini abbiamo sognato di essere dei grandi campioni dello sport. In Italia, in particolare, molti di noi sognavano di giocare a calcio in serie A e di correre fianco a fianco con i propri beniamini. Ubisoft con Academy of Champions sembra fare leva su questo semplice sogno infantile, dedicando al pubblico teen un gioco che unisce sport, divertimento e un campione del calibro di Pelé in quella che potremmo definire l’accademia dei nostri sogni.

Academy of Champions per Nintendo Wii

Come suggerisce il titolo, Academy of Champions è ambientato in una rinomata scuola di calcio che ha come preside il più grande giocatore brasiliano di tutti i tempi, il quale veste il ruolo di mentore in un’avventura che porterà il nostro alter ego a diventare un vero campione.

Il primo fulcro di questo titolo, infatti, è una curiosa modalità storia: per la prima volta in un gioco calcistico il giocatore segue un vero e proprio cammino di crescita incontrandosi e scontrandosi con un elevato numero di amici e avversari per la durata di svariati semestri o, se vogliamo, per oltre 20 ore di gioco. Procedendo, si possono incontrare svariati personaggi del mondo Ubisoft, tra i quali abbiamo riconosciuto Altair, Sam Fisher, i Rabbids, Prince of Persia e Jade di Beyond Good & Evil. Si evince pertanto il tentativo di Ubisoft di rafforzare il suo franchise: analogamente allo Smash Bros. di Nintendo e ai crossover di Sega, l’azienda francese porta in un unico videogame i suoi personaggi più importanti, dalla sua mascotte Rayman fino alle ultime creazioni. Sempre nella modalità storia il giocatore, oltre alle normali partite di calcio, è chiamato a prendere parte a 15 minigame che consentono di guadagnare esperienza e denaro necessari per migliorare le proprie skills e acquistare oggetti utili a potenziare la propria squadra.


Potrebbe interessarti anche...