*/ ?> Recensione di Wii Sports Resort (Wii) [Pagina 2] - Wii Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Wii Sports Resort: la recensione

Wii MotionPlus

Il nuovo accessorio, venduto obbligatoriamente in bundle insieme al gioco, è obbligatorio per qualunque disciplina inclusa. Al momento si tratta dell’unico caso in cui l’accessorio è vincolante alla fruizione (il secondo titolo sarà Red Steel 2 di Ubisoft, in arrivo a novembre) ed essendo Wii Sports Resort un titolo orientato al multiplayer (analogamente a Wii Sports), l’acquisto di un secondo accessorio per un secondo Wii Remote è pressoché obbligatorio. Giusta dunque la scelta di non applicare maggiorazioni di prezzo al titolo, venduto al prezzo standard di 49,90 euro che diventano una settantina con l’acquisto di un secondo Wii MotionPlus.

wii-sports-resort-2-wii_011

Perché Wii Sports Resort è indissolubilmente legato al nuovo accessorio? La risposta è semplice: l’intero titolo è volto alla dimostrazione delle potenzialità di Wii MotionPlus. Se Wii Sports rappresentava un tech demo per Nintendo Wii, il suo sequel mostra le capacità dell’update del Wii Remote, verosimilmente spremendone al massimo le sue caratteristiche e rivelandone la sua idoneità a migliorare in modo radicale il sistema di controllo. Lo diciamo subito: in Wii Sports Resort il Wii MotionPlus non solo funziona, ma funziona molto bene lasciandoci da un lato letteralmente di stucco rispetto alle nuove possibilità ma al contempo facendoci sorgere la domanda che tutti si chiedono: perché questa precisione non è stata disponibile sin dall’inizio?

Lasciamo questa domanda in sospeso e veniamo alle 12 attività presenti che, con alti e bassi, sono il cuore pulsante del titolo.

Chanbara

Il chanbara, termine che in giapponese indica i film d’azione con le spade, non è altro che una versione meno “elegante” del kendo, nobile arte marziale nella quale i contendenti si sfidano con una spada di bambù. In questo gioco, mostrato sin dall’E3 2008, il giocatore è collocato su di una piattaforma sospesa sull’acqua e, a suon di spadate, deve riuscire a fare cadere l’avversario dal ring. Il concept è molto semplice e i controlli estremamente intuitivi: si può colpire ai fianchi o in testa cercando di sorprendere l’avversario che è ben propenso a parare i nostri fendenti. In caso di errore il nostro personaggio vacilla per qualche secondo rendendosi vulnerabile agli attacchi nemici. Si tratta dunque di una questione di intuito e di precisione, una miscela resa possibile solo dalla grande precisione dei controlli. La difesa è invece attivata premendo il tasto B e orientando il Wii Remote in modo da respingere la stoccata avversaria. Come in Wii Sports ad ogni vittoria o sconfitta viene assegnato un punteggio positivo o negativo che aumenta l’esperienza del personaggio determinando l’incontro con avversari sempre più ostici. In questo caso il gioco mostra le capacità del Wii Motion Plus nel fungere da spada di precisione lasciando molto spazio all’immaginazione: se i giochi futuri (Red Steel 2 su tutti, ma anche un prossimo Star Wars) raggiungeranno lo stesso livello di controllo si tratterà di una vera e propria rivoluzione. Il movimento del giocatore, però, è affidato all’intelligenza artificiale: non è possibile dunque verificare come si comporteranno i controlli in caso di un gioco di tipo esplorativo.

wii-sports-resort-1-wii_011

A questa modalità principale si affianca una seconda tipologia di gioco basata sullo stesso concept. Questo è uno dei più grandi pregi di Wii Sports Resort: pur mancando una modalità “allenamento” o “test fisico” presenti invece nel suo predecessore, ogni gioco include una o più sottomodalità garantendo un’esperienza sempre varia. Le modalità secondarie si sbloccano giocando e ottenendo dei particolari “timbri”, obiettivi spesso difficili da raggiungere che contribuiscono ad accrescere la longevità.

Nel caso del kendo la seconda modalità è data da un minigame nel quale dobbiamo affettare alcuni oggetti tipicamente giapponesi seguendo delle frecce guida. Il gioco esalta la precisione assoluta del controllo e, soprattutto, è piacevole da giocare. Infine la terza modalità è costituita da combattimento di massa diviso in più livelli. Il giocatore deve affrontare un nemico dietro l’altro in un percorso su binari:la vittoria è data dal completamento del percorso nel minor tempo possibile e senza esaurire la propria energia, una scelta che rende la giocabilità molto più arcade ma decisamente divertente.

Ogni modalità e sottomodalità di ogni singola disciplina, infine, è accompagnata da un dettagliato tutorial. Se l’intuitività del gioco non bastasse, chiunque può apprendere in pochi minuti come giocare senza particolari difficoltà.

Commenti Sottoscrivi i commenti
  1. Pingback: Hands-on: Nintendo Land - Wii U Italia

  2. Rispondi

    [...] Nintendo Land è davvero grazioso: aggirarsi per le varie attrazioni popolate da versioni giocattolose dei numerosi personaggi storici “vale il prezzo del biglietto”. La possibilità di esaminare ogni minimo dettagli grazie allo schermo del Pad ed interagire con un semplice tocco dimostra inoltre come Nintendo, ancora una volta, voglia creare un software alla portata di tutti e tutto da scoprire, proprio com’è accaduto con Wii Sport Resort. [...]



Potrebbe interessarti anche...